Vinci: olio non tracciato, 7.100 litri sequestrati

Vinci: olio non tracciato, 7.100 litri sequestrati

I Militari della Stazione Carabinieri forestale di Empoli, congiuntamente a quelli della Stazione CC forestale di San Casciano Val di Pesa si sono recati presso un’azienda olearia nel Comune di Vinci, per un normale controllo amministrativo. L’azienda svolge attività di frangitura e imbottigliamento conto terzi.

I militari hanno constatato che in magazzino erano presenti in totale circa 19.500 kg d’olio di oliva di diverse qualità (olio evo, atto a divenire igp toscano, in attesa cioè della certificazione del Consorzio dell’olio toscano e/o olio biologico).

Hanno in seguito rilevato dalla consultazione del portale dell’olio SIAN (Sistema Informativo Agricolo Nazionale), strumento in uso agli operatori dell’olio che deve essere costantemente aggiornato registrando i flussi di olio all’interno dell’azienda, una giacenza di 16.314 kg. E’ stata quindi effettuata una ricognizione dei silos/cisterne per risalire alla provenienza dell’olio contenuto.

Ritenendo violato l’art. 18 Comma 1 del Reg. (CE) 178/2002,  i militari hanno proceduto al sequestro amministrativo di 6 contenitori per un totale di 7.100 kg d’olio (valore stimato circa 52.000 euro), in quanto era presente olio di cui non era possibile tracciare la provenienza.

Al titolare dell’azienda sono state elevate sanzioni amministrative per un valore di 2.000 euro.

L'articolo Vinci: olio non tracciato, 7.100 litri sequestrati proviene da www.controradio.it.

Vinci, insulto sessista a consigliera su Facebook, Comune denuncia

Vinci, insulto sessista a consigliera su Facebook, Comune denuncia

Pubblica su Facebook una foto della consigliera Amalia Chiovaro, scrive “cagna che nega le foibe” e poi incita a violentarla sessualmente.  Denunciato dall’amministrazione comunale.

Il Comune di Vinci (Firenze) ha sporto denuncia dopo che ieri la consigliera comunale di opposizione Amalia Chiovaro, esponente del gruppo Sinistra in Comune per Vinci e tesserata Anpi, è stata oggetto di un insulto sessista da parte di uno sconosciuto che su Facebook ne ha condiviso una foto definendola “cagna che nega le foibe”, e incitando alla violenza sessuale.

Il messaggio, che nel pomeriggio di ieri è stato poi rimosso, ha suscitato una serie di reazioni di vicinanza nei confronti della Chiovaro tra cui quella del sindaco di Vinci, Giuseppe Torchia (Pd), che ha deciso di sporgere denuncia come amministrazione comunale, e di informare dei fatti il prefetto di Firenze Laura Lega.

Tra i messaggi di solidarietà anche quelli di politici del territorio come la “piena solidarietà” da parte del consigliere regionale Enrico Sostegni (Pd), e di altri amministratori pubblici e consiglieri comunali eletti nell’Empolese Valdelsa. Solidarietà anche dalla Rete delle Città in Comune che parla di “fatto gravissimo ed inaudito che è certo anche frutto delle politiche sempre più di odio e violenza che la destra sta portando avanti nel nostro paese”.

L'articolo Vinci, insulto sessista a consigliera su Facebook, Comune denuncia proviene da www.controradio.it.

Amministrative Firenze: dopo il tè di Renzi, Nardella punta sugli inviti a pranzo

Amministrative Firenze: dopo il tè di Renzi, Nardella punta sugli inviti a pranzo

Mentre la Lega fiorentina lancia per le amministrative 2019 la “coalizione della brava gente” con l’obiettivo di andare oltre i confini dei partiti di centrodestra, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, praticamente gia’ in corsa per il bis a Palazzo Vecchio, lancia la sua prima vera iniziativa elettorale: ‘uscio e bottega”. “Voglio intensificare il rapporto con le persone'”, ha annunciato a ‘La pancia’  su Rtv38.

 

Che possa essere un ospite gradito o meno e trovarsi la tavola apparecchiata o da lavare i piatti, lo scopriremo. Intanto aspettatevi Nardella a pranzo a casa. E’ la strategia elettorale del primo cittadino di Firenze che per il suo secondo mandato punta su una campagna di vicinato. Non che sia un’idea originale e sempre fortunata in casa Pd, ma di certo urge recuperare il rapporto con l’elettorato e così la corsa per il bis a Palazzo Vecchio è stata fiorentinamente battezzata come campagna ‘Uscio e bottega’.

Dopo il tè delle 5 che Renzi annunciò con risposta caduta nel vuoto, per le ultime politiche, il tour di prossimità nardelliano andrà dal caffè del mattino, al pranzo, fino all’aperitivo e prenderà il via dal prossimo primo di ottobre. Naturalmente l’incursione elettorale sarà su invito del cittadino tramite un indirizzo mail che verrà attivato nei prossimi giorni, uscioebottega@comune.fi.it.

Per le amministrative del 2019 oltre al Pd Nardella lancerà anche una  lista che porterà il suo nome per quell’elettorato che vuol esprimere un voto che va al di là dei partiti, e che va alla persona. Fra le ipotesi al vaglio anche una coalizione larga, e più liste con una forte impronta civica. Il Sindaco non si dice impaurito ne’ dalla Lega ne’ dai 5 Stelle. Neppure delle primarie di coalizione, rimandando tuttavia la decisione alle varie realta’ politiche che lo sosterranno.

Nel frattempo proseguono i congressi regionali che hanno visto ieri in Toscana la favorita renziana Simona Bonafé, perdere a casa dell’ex segretario regionale Pd, Dario Parrini a Vinci. 500 circoli su 700 al momento e con il dato certo della scarsa partecipazione, la danno comunque al 70% rispetto allo sfidante orlandiano Valerio Fabiani. La corsa terminerà sabato, poi le primarie aperte il prossimo 14 ottobre.

Chiara Brilli

L'articolo Amministrative Firenze: dopo il tè di Renzi, Nardella punta sugli inviti a pranzo proviene da www.controradio.it.

Donna incinta morta all’ospedale di Empoli: ieri autopsia, domani i funerali

Donna incinta morta all’ospedale di Empoli: ieri autopsia, domani i funerali

È stata eseguita  l’autopsia sul corpo di Barbara Squillace, la donna di 42 anni di Spicchio di Vinci (Firenze) morta improvvisamente lo scorso 19 luglio nel reparto di ostetricia dell’ospedale di Empoli (Firenze).

L’esame è stato effettuato nel nosocomio di Pistoia dove già nei giorni scorsi era stato eseguito un primo accertamento diagnostico richiesto dall’Asl Toscana Centro. Il magistrato ha restituito la salma ai familiari: le esequie della donna si terranno domani alle 16 alla chiesa di Sovigliana di Vinci.

La procura ha aperto un fascicolo d’inchiesta, al momento a carico di ignoti, dopo che, come riferito nei giorni scorsi dall’Asl Toscana Centro in una nota, “l’anatomopatologo ha riscontrato elementi sospetti in ipotesi di condotte sanitarie incongrue”.

Intanto giovedì è atteso l’arrivo a Empoli del team del centro regionale rischio clinico il quale, assieme alla commissione interna dell’Asl, ha in programma un audit per meglio chiarire i contorni della vicenda. La donna, che pare fosse incinta di due gemelli, era ricoverata da una settimana per una iperemesi gravidica.

L'articolo Donna incinta morta all’ospedale di Empoli: ieri autopsia, domani i funerali proviene da www.controradio.it.

Fiamme in casa a Vinci (FI), cinque persone evacuate

Fiamme in casa a Vinci (FI), cinque persone evacuate

Un nucleo familiare di cinque persone è stato evacuato questa sera intorno alle 21 di ieri sera a Sovigliana di Vinci (Firenze) a causa di un incendio avvenuto in un appartamento.

Secondo le prime informazioni sarebbe stato un corto circuito a provocare le fiamme che hanno interessato prima il garage e poi il resto dell’abitazione. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme. Nessun problema per i componenti della famiglia che però ha trascorso la notte ospitata da parenti: l’appartamento è stato dichiarato inagibile.

L'articolo Fiamme in casa a Vinci (FI), cinque persone evacuate proviene da www.controradio.it.