Riqualificazione del Bobolino

Interventi di manutenzione alle piante, eliminazione di arbusti infestanti e invasivi, ripristino delle pavimentazioni pedonali e carrabili, pulizia straordinaria di pozzetti, griglie e impianti fognari, rompitratto in pietra e ripulitura dalle scritte dello chalet.

Sono stati questi i più importanti lavori eseguiti al giardino del Bobolino, sul viale Machiavelli, inaugurato questa mattina dal sindaco Dario Nardella, dall’assessore all’ambiente Alessia Bettini, dal presidente del quartiere 1 Maurizio Sguanci e dal presidente della commissione ambiente Fabrizio Ricci. “Con questo intervento, l’ultimo in programma dopo il recupero del giardino Lapi, al piazzale Michelangelo, e del giardino Tivoli, al piazzale Galileo – ha detto il sindaco Dario Nardella – va avanti Onda Verde, il piano di riqualificazione di tutti i più importanti spazi di verde pubblico della nostra città che prevede anche l’apertura di nuovi giardini e nuovi parchi”. La scorsa settimana è stata la volta della grande area verde del Guarlone nel quartiere 2, del giardino del Lippi nel quartiere 5 e del grande giardino, il nuovo parco, all’Isolotto, il giardino di via Torcicoda nel quartiere 4. “Con il giardino del Bobolino che inauguriamo stamani – ha aggiunto il sindaco – andiamo avanti nel nostro programma sul verde pubblico che è per noi una priorità”.
“Con questo intervento al Bobolino, costato 40mila euro, si porta a compimento l’ultimo lavoro in programma dopo il recupero del giardino Lapi, al piazzale Michelangelo, e del giardino Tivoli, al piazzale Galileo – ha detto invece l’assessora Bettini – e così fiorentini e turisti potranno riscoprire la ‘promenade’ ideata dall’architetto Giuseppe Poggi. Ringrazio anche gli angeli del bello che hanno ripulito dalle scritte vandaliche lo chalet Bobolino

I servizi demografici fiorentini si rinnovano

I servizi demografici fiorentini si rinnovano. Da lunedì 16 ottobre sarà avviato il nuovo programma, denominato @cropolis, che gestirà i servizi di anagrafe, stato civile, elettorale e che sostituirà l’attuale sistema, risalente alla fine degli anni ’90 e ormai obsoleto rispetto alle normative e agli standard richiesti. Il programma @cropolis permetterà tempi di risposta più rapidi e accelererà le procedure interne degli uffici, a tutto vantaggio dei cittadini-utenti.


Nella fase di avvio del programma sarà necessario impostare tutta una serie di attività, tecniche e informatiche, che potranno comportare rallentamenti nelle attività operative come accade quando si avviano operazioni così complesse e delicate.
Per questo da lunedì 16 a venerdì 20 ottobre gli sportelli anagrafici decentrati saranno chiusi e verrà sospesa la consegna dei certificati presso la sede di Palazzo Vecchio. Resterà in funzione soltanto il punto anagrafico del Parterre che verrà opportunamente potenziato e che sarà aperto dal lunedì al venerdì in orario 8.30-13 e 14.30-17.
Nell’ambito di questa temporanea riorganizzazione del servizio lo sportello del Parterre sarà chiuso il sabato mattina nei giorni 7 e 14 ottobre e sarà accessibile solo su appuntamento il 21 ottobre (prenotazione allo 055055, dalle 8 alle 20).
Per gli stessi motivi da lunedì prossimo fino alla stabilizzazione del nuovo programma di gestione i servizi anagrafici on line, che permettono di acquisire atti anagrafici tramite apposite credenziali, non saranno in funzione. Nello stesso periodo sarà ridotto il ricevimento al pubblico presso gli uffici dello stato civile; dove saranno comunque garantiti i servizi essenziali per le denunce di nascita e morte.
Nelle settimane successive all’introduzione del nuovo sistema si potrebbero comunque verificare code e rallentamenti nell’erogazione del servizio.
Per evitare che dal 16 al 20 ottobre si verifichi un sovraffollamento, con il conseguente allungamento dei tempi di attesa, si consiglia a chi ha urgenza di disporre di atti anagrafici (certificati, rinnovo della carte di identità etc.) di rivolgersi ai rispettivi punti decentrati di quartiere o (per i soli certificati) a uno qualsiasi dei tanti punti territoriali aderenti alla Rete dei Servizi Diffusi (edicole, tabaccherie, circoli, associazioni etc. ) prima del 13 ottobre o, in assenza di pressanti esigenze, dopo il 5 novembre. I cittadini che dovranno recarsi al Parterre questa settimana, possono utilizzare la app QURAMI che permette di staccare un biglietto virtuale ed evitare l’attesa che potrebbe non essere breve. Infine dal 9 al 14 ottobre non sarà possibile ordinare certificati sia presso gli sportelli anagrafici (PAD.) che al contact center 055055.

Giovani e impresa: incontro di presentazione dei bandi della Regione Toscana in Palazzo Vecchio

Mercoledì 26 Luglio alle ore 15.00, la Sala d’Arme in Palazzo Vecchio ospiterà l’incontro di presentazione dei bandi pubblicati dalla Regione Toscana rivolti alle imprese e ai giovani che intendono avviare nuovi progetti imprenditoriali o intraprendere nuove professioni. L’incontro sarà tenuto da Cecilia Del Re Assessore Sviluppo Economico del Comune di Firenze, dalle Dirigenti della Regione Toscana Dottoresse Simonetta Baldi ed Elisa Nannicini e dalla Responsabile dell’Ufficio GiovaniSì Dottoressa Chiara Criscuoli, alla presenza dell’Assessore alle attività produttive della Regione Toscana Stefano Ciuoffo.

I bandi che saranno illustrati sono i seguenti:
www.regione.toscana.it/-/giovani-e-libere-professioni-il-pacchetto-di-incentivi-della-regione-toscana
www.regione.toscana.it/-/voucher-formativi-di-ricollocamento-e-individuali-il-nuovo-bando-por-fse
http://giovanisi.it/2017/03/01/creazione-di-impresa-microcredito/
http://giovanisi.it/2016/10/17/start-up-innovative/
www.regione.toscana.it/-/por-fesr-2014-2020-bando-efficientamento-energetico-2017-contributi-fino-al-40
www.regione.toscana.it/-/por-fesr-2014-2020-ricerca-e-sviluppo-pubblicati-i-primi-due-bandi-2017
www.regione.toscana.it/-/por-fesr-2014-2020-microcredito-a-tasso-zero-per-investimenti-in-nuove-tecnologie
www.regione.toscana.it/-/por-fesr-2014-2020-prestiti-a-tasso-zero-per-investimenti-in-nuove-tecnologie

 

 

 

NUOVA PISTA CICLABILE SULLA RIVA SINISTRA DELL’ARNO

NUOVA PISTA CICLABILE SULLA RIVA SINISTRA DELL’ARNO

Pronta la nuova pista ciclabile lungo la riva sinistra dell’Arno, tra il Lungarno dei Pioppi, i giardini dell’Argingrosso e il Ponte dell’Indiano e poi fino alla confluenza con la Greve. Si tratta di una lunga ‘strada bianca’ che è anche una sorta di grande anello ciclopedonale che collega l’Argingrosso alle Cascine da un lato e dall’altro si ricongiunge col ponte della tramvia. A inaugurare i nuovi tratti il sindaco Dario Nardella, l’assessore all’ambiente Alessia Bettini, il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni.

Risultati immagini per NUOVA PISTA CICLABILE SULLA RIVA SINISTRA DELL’ARNO

Il primo lotto va da Lungarno dei Pioppi al Ponte all’Indiano con la pista che costeggia via dell’Isolotto, il secondo lotto dall’Indiano alla Greve. Dal viadotto all’Indiano, passando nel sottopasso pedonale, è possibile ricongiungersi alle Cascine e proseguire così in riva destra. L’intervento è stato finanziato nell’ambito del programma regionale relativo al Sistema integrato ciclopista dell’Arno – Sentiero della bonifica dalla Regione Toscana. Il costo totale è di 370 mila euro. La lunghezza dei due lotti è di circa tre chilometri.
«Un ulteriore intervento – ha sottolineato Nardella – di riqualificazione delle rive dell’Arno e dei nostri parchi. Dove vi erano aree abbandonate a se stesse da troppi anni adesso abbiamo una lunga pista ciclabile e porzioni di verde nuovamente fruibili dai cittadini. La via per una Firenze più sostenibile e vivibile passa anche da qui».
«L’impegno dell’amministrazione – ha rilevato l’assessore Bettini – è quello di intensificare gli interventi per la mobilità sostenibile ed il progetto delle piste ciclabili è sicuramente un contributo in tal senso. Il nostro obiettivo è evitare così danni alla salute prodotti dalle polveri sottili, decongestionare il traffico urbano, garantire una maggiore vivibilità della città. Inaugurare una pista ciclabile non è solo un’azione concreta, e molto importante, ma è anche un invito a cambiare abitudini e sviluppare una diversa cultura della mobilità. Questo intervento, inoltre, è servito per riqualificare, da un punto di vista ambientale, una parte delle sponde dell’Arno, in direzione del Poderaccio, che fino a poco tempo fa erano una vera e propria discarica a cielo aperto. Prima dell’apertura del cantiere sono stati rimossi diverse carcasse di auto e molti oggetti ingombranti: per questo abbiamo installato anche due sbarre per non consentire l’accesso alle vetture e, quindi, impedire lo scarico non autorizzato. Ringrazio Alia servizi ambientali per aver provveduto tempestivamente a ripulire l’area».
«La ciclopista dell’Argingrosso è un’opera importante per il quartiere – ha dichiarato Dormentoni -. Adesso abbiamo un grande anello ciclabile che connette fortemente il parco dell’Argingrosso e l’Isolotto alle Cascine. Con i lavori di pulizia e sistemazione straordinaria dell’argine che sta facendo il Consorzio di Bonifica e con il nuovo ponte pedociclabile che sarà costruito nel 2018 si concretizza l’idea del parco Cascine-Argingrosso e realizziamo una grande qualificazione di una parte bellissima del nostro territorio, che diventa sempre più vivibile e adatta al tempo libero, grazie anche alle sue potenzialità naturalistiche. Adesso tocca a noi: saliamo in bicicletta e viviamo anche questo pezzo del nostro quartiere».

Duecentomila euro per i giardini delle scuole

Duecentomila euro per i giardini delle scuole

Giardinieri del Comune in azione, in queste settimane, per sistemare le aree verdi delle scuole. Ieri il via libera della giunta che ha approvato un’apposita delibera, presentata dalla vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi e dall’assessore all’ambiente Alessia Bettini, che stanzia 200mila euro per la manutenzione straordinaria.
«Proseguiamo nel programma quinquennale per la cura dei giardini scolastici – hanno sottolineato la vicesindaca Giachi e l’assessore Bettini – si tratta di interventi importanti per rendere fruibili al massimo spazi di gioco e socialità fondamentali per la stessa didattica. Alunni e studenti devono avere opportunità di giocare in libertà all’aria aperta ed è giusto che possano farlo proprio a scuola, vivendo un momento di gioia e divertimento fondamentale».
Per il ‘pacchetto scuola’ la giunta ha approvato anche due delibere della vicesindaca Giachi. Complessivamente un investimento di 100mila euro che servirà per la manutenzione degli impianti elettrici di alcune scuole cittadine