Abusò di una 17enne, studente arrestato

Abusò di una 17enne, studente arrestato

Iscritto alla facoltà di Economia e Commercio, il settembre dello scorso anno il 22enne abusò di una minorenne in stato ebbrezza ad una festa universitaria. Stamattina la polizia lo ha blocato ed arrestato.

Uno studente universitario è stato arrestato dalla polizia in esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere, con l’accusa di aver violentato una 17enne, nel settembre scorso, durante una festa in un locale a Firenze.

Lo studente, un 22enne albanese che frequenta la facoltà di Economia e commercio a Firenze, è stato bloccato questa mattina dagli agenti. Secondo quanto ricostruito dalla squadra mobile fiorentina, in occasione della festa nel locale, presenti vari minorenni, sarebbe stato servito alcool in modo incontrollato.

Per l’accusa il 22enne, che avrebbe tra l’altro lavorato in nero nello stesso locale anche se la sera della presunta violenza era libero, approfittando dello stato confusionale della 17enne, dovuto all’assunzione di alcol, l’avrebbe portata in un magazzino del locale e avrebbe abusato di lei.

L'articolo Abusò di una 17enne, studente arrestato proviene da www.controradio.it.

Palazzo Vecchio ha ufficializzato l’ordinanza antibotti

Palazzo Vecchio ha ufficializzato l’ordinanza antibotti

Firenze, il sindaco Dario Nardella ha ufficializzato stamani l’ordinanza annunciata il 13 dicembre in riunione comunale: vietata la vendita e l’uso di petardi ma anche la detenzione di contenitori di vetro nelle piazze dove si svolgono gli eventi di Capodanno e nelle strade a maggiore concentrazione di persone.

“Questa ordinanza è uno degli effetti della circolare del capo della Polizia Franco Gabrielli a garanzia dell’incolumità dei cittadini dopo i fatti di piazza San Carlo a Torino – ha spiegato il sindaco Nardella -. Per quanto riguarda le zone della città che non sono interessate dall’ordinanza faccio un appello ai cittadini affinché si riduca al massimo l’utilizzo dei botti, soprattutto per non spaventare gli animali e per il rispetto delle persone fragili e di coloro che non vogliono festeggiare in maniera rumorosa”.

Dalle 18 di domenica, 31 dicembre, alle 3 del 1° gennaio al piazzale Michelangelo, in piazza Signoria, piazza Santissima Annunziata e piazza Gino Bartali sarà vietata la vendita per asporto di bevande di qualsiasi natura in contenitori di vetro, la somministrazione per asporto di bevande di qualsiasi natura in bicchieri o altri contenitori di vetro e la detenzione, anche per proprio consumo, di bevande di qualsiasi natura in contenitori di vetro.

Tutti i divieti descritti sono validi anche in piazza della Repubblica, piazza Duomo, piazza del Carmine, piazza Pitti e Ponte Vecchio, piazza Santo Spirito, via Guicciardini e via Calzaiuoli.

L’ordinanza del sindaco prevede anche l’obbligo per tutti gli esercizi pubblici situati nelle località interessate dal divieto di vendita di esporre in maniera ben visibile il cartello di avviso recante l’informativa del divieto.

A meno che la condotta configuri un reato più grave, la violazione dell’ordinanza è punita, ai sensi dell’articolo 650 del Codice penale, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 206 euro.

Maggiori dettagli:

Comunicato Ufficiale

L'articolo Palazzo Vecchio ha ufficializzato l’ordinanza antibotti proviene da www.controradio.it.