BargaJazz: live Robert Bonisolo trio

BargaJazz: live Robert Bonisolo trio

Al BargaJazz, stasera è il turno della formazione guidata dal sax tenore di Robert Bonisolo. Concerto nel Chiostro Conservatorio S. Elisabetta, ore 21:30.

Seconda serata in trio per il BargaJazz festival 2017. Dopo il concerto del chitarrista Kurt Rosenwinkel al teatro dei Differenti, stasera l’appuntamento è con la formazione guidata dal sax tenore Robert Bonisolo, accompagnato da Marc Abrams al basso e Mauro Beggio alla batteria.
A due passi dal duomo di Barga, nella cornice del chiostro del Conservatorio Santa Elisabetta, i tre membri della Lydian Sound Orchestra (gruppo di una decina di elementi fra i più apprezzati sulla scena jazz nazionale ed internazionale) proporranno la loro versione del tema del terzetto sax-basso-batteria.
Canadese di origini italiane, Robert Bonisolo ha compiuto i suoi studi musicali presso il Berklee College of Music di Boston e la Banff School of Fine Arts. Sassofonista di grande talento, nel 1987 ha vinto il “Canadian Rising Star Award” e l’”American Rising Star Award”. Ha studiato e si è esibito con alcuni fra i migliori musicisti della scena jazz internazionale, fra i quali Jerry Bergonzi, Joe Viola, John La Porta, George Garzone, Steve Coleman, John Abercrombie. Giunto in Italia, nel 1990, approfondisce anche lo studio del sassofono in ambito classico studiando presso il Conservatorio di Ferrara, ove si diploma 5 anni dopo.
Si è esibito in numerosi festival e rassegne in Italia, Europa e Stati Uniti. In qualità di sideman ha preso parte a decine di incisioni discografiche e nel 2008 ha inciso il suo primo cd come leader. Dal 2003 è docente di sassofono e improvvisazione presso il Centro Didattico Musicale di Rovereto, dal 2006 presso il Conservatorio di Losanna e presso il Festival Internazionale del sassofono di Faenza.
Marc Abrams ha iniziato la sua carriera di bassista in tenerissima età nei primi anni ’70 a New York, sua città natale. Da lì in poi, ha collaborato con alcuni fra i nomi più importanti dell’ambito jazz, come Kenny Clarke, Sal Nistico, John Tchicai, Steve Lacy, Al Foster, Massimo Urbani, Luisa Longo e Paolo Birro. Ai dischi ed ai concerti in Italia, Europa e Stati Uniti affianca un’intensa attività di insegnante e turnista per radio e tv.
Formatosi alla Dizzy Gillespie School di Bassano del Grappa, Mauro Beggio ha incontrato Enrico Rava in occasione dei seminari di Siena Jazz nel 1986 ed è entrato a far parte del gruppo del grande trombettista, iniziando da subito a farsi notare come uno dei più interessanti batteristi emergenti. È membro stabile di gruppi prestigiosi come Enrico Rava Quartet, Enrico Pieranunzi Trio, Claudio Fasoli Quartet ed il trio Gibellini-Tavolazzi-Beggio e ha collaborato con alcuni fra i nomi più importanti in Italia (Franco D’Andrea, Stefano Bollani, Guido Manusardi, Massimo Urbani) e all’estero (Johnny Griffin, Toots Thielemans, Palle Danielsson, Kenny Wheeler, Franco Ambrosetti, Paul Bley).

L'articolo BargaJazz: live Robert Bonisolo trio proviene da www.controradio.it.

Max Gazzè live a Forte dei Marmi

Max Gazzè live a Forte dei Marmi

Max Gazzè porta la sua musica sul palco di Forte dei Marmi martedì 22 agosto alle ore 21.30, a Villa Bertelli, via Giuseppe Mazzini.

Nel 2016 Max Gazzè ha suonato in oltre 70 concerti (con tappe sold out) per poi affrontare la sua prima tournée mondiale, che lo ha portato ad esibirsi in tre continenti. Ha suonato infatti a Montreal, Toronto, Chicago, Boston, New York, Miami, Los Angeles e Tokio, per chiudere a Shanghai.
Per l’estate 2017 Gazzè porta un concerto rock con sei elementi sul palco di domani sera: Giorgio Baldi e Francesco De Nigris – collaboratori di Max sin dalla primissima ora – alle chitarre, Dedo alla chitarra acustica e tromcontinentibone, Cristiano Micalizzi alla batteria e Clemente Ferrari alle tastiere, oltre allo stesso Max al basso.
Il programma Villa Bertelli 2017: Max Gazzè (22 agosto), TheGiornalisti (24 agosto), Benji e Fede (25 agosto).
Per info: www.villabertelli.it –  0584 787251

L'articolo Max Gazzè live a Forte dei Marmi proviene da www.controradio.it.

BargaJazz, live il chitarrista Kurt Rosenwinkel

BargaJazz, live il chitarrista Kurt Rosenwinkel

Nella serata del 19 agosto protagonista il chitarrista Kurt Rosenwinkel con un trio tutto italiano. Appuntamento al Teatro dei Differenti di Barga (LU) per le ore 21,30.

BargaJazz 2017 entra nel vivo sabato 19 agosto con uno dei concerti più attesi del festival. Al Teatro dei Differenti di Barga sarà infatti di scena il trio del chitarrista Kurt Rosenwinkel.

Classe 1970, statunitense di nascita e berlinese di adozione (vive da tempo con la famiglia nella capitale tedesca dove per anni ha insegnato al prestigioso Jazz Institute), Rosenwinkel è un solista dall’approccio armonicamente fluido e assai ricco dal punto di vista melodico, capace di attraversare diversi generi musicali e mettere le mani con profitto su diversi strumenti, come testimoniato dal suo recente album “Caipi (pubblicato per l’etichetta di sua proprietà Hearthcore Records e ricco di influenze sudamericane) nel quale si cimenta nel ruolo di polistrumentista e cantante.

Formatosi negli anni ’80 prima al Philadelphia High School for the Creative and Performing Arts e quindi al prestigioso Berklee College of Music di Boston, da giovanissimo Rosenwinkel fu chiamato a far parte del gruppo di Gary Burton.

Trasferitosi a Brooklyn, ha iniziato un percorso artistico fin da subito carico di soddisfazioni, a cominciare dal Composer’s Award assegnatogli nel 1995 dal National Endowment for the Arts e dal debutto discografico come leader nel 1996 con l’album East Coast Love Affair.

I primi anni del nuovo millennio sono quelli della definitiva consacrazione del chitarrista, grazie ad album come “The Enemies of Energy”, “The Next Step”, “Heartcore” e “Deep Song”, dischi nei quali Rosenwinkel perfeziona il proprio stile originale e si afferma come voce autorevole del jazz post bop.

A Barga si presenta in trio, accompagnato da musicisti italiani: Dario Deidda al basso e Marco Valeri alla batteria.

Deidda è uno dei nomi di spicco delle quattro corde tricolori, ha collaborato con i nomi più importanti nel nostro paese ed all’estero e nell’ultimo decennio è stato proclamato quasi costantemente miglior bassista italiano dalla rivista “Jazz It”. Musicista poliedrico, ma a suo agio sopratutto sul terreno del jazz, ama il basso elettrico ed i nuovi strumenti semiacustici, senza però trascurare il contrabbasso, strumento con il quale si è diplomato al conservatorio di Salerno.

Valeri è un batterista romano nato nel 1976 e folgorato da piatti e tamburi già in tenera età. Debutta su disco da leader nel 2013 con “The apple”, un album ricco di riferimenti alla città e alla squadra della Roma e partecipa attivamente l’anno successivo all’interessantissimo “Prestazione” di Daniele Tittarelli, suo compagno d’avventura fin dagli esordi. Attualmente, Marco Valeri è uno degli animatori più attivi della ricca scena jazz della capitale.

L'articolo BargaJazz, live il chitarrista Kurt Rosenwinkel proviene da www.controradio.it.

Flower Power Live: Guidi & Carotenuto e Simone di Maggio Duo

Flower Power Live: Guidi & Carotenuto e Simone di Maggio Duo
 Al Flower di Piazzale Michelangelo 10 incontri con la migliore musica emergente. Domenica 20 agosto: Guidi & Carotenuto. Lunedì 21 Simone di Maggio Duo.

Due nuovi appuntamenti per Flower Power Live, la rassegna che porta al Flower al Piazzale (Piazzale Michelangelo, Firenze) alcuni dei nomi più interessanti fra le nuove leve di musicisti toscani.

Domenica 20 agosto, alle 21,30 sul palco Guidi & Carotenuto. I due si incontrano lavorando all’interno dell’orchestra di ukulele Sinfonico Honolulu. Scoprono un’affinità di scrittura e decidono di affrontare insieme un percorso cantautoriale. Due cantastorie nazional portuali, che più che cercare guai, li raccontano cantando la semplicità degli affanni quotidiani: il lavoro, l’amore, le relazioni. Luca Guidi ha vinto, nel 2013, il Premio Ernesto de Pascale del Rock Contest di Controradio con la canzone “Più notte di così”, portata poi alla ribalta nazionale da Mauro Ermanno Giovanardi.

Lunedì 21 è la volta del Simone di Maggio Duo. Simone Di Maggio è attualmente considerato uno dei migliori chitarristi Rock’n’Roll europei. Il suo stile chitarristico infatti, unisce il sound e la tecnica dei grandi chitarristi del passato all’ energia e lo stile dei rockers anni 200. Nonostante la giovane età vanta collaborazioni in tutta Europa, negli USA ed in Asia. “MEMBRO ONORARIO DELLA ROCKABILLY HALL OF FAME”, la più importante associazione sulla musica 50’s del pianeta, Simone riceve anche il “KISS OF APPROVATION” per il suo disco d’esordio come uno dei più bei dischi Rock’n’Roll degli ultimi anni. Bob Timmers, presidente della RHoF dice di lui: ”…Simone e’ un esempio per tutti i giovani musicisti nel mondo…”. Il suo brano originale “Milkshake boogie” diventa la sigla ufficiale del sito www.rockabillyhall.com e viene inserita nelle più prestigiose compilations del settore con i migliori gruppi Rock’n’Roll al mondo. Simone Di Maggio gira in tour l’Europa toccando Italia, Francia, Svizzera e Germania partecipando a festivals più importanti del settore al fianco di vere leggende viventi. Nel 2003 forma gli Astrophonix e devia il suo stile su un impatto decisamente più aggressivo e contemporaneo.

FLOWER POWER LIVE
Programma completo:
Mercoledì 9 agosto: Cucina Sonora
Venerdì 11 agosto: Form Follows
Sabato 19 agosto: Monologue
Domenica 20 agosto: Guidi & Carotenuto
Lunedì 21 agosto: Simone Di Maggio duo
Venerdì 25 agosto: Flame Parade
Lunedì 28 agosto: Fabrizio Berti Jug Band
Venerdì 1 settembre: King Of The Opera
Sabato 2 settembre: Giorgio Mannucci
Martedì 5 settembre: Sinedades

e, per Flower Power Talk,Mercoledì 23 Agosto Radio Talk Show e musica dal vivo con Fiore sul VulcanoCollaborare, organizzarsi, promuoversi, cantare in italiano. L’esperienza del più stimolante collettivo di musicisti attivo a Firenze, con Francesco Mucè (Amarcord, vincitori del Premio Ernesto de Pascale nel Rock Contest 2015, grazie al quale sono stati ospiti dello studio di Luciano Ligabue, tra i selezionati del concerto del 1° Maggio a Roma e del progetto regionale Toscan100band), Michelangelo Goriupp (La Canaglia, tra i selezionati di Toscana100band ), Marco Carnesecchi (Silenzio è Sexy), Cosimo Lippi (Ex Mes Amis) e molti altri + live acustic session delle band.

L'articolo Flower Power Live: Guidi & Carotenuto e Simone di Maggio Duo proviene da www.controradio.it.

Siena, ‘reunion’ dei grandi della musica classica

Siena, ‘reunion’ dei grandi della musica classica

Da questa sera al 26 agosto a San Quirico d’Orcia (Si) appuntamento con oltre 50 tra i più grandi e talentuosi musicisti al mondo provenienti da dieci nazioni diverse.

Dal 16 al 26 agosto le musiche dal repertorio cameristico di Schumann, Vivaldi, Handel, Mozart e ancora Brahms, Schubert, Ravel, Kodaly interpretate da alcuni tra i più grandi e talentuosi musicisti al mondo.

Oltre 50 artisti provenienti da Italia, Stati Uniti, Spagna, Francia, Inghilterra, Corea, Taiwan, Grecia, Giappone e Australia per dieci giorni porteranno gli amanti della classica alla scoperta di luoghi bellissimi fuori dai circuiti turistici più frequentati.

Sponsor americani hanno scelto di investire in cultura in Val d’Orcia, con una sorta di crowdfunding che consente di portare la grande musica a San Quirico. Un rapporto questo fra ente pubblico e privati che si va sempre più consolidando, al punto che a New York, la Hudson Valley Philharmonic ha istituito un premio ‘string competition Paesaggi Musicali Toscani’ il cui vincitore, il violinista Brian Kwan Yeung Choi, si esibirà in concerto (20 agosto ore 18) proprio a San Quirico, accompagnato da Bruno Canino al pianoforte.

La rassegna aprirà il 16 agosto a Palazzo Chigi con un programma di Quintetti eseguito dal Quartetto di Cremona con il pianista Stephen Swedish, Paesaggi Musicali Toscani, la rassegna di musica classica organizzata da Comune di San Quirico d’Orcia in collaborazione con l’associazione culturale “Musica Insieme” e in programma a San Quirico d’Orcia fino al 26 agosto.

Lunedì 21 agosto si ripeterà l’abituale appuntamento a Vignoni, con il concerto dell’Accademia Ottoboni che esegue i Quartetti di Mozart per flauto nella pieve, preceduto da una cena all’aperto.

Il 19 agosto (ore 21.15),nel suggestivo scenario dei Giardini Nilde Iotti, sarà eseguito un programma dall’Orchestra da Camera Milano Classica diretto dal grande clavicembalista francese Pierre Hantaï.

E poi ancora Cantina Sampieri Del Fa’ (giovedì 17 agosto 17.30) Il Caleidoscopio Lathika Vithanage; mentre alle ore 22 (Palazzo Chigi) Marco Beasley, voce, Antonio Paliotti, chitarra e arrangiamenti.

Venerdì 18 agosto (ore 18 a Rocca d’Orcia) Imaginarium Ensemble; martedì 22 agosto (ore 21:15 Palazzo Chigi) Weiyin Chen, pianoforte; mercoledì  23 agosto (ore 11 Chiesa di Santa Maria Assunta)Francesco Corti, clavicembalo mentre alle ore 18 nella Pieve di Santo Stefano a Cennano, Castelmuzio Le Cameriste Ambrosiane&Friends.

Giovedì 24 agosto (ore 21.15 Palazzo Chigi) Ariana Kim, violino, Todd Crow, pianoforte; venerdì 25 agosto (ore 21.15 Palazzo Chigi) Vashti Hunter, violoncello, Martin Klett, pianoforte.

E infine sabato 26 agosto (ore 21.15 Chiesa Collegiata) La Follia Barocca e Marina de Liso, mezzo-soprano.

Ulteriori info Tel. +39 0577 899728.

Programma completo su www.paesaggimusicalitoscani.it

L'articolo Siena, ‘reunion’ dei grandi della musica classica proviene da www.controradio.it.