Il cammino della Cumbia, il nuovo romanzo a fumetti di Davide Toffolo al Buh di Firenze

Il cammino della Cumbia, il nuovo romanzo a fumetti di Davide Toffolo al Buh di Firenze

Il cammino della Cumbia, il nuovo romanzo a fumetti di Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti venerdì 18 gennaio al Buh! Di Firenze.

Il 2019 del BUH! riparte con la presentazione del libro del frontman dei dei Tre allegri ragazzi morti. Un romanzo a fumetti sulla musica migrante nata in Colombia costruito su un viaggio lungo 8.500 chilometri che l’autore ha realizzato fra gennaio e febbraio scorso. Un evento tutto dedicato alla riscoperta di un genere musicale autentico e popolare.

Nel novembre 2018 Davide Toffolo è uscito con “Il cammino della cumbia”, pubblicato dalla casa editrice Oblomov-La nave di Teseo (216 pagine a colori).
Il libro, che sarà presentato venerdì 18 gennaio al BUH! in un evento tutto dedicato alla riscoperta della Cumbia, è paragonabile ad altri lavori di auto fiction quali “Pasolini”, “Il Re bianco” e lo stesso “Graphic novel is dead”, tutti firmati da Toffolo.  Una ricognizione che parte da Buenos Aires e arriva a Cartagena, in Colombia, dove la Cumbia è nata. Più di 100 musicisti incontrati, avventure, cultura e storia di un’America popolare e tenuta assieme da un ballo. La Cumbia, appunto. Alla presentazione si aggiungerà un dj set proposto dall’autore, per raccontare il contenuto musicale del libro. Un viaggio musicale in giro per il Sudamerica, dove Toffolo affiancato da Nahuel Martinez aka Paquiano, porterà il pubblico alla riscoperta della propria “selva interiore”.
Prima del dj set, il live degli Americanto. Gruppo di riferimento per la comunità latina a Firenze gli Americanto sono degli eroi locali. Il loro repertorio attraversa tutto il continente latinoamericano: dalle ritmiche amazzoniche, alla cumbia,  ai canti rituali Inca delle Ande.
Ad accompagnare l’evento anche una cena curata dall’associazione Anelli Mancanti alla scoperta di piatti tipici sudamericani.
Apertura porte ore 20
Contributo d’ingresso all’attività culturale 5 €
BUH Circolo culturale urbano  si trova in Via Panciatichi 16, Firenze e da quest’anno si arriva anche con la Tramvia (Fermata consigliata Dalmazia).  Il venerdì e il sabato il servizio si conclude alle 2 di notte. Da Dalmazia ultima corsa verso il centro ore 1:44

L'articolo Il cammino della Cumbia, il nuovo romanzo a fumetti di Davide Toffolo al Buh di Firenze proviene da www.controradio.it.

Sonoristan: Riccardo Onori feat. Hindi Zahra. Auditorium Flog Firenze

Sonoristan: Riccardo Onori feat. Hindi Zahra. Auditorium Flog Firenze

Sonoristan: Riccardo Onori in concerto feat. Hindi Zahra, segue Dj Set by Ghiaccioli e Branzini. Venerdì 18 gennaio 2019 Auditorium Flog Firenze

Sonoristan è il primo disco solista a nome di Riccardo Onori, chitarrista tra i più rinomati della scena italiana che vanta collaborazioni eccellenti in Italia e all’estero, la più conosciuta delle quali è quella che lo vede accompagnare Jovanotti/ Lorenzo Cherubini dal vivo e in studio d’incisione sin dai primissimi anni 2000.E tra le tante altre collaorazioni, su disco e dal vivo, di Riccardo ci sono anche quelle con Stefano Bollani, i Diaframma, i Dirotta Su Cuba, Mike Patton, Irene Grandi, Mike Patton, Le Luci Della Centrale Elettrica, Bombino, Tony Allen, Max Gazzè, Planet Funk, Rick Rubin, Enrico Rava.

Il Sonoristan è un paese immaginario, un paese dove non serve il permesso di soggiorno e che vive delle collaborazioni e delle esperienze che Onori ha avuto con compagni di viaggio eccezionali, che per questo suo album hanno voluto essergli ancora una volta al fianco. Il Sonoristan respira il suono del mondo attraverso ritmi e lingue diverse, filtrate sempre dall’ispirazione artistica personale di Onori.  Africa, Mediterraneo, Centro America, Europa, Stati Uniti, nessun confine in Sonoristan, mentre la chitarra e gli altri strumenti si trovano sapientemente a loro agio, spaziando tra bolero, blues, cumbia e afrobeat.

Con Onori abitano il Sonoristan Gianluca Petrella, Sabina Sciubba, voce nei Brazilian Girls, Hindi Zahra, Dan Kinzelman, Ruben Chaviano, Dimitri Grechi Espinosa, Mudimbi, Mohamed Azizi, Ahmed Ag Keady, GRINTV e Ziad Trambelsi.
Un lavoro importante che segna la nascita della nuova dell’etichetta BC LINE, costola della Black Candy Records dedicata alla scoperta di nuove sonorità raffinate e ricercate, in collaborazione con il trombonista italiano di fama internazionale Gianluca Petrella.

L'articolo Sonoristan: Riccardo Onori feat. Hindi Zahra. Auditorium Flog Firenze proviene da www.controradio.it.

Trilogia Mozart-Da Ponte al Maggio. Le 3 registe incontrano il maestro Luisi

Trilogia Mozart-Da Ponte al Maggio. Le 3 registe incontrano il maestro Luisi

Trilogia Mozart-Da Ponte al Maggio. Le tre registe s’incontrano a Firenze con Fabio Luisi. Le opere saranno in scena al Maggio al Festival del 2019 e quello del 2020.

Le tre registe Sonia Bergamasco, Elena Bucci e Nicola Raab che saranno protagoniste del nuovo progetto che il Teatro del Maggio ha dedicato alla Trilogia Mozart-Da Ponte si sono incontrate a Firenze con il maestro Fabio Luisi per un primo scambio di idee e di progetti sulle tre opere Le nozze di Figaro, Così fan tutte e Don Giovanni che saranno messe in scena al Maggio tra il Festival del 2019 e quello del 2020.

Le nozze di Figaro in programma dal 15 al 21 giugno 2019 vedrà il maestro Kristiina Poska sul podio e Sonia Bergamasco alla regia; seguirà Elena Bucci con la regia di Così fan tutte (che verrà messa in scena durante l’LXXXIII Festival del Maggio del 2020) quindi il terzo titolo della trilogia, il Don Giovanni, che sarà proposto da Nicola Raab durante il mese di settembre 2020; sul podio, sia per Così fan tutte che per Don Giovanni, salirà il maestro Fabio Luisi.  Le tre opere sono destinate a entrare stabilmente nel repertorio del Maggio.

Il progetto che prenderà il via durante il prossimo Festival, vuole essere una nuova proposta di tre opere tra le più celebri ed eseguite, però viste e lette, per la prima volta, da una prospettiva diversa, cioè da occhi al femminile” dice il sovrintendente Cristiano Chiarot, che continua: “i tre capolavori si prestano infatti a essere sempre reinterpretati,  tante sono infatti le sfaccettature e i contenuti che possono essere riportati a nuovo pur dopo averli visti e rivisti innumerevoli volte”.

Il maestro Fabio Luisi aggiunge: “Non siamo qui per stabilire una linea, anzi; il progetto interpretato con questa prospettiva, terrà conto ovviamente delle differenze, della personalità di Sonia Bergamasco, Elena Bucci e Nicola Raab, della loro linea stilistica, delle loro idee estetiche e il modo diverso di trattare i temi delle tre opere che restano sempre molto attuali. Penso che sia esemplare che tutti assieme se ne parli e si formi una squadra che si confronti con curiosità rispetto al lavoro di tutti, consentendo a ciascuno di imparare vicendevolmente dall’altro”.

 

 

L'articolo Trilogia Mozart-Da Ponte al Maggio. Le 3 registe incontrano il maestro Luisi proviene da www.controradio.it.

Riparte a gennaio la stagione degli Amici della Musica Firenze

Riparte a gennaio la stagione degli Amici della Musica Firenze

La Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Firenze riprende dopo le vacanze natalizie con un gennaio ricco di appuntamenti con la grande musica nazionale e internazionale. Lunedì 14 il talento di Simone Rubini al Niccolini di Firenze

Lunedì 14 gennaio alle 21 grande ritorno del giovane e talentuoso percussionista Simone Rubino, che al Teatro Niccolini presenterà un programma tra Gerassimez, Xenakis, Piazzolla, Reifender, Ishii ed eseguirà in prima mondiale la composizione di Roberto Bocca per percussioni ed elettronica intitolato “Sintesi”. Simone Rubino è nato nel 1993 a Chivasso (Torino). Si è diplomato nel 2010 con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore al Conservatorio di Torino “G. Verdi” con il prof. Riccardo Balbinutti e ha frequentato il terzo semestre del Master di Percussioni presso l’“Hochschule für Musik und Theater” a Monaco di Baviera in Germania con il prof. dr. Peter Sadlo. Successivamente ha debuttato con la “Wiener KammerOrchester” alla Konzerthaus di Vienna e con il suo nuovo progetto “The trilogy of Exegesi” nel Prinzregententheater di Monaco di Baviera. A partire dal 2015 la carriera di Simone Rubino esplode con una serie straordinaria di successi che lo rendono uno dei musicisti più interessanti e richiesti della scena europea. Il concerto di Simone Rubino è realizzato in collaborazione con l’iniziativa “Il Teatro Bella Storia” della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

Biglietti concerti da 17 a 28 euro. Tutte le info e il programma completo della stagione INFO

L'articolo Riparte a gennaio la stagione degli Amici della Musica Firenze proviene da www.controradio.it.

A.Gi.Mus. Firenze. Da domenica 13 gennaio tornano i concerti di “Careggi in Musica”

A.Gi.Mus. Firenze. Da domenica 13 gennaio tornano i concerti di “Careggi in Musica”

Domenica 13 gennaio alle ore 10.30 in Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi concerto inaugurale con il duo Duo Trainini – Pontoriero; musiche di F.Schubert, N.Paganini, J.Brahms ingresso libero

A partire da domenica 13 gennaio tornano i concerti di “Careggi in Musica”, stagione concertistica organizzata da A.Gi.Mus. Firenze all’Ospedale di Careggi in collaborazione con Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi. Una stagione, quella 2019, che celebra i vent’anni del progetto, che nel 1999 fu uno dei primi ad occuparsi di musica in ospedale in Italia. Alle ore 10.30, presso l’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi (Largo Brambilla 3, Padiglione 3, ingresso libero), si esibirà in concerto il duo formato da Roberto Trainini al violoncello e Stella Pontoriero al pianoforte.

Già primo violoncello solista dell’ Opera di Lüneburg, dell’ Orchestra di Stato di Cipro, Nicosia e della prestigiosa SSO Singapore Symphony Orchestra, Trainini vanta numerose esperienze concertistiche a livello internazionale. I due musicisti proporranno “Bockmühl – Le Streghe” op. 8 di N. Paganini, la Sonata op. 38 n. 1 di J.Brahms e la Sonata Arpeggione di F. Schubert. Proprio quest’ultima, ascoltata alcuni anni fa per radio dal violinista Luz Leskowitz, valse a Trainini la chiamata a far parte dei Solisti di Salisburgo. INFO

 

L'articolo A.Gi.Mus. Firenze. Da domenica 13 gennaio tornano i concerti di “Careggi in Musica” proviene da www.controradio.it.