Rodrigo Amarante al Festival delle Colline 2018

Rodrigo Amarante al Festival delle Colline 2018

Rodrigo Amaranto l’autore della sigla della celebre serie tv “Narcos” in concerto  alla Rocca di Carmignano di Prato mercoledì 25 luglio.

Ancora un nome di culto per il Festival delle Colline 2018, che mercoledì 25 luglio alla Rocca di Carmignano (Po) ospita il concerto di Rodrigo Amarante, compositore e poli-strumentista brasiliano, autore della cliccatissima “Tuyo”, sigla della serie “Narcos” che è solo l’ultimo capitolo di un artista che in venti anni ha prestato la propria chitarra agli iconici Los Hermanos, ha dato vita ai Little Boy insieme Fabrizio Moretti degli Strokes e a Binki Shapiro, ha fondato il supergruppo di samba Orquestra Imperial.

Rodrigo Amarante ha registrato, arrangiato e scritto musica con i nomi più importanti della musica brasiliana, da Gilberto Gil a Marisa Monte, ed è stato inserito dalla rivista  Rolling Stone tra i 100 migliori musicisti brasiliani di sempre.

Da solista ha dato alle stampe l’album “Cavalo” nel 2014, nel 2015 la canzone in spagnolo “Tuyo” (Tuo) usata come sigla di apertura per la serie Netflix “Narcos”. Rodrigo Amarante ha dichiarato di aver composto il brano pensando al tipo di musica che avrebbe potuto ascoltare la madre di Pablo Escobar mentre cresceva il figlio, futuro re del narcotraffico colombiano.

Tra le altre collaborazioni segnaliamo quelle con Tom Zé, Devendra Banhart, Marisa Monte, Adam Green, Adriana Calcanhotto..

I biglietti per questo imperdibile concerto (8 euro, posto unico) sono disponibili da oggi  nei punti www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804 e online su www.ticketone.it tel. 892.101.

L'articolo Rodrigo Amarante al Festival delle Colline 2018 proviene da www.controradio.it.

Le Vibrazioni alla Flog di Firenze

Le Vibrazioni alla Flog di Firenze

Le Vibrazioni, dopo la partecipazione al 68° Festival della Canzone Italiana di Sanremo e la pubblicazione del quinto album di inediti “V”  sono tornate ad esibirsi dal vivo con una serie di nuovi live nei principali club italiani e arriveranno giovedì 19 aprile all’Auditorium Flog di Firenze.

Sul palco, la band multiplatino salirà nella sua formazione originale: Francesco Sarcina alla voce e alla chitarra, Stefano Verderi alla chitarra e alla tastiera, Marco Castellani al basso e Alessandro Deidda alla batteria.
I nuovi concerti saranno l’occasione per ascoltare “Così sbagliato” (brano presentato a San Remo) e gli altri brani estratti da “V”, oltre ai grandi successi che hanno scalato le classifiche e fatto la storia del gruppo. Intanto “Così sbagliato”, ancora ai vertici dell’airplay radiofonico italiano, si arricchisce di sfumature inedite e di un’energia speciale: quella di Skin. La nuova potente versione di “Così sbagliato” (Artist First) realizzata dalla band milanese insieme alla regina inglese del rock è disponibile da qualche giorno in radio, in digital download e in streaming su tutte le piattaforme.

“V” si compone di 10 brani inediti – di cui Le Vibrazioni hanno seguito la produzione, in collaborazione con Davide Tagliapietra – che incrociano argomenti che spaziano dalla vita quotidiana alle relazioni, indagando su come il rapporto con gli altri serva a ricongiungersi con se stessi. Come nei precedenti lavori, il sound di “V” è quello che ha contraddistinto e reso unico il percorso musicale della band: le sonorità vibranti della chitarra, del basso e della batteria sono intense, malinconiche e forti al tempo stesso, registrate in presa diretta.

Giovedì 19 aprile 2018 – ore 21,15
Auditorium Flog – Via Michele Mercati, 24b – Firenze Biglietto posto unico: 20 euro – Prevendite Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it
www.ticketone.it (tel. 892 101) – Info tel. 055.667566 – www.bitconcerti.it

L'articolo Le Vibrazioni alla Flog di Firenze proviene da www.controradio.it.

Amici della Musica presenta Ton Koopman, clavicembalo – Tini Mathot clavicembalo

Amici della Musica presenta Ton  Koopman, clavicembalo – Tini Mathot clavicembalo

Nuovo appuntamento per Amici della Musica Firenze, lunedì 16 aprile al Saloncino del Teatro della Pergola di Firenze con il clavicembalo dell’olandese Ton Koopman

Ton Koopman ha avuto un’educazione classica e ha studiato organo, clavicembalo e musicologia ad Amsterdam, ricevendo il “Prix d’Excellence” sia per l’organo che per il clavicembalo. Attratto dagli strumenti antichi e dalla prassi filologica, ha da subito concentrato i suoi studi sulla musica barocca, con particolare attenzione a J.S. Bach, ed è presto diventato una figura di riferimento nel movimento dell’interpretazione antica. Si è esibito nelle più importanti sale da concerto e nei più prestigiosi festival, avendo l’opportunità di suonare sui più raffinati e preziosi strumenti antichi esistenti in Europa.

Con un ampio repertorio, tra il primo Barocco e il tardo Classicisimo, ABO&C si è esibito al Théatre des Champs-Elysées e Salle Pleyel di Parigi, al Barbican e alla Royal Albert Hall di Londra, al Musikverein e alla Konzerthaus di Vienna, Philharmonie di Berlino, Lincoln Center e Carnegie Hall di New York, Suntory Hall di Tokyo, Concertgebouw di Amsterdam, così come a Bruxelles, Milano, Madrid, Roma, Salisburgo, Copenhagen, Lisbona, Monaco, Atene e molte altre città.
Ton Koopman svolge un’intensa attività come direttore ospite e ha lavorato con le principali orchestre del mondo tra le quali spiccano Berliner Philharmoniker, Munchener Philharmoniker, New York Philharmonic, Boston Symphony, Chicago Symphony, Royal Concertgebouw Amsterdam, Orchester des Bayerischen Rundfunks, Tonhalle Orchester di Zurigo, Wiener Symphoniker, Orchestre Philharmonique de Radio France, DSO Berlin, San Francisco Symphony e Cleveland Orchestra.

Tra i progetti più ambiziosi figurano l’esecuzione e la registrazione delle Cantate di Bach. Un imponente lavoro di ricerca durato dieci anni, per il quale ha ricevuto il Deutsche Schallplattenpreis Echo Klassik, il premio Hector Berlioz e il BBC Award oltre alle nomination sia per il Grammy Award (USA) che per il Gramophone Award (UK).

Programma per il concerto di lunedì 16 aprile al saloncino della Pergola (ore 21.00)

F. COUPERIN: Sonata ‘L’Impériale’ in re minore (due clavicembali)
F. COUPERIN: Ciaccona in re maggiore (due clavicembali)
BRUNA: Tiento sobre la letanía de la Virgen in sol minore (Ton Koopman, clavicembalo)
MOZART: Sonata in re maggiore KV 381 (due clavicembali)
MOZART: Fuga in do minore KV 426 (due clavicembali)
L. COUPERIN: Ciaccona in do maggiore (Ton Koopman, clavicembalo)
SOLER: Concerto in la minore (due clavicembali)
BACH: Cinque contrappunti da ‘L’Arte della Fuga’ BWV 1080 (due clavicembali)
d’ANGLEBERT: Seconda Suite in sol minore (Tini Mathot, clavicembalo)
BACH: Preludio e Fuga in do maggiore BWV 547 (due clavicembali)

L'articolo Amici della Musica presenta Ton Koopman, clavicembalo – Tini Mathot clavicembalo proviene da www.controradio.it.

La musica di Ginevra Di Marco per le donne degli Uffizi

La musica di Ginevra Di Marco per le donne degli Uffizi

La voce di “donna” Ginevra Di Marco per le donne che hanno fatto grande la musica. Sabato 14 aprile in  concerto al Teatro dell’Antella. Evento collaterale alla mostra “Con dolce forza” in corso all’Oratorio di Santa Caterina a Ponte a Ema

La voce di “donna” Ginevra Di Marco per le donne che hanno fatto grande la musica. Nel corso della storia, come le artiste del Cinque e Seicento che rivoluzionarono il modo di cantare, suonare e comporre, fino ad allora esclusivo appannaggio maschile. Ed anche in tempi più recenti, come la fiorentina Caterina Bueno, che con la sua attività di ricercatrice ha restituito alla Toscana molte canzoni della sua tradizione popolare.

Sarà una scaletta interamente dedicata ai talenti femminili, alla forza delle donne, al loro coraggio, quella con cui Ginevra Di Marco salirà sul palco del Teatro comunale dell’Antella sabato 14 aprile alle 21.15.
L’esibizione, dal titolo “Donne in musica”, rientra nel calendario di eventi collaterali alla mostra “Con dolce forza. Donne nell’universo musicale del Cinque e Seicento”, organizzata dalle Gallerie degli uffizi e dal Comune di Bagno a Ripoli, in corso fino a domenica 13 maggio all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote a Ponte a Ema (tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10 alle 18.30).

Accompagnata dai musicisti Francesco Magnelli e Andrea Salvadori, Ginevra Di Marco, artista da sempre attenta e sensibile alle tematiche di genere, sarà protagonista di un excursus emozionante e struggente del panorama musicale dal Seicento fino ai giorni nostri. La cantautrice proporrà ad esempio la villanella cilentana del XVI secolo “Le figliole”, brani di repertorio amatissimi dal pubblico come “Amuri” e alcuni brani in omaggio a Caterina Bueno, solido punto di riferimento artistico per “donna” Ginevra.

INFO Teatro dell’Antella in via di Montisoni, località Antella, Bagno a Ripoli – Ultimi posti disponibili, prenotazione obbligatoria allo 055 643358 o alla mail: silvia.diacciati@comune.bagno-a-ripoli.fi.it. Ingresso evento + biglietto mostra: 15 euro).

L'articolo La musica di Ginevra Di Marco per le donne degli Uffizi proviene da www.controradio.it.

Bud Spencer Blues Explosion in tour con “Vivi Muori Blues Ripeti”. Sabato 14 sul palco della Flog

Bud Spencer Blues Explosion in tour con “Vivi Muori Blues Ripeti”. Sabato 14 sul palco della Flog

Continua il tour “Vivi Muori Blues Ripeti” dei Bud Spencer Blues Explosion. Ospiti della trasmissione Rockville venerdì 13 aprile (condotta da Lucille) il duo parlerà della nuova fatica discografica. Sabato 14 aprile in concerto alla Flog di Firenze (in apertura Dust & The Dukes vincitori Rock Contest 2017)

Dopo i sold out di Roma, Molfetta, Milano, Brescia e Torino, continua il tour di presentazione di “VIVI MUORI BLUES RIPETI”, il nuovo disco di inediti dei Bud Spencer Blues Explosion uscito lo scorso 23 marzo per La Tempesta Dischi. Durante i concerti, il duo formato da Adriano Viterbini e Cesare Petulicchio è accompagnato da Francesco Pacenza, al basso e alla voce, e Tiziano Russo, alle tastiere e alla voce, per un appuntamento live di grandissimo impatto. Nel frattempo il disco “Vivi Muori Blues Ripeti” continua a riscuotere un grande consenso di critica e pubblico.

Si tratta di un album urgente e vitale, dedicato alla vita, alla sensualità e al viaggio, incentrato su un linguaggio semplice, ma maturo e diretto. Una scelta – quella della sincerità – che ha riguardato anche la produzione: “Vivi muori blues ripeti” è stato realizzato completamente in analogico; al mixer e al registratore a nastro, l’abile mano di Marco Fasolo, leader dei Jennifer Gentle. Se nel sound hanno espresso tutta la loro forza e originalità, per i testi hanno voluto coinvolgere alcune delle penne più interessanti del panorama indie rock italiano: Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti e Umberto Maria Giardini (ex Moltheni).

“VIVI MUORI BLUES RIPETI TOUR”

13/04/2018 Napoli Galleria19
14/04/2018 Firenze Auditorium Flog
19/04/2018 Bologna Locomotiv Club
20/04/2018 Treviso New Age
27/04/2018 Fermo Heartz 

L'articolo Bud Spencer Blues Explosion in tour con “Vivi Muori Blues Ripeti”. Sabato 14 sul palco della Flog proviene da www.controradio.it.