Paolo Fresu Devil Quartet. Mercoledì 6 giugno a Poggibonsi (Siena)

Paolo Fresu Devil Quartet. Mercoledì 6 giugno a Poggibonsi (Siena)

Per celebrare “Il giorno di Poggio Imperiale”, un concerto che fa parte della nuova edizione del “Festival Piazze d’Armi e di Città 2018- XIVa edizione” nella programmazione di Jazz Cocktail Estate. Paolo Fresu Devil Quartet, mercoledì 6 giugno

Programma della giornata: ore 19:00 Archeodromo Visita guidata gratuita a cura dell’Associazione Culturale Started con la partecipazione “sonora” di Paolo Fresu.
Aperitivo con la “Birra di Carlo Magno” del Birrificio San Gimignano. ore 21:30 Cassero della Fortezza di Poggio Imperiale, Poggibonsi, (Siena) Paolo Fresu Devil Quartet

“Una buona invenzione dell’Italian Style”, così il compianto Vittorio Franchini in un suo articolo etichettò la proposta del quartetto di Paolo Fresu.
Dopo un’alba “elettrica” sulla scia della fortunata precedente esperienza del leader con il quartetto Angel, i nuovi “Devil” protagonisti di questa avventura hanno trovato nuova linfa creativa e macinato tanta esperienza e tanta strada nei territori della musica del nostro tempo. Fresu, Ferra, Dalla Porta e Bagnoli sorprendono ancora proponendo quello che sembrava essere stato il gruppo più “elettrico” del jazz italiano degli ultimi anni, in una versione completamente acustica, ribaltando canoni e abitudini.

Cassero della fortezza del poggio imperiale, Poggibonsi (SI), biglietto unico 18/16 € + d.p. Ore 21.30

Formazione:

Paolo Fresu ,tromba, flicorno

Bebo Ferra, chitarra

Paolino Dalla Porta, contrabbasso

Stefano Bagnoli, batteria

L'articolo Paolo Fresu Devil Quartet. Mercoledì 6 giugno a Poggibonsi (Siena) proviene da www.controradio.it.

VOX, evento musicale sulla terrazza panoramica di Palazzo Pretorio a Prato

VOX, evento musicale sulla terrazza panoramica di Palazzo Pretorio a Prato

Evento musicale sulla terrazza panoramica del Museo. Domenica 3 giugno Vox, concerto live sotto le stelle. Museo eccezionalmente aperto fino alle 21.30, il concerto si svolgerà in due diversi momenti: alle 19.30 e alle 21.30

Domenica 3 giugno Vox, un concerto con protagonisti tre musicisti di diversa influenza musicale e origine, Sadi Oortmood, Tony Bowers e Sorgente, anticipa l’apertura del cartellone della Pratestate con un live polistrumentale ispirato dalla collezione del Museo.

Protagonista della serata un trio di artisti che si incontrano per improvvisare e creare atmosfere sotto il cielo stellato nello spazio suggestivo del belvedere del Museo. Il concerto live si svolgerà in due diversi momenti, alle 19.30 e alle 21.30, mentre il Museo resterà eccezionalmente aperto fino alle 21.30 per dare modo ai partecipanti di visitare con calma le collezioni d’arte.

Ideatrice e coordinatrice della linea sonora dell’esibizione è la musicista e sound-artist Sadi Oortmood, polistrumentista che evolve la propria creatività e ricerca sul nuovo linguaggio elettronico adoperando synth e strumenti da lei inventati, ad affiancarla la preziosa partecipazione del musicista e produttore Tony Bowers, noto nei palchi di tutto il mondo per le riconosciute e innumerevoli collaborazioni, che interverrà con contrabbasso e strumenti etnici aggiungendo un tocco di romanticismo alla composizione della serata; infine Sorgente, cantautrice italo-inglese, ricercatrice dei vari stili canori, coinvolta in numerosi progetti tra Inghilterra, Spagna e Italia. Coordinamento tecnico e sound design a cura di Claudio Macchia.

Il progetto musicale, ideato per arricchire la lettura delle opere esposte a Palazzo Pretorio in una nuova visione contemporanea ed esperienziale, propone una narrazione originale e sensibile che evoca un messaggio visionario e realistico al contempo.

Per partecipare è necessaria la prenotazione, fino a esaurimento posti disponibili, direttamente in biglietteria o al numero 0574 1837860. Il costo del biglietto è di 20 euro e comprende il concerto e la visita alle collezioni del Museo. In caso di pioggia l’iniziativa si svolgerà regolarmente nelle sale interne del Pretorio.

INFO

L'articolo VOX, evento musicale sulla terrazza panoramica di Palazzo Pretorio a Prato proviene da www.controradio.it.

Nina Zilli in concerto a Siena, il 2 giugno

Nina Zilli in concerto a Siena, il 2 giugno

Evento ad ingresso gratuito per la cantane Nina Zilli, che sarà in concerto in Piazza del Campo a Siena la sera di sabato 2 giugno, con il suo “Ti amo Mi uccidi tour”. 

Nina Zilli interprete di brani di grande successo torna onstage dopo la tournée invernale e la partecipazione al 68° Festival di Sanremo con il brano “Senza Appartenere”, accompagnata sul palco da Riccardo Gibertini “Jeeba” (tromba, trombone, dub, tastiere), Antonio Vezzano “Heggy” (chitarre), Nicola Roccamo “Nico” (batteria), Lucio Enrico Fasino (basso), Riccardo Di Paola (tastiere) ed Enzo Tribuzio “Dj Zak” (scretch, campioni).  Il suo “Ti amo Mi uccidi tour” ripercorrerà i successi più amati fino ai brani del suo ultimo album “MoDERN ART”.

Nina che è partita dalla musica anni ‘70 “per arrivare piano piano alla mia musica perfetta: la Motown, l’R&B della Stax, il soul, il pop rock dei primi 60”, incrociato con amori italiani di Mina e Celentano giovani e con la Giamaica che le fa battere forte il cuore. Reggae, rocksteady, ska: quando parla di Alton Ellis, di Phyllis Dillon, degli Ska-talites la sua voce cambia intonazione, è tenera e smaniosa nello stesso tempo.

L’appuntamento, organizzato dal Comune di Siena, precedentemente programmato per il primo maggio e rinviato al 2 giugno causa maltempo, inizierà alle 21.30 e sarà a ingresso libero. Una serata unica sotto le stelle di una della piazze più belle del mondo.

 

 

L'articolo Nina Zilli in concerto a Siena, il 2 giugno proviene da www.controradio.it.

Nina Zilli in concerto a Siena, il 2 giugno

Nina Zilli in concerto a Siena, il 2 giugno

Evento ad ingresso gratuito per la cantane Nina Zilli, che sarà in concerto in Piazza del Campo a Siena la sera di sabato 2 giugno, con il suo “Ti amo Mi uccidi tour”. 

Nina Zilli interprete di brani di grande successo torna onstage dopo la tournée invernale e la partecipazione al 68° Festival di Sanremo con il brano “Senza Appartenere”, accompagnata sul palco da Riccardo Gibertini “Jeeba” (tromba, trombone, dub, tastiere), Antonio Vezzano “Heggy” (chitarre), Nicola Roccamo “Nico” (batteria), Lucio Enrico Fasino (basso), Riccardo Di Paola (tastiere) ed Enzo Tribuzio “Dj Zak” (scretch, campioni).  Il suo “Ti amo Mi uccidi tour” ripercorrerà i successi più amati fino ai brani del suo ultimo album “MoDERN ART”.

Nina che è partita dalla musica anni ‘70 “per arrivare piano piano alla mia musica perfetta: la Motown, l’R&B della Stax, il soul, il pop rock dei primi 60”, incrociato con amori italiani di Mina e Celentano giovani e con la Giamaica che le fa battere forte il cuore. Reggae, rocksteady, ska: quando parla di Alton Ellis, di Phyllis Dillon, degli Ska-talites la sua voce cambia intonazione, è tenera e smaniosa nello stesso tempo.

L’appuntamento, organizzato dal Comune di Siena, precedentemente programmato per il primo maggio e rinviato al 2 giugno causa maltempo, inizierà alle 21.30 e sarà a ingresso libero. Una serata unica sotto le stelle di una della piazze più belle del mondo.

 

 

L'articolo Nina Zilli in concerto a Siena, il 2 giugno proviene da www.controradio.it.

“Back to ‘68”, tre giorni per celebrare il cinquantesimo compleanno della Fiera Antiquaria.

“Back to ‘68”, tre giorni per celebrare il cinquantesimo compleanno della Fiera Antiquaria.

Dal 1 al 3 giugno Arezzo torna al 1968, con una grande festa a tema  per celebrare il cinquantesimo compleanno della Fiera Antiquaria. New Trolls, Camaleonti, Don Backy in un concerto-raduno tutto da ballare, un drive in vintage con proiezioni targate 1968 e ancora tantissimi artisti ad animare il centro storico della città toscana

Era il 2 giugno 1968 quando grazie a un’intuizione di Ivan Bruschi venne allestita, per la prima volta, la grande mostra mercato a cielo aperto che, ispirata a Portobello di Londra e al Mercato delle Pulci di Parigi, portava nel cuore di Piazza Grande nuova linfa culturale.Attratti dalle bancarelle, ad Arezzo iniziarono ad arrivare tanti personaggi illustri, incuriositi da quello che sarebbe diventato uno degli appuntamenti più internazionali d’Italia. Da allora, ininterrottamente ogni prima domenica del mese e il sabato precedente, la Fiera Antiquaria di Arezzo “occupa” il meraviglioso centro storico, offrendo a visitatori di tutto il mondo, una grande varietà di oggetti che sono il vero patrimonio della nostra identità. E per festeggiare un compleanno tanto importante l’intera città toscana si mobilita con “Back to ‘68”, un vero e proprio cartellone di eventi che come una macchina del tempo farà rivivere le atmosfere di quell’anno.

PROGRAMMA

Si comincia il 1 giugno alle ore 11.00, quando l’apertura straordinaria della mostra mercato (che per la prima volta avverrà di venerdì e non di sabato come tradizione) darà il via ai tantissimi eventi collaterali che in ogni angolo del centro storico di Arezzo, permetteranno di respirare il profumo di quel giugno 1968 fatto di musica, sogni, belle speranze. Di questo racconterà la gallery di fotografie d’epoca, curata dal Foto club “La Chimera”, che allestita nelle scale mobili che portano al centro storico ricostruirà la storia della fiera. Per tre giorni la bellissima area verde del Prato che domina la città, ospiterà il “vintage village” con banchi a tema, corsi di yoga e danza, spettacoli, che rimarranno aperti anche la sera durante gli eventi.

Venerdì 1 giugno alle ore 21, sarà allestito il drive in vintage, un enorme cinema sotto le stelle dove gli spettatori potranno godersi due pellicole, rigorosamente targate 1968. Il pubblico potrà sedersi sull’erba, oppure arrivare bordo di auto e moto d’epoca (potranno partecipare solo le auto fino agli anni 70 -fino a un massimo di 100-  e l’audio verrà inviato direttamente nella autoradio. Prenotazione obbligatoria tramite un apposito form online su: http://www.fieraantiquaria.org/prenota-il-drive-in/).

Sabato 2 giugno alle ore 19.30 il Teatro Petrarca ospiterà la Filarmonica Rossini diretta da Donato Renzetti. Alle ore 21.30 Don Backy, New Trolls e Camaleonti, vere icone della musica italiana che nel giugno 1968 occupavano le prime  posizioni dell’hit parade,  animeranno  il  prato  di  Arezzo  in  una  serata  condotta  dal  bravissimo  cantante  ed  imitatore  Antonio  Mezzancella. Un vero e proprio raduno colorato e festoso, in cui anche il pubblico è invitato ad indossare camicie  flower  power  e  pantaloni  a  zampa  di elefante.

Sabato 2 e domenica 3 giugno saranno tantissimi gli artisti ad animare ogni angolo del centro storico. Dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19 oltre 10 differenti gruppi, saranno protagonisti di esecuzioni live in cinque diverse piazze di Arezzo proponendo ogni genere musicale. Tra questi non mancheranno le band che furono  protagoniste della scena beat aretina e che per l’occasione torneranno ad esibirsi. Da non perdere, domenica 3 giugno, il curioso Pic Nic anni ’60 che avrà luogo al Prato.

INFO

 

L'articolo “Back to ‘68”, tre giorni per celebrare il cinquantesimo compleanno della Fiera Antiquaria. proviene da www.controradio.it.