MUSICA: CRANBERRIES ANNULLANO TOUR. NIENTE CONCERTI AL VISARNO

The Carnberries I Cranberries annullano il tour europeo: tutti i concerti della band previsti dal 30 maggio al 30 agosto sono cancellati. Lo annuncia Live Nation, spiegando che “i medici hanno ordinato a Dolores O’Riordan di non riprendere il tour come programmato, affinché possa completare le terapie che sta seguendo e raggiungere una piena guarigione”.

“E’ con enorme dispiacere – hanno commentato the Cranberries – che cancelliamo questi concerti. Dolores sta facendo grandi progressi, tuttavia non vogliamo mettere a rischio la sua ripresa. Eravamo entusiasti di essere tornati in tour a condividere la nostra musica con i nostri fan, e non vediamo l’ora di tornare sul palco quanto prima”.
La band era attesa anche in Italia: il 12 giugno al Teatro degli Arcimboldi a Milano, il 23 giugno all’Anfiteatro Camerini di Piazzola sul Brenta, il 24 giugno a Firenze Rocks, il 26 giugno all’Auditorium Parco della Musica di Roma e il 27 giugno all’Arena della Regina di Cattolica.
Live Nation fa sapere che i concerti da headliner dei The Cranberries non verranno riprogrammati: i biglietti potranno essere rimborsati dei punti vendita di acquisto entro il 14 luglio per il concerto di Roma e entro il 20 luglio per i concerti di Piazzola sul Brenta e Cattolica. Chi ha acquistato i biglietti online su TicketOne.it riceverà una mail dal servizio clienti con le modalità per chiedere il rimborso.
L’annuncio non riguarda le date programmate in Nord America a partire dall’11 settembre.

 

The post MUSICA: CRANBERRIES ANNULLANO TOUR. NIENTE CONCERTI AL VISARNO appeared first on Controradio.

RADIOHEAD A FIRENZE, NARDELLA: “OK TEST SICUREZZA E TRAFFICO”

folla sicurezza Radiohead

“Tra concerto, turismo e Pitti circa 100mila arrivi in poche ma Firenze ha superato anche questa.” ha detto Nardella “i fiorentini sono stati straordinari.”

Il concerto dei Radiohead al parco delle Cascine con quasi 50mila persone all’Ippodromo del Visarno
“è stato un test difficilissimo: credo sia stato superato sia dal punto di vista della mobilità che da quello della sicurezza”. Lo ha detto oggi il sindaco di Firenze Dario Nardella. “In poche ore più’ di 100 mila persone sono arrivate in città, tra Pitti Immagine, concerto e ragioni di turismo”, ha sottolineato Nardella, ricordando che Firenze “ha superato anche il test sicurezza, testimoniando come il parco delle Cascine sia un luogo adeguato e ottimale per questi eventi”, anche se “non dobbiamo abbassare la guardia”.

E di nuovo, ha aggiunto ancora Nardella, “i fiorentini sono stati straordinari, con la loro collaborazione siamo stati ancora una volta all’altezza delle più’ grandi città europee”. “Un giugno eccezionale, di fuoco dal punto di vista degli eventi: Pitti, Calcio storico, grandi concerti del Visarno, le grandi competizioni sportive. Quindi dobbiamo anzitutto come Comune affrontare le criticità legate al traffico e alla mobilità.” queste le parole di Nardella prima del ‘test’ di ieri sera, un Giugno che non è finito dal punto di vista degli eventi.

“Faccio un invito a tutti a utilizzare il meno possibile il mezzo privato per questi eventi, a utilizzare i mezzi pubblici. Sarà predisposto un piano straordinario”. Queste le raccomandazioni del sindaco di Firenze Dario Nardella al termine del comitato per l”ordine pubblico che si era tenuto il 7 giugno. “Informeremo dettagliatamente tutta la popolazione sulla disponibilità dei mezzi pubblici per raggiungere i luoghi dove si tengono questi eventi – aveva aggiunto il sindaco -. Non dobbiamo assolutamente gravare sul traffico cittadino per queste manifestazioni, che a giugno saranno davvero molto numerose e concentrate”.

The post RADIOHEAD A FIRENZE, NARDELLA: “OK TEST SICUREZZA E TRAFFICO” appeared first on Controradio.

RADIOHEAD A FIRENZE, NARDELLA: “OK TEST SICUREZZA E TRAFFICO”

folla sicurezza Radiohead

“Tra concerto, turismo e Pitti circa 100mila arrivi in poche ma Firenze ha superato anche questa.” ha detto Nardella “i fiorentini sono stati straordinari.”

Il concerto dei Radiohead al parco delle Cascine con quasi 50mila persone all’Ippodromo del Visarno
“è stato un test difficilissimo: credo sia stato superato sia dal punto di vista della mobilità che da quello della sicurezza”. Lo ha detto oggi il sindaco di Firenze Dario Nardella. “In poche ore più’ di 100 mila persone sono arrivate in città, tra Pitti Immagine, concerto e ragioni di turismo”, ha sottolineato Nardella, ricordando che Firenze “ha superato anche il test sicurezza, testimoniando come il parco delle Cascine sia un luogo adeguato e ottimale per questi eventi”, anche se “non dobbiamo abbassare la guardia”.

E di nuovo, ha aggiunto ancora Nardella, “i fiorentini sono stati straordinari, con la loro collaborazione siamo stati ancora una volta all’altezza delle più’ grandi città europee”. “Un giugno eccezionale, di fuoco dal punto di vista degli eventi: Pitti, Calcio storico, grandi concerti del Visarno, le grandi competizioni sportive. Quindi dobbiamo anzitutto come Comune affrontare le criticità legate al traffico e alla mobilità.” queste le parole di Nardella prima del ‘test’ di ieri sera, un Giugno che non è finito dal punto di vista degli eventi.

“Faccio un invito a tutti a utilizzare il meno possibile il mezzo privato per questi eventi, a utilizzare i mezzi pubblici. Sarà predisposto un piano straordinario”. Queste le raccomandazioni del sindaco di Firenze Dario Nardella al termine del comitato per l”ordine pubblico che si era tenuto il 7 giugno. “Informeremo dettagliatamente tutta la popolazione sulla disponibilità dei mezzi pubblici per raggiungere i luoghi dove si tengono questi eventi – aveva aggiunto il sindaco -. Non dobbiamo assolutamente gravare sul traffico cittadino per queste manifestazioni, che a giugno saranno davvero molto numerose e concentrate”.

The post RADIOHEAD A FIRENZE, NARDELLA: “OK TEST SICUREZZA E TRAFFICO” appeared first on Controradio.

Asher Fisch dirige l’ ORT

Il pianista israeliano Asher Fisch dirige l’ ORT,Musiche di Mozart, Schönberg e Mahler.
Domani sera, giovedì 20 febbraio ore 21.00, al Teatro Verdi di Firenze, la formazione toscana ospiterà nuovamente Asher Fisch, per questa occasione nella doppia veste di direttore e solista al pianoforte. Dopo il debutto fiorentino, il concerto arriverà al Teatro Goldoni di Livorno (venerdì 21) e al Teatro Garibaldi di Figline V.no (sabato 22 febbraio)


Dopo l’ultima esibizione nel maggio 2012 con la formazione toscana e l’Orchestra Giovanile Italiana, Asher Fisch ritorna all’ORT, questa volta deliziando il pubblico anche nel ruolo di pianoforte solista.
Nato a Gerusalemme, ha debuttato negli Stati Uniti nel 1995 dirigendo l’Olandese volante di Wagner. E proprio sul compositore tedesco, Fisch ha costruito la sua carriera internazionale di direttore d’orchestra. Che in Israele la musica wagneriana sia ancora tabù per il fatto di essere stata prediletta dai nazisti, a Fisch non importa: in patria l’ha già eseguita e continuerà a farla, dovesse venir giù il mondo dalle proteste. Scuola di Daniel Barenboim, suo mentore in gioventù alla Staatsoper di Berlino, pure lui devoto alla stessa causa. Fisch ha portato le sue interpretazioni wagneriane a spasso per il mondo, collaborando regolarmente con i maggiori teatri europei e americani e con complessi sinfonici di prestigio. Dall’Europa agli States (al momento casa sua è l’Opera di Seattle) fino all’Australia, dove da quest’anno guida la West Australian Symphony Orchestra. La sua registrazione del ciclo completo di Der Ring des Nibelungen per Melba Records è designata come “CD of the month” sia da BBC Classical che da FM Classical Magazine nel Regno Unito. OPUS Magazine commenta così la registrazione: “But above all, it was the conducting of Asher Fisch that made this Ring so special. It is not going too far to say that he ranks among the finest Ring conductors of our time.”
(Ma soprattutto, è stata la conduzione di Asher Fisch che ha reso questo Ring così speciale. Non è esagerato dire che si posiziona tra la miglior conduzione di Der Ring des Nibelungen del nostro tempo.)
Con un repertorio che parte dalle opere mozartiane, soffermandosi a più riprese sulle opere di Richard Strauss, Janacek (con ampio spazio al teatro d’opera di Verdi, Puccini, Mascagni), Fisch si serve del teatro wagneriano per tracciare un punto di partenza per un’indagine a vasto raggio sul tardoromanticismo austro-tedesco, sulle nevrosi collettive che la musica vi registra attraverso un linguaggio sconquassato, in dissoluzione, che fa presagire imminenti tragedie. Come nella Kammersymphonie n.2 di Schönberg e nell’Adagio di Mahler, unico movimento esistente della sua Decima sinfonia sospesa a causa della morte, nella versione per orchestra da camera di Cliff Colnot. Due pagine scritte al principio del Novecento. Inoltre Fisch, che è anche pianista, si siede alla tastiera per suonare il Concerto K.466, il più arrovellato tra i Concerti di Mozart.
– ORT – Stagione Concertistica 13_14
ASHER FISCH direttore e pianoforte
MOZART Concerto n.20 in re minore per pianoforte e orchestra K.466
SCHÖNBERG Kammersymphonie n.2 op.38
MAHLER Adagio dalla ‘Sinfonia n.10’ nella versione per orchestra da camera di Cliff Colnot
Firenze, Teatro Verdi giovedì 20 febbraio 2014 ore 21.00
concerto trasmesso in differita da Rai Radio3
Livorno, Teatro Goldoni – venerdì 21 febbraio 2014 ore 21.00
Figline Valdarno, Teatro Garibaldi – sabato 22 febbraio 2014 ore 21.15

Concerto per la Città della Scienza

Venerdì 21 febbraio, presso il Teatro Puccini di Firenze, vari artisti fiorentini si esibiranno con l’intento di raccogliere fondi per la ricostruzione della Città della Scienza di Napoli andata in fiamme nel marzo 2013.


Il progetto “Pulsazioni. Perchè la scienza è di tutti” vuole mantenere alta nell’opinione pubblica, l’attenzione per questo grave fatto e ribadire un forte ‘no’ a tutte le illegalità attraverso un evento che coinvolgerà alcuni dei principali protagonisti della scena artistica fiorentina che si alterneranno sul palco e si esibiranno col proprio repertorio guidati dalla regia di alcuni attori e comici. I brani musicali si alterneranno a letture, intermezzi e sketch.
L’ingresso sarà a contributo libero e l’assegno col denaro raccolto sarà consegnato al Comune di Napoli ed al Presidente della Città della Scienza in occasione del’analogo spettacolo che si terrà a marzo 2014 a Napoli. Promotori dell’iniziativa sono il gruppo musicale Mediterranea di Firenze, Leonardo de Lorenzo di Napoli col proprio gruppo,Arci Firenze, Arci Toscana, Associazione Libera, Camera del lavoro di Firenze, C.G.I.L. Toscana, Provincia di Firenze, Comune di Napoli, Città della Scienza.