Buona la partenza per i saldi estivi in Toscana

Buona la partenza per i saldi estivi in Toscana

Sono partiti sabato 7 luglio, i saldi estivi 2018 in tutta la Regione Toscana; e proseguiranno per 60 giorni.

“L’arrivo del caldo e l’innalzamento delle temperature hanno influenzato in positivo l’avvio dei saldi estivi; che fanno registrare, fin dalle prime ore, una buona partenza soprattutto nelle città a forte vocazione turistica e lungo la zona costiera, come previsto nei giorni scorsi; questo grazie alla presenza di numerosi turisti che stanno dimostrando di apprezzare particolarmente gli articoli del settore moda e non solo proposti nei nostri negozi – ha affermato Nico Gronchi Presidente Confesercenti Toscana – Se analizziamo la situazione generale si può parlare di una buona partenza che conferma le aspettative; ci auspichiamo che tale tendenza sia confermata dai numeri nei prossimi giorni e nelle prossime settimane.”.

Si registra però un andamento altalenante e più incerto, invece, nei centri minori.

Si prospettano numeri positivi soprattutto nelle città e nei centri dove sono in programma eventi in notturna che riescono ad attirare visitatori e spingere le vendite. Sarà, comunque, necessario aspettare la prossima settimana ed il prossimo weekend per avere un quadro generale più chiaro.

Abiti, t-shirt, sandali e costumi si confermano tra gli articoli più acquistati. Sold out, anche, prodotti elettronici come smartphone, TV, PC ed elettrodomestici a prezzi particolarmente ridotti. Si evidenzia, inoltre, un incremento delle vendite del settore profumeria-estetica, per prodotti come creme solari, cosmetici e prodotti per l’igiene personale; ormai anche per questa tipologia di articoli si tende ad aspettare le vendite di fine stagione per procedere con l’acquisto.

Intorno ai 100/120€ lo scontrino medio, circa 250€ il budget a famiglia, 2/3 i prodotti acquistati per scontrino, e dal 30% al 40% la percentuale di sconto di partenza. Risulta interessato ai saldi l’85% dei consumatori, e solo il 34% ha già stabilito di acquistare, mentre il 51% deciderà a seconda delle occasioni che troverà curiosando tra le vetrine.

Partenza abbastanza positiva anche Firenze, anche grazie ai consistenti flussi turistici del periodo. Un po’ peggio nell’hinterland fiorentino, anche per il “fuggi-fuggi” verso il mare per il week-end. In queste realtà occorrerà aspettare i primi giorni della prossima settimana per avere un quadro più chiaro e omogeneo della situazione, anche perché sono state programmate molte aperture serali e “By Night” ad hoc.

L'articolo Buona la partenza per i saldi estivi in Toscana proviene da www.controradio.it.

2 giugno: buono l’avvio della stagione estiva in Toscana

2 giugno: buono l’avvio della stagione estiva in Toscana

“Il primo trimestre del 2018 ha fatto registrare risultati altalenanti, nonostante sia continuato il trend di crescita con un bilancio stimato intorno al +1,3% (con una tendenza non uniforme per tutte le tipologie di offerta destinazione). Abbiamo avuto un ponte pasquale frenato dalle condizioni meteo e dal “calendario”, i ponti di primavera che non hanno raggiunto i valori importanti dell’anno 2017 (ad esclusione del ponte del primo maggio). Con il 2 giugno tornano i risultati positivi grazie al grande appeal della Toscana sia per l’arte e la cultura sia per le località costiere; una forte spinta è determinata, anche, dai grandi eventi in programma nella nostra regione durante il fine settimana”, lo rende noto Confesercenti Toscana.

Le previsioni per il ponte del 2 Giugno sono infatti all’insegna dell’ottimismo. A contribuire alla crescita sono soprattutto gli stranieri; ma si registra un aumento anche del flusso di italiani, in particolar modo nelle località balneari. Le presenze si concentreranno soprattutto nelsistema ricettivo ufficiale (oltre 600 mila pernottamenti) ai quali si devono aggiungere oltre 300 mila circa presenze in altre strutture ricettive (locazioni turistiche, case di proprietà, etc…), che complessivamente produrranno consumi turistici per circa 90 milioni di euro.

In generale dall’indagine, condotta dal Centro Studi Turistici di Firenze, emerge un trend positivo per tutte le tipologie di prodotto, anche se con crescite diversificate. Le città d’arte e le località marine, per questo weekend, si confermano mete apprezzate sia dalla domanda italiana sia dai mercati esteri. Per gli stranieri si registra, invece, un interesse particolare verso le nostre città d’arte.

I dati dell’analisi della disponibilità di camere sui vari portali delle OTA evidenziano per il ponte del 2 giugno (dal 1 al 3 giugno 2018 – 2 notti) che le prenotazioni delle strutture ricettive dovrebbero attestarsi a circa l’86%% (in lieve aumento rispetto al 2017), con punte più elevate per le città d’arte e le località balneari.

La tendenza positiva della domanda turistica è attesa in quasi tutte le aree della nostra Regione, con valori percentuali più alti per le città d’arte ed alcune località costiere. Nelle città d’arte, si rileva un tasso di occupazione delle camere disponibili online intorno al 90%, con punte per Firenze, Siena, Prato e Arezzo. Dati importanti, anche, per le nostre località balneari che si aggirano intorno ad un tasso di occupazione fra l’84% e l’89%. Bene anche le località collinari che raggiungono tassi di occupazione online intorno all’85%. Il tutto esaurito si registra nell’area del Mugello e nelle aree contigue grazie al Motomondiale, in scena dal 1 al 3 giugno all’Autodromo del Mugello. Più basse le percentuali di occupazione per questo week end per le nostre località montane e termali.

La nostra regione si conferma per il ponte del 2 giugno tra le mete più ambite, dal turismo nazionale e straniero, del nostro Paese; numeri positivi dopo un primo trimestre del 2018 altalenante e senza particolari guizzi, e con i ponti di primavera che non hanno fatto registrare andamenti particolarmente brillanti. – afferma Nico Gronchi Presidente Confesercenti Toscana – I dati registrati, per il ponte del 2 giugno, evidenziano il trend positivo del settore turismo; arte, mare, paesaggi, offerta ricettiva di qualità ed enogastronomia svolgono una funzione di traino per l’intera regione. Presenze al top lungo la zona costiera e nelle città d’arte confermano la varietà e qualità dell’offerta turistica della Toscana. Inoltre, l’avvio positivo della stagione turistica, ci fa ben sperare per l’incremento del livello occupazionale durante il periodo estivo”.

L'articolo 2 giugno: buono l’avvio della stagione estiva in Toscana proviene da www.controradio.it.