Nardella: Atto per sgombero Cpa? Valuteremo

Nardella: Atto per sgombero Cpa? Valuteremo

Il sindaco della città, questa mattina in Palazzo Vecchio, ai giornalisti che gli chiedevano se intendesse seguire l’atto approvato ieri in Consiglio Comunale con cui si chiede di sgomberare l’immobile, di proprietà comunale, occupato dal centro sociale Cpa, ha risposto che valuterà.

“Ho rispetto e guardo con attenzione tutti gli atti che vengono votati dal Consiglio comunale, come sempre accade valuteremo anche l’invito contenuto in questa risoluzione”, ha risposto il sindaco di Firenze Dario Nardella,ai giornalisti in Palazzo Vecchio, riguardo l’atto di richiesta di sgombero del centro sociale Cpa.

L’immobile, in via Villamagna, di proprietà comunale, è occupato abusivamente dal centro sociale da circa dieci anni.

Inoltre nel centro, venerdi scorso, in occasione del 40ennale del rapimento di Aldo Moro, è stato ospitato un incontro con la ex Br Barbara Balzerani, cosa che è stata definita, nel testo dell’atto, presentato da Fi e FdI e approvato con il voto favorevole di Pd, M5S e della consigliera civica Cristina Scaletti, ““inaccettabile”, in una città come Firenze, “da sempre impegnata nella tutela della Costituzione italiana, garante della legalità e impegnata nella lotta al terrorismo in tutte le sue forme”

A quanto si apprende, intanto, sulla questione Palazzo Vecchio si confronterà con prefettura e forze dell’ordine.

L'articolo Nardella: Atto per sgombero Cpa? Valuteremo proviene da www.controradio.it.

Voto per sgombero: Cpa, “Il centro popolare non si tocca”

Voto per sgombero: Cpa, “Il centro popolare non si tocca”

All’indomani del voto in Consiglio comunale a Firenze, la prima reazione del Cpa viene diffusa su Facebook: “Il centro popolare non si tocca”. Lo dicono, si aggiunge nel post, “contro le speculazioni della destra” e “contro chi vorrebbe cancellare qualsiasi voce di dissenso in questa citta’”.

Il Consiglio comunale di Firenze ha approvato una risoluzione, proposta da Forza Italia e Fratelli d’Italia, che chiede lo sgombero del Centro popolare autogestito (Cpa) di via Villamagna, che ha sede in una struttura di proprietà comunale. La risoluzione dell’assemblea di Palazzo Vecchio arriva dopo la presenza della ex brigatista Barbara Balzerani, venerdì scorso, nella sede del Cpa, per presentare il suo libro nel giorno stesso del 4oesimo anniversario della strage di via Fani.

“Oggi a Firenze si è scritta una pagina di legalità e si è respinto lo schiaffo alle vittime delle Br dopo l’incontro organizzato con la Balzerani”, hanno commentato i consiglieri di centrodestra. “Oggi a Firenze è stata scritta una importante pagina di difesa della legalità e dell’onore di tutte le vittime del terrorismo: il Consiglio comunale ha approvato la risoluzione voluta dal centrodestra per chiedere al sindaco Nardella di intervenire per sgomberare il Cpa. Ringraziamo i colleghi del Pd per la sensibilità dimostrata, finalmente si potrà sanare una ferita che da anni affligge la nostra città”. Questo il commento congiunto dei consiglieri di Forza Italia Jacopo Cellai e Mario Tenerani insieme al collega di Fratelli d’Italia Francesco Torselli dopo l’approvazione della risoluzione presentata dal capogruppo azzurro Cellai e firmata anche da Noferi (M5S), Scaletti (La Firenze viva), Torselli (FdI) e Bassi (PD).

Foto dalla pagine Fb del Cpa Firenze Sud

All’indomani del voto ci Palazzo Vecchio la prima reazione del Cpa viene diffusa su Facebook: “Il centro popolare non si tocca”. Lo dicono, si aggiunge nel post, “contro le speculazioni della destra” e “contro chi vorrebbe cancellare qualsiasi voce di dissenso in questa citta’”. Ma anche “per chi pensa sia ancora necessario aprire spazi di lotta, incontro, dibattito e solidarieta’. Per chi non vuole regalare questa citta’ all’egoismo ed ai reazionari”. Nelle prossime ore, quindi, arrivera’ la posizione ufficiale da parte dell’assemblea del Cpa Fi-sud e “info e aggiornamenti sulle iniziative che decideremo di mettere in ponte”.

L'articolo Voto per sgombero: Cpa, “Il centro popolare non si tocca” proviene da www.controradio.it.