Consiglio regionale Toscana: tanti appuntamenti con archeologia, moda e innovazione

Consiglio regionale Toscana: tanti appuntamenti con archeologia, moda e innovazione

Lunedì 10 il percorso didattico per la riscoperta del patrimonio archeologico di Monteriggioni. Martedì 11 la settima edizione di Fashion in Flair di Lucca, la festa medioevale di Montopoli, la seconda edizione del Premio Innovazione Toscana. Mercoledì 12 le anticipazioni sulla quarta edizione di ‘Food & Wine in Progress’.Molti gli appuntamenti importanti la prossima settimana in Consiglio regionale.

Si parte lunedì 10 alle 12.30 con la presentazione di  “Monteriggioni prima del castello. Una comunità etrusca in Valdelsa”. Si tratta di un percorso didattico per favorire la ricerca e la valorizzazione del patrimonio archeologico del Comune. A illustrare l’iniziativa il presidente dell’assemblea regionale toscana Eugenio Giani. Saranno presenti inoltre l’assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo, il sindaco di Monteriggioni Raffaella Senese e l’archeologo della soprintendenza per le province di Siena Grosseto e Arezzo Matteo Milletti.

Tre le conferenza in programma per martedì 11 invece: alle 12 si terrà la presentazione della settima edizione di “Fashion in Flair. Shopping in villa”, la mostra mercato dedicata all’artigianato made in Italy in programma a Villa Bottini di Lucca i prossimi 21, 22 e 23 settembre.  Intervengono il presidente e il vicepresidente del Consiglio regionale Eugenio Giani e Marco Stella. Partecipano inoltre Valentina Mercanti assessore alle Attività produttive del Comune di Lucca, Elisa Bianchi presidente dell’associazione culturale ‘Eccellenti Maestrie’ promotrice della manifestazione, Ilaria Mari direttrice Fashion in Flair, Rodolfo Pasquini direttore Confcommercio Lucca e Massa Carrara.

Alle 12.30 sarà presentata la ‘Festa Medievale di Montopoli Val d’Arno’ la rievocazione storica tra arte, cibo e tiro con l’arco, in programma il 15 e 16 settembre. A illustrare il programma delle iniziative il presidente Eugenio Giani e il consigliere regionale Andrea Pieroni.

Alle 15 sarà, invece, presentata la seconda edizione del Premio Innovazione Toscana, il progetto nato per far emergere progetti ed esperienze imprenditoriali di successo e che si siano distinti per aver coniugato ricerca, innovazione e risultati economici. Partecipano il presidente Giani e il consigliere segretario dell’ufficio di presidenza Antonio Mazzeo.

Mercoledì 12 alle 13 la presentazione della quarta rassegna enogastronomica ‘Food & Wine in Progress’ in programma a dicembre prossimo. L’evento è nato nel 2015 in occasione del congresso Fic (Federazione Italiana Cuochi) e coinvolge produttori, istituzioni, scuole alberghiere e il marketing del settore, con la volontà di costruire un modello finalizzato al dialogo e al confronto per valorizzare e promuovere il Made in Tuscany.

L’edizione 2018 sarà illustrata dal presidente e dalla vicepresidente dell’assemblea toscana Eugenio Giani e Lucia De Robertis. Alla conferenza stampa saranno, inoltre, presenti Roberto Lodovichi presidente dell’unione regionale cuochi toscani, Cristiano Cini della sezione Toscana Ais (Associazione italiana sommelier) Osvaldo Baroncelli presidente onorario Ais Toscana, Franco Marinoni direttore Confcommercio Toscana, Aldo Cursano presidente Confcommercio Firenze, Antonio De Concilio direttore Coldiretti Toscana.

L'articolo Consiglio regionale Toscana: tanti appuntamenti con archeologia, moda e innovazione proviene da www.controradio.it.

Consiglio regionale della Toscana: riprendono lavori aula 

Consiglio regionale della Toscana: riprendono lavori aula 

Dopo la pausa estiva torna a riunirsi domani, martedì 11 settembre alle 15.30 (e proseguirà anche mercoledì 12 alle 9.30), il Consiglio regionale della Toscana. I lavori prenderanno il via con due comunicazioni della Giunta regionale sulle crisi industriali e sul servizio idrico in Toscana. In agenda diverse interrogazioni su: stato di salute ponti e viadotti, residenze universitarie, termovalorizzatore, stanziamenti per inserimento rom e sinti ecc…

Tra le proposte di legge iscritte all’ordine del giorno del Consiglio gli interventi straordinari a favore delle associazioni pro loco, le disposizioni in materia di sviluppo sostenibile ed economia circolare e le disposizioni sulla prevenzione vaccinale, nonché la mozione sull’abolizione dei ticket sanitari. Al voto dell’aula di palazzo del Pegaso anche i bilanci di esercizio 2017 dell’Agenzia regionale toscana per le erogazioni in agricoltura (Artea), dell’Ente Parco regionale della Maremma e dell’Agenzia regionale per la programmazione ambientale della Toscana (Arpat).

In agenda anche molte interrogazioni, che spaziano su diverse tematiche: dallo stato di salute di ponti e viadotti toscani alla situazione delle residenze universitarie delle aziende per il Diritto allo studio universitario (Dsu), dall’attuale direttore del centro regionale sangue e alla fibromialgia al rilevamento di agenti inquinanti nelle acque dell’approdo turistico di Talamone, dallo stabilimento Kme di Fornaci di Barga ai collegamenti aeroportuali con l’Isola d’Elba.

Tra le mozioni vi sono quella sull’attività della polizia provinciale e la prevenzione dei reati ambientali, ma anche sulla revoca degli stanziamenti per l’inserimento di rom e sinti, e implementazione delle risorse per il progetto Vita Indipendente.

Infine ci sono in programma quella sulla sospensione dell’autorizzazione integrata ambientale dell’impianto di ‘Termovalorizzatore e impianto di trattamento rifiuti liquidi in comune di Scarlino (Gr)’, sullo sviluppo di Toscana spa e sui progetti dei lavori socialmente utili nelle aree di crisi in Toscana.

L'articolo Consiglio regionale della Toscana: riprendono lavori aula  proviene da www.controradio.it.

Firenze: nuova pista trekking nella valle del monte Secchieta

Firenze: nuova pista trekking nella valle del monte Secchieta

Viene inaugurata oggi, con un tour guidato da Montemignaio al monte Secchieta, in provincia di Firenze, la nuova pista ‘Valle del Monte Secchieta’, un percorso trekking, mountain bike e ippovia che si articola su tre anelli, differenti per lunghezza e difficoltà, collegati da tre by-pass. Il percorso è stato presentato oggi in Consiglio regionale alla presenza, fra gli altri, del presidente dell’Assemblea toscana Eugenio Giani.

Si tratta di un percorso panoramico e trekking, interconnesso con i principali siti naturalistici del territorio di Montemignaio e dell’Alto Casentino: il monte Secchieta, la Consuma, il Pratomagno, il Parco della Foreste Casentinesi, Vallombrosa. A metterlo a punto è stato il Comune di Montemignaio, con l’apporto di un buon numero di volontari e del locale gruppo Cai Namastè.

“Un’iniziativa interessantissima che dimostra l’estrema vitalità di questo territorio”, ha detto Giani, parlando della zona come di “un concentrato di spiritualità, natura e bellezza del paesaggio”.

Presente anche il sindaco di Montemignaio Roberto Pertichini ha anche illustrato gli eventi offerti dal paese nel mese di agosto. Da segnalare, fra tutte, la ‘Festa del Castello’, in programma il 18 agosto, che ricreerà per una sera ambientazioni e atmosfere medioevali nei vicoli dell’antico borgo montano.

L'articolo Firenze: nuova pista trekking nella valle del monte Secchieta proviene da www.controradio.it.

Toscana: revocare case popolari a chi delinque

Toscana: revocare case popolari a chi delinque

Presentata una pdl al Consiglio Regionale della Toscana da Stella che vuole modificare l’assegno delle case popolari: “Regione Toscana revochi case popolari a chi delinque”.

“Come avevo annunciato nei giorni scorsi,” interviene il vicepresidente dell’Assemblea Toscana, Marco Stella “ho presentato una pdl al Consiglio regionale della Toscana, per modificare la legge regionale che disciplina l’assegnazione degli alloggi popolari, e che nello specifico prevede la revoca delle case ERP a tutti quei soggetti che hanno riportato condanne in primo grado per chi si rende responsabile di atti delittuosi. E’ un atto di buonsenso e di giustizia, e mi auguro che tutte le forze politiche votino a favore”.

“Voglio fare le mie congratulazioni agli investigatori”, aggiunge Stella “che sono riusciti a individuare e ad arrestare quattro altri Rom coinvolti nella morte di Duccio Dini, il giovane di 29 anni che è stato travolto e ucciso, mentre era in sella al suo scooter, il 10 giugno scorso in via Canova, a Firenze, durante un inseguimento tra più auto”.

“Ci aspettiamo il massimo della pena per queste persone”, continua il vicepresidente “perché sia chiaro che chi non rispetta la legge, va punito duramente. E visto che i soggetti coinvolti nella morte di Duccio vivono in case ERP, mi auguro che quanto prima vengano tolti loro gli alloggi popolari. Intanto chiediamo al sindaco di Firenze di dar corso alle sue promesse e smantellare in tempi celeri i campi Rom ancora presenti sul territorio fiorentino”.

L'articolo Toscana: revocare case popolari a chi delinque proviene da www.controradio.it.

Siena: verso fusione comuni Montepulciano-Torrita

Siena: verso fusione comuni Montepulciano-Torrita

Lo ha deciso oggi il Consiglio regionale che ha approvato a maggioranza un referendum consultivo per la fusione dei due comuni in provincia di Siena.

Via libera al referendum consultivo per la fusione dei comuni senesi di Montepulciano e di Torrita di Siena. Lo ha deciso oggi il Consiglio regionale che ha approvato a maggioranza una delibera della commissione affari istituzionali.
Approvato anche un ordine del giorno collegato, presentato dal Pd con primi firmatari Leonardo Marras (capogruppo) e Giacomo Bugliani, presidente della commissione affari istituzionali, che impegna l’Assemblea toscana, a tenere conto “prima di tutto della volontà espressa dai cittadini con il voto e dell’eventuale orientamento assunto dai Comuni successivamente allo svolgimento della consultazione referendaria mediante determinazione dei rispettivi consigli comunali”.
I due Consigli comunali, ha spiegato Bugliani, hanno fatto presente che la volontà di procedere alla fusione è subordinata al “raggiungimento del quorum, in ciascun Comune, del 50% più uno favorevole dei votanti”. Il dibattito in commissione, ha concluso il presidente, ha messo in evidenza “la volontà di convocare i Consigli comunali per valutare il risultato del referendum, in coerenza con quanto già espresso da quegli organi”.
Per Marras “In questo caso abbiamo voluto rafforzare con un ordine del giorno la necessità di tener conto della volontà espressa dal voto popolare e dall’eventuale pronunciamento dei consigli comunali dopo la consultazione. Si tratta di un caso peculiare di fusione, in cui gli enti sono di grandi dimensioni e in cui quindi l’aggregazione è prima di tutto e più che altre volte un preciso progetto politico”.

L'articolo Siena: verso fusione comuni Montepulciano-Torrita proviene da www.controradio.it.