Oltrarno, via maggio: torna ‘contemporaneamente’, arte, design e artigianato

Oltrarno, via maggio: torna ‘contemporaneamente’, arte, design e artigianato

Da sabato 1 dicembre con oltre 50 realtà dell’Oltrarno coinvolte. Oggi c’è stata la presentazione con l’assessore Del Re.

Arte design artigianato e cultura contemporanea in Via Maggio e dintorni è un progetto ideato dall’Associazione Via Maggio nato per dare risalto a tutte le realtà fiorentine dell’Oltrarno che si muovono in questo ambito. È realizzata da Associazione via Maggio, OmA-Osservatorio Mestieri d’Arte, LAO Le Arti Orafe Jewellery School, Fondazione Istituto dei Bardi con la collaborazione di CNA Firenze e Confartigianato imprese Firenze.

Per questa ottava edizione molteplici saranno gli appuntamenti che ravviveranno le strade dell’Oltrarno dal 1° al 24 dicembre: all’Istituto dè Bardi nella biblioteca, si potrà ammirare la mostra FRACTURE le originali creazioni realizzate dagli studenti di LAO – Le Arti Orafe Jewellery School da frammenti in porcellana della Manifattura Richard Ginori. Successivamente i gioielli verranno battuti all’asta e il totale ricavato verrà donato agli Amici di Doccia per contribuire alla raccolta fondi a favore del Museo di Doccia.

Sempre all’Istituto dè Bardi si terranno laboratori artigianali dedicati ad un pubblico adulto per realizzare manufatti a tema natalizio, mentre a Spazio NOTA-Nuova Officina Toscana Artigianato, in via dei Serragli, un ricco programma per bambini e famiglie con laboratori condotti da artigiani professionisti dedicati al saper fare e alla manualità.

Inoltre, sarà messa a disposizione una mappa che racchiude circa novanta artigiani d’Oltrarno certificati OMA, per quei fiorentini e turisti che desiderano conoscere un quartiere autentico e creativo a forte vocazione artigiana, tra vicoli e strade, alla scoperta di laboratori e officine che proseguono tradizioni antichissime.

Sabato 1 dicembre in occasione dell’avvio della manifestazione più di cinquanta spazi e gallerie inaugureranno ”contemporaneamente” con tante iniziative: dall’installazione site-specific “Italian Roots”, a tema emigrazione, realizzata dall’artista Anna Corcione che proporrà anche la performance sonora “La mia Casa” nel suo studio di via Maggio, alla mostra ZHANG HUAN IN FLORENCE presso la Tethys Gallery – a cinque anni dall’esposizione dell’artista cinese Zhang Huan, figura di spicco nel panorama dell’arte contemporanea internazionale – con un allestimento multimediale, bozzetti inediti d’artista ed una serie di fotografie di grande formato con gli scatti realizzati da Guido Cozzi che riporteranno il visitatore nell’atmosfera di Palazzo Vecchio e Forte Belvedere; nel palazzo di CASA GUIDI in Piazza S. Felice, famoso per aver ospitato nel XIX secolo due fra i maggiori poeti anglosassoni Elisabeth Barrett e Robert Browning, si potrà visitare la residenza d’epoca CASA BOTTICELLI, recentemente inaugurata, che aprirà per la prima volta al pubblico con la mostra BUTTERFLY PROJECT di Marco Klee Fallani e la mostra dedicata a Michele Gordigiani presso Antichità Alessandro Marletta.

Nello stesso palazzo il 7 dicembre, sarà visitabile la casa museo e si terrà una conferenza ed una lecture di uno scritto inedito della poetessa. In via Maggio la Galleria Giovanni Turchi ospita il Maestro Paolo Staccioli che presenterà il progetto delle “Fiasche d’Autore” realizzate per Unicef che resteranno in mostra per tutta la durata della manifestazione; la galleria Zeta Effe dedicherà una mostra a Tommaso Cascella; inoltre mostre da Galleria Boralevi Firenze (tre tappeti realizzati dal maestro astrattista Manlio Rho), Galleria Frascione (REVERIE. L’incendiaria con performance dell’artista Eloisa Reverie Vezzosi), Galleria Pratesi (opere degli artisti fiorentini Piero Vignozzi e Marcello Guasti), Banca Di Cambiano (Omaggio al maestro Antonio Possenti) e dalle due nuove realtà della strada Piano D (fotografie dipinti e stampe di Dino Buffagni) e Ad Opera (dipinti e sculture di Alice Orfe Angelo Raffaello Marturano); alla Galleria Tornabuoni (opere dell’artista norvegese Anne Karin-Furunes), da Cartavetra (opere di Vinicio Venturi e Vincenzo Burlizzi) e da Eredi Antonio Esposito il laboratorio Un mosaico dal vivo ; e ancora vetrine in tema natalizio (Gallori Turchi allestirà un presepe monumentale) e dedicate alla contemporaneità (da Paolo Paoletti le lampade di design di Roberto Tarquini).

Da non dimenticare il 15 dicembre la performance di Roberta Cipriani Pampaloni Rêve de feudedicata al 500 esimo anniversario di Leonardo da Vinci.

Ancora via Maggio INSTALLAZIONI- HANDS4WORK per CONTEMPORANEAMENTE, un percorso di installazioni di scrittura creativa nei negozi e nelle gallerie di via Maggio e Sdrucciolo de Pitti, realizzato con gli studenti del Liceo Artistico di Porta Romana e Sesto Fiorentino in collaborazione con IED Firenze e Associazione Culturale Wimbledon (Frida Querida, She, Your Place In Florence, Giulia Materia, Camilla Pistolesi, Atelier Orafo, Gusta Pizza, Dimore Fiorentine, Gherardo Degli Albizzi, Cartavetra, Sandro Morelli, Extremida, Dexter) E per finire lungo tutta la strada workshop, laboratori dal vivo, degustazioni, eventi ed incontri tra i quali la conferenza diRoberto Casamonti che presenterà le novità della sua collezione recentemente inaugurata a Palazzo Bartolini Salimbeni.

Novità di questa edizione il coinvolgimento di molte altre strade del quartiere e nuove collaborazioni con le realtà di riferimento del territorio da Piazza Frescobaldi con la mostra Colore dedicata agli anni Cinquanta presso Leopoldo Antichità, a via Santo Spirito con l’ installazione sonora e olfattiva itinerante di Marina Calamai, da via della Chiesa con la performance di Katia Giuliani “N’importe quoi” a via del Ronco con quella di Francesca Procopio, da piazza del Carmine con il Mercato natalizio a via Romana con i laboratori e le creazioni di Anomisa Boutique.

Inoltre aperture straordinarie, presentazioni, degustazioni ed eventi a cura del CCN dei Serraglianimeranno la via per tutto il mese di dicembre. In via dei Serragli inoltre nei locali del Comitato di Firenze per UNICEF per tutta la durata della manifestazione sarà messo a disposizione il BABY PIT STOP di Unicef, uno spazio caldo e accogliente per mamme e bambini per l’allattamento e il cambio dei pannolini. Le associazioni partner e rappresentative del territorio avranno un occasione di presentarsi nello Spazio 67/r di via Maggio.

Anche la musica avrà un suo spazio con un concerto del Suzuky Ensemble all’interno della Chiesa anglicana di Saint Mark per StringsCity; un’opera flash mob in strada e musiche e canti a cappella del Coro della Saint Mark’s English Church accompagneranno il Sindaco nel momento dell’accensione della “Scia di Stelle” le luci di Natale – le tradizionali lanterne fiorentine realizzate da una storica ditta dell’Oltrarno. Ricca sarà la programmazione dell’Opera Saint Mark’s English Church durante tutto il corso della manifestazione.

Quest’anno Associazione Via Maggio sostiene:  La Manifestazione ha ricevuto il Patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze e partecipa al “Natale è l’Oltrarno” del Comitato Oltrarno Promuove 2.0.

 

L'articolo Oltrarno, via maggio: torna ‘contemporaneamente’, arte, design e artigianato proviene da www.controradio.it.