www.controradio.it 2018-02-15 12:52:43

Firenze, martedì 20 marzo ore 21 al Teatro della Compagnia si terrà la prima del film, ‘Sono Angelica, voglio vendetta’, il film è scritto, diretto e montato da Andrea Zingoni, con il sostegno di Fondazione Sistema Toscana e la partnership di Controradio.

I protagonisti sono tutti i giovanissimi esordienti, Sofia Rivolta di 19 anni, Pietro Zingoni di 20 e Eloisa Reverie Vezzosi di 22, con una formazione durata 12 mesi affidata a Marco Mattolini.

Il film è sulla violenza sulle donne e sull’orrore e le conseguenze di aver subito uno stupro, ma il film è anche sulle donne che non ci stanno ad essere vittime e sulle brave ragazze che per essere più che brave diventano molto cattive.

Il film è girato in una delle città più belle del pianeta, Firenze, ed è costruito con il linguaggio del nuovo mondo, un film che coniuga tutti i linguaggi visivi contemporanei, un film visivamente raffinato e potentissimo.

Il film vuole essere per ciascuno di noi: per chi cerca una storia avvincente, per chi cerca valori forti, per chi cerca grandi suggestioni visive. Per le giovani ragazze e i giovani ragazzi. Per chi non ha paura dei sentimenti forti. Per chi vuole uscire dal cinema più forte di prima.

AngelicaSinossi breve.
Angelica Tornatori: 19 anni, modella, dj, cantante e producer di successo, con una hit nelle principali classifiche internazionali lanciata da un cartoon musicale dove vestita da supereroina pop combatte gli zombi stupratori nelle vie della bella città di Firenze.
Ha tutto dalla vita, bellezza, successo, libertà. Crede nelle stelle, nell’amicizia, nella convivenza civile, a suo modo di vedere per gli esseri umani c’è ancora speranza.
Vive in una grande casa in via dell’Inferno, a Firenze, che divide con la sua promoter Maria Romei e con Raul, visual-artist. Un giovane triangolo amoroso pieno di energia e dolcezza.
All’improvviso la sua vita cambia. Viene rapita, stuprata, mutilata. In pieno stress post-traumatico la sua vita da sogno diventa un abisso di angoscia e dolore. Gli attacchi di panico si susseguono, non dorme, non mangia.
È ossessionata dai flashback del suo stupro, e dalla visione di due dei suoi stupratori che le si materializzano davanti come fantasmi.
L’amore di Raul e Maria non basta. Le cure non servono, neanche l’estremo tentativo di un rito sciamanico psichedelico la risana. Pensa di morire, ma sopravvive.
Adesso vuole giustizia. Vuole vendetta. Non importa se la vendetta sconvolgerà anche i suoi affetti più cari. È debole, non possiede nessun potere, ma indossa ugualmente il suo costume da supereroina.
E ora chi l’ha distrutta si accorgerà presto che neanche la più cattiva ragazza può essere così cattiva come una bravissima ragazza.

Altri interpreti: Sabrina Querci, Alessandro Floris, Marco Porta, Luigi Fiorentino, Stefano Bresciani, Gloria Pomardi, Derek Allen, Jeff Franchi, Marta Bigozzi con la partecipazione di Amerigo Fontani.

prodotto da: T-REX DIGIMATION in collaborazione con Indiana Production
prodotto da: Antonio Glessi e Alessandra Porta
produttore esecutivo: Silvia Rigotto
Musiche originali: Dario Brunori e Piercarlo Giachetti
La canzone ‘Incidents of Love’, tratta dal tema del film, mette in musica poesie di Emily Dickinson
La canzone ‘Firenze’ scritta da Andrea Zingoni e musicata da Piercarlo Giachetti, è cantata da Verdiana Raw
Rifacimenti elettronici di musiche di Giuseppe Verdi, Antonio Vivaldi, Giacomo Puccini, Ruggero Leoncavallo, Giovanni Battista Pergolesi
Direttore della fotografia: Maurizio Montagni.
Light Designer: Paolo Magni
Costumi: Sabrina Querci

 

L'articolo proviene da www.controradio.it.

Nardella a Controradio: lavori pista aeroporto inizio 2019

Nardella a Controradio: lavori pista aeroporto inizio 2019

🔈Firenze, il sindaco Dario Nardella è intervenuto negli studi Controradio per un’intervista condotta da Raffaele Palumbo nel quale ha toccato argomenti di politica a carattere nazionale ma anche soggetti cittadini come l’aeroporto la situazione dell’Accademia, per finire con una valutazione sulla passata Estate Fiorentina.

Per il centrosinistra “le divisioni potrebbero essere decisive nelle elezioni siciliane perché Mdp ha preferito un candidato diverso da quello democratico – ha detto parlando, a Controradio, della tornata di domenica prossima – Tuttavia io rimango moderatamente ottimista – ha aggiunto – perché il Pd ha già dimostrato di poter vincere in Sicilia; lo ha fatto a Palermo, pochi mesi fa, con un candidato credibile come Orlando. Dunque non ci muoviamo in un terreno in cui non siamo vincenti. Certo, questo è più difficile perché ci presentiamo divisi. E credo che questo sia l’insegnamento più importante che dovremo trarre, qualunque sia il verdetto delle elezioni di domenica”.

Pd a guida renziana strizza l’occhio al centrodestra e a Denis Verdini? “Quando vedo queste critiche che vengono dalla sinistra estrema mi fanno sorridere: vengo da quel mondo e ricordo quando D’Alema fece la bicamerale con Berlusconi addirittura per riscrivere la Costituzione; e ricordo che nel 2013, quando c’era Bersani, fu fatto il governo con Alfano, con il centrodestra, con Berlusconi”. “Bisogna essere coerenti – ha aggiunto – non è che si può criticare l’avversario a seconda delle proprie convenienze dimenticandosi di cosa si è fatto prima”.

“Mi auguro che si possa ricostruire una grande alleanza di centrosinistra, anche con le forze che si sono scisse e se ne sono andate perché non si può sempre anteporre la propria bandierina davanti all’interesse del paese. Io mi auguro che prevalga il buonsenso. E soprattutto la voglia di essere uniti nel proporre un governo nuovo all’Italia che tenga insieme tutti i valori del centrosinistra, quei valori per cui nacque l’Ulivo”.

“L’interesse del paese viene prima di ogni altra cosa, viene prima dei rancori personali – ha aggiunto – l’interesse di dare un governo stabile all’Italia, contro i populismi, i razzismi, gli estremismi, viene prima delle polemiche ‘perché tizio è antipatico e caio mi ha fatto un dispetto’. È insopportabile vedere una classe politica che si divide su questo”. Rispetto alla data delle prossime elezioni politiche, Nardella ha spiegato poi di credere che “si voterà a marzo, da quello che ho appreso mi pare quasi certo ormai”.

Passando poi a temi più cittadini, come ad esempio al piano di ampliamento dell’aeroporto, da tempo in attesa dell’esito della commissione di Valutazione di impatto ambientale, “Ieri ho sentito il ministro per l’ambiente Gianluca Galletti a cui ho riferito del rapporto Unesco che dà parere favorevole alla realizzazione della nuova pista dell’aeroporto – ha spiegato il sindaco Nardella – Il ministro acquisirà il documento e lo darà alla commissione Via, che ormai è in dirittura d’arrivo. Se dovesse arrivare, come auguro, entro fine anno, avremo la conferenza di servizi con tempi rigorosi, come prevede la nuova legge: e dunque, l’ inizio lavori della nuova pista entro l’ inizio 2019”.

E per quanto riguarda il problema della cronica carenza di spazi e personale alla Galleria dell’Accademia di Firenze, più volte denunciato in questi anni dalla direttrice Cecilie Hollberg, “non è accettabile; appena vedrò il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini gliene parlerò. Sono fiducioso che saprà comprendere questa emergenza; ci sono cose che vanno fatte, punto”.

“Il David di Michelangelo accolto alla galleria dell’Accademia è un simbolo dell’umanità, forse l’opera d’arte più conosciuta e amata al mondo – ha aggiunto – qualunque paese o città lo terrebbe con la più grande attenzione in termine di risorse umane ed economiche, tecnologiche. In un paese come l’Italia non si possa più assistere all’ennesima disperazione mostrata dal direttore di turno perché non ha personale minimamente sufficiente e adeguato per la tutela e la valorizzazione delle opere michelangiolesche che ci sono all’Accademia. Questo è un fatto di civiltà prima ancora che di politica o di altro”.

Dario Nardella intervistato da Raffaele Palumbo negli studi di Controradio:

L'articolo Nardella a Controradio: lavori pista aeroporto inizio 2019 proviene da www.controradio.it.

Nardella a Controradio: lavori pista aeroporto inizio 2019

Nardella a Controradio: lavori pista aeroporto inizio 2019

🔈Firenze, il sindaco Dario Nardella è intervenuto negli studi Controradio per un’intervista condotta da Raffaele Palumbo nel quale ha toccato argomenti di politica a carattere nazionale ma anche soggetti cittadini come l’aeroporto la situazione dell’Accademia, per finire con una valutazione sulla passata Estate Fiorentina.

Per il centrosinistra “le divisioni potrebbero essere decisive nelle elezioni siciliane perché Mdp ha preferito un candidato diverso da quello democratico – ha detto parlando, a Controradio, della tornata di domenica prossima – Tuttavia io rimango moderatamente ottimista – ha aggiunto – perché il Pd ha già dimostrato di poter vincere in Sicilia; lo ha fatto a Palermo, pochi mesi fa, con un candidato credibile come Orlando. Dunque non ci muoviamo in un terreno in cui non siamo vincenti. Certo, questo è più difficile perché ci presentiamo divisi. E credo che questo sia l’insegnamento più importante che dovremo trarre, qualunque sia il verdetto delle elezioni di domenica”.

Pd a guida renziana strizza l’occhio al centrodestra e a Denis Verdini? “Quando vedo queste critiche che vengono dalla sinistra estrema mi fanno sorridere: vengo da quel mondo e ricordo quando D’Alema fece la bicamerale con Berlusconi addirittura per riscrivere la Costituzione; e ricordo che nel 2013, quando c’era Bersani, fu fatto il governo con Alfano, con il centrodestra, con Berlusconi”. “Bisogna essere coerenti – ha aggiunto – non è che si può criticare l’avversario a seconda delle proprie convenienze dimenticandosi di cosa si è fatto prima”.

“Mi auguro che si possa ricostruire una grande alleanza di centrosinistra, anche con le forze che si sono scisse e se ne sono andate perché non si può sempre anteporre la propria bandierina davanti all’interesse del paese. Io mi auguro che prevalga il buonsenso. E soprattutto la voglia di essere uniti nel proporre un governo nuovo all’Italia che tenga insieme tutti i valori del centrosinistra, quei valori per cui nacque l’Ulivo”.

“L’interesse del paese viene prima di ogni altra cosa, viene prima dei rancori personali – ha aggiunto – l’interesse di dare un governo stabile all’Italia, contro i populismi, i razzismi, gli estremismi, viene prima delle polemiche ‘perché tizio è antipatico e caio mi ha fatto un dispetto’. È insopportabile vedere una classe politica che si divide su questo”. Rispetto alla data delle prossime elezioni politiche, Nardella ha spiegato poi di credere che “si voterà a marzo, da quello che ho appreso mi pare quasi certo ormai”.

Passando poi a temi più cittadini, come ad esempio al piano di ampliamento dell’aeroporto, da tempo in attesa dell’esito della commissione di Valutazione di impatto ambientale, “Ieri ho sentito il ministro per l’ambiente Gianluca Galletti a cui ho riferito del rapporto Unesco che dà parere favorevole alla realizzazione della nuova pista dell’aeroporto – ha spiegato il sindaco Nardella – Il ministro acquisirà il documento e lo darà alla commissione Via, che ormai è in dirittura d’arrivo. Se dovesse arrivare, come auguro, entro fine anno, avremo la conferenza di servizi con tempi rigorosi, come prevede la nuova legge: e dunque, l’ inizio lavori della nuova pista entro l’ inizio 2019”.

E per quanto riguarda il problema della cronica carenza di spazi e personale alla Galleria dell’Accademia di Firenze, più volte denunciato in questi anni dalla direttrice Cecilie Hollberg, “non è accettabile; appena vedrò il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini gliene parlerò. Sono fiducioso che saprà comprendere questa emergenza; ci sono cose che vanno fatte, punto”.

“Il David di Michelangelo accolto alla galleria dell’Accademia è un simbolo dell’umanità, forse l’opera d’arte più conosciuta e amata al mondo – ha aggiunto – qualunque paese o città lo terrebbe con la più grande attenzione in termine di risorse umane ed economiche, tecnologiche. In un paese come l’Italia non si possa più assistere all’ennesima disperazione mostrata dal direttore di turno perché non ha personale minimamente sufficiente e adeguato per la tutela e la valorizzazione delle opere michelangiolesche che ci sono all’Accademia. Questo è un fatto di civiltà prima ancora che di politica o di altro”.

Dario Nardella intervistato da Raffaele Palumbo negli studi di Controradio:

L'articolo Nardella a Controradio: lavori pista aeroporto inizio 2019 proviene da www.controradio.it.

Germano, Rava e Bergonzoni tra gli artisti di ‘Genius Loci’ in Santa Croce

Germano, Rava e Bergonzoni tra gli artisti di ‘Genius Loci’ in Santa Croce

‘Genius Loci’: dal tramonto del 6 ottobre all’alba del 7 ottobre, da martedì 26 settembre alle ore 16.30 prenotazioni su www.eventbrite.it 

15 artisti internazionali tra musicisti, attori e scrittori si esibiranno per un evento esclusivo alla scoperta del complesso monumentale della Basilica di Santa Croce.

Genius Loci è un’iniziativa organizzata dall’associazione Controradio Club e Controradio con il contributo del Comune di Firenze, di Opera di Santa Croce e Città Metropolitana, nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2017.

In vari luoghi del complesso monumentale, presso il Cenacolo, la Cappella Pazzi e il Chiostro del Brunelleschi, in tre set, denominati con altrettanti momenti della giornata (Tramonto, ore 18.30Notte, ore 21.30Alba, ore 6.00) si svolgeranno in contemporanea vari spettacoli, tra produzioni per il festival e prime toscane.

 

 

 

 

In apertura lo scrittore Roberto Cotroneo indagherà il rapporto tra visitatori e opere d’arte, mentre Alessandro Bergonzoni, uno de i più grandi autori, scrittori e attori di teatro italiano contemporaneo, si esibirà in talk show sul tema della bellezza. Il cantante John De Leo, figura chiave della musica italiana contemporanea, e oggi solista votato a sperimentare le infinite possibilità di una voce, incontrerà il pianista Fabrizio Puglisi in una delle formazioni più sorprendenti e non classificabili. 

Dimitri Grechi Espinosa interpreterà “Angel’s blows”, riflessione per solo sassofono sullo spirito e sul divino, uno studio sugli echi naturali e la dilatazione del tempo tratto dal suo album registrato nel Battistero di Pisa; Birthh, la 20enne toscana Alice Bisi, incanterà con il suo “Born in the Woods”, gioiello di rara luminosità sulle sonorità di un “dream pop” profondo, mentre gli attori Gaia Nanni e Gianluigi Tosto, accompagnati dalle sonorizzazioni dal vivo di Alessandro Biagi e Fulvio Renzi, guideranno il pubblico presente in “Letture itineranti in costume”: dalle favole di Andersen ai racconti di Stendhal, sarà un percorso attraverso i luoghi di Santa Croce insieme alle parole e alle emozioni di grandi scrittori che nei secoli hanno visitato la basilica, gustandone lo splendore e scoprendone il lato spirituale (in collaborazione con associazione culturale La Nottola di Minerva).

Nel secondo set, si esibiranno il trombettista Enrico Rava, artista dal suono personalissimo, da 50 anni ai vertici della musica internazionale, per la prima volta in duetto con la pianista giapponese Makiko Hirabayashi; l’attore Elio Germano e il compositore Theo Teardo, che porteranno in scena “Viaggio al termine della notte” di Louis Ferdinand Céline in una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi, tra combinazione di archi, chitarra e live electronics. In quel suono, Teardo creerà un ambiente nel quale la voce di Germano potrà suggerire nuove prospettive sugli orrori della guerra mondiale, che travolgono le relazioni tra gli uomini. Il violoncellista olandese Ernst Reijseger (compositore tra l’altro di varie colonne sonore, tra cui quelle di Werner Herzog), si esibirà tra jazz, improvvisazioni e world music, mentre Gaia Nanni e Gianluigi Tosto realizzeranno un secondo percorso con letture itineranti. 

L’evento si chiuderà all’alba con il duo composto dal malese Baba Sissoko, discendente di una grande e rispettata famiglia di cantastorie Griot, e Antonello Salis, uno dei migliori pianisti e fisarmonicisti europei, in un concerto in cui il jazz si fonderà con la musica della grande madre Africa. 

Ha detto Cristina Giachi, vicesindaca del Comune di Firenze, oggi in conferenza stampa: “Genius Loci è un’iniziativa per i fiorentini, per permettere loro di conoscere e riconoscere un luogo che ha fatto la storia della città, che ultimamente è diventato un luogo per turisti”.

Così Giuseppe De Micheli, direttore dell’Opera di Santa Croce: “È una scommessa che facciamo per restituire il complesso di Santa Croce alla città: il percorso che si apre il 6 ottobre non si conclude all’alba del 7, ma comincia da lì per riportare i fiorentini nei luoghi che sono stati creati per loro”.

“Questo è uno dei progetti speciali dell’Estate Fiorentina e sintetizza lo spirito di questi 6 mesi di programmazione culturale, unendo diverse forme d’arte, diversi linguaggi e soprattutto lo spirito che ha contraddistinto questa Estate, segnata dalla riconquista delle piazze e degli spazi cittadini da parte dei cittadini. Abbiamo trovato grande entusiasmo negli artisti chiamati ad esibirsi in questo contesto. Genius Loci è un regalo per loro, ma è prima di tutto un regalo di Firenze alla città”, aggiunge Tommaso Sacchi, curatore artistico dell’Estate Fiorentina.

 

 

 

 

Spiegano gli organizzatori: “Il nome dell’evento, Genius Loci, prende ispirazione dalla geografia umana, che descrive i luoghi come ambienti emotivamente vissuti con ricordi, sentimenti e suggestioni. Lo studio delle geografie private si avvale di strumenti quali la letteratura, la musica, le arti visive e attraverso queste espressioni artistiche un luogo si carica di una moltitudine di significati e simboli che contribuiscono a definirne lo spirito, il carattere, l’anima, in sostanza la sua identità. L’obiettivo è quello di rendere partecipi i cittadini di Firenze e chiunque vorrà venire dell’immensa bellezza e della grande storia che Santa Croce da secoli custodisce e farne un palcoscenico privilegiato per eventi di sapore contemporaneo. Un’esperienza che sarà vissuta in prima persona dagli spettatori presenti alle iniziative, una fruizione consapevole che supererà la percezione puramente estetica del luogo”. 

Il percorso in Santa Croce sarà anticipato da un ciclo di speciali giornalistici (radiofonici e video), realizzati da Controradio, alla scoperta della storia e dei segreti racchiusi all’interno del complesso, raccontati da storici dell’arte ed esperti.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito su prenotazione obbligatoria, da ritirare online sul sito www.eventbrite.it a partire dal 26 settembre. Nell’ottica di far fruire le diverse iniziative ad un pubblico numericamente superiore a quello fisicamente presente (limitato per motivi di sicurezza), è prevista la messa in onda di dirette radiofoniche, Facebook e streaming, curate dallo staff di Controradio.

Per ulteriori informazioni www.controradio.it

L'articolo Germano, Rava e Bergonzoni tra gli artisti di ‘Genius Loci’ in Santa Croce proviene da www.controradio.it.

“Genius Loci”, alla scoperta di Santa Croce

“Genius Loci”, alla scoperta di Santa Croce

Firenze, “Genius Loci” dal tramonto del 6 ottobre all’alba del 7 ottobre, 15 artisti internazionali tra musicisti, attori e scrittori si esibiranno per un evento esclusivo alla scoperta dello “Spirito del luogo” del complesso monumentale della Basilica di Santa Croce: è

Genius Loci”, iniziativa organizzata dall’associazione Controradio Club e Controradio ad ingresso gartuito, con il contributo del Comune di Firenze, di Opera di Santa Croce e Città Metropolitana, nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2017.

L’obiettivo è quello di rendere partecipi i cittadini di Firenze e chiunque vorrà venire dell’immensa bellezza e della grande storia che Santa Croce da secoli custodisce e farne un palcoscenico privilegiato per eventi di sapore contemporaneo.

In vari luoghi del complesso monumentale, presso il Cenacolo, la Cappella Pazzi e il Chiostro del Brunelleschi, in tre set, denominati con altrettanti momenti della giornata (Tramonto, Notte, Alba) si svolgeranno in contemporanea vari spettacoli, tra produzioni ad hoc e prime toscane.

In apertura (set del Tramonto, ore 18.30) lo scrittore Roberto Cotroneo indagherà il rapporto tra visitatori e opere d’arte, mentre Alessandro Bergonzoni, uno dei più grandi autori, scrittori e attori di teatro italiano contemporaneo, si esibirà in talk show sul tema della bellezza. Il cantante John De Leo, figura chiave della musica italiana contemporanea, e oggi solista votato a sperimentare le infinite possibilità di una voce, incontrerà il pianista Fabrizio Puglisi in una delle formazioni più sorprendenti e non classificabili. Dimitri Grechi Espinosa interpreterà “Angel’s blows”, riflessione per solo sassofono sullo spirito e sul divino, uno studio sugli echi naturali e la dilatazione del tempo tratto dal suo album registrato nel Battistero di Pisa; Birthh, la 20enne toscana Alice Bisi, incanterà con il suo “Born in the Woods”, gioiello di rara luminosità sulle sonorità di un “dream pop” profondo, mentre gli attori Gaia Nanni e Gianluigi Tosto, accompagnati dalle sonorizzazioni dal vivo di Alessandro Biagi e Fulvio Renzi, guideranno il pubblico presente in “Letture itineranti in costume”: dalle favole di Andersen ai racconti di Stendhal, sarà un percorso attraverso i luoghi di Santa Croce insieme alle parole e alle emozioni di grandi scrittori che nei secoli hanno visitato la basilica, gustandone lo splendore e scoprendone il lato spirituale (in collaborazione con associazione culturale La Nottola di Minerva).

Nel set della Notte (ore 22.00), si esibiranno il trombettista Enrico Rava, artista dal suono personalissimo, da 50 anni ai vertici della musica internazionale, per la prima volta in duetto con la pianista giapponese Makiko Hirabayashi; l’attore Elio Germano e il compositore Theo Teardo, che porteranno in scena “Viaggio al termine della notte” di Louis Ferdinand Céline in una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi, tra combinazione di archi, chitarra e live electronics. In quel suono, Teardo creerà un ambiente nel quale la voce di Germano potrà suggerire nuove prospettive sugli orrori della guerra  mondiale, che travolgono le relazioni tra gli uomini. Il violoncellista olandese Ernst Reijseger (compositore di varie colonne sonore, tra cui quelle di Werner Herzog), si esibirà tra jazz, improvvisazioni e world music, mentre Gaia Nanni e Gianluigi Tosto realizzeranno un secondo percorso con letture itineranti.

L’evento si chiuderà con il set dell’Alba (ore 6.00) con il duo composto dal malese Baba Sissoko, discendente di una grande e rispettata famiglia di cantastorie Griot, e Antonello Salis, uno dei migliori pianisti e fisarmonicisti europei, in un concerto in cui il jazz si fonderà con la musica della grande madre Africa.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito su prenotazione obbligatoria per ogni singolo set (tramonto, notte, alba). I biglietti si ritirano online sul sito www.eventbrite.it a partire da martedì 26 settembre.

L'articolo “Genius Loci”, alla scoperta di Santa Croce proviene da www.controradio.it.