🎧 La Classifica Musicale di Controradio del 10 Aprile 2021

🎧 La Classifica Musicale di Controradio del 10 Aprile 2021

La classifica musicale di Controradio, del 10 aprile. Il nostro best of settimanale va in onda a partire dal sabato alle 20.00, in replica la domenica alle 11.30 e il lunedì sera alle 21.30. Conduce Giustina Terenzi

L’appuntamento con La Classifica, a cura della redazione musicale di Controradio che vi propone le novità discografiche delle settimana. Ogni sabato a partire dalle ore 20.00, in replica la domenica mattina e nel palinsesto serale del lunedì sera, oltre al podcast.

Classifica 10 Aprile 2021:

  1. Coma Girl / Joe Strummer & The Mescaleros (Album della settimana)

  2. West Coast Junkie / Billy F. Gibbons

  3. Comanda La Gang / 99 Posse

  4. Atlantic / The Weather Station

  5. O.N.E. / King Gizzard & The Lizard Wizard

  6. Keep Moving (Radio Edit) / Jungle

  7. Free Animal / Death from Above 1979

  8. Sixteen / J. Lord

  9. Porcelain (Reprise version feat.Jim James / Moby

  10. Bulunur Mu / Altın Gün

  11. Loan Your Loneliness (Radio Edit) / GRUFF RHYS

  12. You Hear Georgia / Blackberry Smoke

  13. The Revolution Will Not Be Televised (feat. Kenyatta Hill & Mateo Monk) / The Archives

  14. Will You Make It? / The Muckers

  15. Golden Restless Age / Kings of Leon.   Ascolta le vecchie puntate QUI
    La Classifica Musicale ogni sabato alle 20.00, in replica la domenica alle 11.30 e il lunedì sera alle 21.30, anche in podcast

L'articolo 🎧 La Classifica Musicale di Controradio del 10 Aprile 2021 proviene da www.controradio.it.

Omaggio ad Andrea Mi al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci

Omaggio ad Andrea Mi al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci

Martedì 13 aprile, ad un anno esatto dalla scomparsa del nostro amico e collega radiofonico Andrea Mi, in diretta dal museo  Pecci di Prato il live set “Macerie Sonore”

L’evento si terrà martedì 13 aprile alle 18.00 e sarà trasmesso dal sito Centro Pecci, dalla pagina Mixology di Mixcloud, da Radio Mi Albany.

L’appuntamento è organizzato dalla neonata Associazione Andrea Mi, in collaborazione con Centro per l’arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, Controradio Firenze, Fondazione Stensen, Libera Accademia delle Belle Arti di Firenze (LABA), Radio Mi Albany

l live set “Macerie Sonore” si pone l’obiettivo di costruire un’esperienza sonora che mette al centro un’elevata collaborazione tra artista e tecnologia. Strumenti compositivi tra i quali software di Machine Learning, Neural Speech Synthesis, algoritmi generativi e GPT-2 andranno a generare frammenti di suono e testo, voci sintetiche e paesaggi sonori curati attraverso la guida estetica dell’artista. Inoltre, per interfacciarsi in modo diretto con la tecnologia, Giordano Fiacchini utilizzerà sensori di prossimità per performare in modo organico sui tappeti sonori ottenuti.

In apertura, l’intervento della direttrice del Centro Pecci Cristina Perrella, che dichiara: “Andrea Mi è stato per il Centro Pecci un compagno di viaggio e un sostenitore della nostra mission: avvicinare le persone attraverso le mostre e gli eventi ai grandi temi della vita e della società. La sua vitalità creativa e la capacità di unire generazioni diverse, restano per noi uno stimolo a continuare la sua ricerca di un punto di contatto tra le arti. Proprio per questo lo avevamo chiamato come guida “speciale” per la mostra Night Fever: aveva infatti un modo unico di unire cultura pop e teoria musicale. La sua curiosità sconfinata era il modo migliore per coinvolgere i visitatori rendendoli protagonisti attivi e partecipi. È stato un esploratore continuo del contemporaneo e questa sua attitudine è un’importante parte dell’eredità che ci ha lasciato e che dobbiamo sempre tenere viva”.

La diretta dell’evento sarà reperibile sul sito web istituzionale (https://centropecci.it/) del Centro Pecci e sul suo canale you tube (https://www.youtube.com/channel/UCufY2KsKnzmdLfYmHqvE1uw), sulla pagina Mixcloud (https://www.mixcloud.com/andrea_mi/) e trasmessa da Radio Mi Albany (https://radiomi.al/).

L'articolo Omaggio ad Andrea Mi al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci proviene da www.controradio.it.

Riccardo Scianca, musicista dei Vidia e dei Malarima, è morto

È scomparso in seguito di un male incurabile Riccardo Scianca. É stato il batterista della prima formazione di Erriquez, i Vidia, tra i vincitori del Rockcontest 1988. Aveva poi suonato anche nei Diaframma ed era attualmente parte dei Malarima.

L’ultimo progetto musicale a cui Riccardo Scianca stava lavorando sono appunto i Malarima, una band nata nel 2016 che lo vedeva in formazione insieme a Alberto Agnelli e Max Rossi, praticamente i tre quarti dei primi Vidia che insieme a Enrico Greppi (Erriquez/Bandabardò), anche lui recentemente scomparso, avevano formato i Vidia, rock band fiorentina che nel 1988 furono i vincitori del festival Rock Contest organizzato fin dal 1984 da Controradio.

“Il sound del gruppo – si legge in una recensione di Costanza Baldini di alcuni mesi fa pubblicata su InToscana – appare un’originale rivisitazione di ascolti stratificati di Lou Reed, REM ed il Paisley Underground dei Dream Syndicate, Clash, la new wave degli anni 80, il grounge dei 90 e molto altro, producendo una sintesi estremamente originale dove si immergono i testi che raccontano il presente quotidiano visto dagli occhi di chi non è più un ragazzo. Nelle loro canzoni il garage si mescola all’indie rock e, a volte, al pop. Immagini e storie rubate alla vita di tutti i giorni, con sullo sfondo temi universali come le migrazioni, l’assenza della politica, le guerre on-demand, la difficoltà delle relazioni interpersonali o la ricerca di una realtà alternativa”.

Affezionato ascoltatore di Controradio, appassionato tifoso viola ed allenatore di squadre giovanili di calcio viene descritto da quelli che lo conoscevano come “Un grande conquistatore di simpatia ed amicizia grazie ad una profonda umanità sempre volto a donarsi agli altri tanto da apparire ad ognuno di noi come un Fratello. Talento musicale e calcistico sopraffino”.

Insomma, Riccardo Scianca “was one of us”. Che la terra ti sia lieve fratello.

L'articolo Riccardo Scianca, musicista dei Vidia e dei Malarima, è morto proviene da www.controradio.it.

45 anni suonati 45 anni informati! 31 marzo 1976, registrazione di Controradio come testata giornalistica

45 anni suonati 45 anni informati! 31 marzo 1976, registrazione di Controradio come testata giornalistica

45 anni suonati 45 anni informati! 31 marzo 1976, registrazione di Controradio “giornale quotidiano radiodiffuso” come testata giornalistica. Un anno di eventi, iniziative, ricordi e testimonianze per ripercorrere una Storia che continua.


Controradio esordisce dal castello di Montalbano sopra Rovezzano. Sei mesi di trasmissioni che segnarono l’inizio di un percorso tra etere e territorio che ancora oggi prosegue e si evolve. Il nome della radio viene dal libro “Informazione e controinformazione” di Pio Baldelli che è stato per cinque lustri il direttore responsabile.

Nel settembre del 1977, sull’onda del movimento che si sviluppa in quell’anno, la radio si costituisce in cooperativa e trova la sua sede in via dell’Orto, nell’Oltrarno di Firenze, con un trasmettitore da appena 25 watt. Si apre alla vita culturale della città promuovendo momenti di aggregazione, eventi, nuovi linguaggi ed è la seconda radio libera in Italia, dopo Radio Alice di Bologna, ad essere chiusa dalla polizia dopo una giornata di cortei e scontri. Protagonista della grande rivoluzione della scena culturale e della night life fiorentina negli anni 80, “Controradio giornale quotidiano radiodiffuso” non ha mai smesso di essere la voce di ciò che accade a Firenze ed in Toscana.

Controradio
Studio di Controradio in via dell’Orto 15r, Firenze ©Controradio
Informazione e cultura, territorio e respiro internazionale, musica e avanguardia: ingredienti inscindibili  che fanno ancora oggi l’identità di una radio, ‘glocal’ ancora prima che il neologismo venisse coniato, radio comunitaria ‘di fatto’ per la sua forte relazione non solo sonora con i suoi ascoltatori e ascoltatrici divenuti poi soci del Controradio Club, ancora troppo pochi ma vitali per una realtà editoriale che nonostante gli anni, non sente il peso dell’età ma quello della crescita, del cambiamento, della capacità di evolversi su nuove piattaforme e con nuovi strumenti digitali senza perdere la cifra del suo essere. Dagli anni delle grandi battaglie civili alla crisi pandemica, Controradio scandisce giornate, suono e sapore della vita di migliaia di persone. Da quel 31 marzo 1976 sono passati 45 anni per una Storia che continua per una Voce che resiste, anche grazie a voi!

L'articolo 45 anni suonati 45 anni informati! 31 marzo 1976, registrazione di Controradio come testata giornalistica proviene da www.controradio.it.

🎧 In anteprima su Controradio, nuovo singolo Aquqrama, ‘Together (A better place to celebrate)’

🎧 In anteprima su Controradio, nuovo singolo Aquqrama, ‘Together (A better place to celebrate)’

Gli  Aquarama tornano con un nuovo singolo “Together (A better place to celebrate)”. Un messaggio di speranza per un futuro luminoso, in cui riunirsi liberamente con una nuova consapevolezza di ciò che davvero conta di più: stare insieme e celebrare la vita alla luce del sole! Ascolta l’intervista a cura di Giustina Terenzi

Che fine hanno fatto gli Aquarama? Il loro ultimo album “Teleskop” è stato pubblicato nel gennaio 2020, appena un mese prima che la pandemia raggiungesse il suo apice in Europa e li costringesse ad interrompere il loro tour e tornare a casa in Italia. Da allora Dario e Guglielmo hanno trascorso tutto il loro tempo esercitandosi su nuovi strumenti e studiando tecniche di registrazione e missaggio. Ovviamente si sono preoccupati anche del loro futuro e di quello della loro generazione: cosa accadrà? Ci sarà di nuovo un tempo in cui potremo stare di ancora insieme? In mezzo a questi interrogativi iniziò ad emergere nuova musica…. ” Together (A Better Place To Celebrate) “ è una canzone pop psichedelica nelle cui vene scorre sangue funk-soul. Seguendo le tracce di grandi musicisti del passato come The Beatles, The Fifth Dimension e The Wrecking Crew, veicola attraverso una sorta di meditazione guidata, un messaggio di speranza per un futuro luminoso, in cui riunirsi liberamente con una nuova consapevolezza di ciò che davvero conta di più: stare insieme e celebrare la vita alla luce del sole!

Per raggiungere questa sensazione cosmica di felicità, gli Aquarama hanno chiesto un piccolo aiuto ai loro amici, quello di unirsi a loro nel grande coro finale della canzone dove cantano insieme più di 20 voci, provenienti da Italia, Regno Unito, Brasile e America. Tra di loro Toco, L’Albero , Pearz , Sinedades , Duke of Surl e tanti altri! La canzone è stata interamente registrata e mixata in casa, tra Firenze e Milano.

Ascolta il brano QUI 

Canale Youtube della band

L'articolo 🎧 In anteprima su Controradio, nuovo singolo Aquqrama, ‘Together (A better place to celebrate)’ proviene da www.controradio.it.