Diladdarno dal 9 al 17 novembre

Quest’anno Diladdarno , la manifestazione che si tiene nell’Oltrarno fiorentino tra cultura, artigianato, cibo e musica, crescerà dalle due tradizionali giornate ad una programmazione no-stop dal 9 al 17 novembre 2013, con un calendario ricchissimo di appuntamenti.

Diladdarno 2013

“Diladdarno è quella parte della città di Firenze che si stende lungo la riva sinistra dell’Arno.Una città oltre il fiume, un luogo d’arte, di vita, ma anche di artigianato e commercio.Vivere in questo antico quartiere, passeggiare lungo le sue strade, soffermarsi tra le bancarelle dei mercati ed entrare nelle botteghe significa conoscere e amare Firenze.Firenze con il suo nobile passato e il suo dinamico presente. Questo è l’Oltrarno un luogo dove l’arte e la vita non hanno mai smesso di parlare.”

L’altra grande novità è che Diladdarno 2013 si svolgerà in concomitanza con “Florence Wine Event” (9 – 10 novembre), la rassegna che porta a Firenze il meglio della produzione vinicola italiana. L’evento di promozione enologica, arrivato ormai all’ottava edizione, prevede la partecipazione di grandi e piccole aziende produttrici non solo di vini di qualità ma anche di olio extravergine di oliva e altri alimenti tipici della tradizione toscana, il tutto per un’esperienza enogastronomica a 360°. Gli espositori, che oltre a mostrare metteranno anche in vendita i loro prodoti, avranno a disposizione due location di indiscutibile fascino: Il Convitto della Calza e lo Showroom Riccardo Barthel.
Diladdarno 2013 porterà intrattenimento, degustazioni, mostre, mercati nelle strade e nelle piazze più famose della “rive gauche” fiorentina, dalla centralissima Piazza Santo Spirito alle strade del Centro Commerciale Naturale Boboli. Da segnalare l’esposizione fotografica nell’ex chiesa San Carlo dei Barnabiti (via Sant’Agostino,23), “La Firenze del dopoguerra”, che attraverso una serie di scatti di Red Giorgetti ripercorre la storia del capoluogo toscano dagli anni ’40 agli anni ’70.
La manifestazione ha precisa voltà di far scoprire il magnifico quartiere, raccontato dai celebri romanzi di Vasco Pratolini, attraverso i suoi luoghi storici, la sua produzione artigianale e le sue attività commerciali. In una città sempre più cosmopolita, l’Oltrarno è forse rimasto quel territorio che più di altri può essere considerato custode della vera “fiorentinità”. Eventi come questo non vogliono solo proteggerne l’identità culturale ma anche valorizzarla affinchè possa diventare un importante punto di riferimenti per il turismo esperienziale e di qualità.