M5S organizza un ‘mini-referendum’ sulla tramvia

M5S organizza un ‘mini-referendum’ sulla tramvia

🔈Firenze, il M5S organizza un “mini-referendum” sulle linee della tramvia ancora da realizzare, con una conferenza stampa infatti, Arianna Xekalos e Cosimo Giorgetti, rispettivamente capogruppo comunale e Consigliere del Quartiere 1 del Movimento 5 Stelle hanno annunciato che dopo aver discusso a lungo su cosa sia meglio per Firenze, per quanto riguarda la realizzazione delle future linee tramviarie, hanno deciso di fare quello che il Sindaco Nardella e il suo partito si sono sempre rifiutati di fare, cioè un vero e proprio sondaggio, un mini referendum, per capire cosa vogliano davvero i fiorentini.

“Per la linea 1, il suo prolungamento verso Careggi, e la linea 2 non è stato fatto nessun referendum. O meglio come tutti sanno è stato fatto nel 2008 e poi anche completamente disatteso. Oggi vogliamo mettere la parola fine a questo modo di operare e siamo qui per annunciare l’apertura di una campagna di informazione e di discussione con la cittadinanza sul futuro della tramvia verso Piazza San Marco” continuano Xekalos e Giorgetti. “In tutti i nostri gazebo e nel nostro ufficio a Palazzo Vecchio, mettiamo a disposizione la documentazione necessaria per informare i cittadini e far decidere a loro, con un semplice questionario, quale sia la priorità per Firenze”.

“In Toscana abbiamo una legge, la legge 69/2007, che prevede, per la realizzazione di grandi interventi, un dibattito pubblico, che ad oggi non è mai avvenuto” concludono Xekalos e Giorgetti. “Visto che in questi anni la Giunta Nardella non ha mai fatto un dibattito vero pubblico, abbiamo deciso di portarlo avanti noi. Con il nostro questionario portiamo avanti un mini-referendum per sapere davvero cosa vogliono i fiorentini. Un dato mai preso in considerazione fino ad oggi ma che noi riteniamo invece fondamentale”

Gimmy Tranquillo ha intervistato Arianna Xekalos e Cosimo Giorgetti:

L'articolo M5S organizza un ‘mini-referendum’ sulla tramvia proviene da www.controradio.it.