Street art ‘invasion’ a Firenze

Street art ‘invasion’ a  Firenze

Zero Cosap e prenotazione on line per le esibizioni temporanee fuori dall’area Unesco. Oggi la presentazione con l’assessore Del Re, il consigliere Guccione e i presidenti dei Quartieri

La street art arriva nelle periferie per animare gli spazi frequentati da cittadini e famiglie: piazze, parchi e mercati all’insegna della musica e delle espressioni artistiche. Per lanciare le nuove opportunità e le nuove postazioni, mercoledì 19 dicembre è in programma un flash mob in tutti i quartieri della città: a partire dalle 17 cinque giovani musicisti e band fiorentine si esibiranno in contemporanea in una postazione per quartiere. L’iniziativa, organizzata con l’associazione Fiore sul vulcano e con gli operatori di strada del Q4, è stata presentata oggi in Palazzo Vecchio dall’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re, con il consigliere alle Politiche giovanili Cosimo Guccione e i presidenti dei Quartieri, Maurizio Sguanci (Q1), Michele Pierguidi (Q2), Alfredo Esposito (Q3). Grazie al nuovo sistema, gli artisti di strada potranno esibirsi prenotando on line e senza pagare il canone di occupazione suolo pubblico. Le postazioni, georeferenziate e inserite in una mappa interattiva sul sito del Comune, saranno facilmente riconoscibili grazie a specifici stencil sul posto. Le postazioni potranno essere utilizzate anche di mattina in occasione dei mercati.
“Un modo per ampliare le opportunità di espressione degli artisti – ha detto l’assessore Del Re – e dare spazio anche a nuovi giovani musicisti fiorentini e non solo. Un’occasione per dare un’immagine più metropolitana di Firenze, anche attraverso l’arte di strada e sfruttando le opportunità legate all’arrivo della tramvia, in grado di far emergere nuovi luoghi adatti a queste forme espressive, rivitalizzare altre zone della città e rendere i quartieri sempre più protagonisti. Per incentivare questo sviluppo – ha proseguito Del Re – abbiamo previsto l’esenzione dal pagamento del canone per l’occupazione del suolo pubblico per tutte le postazioni fuori dall’area Unesco. Uno strumento anche per rendere più facili i controlli delle postazioni abusive”.
“Una nuova opportunità che rende Firenze una città sempre più europea – ha detto il consigliere Guccione – Un grande lavoro tecnico fatto dall’Amministrazione per innovare il sistema e rendere possibile la prenotazione on line degli spazi, aprendo la città all’arte contemporanea giovanile e dando nuova vita alle periferie attraverso la musica e le performance artistiche”.
“Siamo felici di questa opportunità – hanno detto i presidenti dei Quartieri – che porta l’arte di strada in zone meno centrali, permettendo a tanti giovani di esibirsi e farsi conoscere e valorizzando spazi dei quartieri che meritano di essere vissuti. Un’iniziativa che abbiamo sposato da subito partecipando direttamente anche alla scelta dei luoghi più adatti ad accogliere le postazioni, che saranno valorizzati grazie all’arte di strada”.
Per la concessione a carattere temporaneo (che va ad aggiungersi alla tipologia di durata biennale) è previsto un sistema di prenotazione on line attraverso la pagina artistidistrada.comune.fi.it/artisti_di_strada. Le postazioni a carattere temporaneo fuori dall’area Unesco potranno essere utilizzate senza amplificazione, dalle 17 alle 19.30 (o dalle 11 alle 13 in caso di mercati). Le postazioni potranno essere utilizzate di mattina in occasione dei mercati: tutti i giorni alle Cure (sottopasso), in piazza Acciaiuoli, all’Isolotto (passerella) e in piazza Dalmazia; il martedì alle Cascine (fermata).
(sc)
Programma esibizioni flash mob

Q1 – Piazza San Jacopino: Medemo (ore 17), Addio Proust (ore 18.30)
Q2 – Sottopasso delle Cure: Aida (ore 17), Batucada Agogo (ore 17.30), Avverso (ore 18)
Q3 – Piazza Bartali: Lupineri (ore 17), Loren (17.30)
Q4 – spazio antistante BiblioteCanova e Centro giovani Sonoria: artisti del centro giovani Sonoria (ore 17)
Q5 – Terza Piazza-spazio verde fronte Coop di piazza Leopoldo: Il mago annoiato (ore 17), Lenostrepaure (ore 17.30)

Le postazioni temporanee fuori dell’area Unesco

Quartiere 1
Piazza San Jacopino; parco delle Cascine in prossimità della fermata della tramvia
Quartiere 2
Giardini di Campo di Marte; giardini di Bellariva; piazza Savonarola; via Aretina (Varlungo); area Pettini Burresi; sottopasso delle Cure
Quartiere 3
Piazza Bartali; piazza Acciaioli; parco Anconella; parco viale Tanini; piazza Elia Dalla Costa
Quartiere 4
Viale dei Bambini; parco Villa Vogel; spazio antistante BiblioteCanova e Centro giovani Sonoria; piazza della Crezia a Ugnano; spazio compreso Mc Donald’s via Cecioni; fronte passerella Isolotto
Quartiere 5
Terza Piazza-spazio Verde fronte Coop di Piazza Leopoldo; piazza Dalmazia nuova area mercatale; marciapiede angolo via Forlanini – via di Novoli/ingresso centro commerciale lato via di Novoli; parco di San Donato.

L'articolo Street art ‘invasion’ a Firenze proviene da www.controradio.it.

Firenze eletta vicepresidente di Eurocities

Firenze eletta vicepresidente di Eurocities

Firenze è stata eletta ‘vicepresidente di Eurocities’, l’elezione è avvenuta venerdì ad Edimburgo, dove il sindaco Nardella ha partecipato al meeting annuale ‘Cities4Europe, Europe for citizens’ di Eurocities.

Quello di Eurocities è un network che riunisce le 140 principali città europee (tra cui Berlino, Vienna, Milano, Parigi, Londra, Versavia, Barcellona e 45 città partners, per un totale di 39 paesi e 130 milioni di cittadini) per affrontare in modo condiviso le sfide strategiche a livello locale, di cui Firenze era già città membro del direttivo. La presidenza è andata, invece, alla città di Stoccolma, guidata dalla sindaca Anna Konig Jerlmyr.

EurocitiesIl sindaco Dario Nardella, accompagnato dall’assessore al bilancio Lorenzo Perra e dal consigliere comunale delegato per le politiche giovanili Cosimo Guccione, ieri ha partecipato al dibattito sul tema ‘Implementation and strengthening the EU urban agenda’ ed oggi alla sessione politica ‘Building our future together’.

La ‘Urban Agenda’ di Eurocities è una pietra miliare per l’Europa e per le città. Riconosce l’importanza delle città europee permettendo loro di sedersi al tavolo delle decisioni di Bruxelles.

Per questo gli obiettivi del manifesto sono molteplici tra cui la collaborazione tra tutti i livelli di governo per avere maggiore incisività, condividendo responsabilità e azioni da intraprendere; portare le istanze delle città nella prossima commissione europea, rafforzare il rapporto con l’Eu, trovando soluzioni per i problemi delle città, per poter avvicinare l’Europa ai cittadini e proteggere le nostre democrazie partendo dal coinvolgimento diretto dei cittadini.

Durante l’iniziativa il sindaco Nardella ha incontrato Lord Provost Frank Ross sindaco di Edimburgo, città gemellata con Firenze.

L'articolo Firenze eletta vicepresidente di Eurocities proviene da www.controradio.it.

Firenze: su sito comune mappa street art

Firenze: su sito comune mappa street art

La mappa è online, sul sito del Comune, all’indirizzo https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=1FEPuXN9g0dXGpm-647bfqD BMWto&ll=43.78178810718298%2C11.24760480000009&z=13; al suo interno sono indicati anche spazi particolari dove ‘graffitare’

Firenze mappa della ‘street art’ in città. Oltre 50 spazi segnalati di creatività urbana, con grandi murales, graffiti e interventi con adesivi, ‘stencil’ e affissioni che caratterizzano ormai da qualche anno le strade della città, oltre ai luoghi scelti Comune dove sarà possibile realizzare nuovi interventi artistici. La mappa è online, sul sito del Comune, all’indirizzo https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=1FEPuXN9g0dXGpm-647bfqD BMWto&ll=43.78178810718298%2C11.24760480000009&z=13; al suo interno sono indicati anche spazi particolari dove ‘graffitare’, dai negozianti privati che mettono a disposizione i bandoni ai muri lungo la ferrovia, dal retro dei pannelli della tramvia ai muri di alcuni istituti scolastici, dai piloni del viadotto all’Indiano ai muri dei sottopassi delle Cure, del Gignoro e di piazza Alberti. Ma anche percorsi nel parco delle Cascine e l’arredo urbano in piazza Nannotti.
E’ in arrivo anche un nuovo sito (www.firenzestreetart.com) che vuole dare visibilità ulteriore ai luoghi di creatività e produzione della street art fiorentina, integrando il lavoro già fatto dal Comune per fare il punto sull’arte underground a Firenze. Il progetto del sito è realizzato da Fondazione Stensen e Gold, in collaborazione con Graffiti a domicilio, Street Levels Gallery, e con il supporto di TheSign – Comics&ArtsAcademy Firenze.
“I murales aggiungono colore negli angoli della nostra città – hanno dichiarato l’assessore alle politiche giovanili, Andrea Vannucci, e il collaboratore del sindaco per le politiche giovanili, Cosimo Guccione -. Il senso di questa mappa è riconoscere uno spazio in città per le nuove forme di espressione artistica al fine di creare spazi di libera espressione del pensiero”.

L'articolo Firenze: su sito comune mappa street art proviene da www.controradio.it.