Spara a casellante su A15: ritrovata auto a Pontremoli

Spara a casellante su A15: ritrovata auto a Pontremoli

E’ stata ritrovata a Pontremoli, nella tarda serata di ieri, la Mercedes dalla quale un uomo ha sparato contro un casellante all’uscita dell’A15 a Pontremoli, senza colpirlo. L’automobilista sarebbe riuscito a fuggire facendo perdere le sue tracce ed è ancora ricercato.

E’ caccia all’uomo in tutta la provincia di Massa Carrara dopo che, nel tardo pomeriggio di ieri, un automobilista a bordo di una Mercedes classe B, arrivato al casello di uscita dell’A15 a Pontremoli, con il volto travisato da un passamontagna, ha rallentato come per pagare ma, sembra senza dire una parola, ha estratto un fucile e ha fatto fuoco.

Il casellante, ha fatto in tempo a vedere la canna del fucile spuntare dal finestrino e si è
gettato a terra rimanendo illeso. I pallini di piombo hanno forato il tetto del gabbiotto. Subito dopo l’automobilista, un uomo, ha sfondato la sbarra del casello ed è fuggito.
L’auto è poi risultata rubata due giorni fa a Pontremoli.  Sul posto è intervenuta la polizia stradale e il 118: il casellante è stato accompagnato in stato di choc all’ospedale di
Pontremoli.

“Ringraziamo le forze dell’ordine per il lavoro puntuale, professionale, per l’impegno che stanno mettendo nella ricerca di questo pericoloso personaggio che ieri
indossando in volto una maschera ha sparato con un fucile all’interno del casello autostradale dove stava svolgendo il proprio lavoro un dipendente, a cui rivolgiamo tutta la nostra vicinanza ed affetto”. Lo ha detto, in una nota, il deputato del
Pd Cosimo Maria Ferri.
“Inquietanti sono state le modalità dell’accaduto. E’ innegabile che vi sia grande preoccupazione tra tutta la popolazione. Mi rivolgo al capo della polizia affinché invii personale e mezzi per rafforzare i controlli in un territorio esteso e per consentire l’organizzazione di più equipaggi che possano rendere più efficace e capillare l’attività di ricerca. Confidiamo ed abbiamo fiducia nelle forze dell’ordine e nell’attenzione da parte dei vertici per rafforzare gli interventi”, ha concluso Ferri.

L'articolo Spara a casellante su A15: ritrovata auto a Pontremoli proviene da www.controradio.it.

Carrara: forza blocco e investe maresciallo, ricercato

Carrara: forza blocco e investe maresciallo, ricercato

Ricerche in corso a Carrara e nella provincia circostante, di un malvivente che ieri sera ha forzato con l’auto un posto di blocco dei carabinieri e, durante la manovra spericolata, ha investito un maresciallo dell’Arma, poi medicato all’ospedale di Marina di Massa per una ferita alla spalla.

Secondo quanto riportano stamani i giornali locali, sarebbero stati sparati almeno due colpi di pistola, sembra in aria, per convincere il malfattore a fermare la fuga. Gli spari sarebbero
stati riferiti da testimoni ma su questo aspetto sono ancora in corso gli accertamenti degli investigatori. Dopo le cure al pronto soccorso, il sottufficiale è stato
dimesso.

Il malvivente era ricercato per una serie di furti su auto in sosta di proprietà di ciclisti che ieri partecipavano ad una gara tra Carrara e Massa.

“Ho già espresso telefonicamente la mia solidarietà, la mia vicinanza ed il mio affetto al comandante della Stazione dei Carabinieri di Avenza, luogotenente Filippo Mirabella che ho avuto occasione di conoscere e di apprezzare, durante la mia attività di magistrato, per la sua professionalità, per il suo impegno e per il suo coraggio. Sono fiducioso nel lavoro della magistratura e delle forze dell’ordine che sapranno consegnare alla Giustizia gli autori del reato”. Lo dichiara il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri, riguardo all’episodio di Carrara. “Il tema della sicurezza sarà per me una priorità – ha aggiunto – e continuerò nel lavoro fatto in questi anni di Governo durante i quali abbiamo inasprito le pene dei reati di furto in abitazione e rapina, lavorato per rendere il processo penale rapido e per garantire la certezza della pena. Il mio impegno sarà quello di fornire mezzi, risorse, personale alle forze dell’ordine per rafforzare il controllo del territorio renderlo capillare anche attraverso un sistema di vide sorveglianza”.

L'articolo Carrara: forza blocco e investe maresciallo, ricercato proviene da www.controradio.it.

Minori: Ferri, “Preoccupano gravi episodi Casalguidi e Giulianova”

Minori: Ferri, “Preoccupano gravi episodi Casalguidi e Giulianova”

”Destano preoccupazione gli ennesimi episodi di violenza da parte di minori. Mi riferisco a quello nei confronti di un anziano a Casalguidi, nel comune di Serravalle Pistoiese, da parte di 5 ragazzi che hanno ripreso l’aggressione e postato il video sui social e a quello che si è verificato a Giulianova con un 17enne accoltellato al volto da un coetaneo a scuola. Ci troviamo di fronte a comportamenti gravissimi che devono far riflettere perché denunciano un malessere e l’assenza totale di principi e valori tra i più giovani”. E’ quanto dichiara il sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Maria Ferri, candidato nel collegio di Massa sull’uninominale della Camera.

“Molto è stato fatto in questi anni nelle scuole per educare al rispetto dell’altro, per combattere le discriminazioni, il fenomeno del bullismo, le prepotenze. Le scuole infatti sono la base di partenza per fare prevenzione ed evitare che si verifichino casi di intolleranza e di violenza, ma è evidente -avverte Ferri- che occorre andare oltre, investire di più.

Devono essere maggiormente coinvolte le famiglie affinché vigilino sui ragazzi, sui loro atteggiamenti, sugli eventuali segnali di un disagio che si possono tradurre in azioni riprovevoli, lesive nei confronti di individui deboli, indifesi, ‘diversi’. E bisogna puntare su campagne istituzionali che non solo educhino i ragazzi ma li vedano protagonisti, che spieghino agli adolescenti anche l’uso corretto dei social dove le nuove generazioni trascorrono moltissimo del loro tempo”.

I minori denunciati per i fatti di Casalguidi, dopo l’identificazione negli uffici della questura, sono stati affidati ai genitori. In queste ore stanno fioccando le accuse. Il pm della procura presso il tribunale dei minorenni di Firenze, Filippo Focardi, ha ipotizzato anche i reati di lesioni volontarie dolose e di diffamazione aggravata dalla diffusione via web del video. Due accuse in più che oggi si sono aggiunte a quella di ieri sera, con cui è partita la polizia: il tentato furto per ”strappo” del bastone da parte di uno dei ragazzi, che – nel video è chiaro – raggiunge il vecchietto, ultraottantenne, e gli sottrae il bastone facendolo cadere in una stradina di Casalguidi. La squadra mobile ha identificato i cinque proprio grazie al video diffuso sui social mentre l’episodio risale al 14 febbraio scorso. Elementi decisivi all’identificazione sono stati gli abiti, posti sotto sequestro. Sequestrati anche i telefonini cellulari con cui i cinque si sono filmati durante l’aggressione all’anziano.

L'articolo Minori: Ferri, “Preoccupano gravi episodi Casalguidi e Giulianova” proviene da www.controradio.it.