Hate speech a Rondine (AR) con “Youtopic Fest”

Hate speech a Rondine (AR) con “Youtopic Fest”

Dal 7 al 10 giugno, alla Cittadella della Pace di Rondine (AR), si svolgerà lo “Youtopic Fest”, il festival internazionale del conflitto, che quest’anno sarà dedicato alla lotta all’hate speech e al progetto regionale “Voci”.

“Voci– Visioni e azioni interconnesse contro le intolleranze e il discorso d’odio” è un progetto finanziato dalla Regione Toscana che coinvolge tredici realtà del territorio toscano tra ong, associazioni culturali, cooperative sociali e istituzioni locali, in tre capoluoghi della regione (Firenze, Pisa e Arezzo) e le città di Livorno e Pontedera. Il progetto, che si svolge tra giugno e novembre, mira a prevenire il discorso di odio online e offline attraverso un’autoformazione rivolta agli operatori delle organizzazioni coinvolte e una formazione specifica che coinvolga docenti e studenti, perché è la scuola che si trova in prima linea di fronte al difficile compito di affrontare questo fenomeno.

Le formazioni riguarderanno l’educazione ai media, l’approccio interculturale e il coinvolgimento attivo dei ragazzi e delle ragazze in laboratori didattici nelle scuole secondarie di primo e secondo grado e in centri estivi e biblioteche a cura dei partner del progetto. Tre gli eventi pubblici di sensibilizzazione previsti e uno spettacolo teatrale di riflessione sull’incontro con la diversità a cura del Teatro di Rifredi di Firenze. L’obiettivo è quello di sensibilizzare e promuovere una riflessione allargata sui pericoli della diffusione del discorso d’odio nelle sue varie sfaccettature e le possibili strategie di contrasto a livello giuridico, educativo e culturale.

“Il progetto, capofilato da COSPE – dice Chiara Pagni, responsabile del progetto –  sarà una preziosa occasione per formare e sensibilizzare insegnanti, alunni e delle alunne delle scuole secondarie e la società civile tutta della Toscana e renderli protagonisti attivi nella lotta ai discorsi di odio in tutte le sue forme”.

L’evento di lancio del progetto si svolgerà nell’ambito dello Youtopic Fest, il festival internazionale sul conflitto, che per il quarto anno consecutivo si svolge alla cittadella della pace di Rondine, tra i partner del progetto. Durante la tre giorni di eventi, in cui cittadini, rappresentanti delle istituzioni, imprenditori, giornalisti, accademici ed artisti si confrontano con giovani di tutto il mondo per elaborare un nuovo modello globale di convivenza e sostenibilità, si parlerà anche della Strategia Nazionale per l’Educazione alla Cittadinanza Globale, grazie agli interventi di esperti nazionali e di un rappresentante della Regione Toscana che presenteranno “Voci” nell’evento “Parole e conflitto. No hate speech” (venerdì 7 giugno, ore 16.30-Teatro Tenda). Interverranno: Milica – World House di Rondine, Elisa Bacciotti – Oxfam Italia, Francesca Vanoni – Centro per la Cooperazione Internazionale, Trento, Dolores Forgione – Istituto Europeo per lo Sviluppo socio-economico, Enrico Elefante – No Hate Speech Movement e Paolo Caldesi– Regione Toscana. Marco Dotti modererà l’incontro.

L'articolo Hate speech a Rondine (AR) con “Youtopic Fest” proviene da www.controradio.it.

Cooperante Cospe morto: eseguita autopsia a policlinico Gemelli

Cooperante Cospe morto: eseguita autopsia a policlinico Gemelli

Conclusa ieri sera al policlinico Gemelli di Roma l’autopsia disposta dalla procura capitolina sulla salma di David Solazzo, il cooperante 31enne morto a Capo Verde l’1 maggio in circostanze che per la famiglia non sono chiare mentre per le autorità isolane il decesso è da attribuire a un incidente domestico.

Anche su sollecitazione dei familiari la procura di Roma ha aperto col pm Erminio Amelio un’inchiesta per omicidio volontario. Il fascicolo per ora non ha indagati, ma intanto è stato deciso di fare una seconda autopsia dopo quella effettuata dalle autorità di Capo Verde in un ospedale dell’isola di Fogo dove David Solazzo soggiornava ed è morto.

L’autopsia si è svolta nel pomeriggio di ieri dopo il conferimento dell’incarico, con i quesiti, fatto dalla procura. Tra i dubbi da chiarire, è da valutare il tipo di ferite da taglio che hanno causato a David Solazzo emorragie mortali. Al Gemelli l’esame medico legale è stato guidato dal professor Vincenzo Pascali. La famiglia, tramite l”avvocato Giovanni Conticelli, ha nominato come medico legale consulente di parte la dottoressa Martina Focardi.

L'articolo Cooperante Cospe morto: eseguita autopsia a policlinico Gemelli proviene da www.controradio.it.

Cooperante morto: Cospe assume avvocato di Capo Verde per seguire indagini

Cooperante morto: Cospe assume avvocato di Capo Verde per seguire indagini

In attesa di ricevere formalmente il referto scritto da parte della Procura della repubblica di Capo Verde, comunichiamo che Cospe ha deciso di assumere un avvocato locale, che più da vicino potrà seguire le indagini, garantire la correttezza del loro svolgimento, nel rispetto delle richieste della famiglia e delle procedure, e anche per assicurare sicurezza e protezione legale al nostro personale in loco”.

E’ quanto spiega in una nota la onlus di Firenze che si occupa di cooperazione, in merito alle indagini sulla morte di David Solazzo, il cooperante fiorentino che lavorava per Cospe, trovato privo di vita sull’isola di Fogo l’1 maggio. “David era uno di noi e per questo Cospe si sente coinvolto in prima persona nella ricerca della verità sulla sua tragica morte – dichiara Giorgio Menchini, presidente Cospe -. Pur rinnovando la fiducia nell’operato degli inquirenti, non abbasseremo la guardia e continueremo a fare pressione perché tutto sia chiarito, fino a costituirci parte civile in caso di processo.”

“In questo momento – prosegue Menchini – sono sul posto i familiari e a breve arriveranno sull’isola altri colleghi di Cospe. Insieme speriamo di avere al più presto il quadro chiaro di quanto accaduto nella notte tra il 30 aprile e il primo maggio. La ricerca della verità non ci restituirà David, per noi una grande perdita umana e professionale, ma per lo meno servirà a definire i contorni di questa terribile vicenda e a dargli giustizia in caso siano accertate responsabilità di terzi”, conclude Menchini.

Cospe spiega inoltre che “in questo momento a Fogo si sta svolgendo una commemorazione di David con tutti i partner di progetto. A lui è stata dedicata la dodicesima ‘mesa di dialogo’, incontro mensile previsto tra tutti gli attori del territorio per uno sviluppo partecipato del turismo sull’isola. L’ultima era stata presieduta da David insieme alla nostra rappresentate paese Carla Cossu. Alla fine dell’incontro tutti i ricordi saranno raccolti in un album che verrà consegnata alla famiglia.”

L'articolo Cooperante morto: Cospe assume avvocato di Capo Verde per seguire indagini proviene da www.controradio.it.

Solazzo: nessun indagato per morte cooperante Cospe

Solazzo: nessun indagato per morte cooperante Cospe

Il decesso del cooperante fiorentino David Solazzo, trovato morto nella sua casa sull’isola di Fogo l’1 maggio, sarebbe “avvenuto per l’emorragia provocata da tagli profondi sul braccio destro” e “al momento non sono state aperte indagini verso terzi”.

Lo avrebbe riferito il procuratore della Repubblica dello Stato di Capoverde, Silvia Soares, al console italiano nell’arcipelago Luigi Zirpoli secondo quanto rende noto un comunicato stampa diffuso stasera dalla ong fiorentina Cospe per la quale lavorava Solazzo.
“La volontà degli inquirenti – prosegue il Cospe – è comunque di approfondire il caso, dato che la dinamica dei fatti non è ancora chiara. La procura della Repubblica di Capoverde rilascerà a breve una dichiarazione scritta”. “I risultati dell’autopsia stabiliscono alcuni punti fermi – afferma nel comunicato Giorgio Menchini, presidente della ong Cospe – Tuttavia riteniamo importante che le indagini facciano chiarezza sull’intera dinamica dell’accaduto, ed escludano sulla base di ulteriori accertamenti l’assenza di coinvolgimento di soggetti terzi.
Rinnovando la nostra fiducia nelle autorità inquirenti, continueremo dunque a seguire con attenzione lo sviluppo delle indagini per garantire che sia fatta piena luce sui fatti che hanno portato alla tragica scomparsa di David, garantendo la nostra collaborazione e sostegno alla famiglia”.
“Auspichiamo che la procura di Capo Verde – commenta l’avvocato della famiglia Solazzo, Giovanni Conticelli – faccia ogni indagine con estremo rigore, non tralasciando nessun aspetto, non accontentandosi di una generica ipotesi di incidente domestico”.

L'articolo Solazzo: nessun indagato per morte cooperante Cospe proviene da www.controradio.it.