Cooperante Cospe morto: eseguita autopsia a policlinico Gemelli

Cooperante Cospe morto: eseguita autopsia a policlinico Gemelli

Conclusa ieri sera al policlinico Gemelli di Roma l’autopsia disposta dalla procura capitolina sulla salma di David Solazzo, il cooperante 31enne morto a Capo Verde l’1 maggio in circostanze che per la famiglia non sono chiare mentre per le autorità isolane il decesso è da attribuire a un incidente domestico.

Anche su sollecitazione dei familiari la procura di Roma ha aperto col pm Erminio Amelio un’inchiesta per omicidio volontario. Il fascicolo per ora non ha indagati, ma intanto è stato deciso di fare una seconda autopsia dopo quella effettuata dalle autorità di Capo Verde in un ospedale dell’isola di Fogo dove David Solazzo soggiornava ed è morto.

L’autopsia si è svolta nel pomeriggio di ieri dopo il conferimento dell’incarico, con i quesiti, fatto dalla procura. Tra i dubbi da chiarire, è da valutare il tipo di ferite da taglio che hanno causato a David Solazzo emorragie mortali. Al Gemelli l’esame medico legale è stato guidato dal professor Vincenzo Pascali. La famiglia, tramite l”avvocato Giovanni Conticelli, ha nominato come medico legale consulente di parte la dottoressa Martina Focardi.

L'articolo Cooperante Cospe morto: eseguita autopsia a policlinico Gemelli proviene da www.controradio.it.

Cooperante morto: Cospe assume avvocato di Capo Verde per seguire indagini

Cooperante morto: Cospe assume avvocato di Capo Verde per seguire indagini

In attesa di ricevere formalmente il referto scritto da parte della Procura della repubblica di Capo Verde, comunichiamo che Cospe ha deciso di assumere un avvocato locale, che più da vicino potrà seguire le indagini, garantire la correttezza del loro svolgimento, nel rispetto delle richieste della famiglia e delle procedure, e anche per assicurare sicurezza e protezione legale al nostro personale in loco”.

E’ quanto spiega in una nota la onlus di Firenze che si occupa di cooperazione, in merito alle indagini sulla morte di David Solazzo, il cooperante fiorentino che lavorava per Cospe, trovato privo di vita sull’isola di Fogo l’1 maggio. “David era uno di noi e per questo Cospe si sente coinvolto in prima persona nella ricerca della verità sulla sua tragica morte – dichiara Giorgio Menchini, presidente Cospe -. Pur rinnovando la fiducia nell’operato degli inquirenti, non abbasseremo la guardia e continueremo a fare pressione perché tutto sia chiarito, fino a costituirci parte civile in caso di processo.”

“In questo momento – prosegue Menchini – sono sul posto i familiari e a breve arriveranno sull’isola altri colleghi di Cospe. Insieme speriamo di avere al più presto il quadro chiaro di quanto accaduto nella notte tra il 30 aprile e il primo maggio. La ricerca della verità non ci restituirà David, per noi una grande perdita umana e professionale, ma per lo meno servirà a definire i contorni di questa terribile vicenda e a dargli giustizia in caso siano accertate responsabilità di terzi”, conclude Menchini.

Cospe spiega inoltre che “in questo momento a Fogo si sta svolgendo una commemorazione di David con tutti i partner di progetto. A lui è stata dedicata la dodicesima ‘mesa di dialogo’, incontro mensile previsto tra tutti gli attori del territorio per uno sviluppo partecipato del turismo sull’isola. L’ultima era stata presieduta da David insieme alla nostra rappresentate paese Carla Cossu. Alla fine dell’incontro tutti i ricordi saranno raccolti in un album che verrà consegnata alla famiglia.”

L'articolo Cooperante morto: Cospe assume avvocato di Capo Verde per seguire indagini proviene da www.controradio.it.

Solazzo: nessun indagato per morte cooperante Cospe

Solazzo: nessun indagato per morte cooperante Cospe

Il decesso del cooperante fiorentino David Solazzo, trovato morto nella sua casa sull’isola di Fogo l’1 maggio, sarebbe “avvenuto per l’emorragia provocata da tagli profondi sul braccio destro” e “al momento non sono state aperte indagini verso terzi”.

Lo avrebbe riferito il procuratore della Repubblica dello Stato di Capoverde, Silvia Soares, al console italiano nell’arcipelago Luigi Zirpoli secondo quanto rende noto un comunicato stampa diffuso stasera dalla ong fiorentina Cospe per la quale lavorava Solazzo.
“La volontà degli inquirenti – prosegue il Cospe – è comunque di approfondire il caso, dato che la dinamica dei fatti non è ancora chiara. La procura della Repubblica di Capoverde rilascerà a breve una dichiarazione scritta”. “I risultati dell’autopsia stabiliscono alcuni punti fermi – afferma nel comunicato Giorgio Menchini, presidente della ong Cospe – Tuttavia riteniamo importante che le indagini facciano chiarezza sull’intera dinamica dell’accaduto, ed escludano sulla base di ulteriori accertamenti l’assenza di coinvolgimento di soggetti terzi.
Rinnovando la nostra fiducia nelle autorità inquirenti, continueremo dunque a seguire con attenzione lo sviluppo delle indagini per garantire che sia fatta piena luce sui fatti che hanno portato alla tragica scomparsa di David, garantendo la nostra collaborazione e sostegno alla famiglia”.
“Auspichiamo che la procura di Capo Verde – commenta l’avvocato della famiglia Solazzo, Giovanni Conticelli – faccia ogni indagine con estremo rigore, non tralasciando nessun aspetto, non accontentandosi di una generica ipotesi di incidente domestico”.

L'articolo Solazzo: nessun indagato per morte cooperante Cospe proviene da www.controradio.it.

Scuola COSPE: corsi per lavorare in ONG e terziario

Scuola COSPE: corsi per lavorare in ONG e terziario

Nuovi corsi della Scuola COSPE: Da settembre al via con un corso di orientamento e da ottobre i nuovi diplomi per lavorare nel mondo della cooperazione internazionale.

la scuola si apre con l’open day del 28 settembre per poi riprendere con la programmazione dei diplomi su cooperazione e in non profit del nuovo anno accademico (2018-2019) della scuola COSPE. Da Ottobre al via con i nuovi corsi: dall’ortientamento ai diplomi 2018-2019.

Dal 2004 la Scuola, ente accreditato a livello regionale, offre infatti corsi professionalizzanti qualificati per lavorare nel mondo delle ONG e del terzo settore attraverso due percorsi di formazione complementari, che possono essere seguiti anche singolarmente, corrispondenti al profilo di “Project Officer” e di “Project Manager “.

I docenti della Scuola COSPE sono professionisti del settore della cooperazione internazionale e delle organizzazioni non profit, con grande esperienza professionale maturata nell’ambito della progettazione e della gestione di progetti di sviluppo, del monitoraggio e della valutazione, con anni di operatività effettiva.

Per dare una panoramica delle opportunità a livello formativo e professionale della scuola a settembre si terrà una prima giornata di orientamento gratuito, il prossimo 28 settembre dalle 17.00 alle ore 20.00 nell’aula corsi “Luciana Sassatelli” della sede di COSPE (via Slataper, 10 – Firenze).

Da venerdì 5 ottobre 2018, cominciano invece i corsi veri e propri con: “I Fondamenti della Cooperazione”. Ventiquattro ore di docenza per introdurre i concetti fondamentali della cooperazione e dell’educazione alla cittadinanza globale, della geografia delle disuguaglianze e dei diritti umani.

Tra il 19 ottobre e il 21 dicembre si svolgeranno le lezioni del Diploma di I Livello come Project Officer, 84  ore di insegnamenti pratici e teorici per formare i partecipanti sulla gestione di un progetto e sulle principali tecniche di comunicazione e fundraising. Il Diploma prevede anche lo svolgimento di tre seminari tematici: il primo sul ruolo delle donne nella cooperazione, il secondo su migrazioni e pari opportunità e infine un terzo sulla gestione delle risorse idriche e i cambiamenti climatici.

Il 10 gennaio verrà poi attivato il Diploma di II Livello come Project Manager, che andrà avanti fino al 24 maggio con una durata totale di 196 ore di lezioni in aula e di esercitazioni pratiche, a cui seguiranno nei mesi successivi 300 ore di tirocinio, in Italia o all’estero. Obiettivo del corso è formare figure specializzate in grado di prestare la propria collaborazione professionale ad organizzazioni non governative e enti locali per la gestione di progetti di sviluppo nei paesi contesto della cooperazione. Durante il corso verranno anche proposti tre approfondimenti geografici, su Africa, America Latina e Mediterraneo.

È possibile anche iscriversi ai singoli moduli dei corsi.

Tutti corsi si svolgeranno di venerdì pomeriggio (16.00-20.00) e in tutta la giornata di sabato (9.00-18.00) nella sede di COSPE (Via Slataper 10 Firenze), ma possono essere seguiti anche online grazie all’aula multimediale e al supporto di un tutor.

Per iscriversi all’Open Day e ai Diplomi, o per richiedere ulteriori informazioni, vi invitiamo a scrivere a formazione@cospe.org o a visitare il sito: www.cospe.org/scuola

L'articolo Scuola COSPE: corsi per lavorare in ONG e terziario proviene da www.controradio.it.