Patrick Zaki, solidarietà dal quartiere 5 di Firenze

Patrick Zaki, solidarietà dal quartiere 5 di Firenze

Un manifesto esprime la solidarietà per il ricercatore egiziano detenuto da quasi un anno

“Stamani mattina abbiamo affisso, sulla recinzione della sede del Quartiere 5 “Villa Pallini”, il manifesto che esprime solidarietà a Patrick Zaki. È sicuramente un piccolo segno – dichiara il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli – l’aver attaccato questo manifesto, insieme al Presidente della Commissione Cultura Andrea Ciulli e al Capogruppo di Sinistra Progetto Comune Vincenzo Pizzolo”. 

Lo striscione segue l’impegno preso dal Consiglio di Quartiere per esprimere la solidarietà dal Quartiere 5. Lo scorso 30 Luglio approvò la risoluzione presentata dal consigliere Pizzolo, votata all’unanimità dei presenti.

“Da oggi insieme a tutta l’Amministrazione si conferma l’attenzione della Città di Firenze nel seguire in modo particolare questa delicata vicenda che riguarda Patrick Zaki.  

Auspichiamo – conclude Balli – che al più presto Patrick Zaki possa essere liberato”. 

Patrick Zaki, ricercatore e studente egiziano si trova in detenzione preventiva fino a data da destinarsi. Il 7 dicembre il giudice della terza sezione antiterrorismo del tribunale del Cairo ha annunciato il rinnovo per 45 giorni della custodia cautelare dello studente dell’università di Bologna, in carcere da febbraio in Egitto con l’accusa di propaganda sovversiva. Rischia fino a 25 anni di carcere con l’accusa di propaganda sovversiva. Una campagna di Amnesty International chiede la sua liberazione.

L'articolo Patrick Zaki, solidarietà dal quartiere 5 di Firenze proviene da www.controradio.it.

Patrick Zaki, solidarietà dal quartiere 5 di Firenze

Patrick Zaki, solidarietà dal quartiere 5 di Firenze

Un manifesto esprime la solidarietà per il ricercatore egiziano detenuto da quasi un anno

“Stamani mattina abbiamo affisso, sulla recinzione della sede del Quartiere 5 “Villa Pallini”, il manifesto che esprime solidarietà a Patrick Zaki. È sicuramente un piccolo segno – dichiara il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli – l’aver attaccato questo manifesto, insieme al Presidente della Commissione Cultura Andrea Ciulli e al Capogruppo di Sinistra Progetto Comune Vincenzo Pizzolo”. 

Lo striscione segue l’impegno preso dal Consiglio di Quartiere per esprimere la solidarietà dal Quartiere 5. Lo scorso 30 Luglio approvò la risoluzione presentata dal consigliere Pizzolo, votata all’unanimità dei presenti.

“Da oggi insieme a tutta l’Amministrazione si conferma l’attenzione della Città di Firenze nel seguire in modo particolare questa delicata vicenda che riguarda Patrick Zaki.  

Auspichiamo – conclude Balli – che al più presto Patrick Zaki possa essere liberato”. 

Patrick Zaki, ricercatore e studente egiziano si trova in detenzione preventiva fino a data da destinarsi. Il 7 dicembre il giudice della terza sezione antiterrorismo del tribunale del Cairo ha annunciato il rinnovo per 45 giorni della custodia cautelare dello studente dell’università di Bologna, in carcere da febbraio in Egitto con l’accusa di propaganda sovversiva. Rischia fino a 25 anni di carcere con l’accusa di propaganda sovversiva. Una campagna di Amnesty International chiede la sua liberazione.

L'articolo Patrick Zaki, solidarietà dal quartiere 5 di Firenze proviene da www.controradio.it.

Coronavirus: Firenze; ripartono servizi educativi Piagge

Coronavirus: Firenze; ripartono servizi educativi Piagge

Ripartono da oggi a Firenze i servizi educativi delle Piagge e delle sue realtà – dalla ludoteca ‘La Prua’ al centro di aggregazione ‘L’approdo’ -, gestiti dalla cooperativa ‘Il girasole’.

La riapertura, specifica una nota di Palazzo Vecchio, è virtuale attraverso pc e telefono, per le disposizioni contro il Coronavirus: gli operatori forniranno attività di supporto didattico in collaborazione con le scuole, reperendo i compiti per i bambini e i ragazzi ed aiutandoli nell’attività educativa. Saranno 47 i bambini e gli adolescenti coinvolti, oltre a 20 nuclei familiari.

“Questa emergenza rischia di penalizzare le fasce più deboli e gli studenti a rischio dispersione scolastica – hanno detto l’assessora all’Educazione Sara Funaro e il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli – che con le scuole chiuse hanno più difficoltà a continuare i percorsi educativi. In questo periodo la nostra attenzione è ancora più alta su chi ha più difficoltà, perché dobbiamo scongiurare che la sospensione delle lezioni in classe aumenti il rischio di dispersione scolastica. Grazie al lavoro coordinato di tutti adesso riparte anche questo servizio fondamentale per colmare eventuali disparità fra studenti”.

L'articolo Coronavirus: Firenze; ripartono servizi educativi Piagge proviene da www.controradio.it.