In sacco a pelo nel Salone dei Cinquecento

In sacco a pelo nel Salone dei Cinquecento

Firenze, venerdì 21 settembre, torna la Notte al Museo per i bambini dai 6 ai 12 anni che dormiranno in sacco a pelo nel Salone dei Cinquecento.

Alla luce del successo dell’evento Firenze dei Bambini del maggio scorso e in preparazione della nuova edizione – che vedrà la sua realizzazione nell’aprile 2019 – a pochi giorni dalla ripresa delle scuole, venerdì 21 settembre, il Comune di Firenze e MUS.E offrono ai bambini e alle loro famiglie la possibilità di vivere un’esperienza unica: dopo un percorso guidato alla scoperta del palazzo, sarà possibile pernottare nel Salone dei Cinquecento fino alla mattina successiva.

Ed al risveglio, grazie alla collaborazione di Rigoni di Asiago e di Fondaco Italia, i partecipanti potranno fruire di una buona colazione… per poi lasciare il posto ai visitatori del giorno dopo.

“Un’esperienza magica che i bambini ricorderanno come momento di gioco e formazione – ha detto la vicesindaca Cristina Giachi – Un’occasione per chiudere gli occhi con la grandiosità del Salone dei Cinquecento e ritrovare al risveglio la stessa meraviglia. Una possibilità che insieme a Mus.e abbiamo voluto offrire nuovamente alle famiglie, dopo il grande successo dello scorso anno. I nostri bambini-cittadini – ha proseguito la vicesindaca – vivranno per una notte l’emozione di dormire nel 16esimo secolo, ma proietteranno questa esperienza nel loro futuro conservandola come patrimonio culturale”.

L'articolo In sacco a pelo nel Salone dei Cinquecento proviene da www.controradio.it.

Consegnate le Chiavi della Città a Michael Bay

🔈Firenze, sono state consegnate, questo pomeriggio in Palazzo Vecchio, le Chiavi della Città a Michael Bay.

Il riconoscimento a Michael Bay, regista  e produttore cinematografico di fama internazionale, è stato deciso per aver “scelto come set del film ‘Six Underground’, Firenze e per aver mostrato la culla del Rinascimento a una velocità mai vista”.

Dopo aver diretto grandi successi come “Bad Boys”, “Armageddon – Giudizio finale”, “Pearl Harbor” e “Transformers” nella nostra città Bay sta girando un film di azione e del cast fanno parte Melania Laurent, Corey Hawkins, Adria Ariona, Manuel Garcia-Ruffo, Ben Hardy, Lior Raz e Dave Franco.

Il film sarà trasmesso su Netflix nel 2019.

“Abbiamo una prassi – ha ricordato la vicesindaca Cristina Giachi nel suo intervento – che è quella di tributare le Chiavi della Città a registi che dirigono a Firenze produzioni di una certa importanza. E così, secondo questa bella abitudine, quest’anno le conferiamo a Michael Bay”.

La vicesindaca ha poi annunciato che saranno destinati alla riqualificazione del mercato di Sant’Ambrogio gli oltre 500mila euro che il Comune incasserà come indotto diretto della produzione, tra suolo pubblico, servizi, musei e somma donata all’amministrazione dalla produzione.

Al termine della cerimonia a Michael Bay è stata consegnata anche una maglia della Fiorentina.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Michael Bay:

L'articolo Consegnate le Chiavi della Città a Michael Bay proviene da www.controradio.it.

Aeroporto: Ciuoffo, danni se mancato potenziamento

Aeroporto: Ciuoffo, danni se mancato potenziamento

Sull’aeroporto si esprime Stefano Ciuoffo: “Rispetto tutti i percorsi di garanzia, ma vorrei che si valutasse con altrettanta profondità le conseguenze delle mancate scelte. L’innovazione porta problematiche, la rinuncia ne porta di peggiori”.

Sull’aeroporto “Un adeguamento del sistema aeroportuale fiorentino porta problematiche” ma “forse non è ben indagato cosa porterebbe in termini di danni all’economia regionale il mancato adeguamento”. Lo ha affermato Stefano Ciuoffo, assessore alle attività produttive della Regione Toscana, aprendo l’incontro ‘Connettività aerea Ue-Cina: sfide e opportunità’, organizzato da European travel commission insieme a Enit e Toscana Promozione Turistica.

“Rispetto tutti i percorsi di garanzia”, ha proseguito Ciuoffo “ma vorrei che si valutasse con altrettanta profondità le conseguenze delle mancate scelte. L’innovazione porta problematiche, la rinuncia ne porta di peggiori”.

L’assessore ha ricordato che “qui vive la più importante comunità cinese europea”, e questo “chiama la Toscana a una maggiore presenza nella costruzione di nuove connessioni, con la valorizzazione del ruolo degli aeroporti toscani. Pisa potenzialmente ha le caratteristiche idonee per un ruolo di maggiore protagonismo rispetto a oggi”.

Aprendo l’incontro, il vicesindaco di Firenze Cristina Giachi ha sottolineato che “il potenziamento dell’infrastruttura aeroportuale e l’aumento della connessione possibile, con voli di raggio più lungo rispetto agli attuali, è per noi una possibilità di pensare la città del futuro, non solo di aumentare il Pil e attrarre un turismo di diversa qualità”.
Domani è prevista l’apertura, a Roma, della Conferenza dei servizi relativa proprio al progetto di potenziamento dello scalo fiorentino.

L'articolo Aeroporto: Ciuoffo, danni se mancato potenziamento proviene da www.controradio.it.

Turismo: a Firenze 70esimo summit annuale European Travel Commission 

Turismo: a Firenze 70esimo summit annuale European Travel Commission 

Si terrà a Firenze, a Palazzo Vecchio, il 70esimo appuntamento annuale della Etc, l’ European Travel Commission, domani, giovedì 6 settembre, nell’ambito dell’anno del turismo Europa-Cina 2018. Il vertice dal titolo ‘Connettività aerea UE-Cina: sfide e opportunità’ è organizzato dalla Etc insieme all’Ente del Turismo del Governo Italiano – Enit e Toscana Promozione Turistica, con il Patrocinio di Regione Toscana e Comune di Firenze ed il supporto di Toscana Aeroporti.

L’incontro riunirà rappresentanti del settore pubblico e privato con particolare attenzione alla connettività aerea con la Cina: interverranno rappresentanti delle associazioni aeroportuali e delle compagnie aeree internazionali. L’anno del turismo in Cina è organizzato dalla Commissione europea in collaborazione con la European Travel Commission e finanziato dall’Unione europea. I lavori si svolgeranno in Sala D’Arme a Palazzo Vecchio e si apriranno con i saluti di benvenuto dell’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo, del vice sindaco Cristina Giachi, del presidente Etc Peter de Wilde e del presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai.

Interverranno inoltre il direttore e il vice presidente di Etc Eduardo Santader e Antonio Preiti, in rappresentanza anche di Enit, Ugo De Carolis amministratore delegato di Aeroporti di Roma, Giulio De Metrio Coo di Sea-Aeroporti di Milano, Rogier Lieshoit Seo Amsterdam Economics, Jakub Kluzinski di Lot Airlines, Tim-Jasper Schaaf, Direttore Marketing di Iata, Tom Jenkins, Ceo European Tourism Association, Jacopo Sertoli Ceo di Welcome Chinese, Oliver Jankovec di Aci Europe, il direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini ed il direttore generale Settore Turismo del Ministero Francesco Palumbo. Originariamente fondata nel 1948, la European Travel Commission promuove l’Europa a livello internazionale come destinazione turistica nei mercati terzi.

L'articolo Turismo: a Firenze 70esimo summit annuale European Travel Commission  proviene da www.controradio.it.

Vaccini: a Firenze pochissimi i bambini non in regola 

Vaccini: a Firenze pochissimi i bambini non in regola 

I numeri dei bambini non in regola con l’obbligo vaccinale a Firenze “sono bassissimi”, e “abbiamo persone che non hanno le certificazioni in regola perché magari si sono trasferite, perché non ancora registrate, non sempre perché non vaccinate”. Lo ha detto Cristina Giachi, vicesindaco di Firenze con delega all’istruzione, a margine della presentazione della fiera Didacta.

“Nella scuola comunale – ha affermato – abbiamo 23-24 casi negli asili nido, 17 dei quali sono bambini stranieri, figli di famiglie che hanno difficoltà anche a mettersi in regola con le conoscenze, che stiamo seguendo uno per uno con gli operatori culturali e con i mediatori per consentire la conoscenza delle leggi, e sono una quarantina nella scuola dell’infanzia, dove anche qui oltre la metà sono bambini di famiglie straniere”.

L’analisi dei casi, ha spiegato Giachi, “ha rivelato che la mancanza di certificazione dipende dall’età del bambino, perché a volte al nido sono troppo piccoli e non hanno avviato, per ragioni anche di salute, le vaccinazioni, o perché si tratta di famiglie che sono arrivate dall’estero, oppure anche famiglie che erano riottose ma hanno accettato di prendere contatto con l’Asl e prendere appuntamento per la vaccinazione”.

L'articolo Vaccini: a Firenze pochissimi i bambini non in regola  proviene da www.controradio.it.