Regione Toscana: stanziati 13 milioni per asili nido

Regione Toscana: stanziati 13 milioni per asili nido

Per l’anno educativo 2019-2020 oltre 13 milioni di euro sono stati destinati ai servizi educativi per la prima infanzia, cioè quelli che si rivolgono a bambini dai 3 ai 36 mesi di età.

L’avviso pubblico per il sostegno dell’offerta di servizi per la prima infanzia (3-36 mesi di età) è stato approvato e pubblicato nei giorni scorsi grazie a risorse del Fondo sociale europeo. La gestione del bando prevede una riserva di risorse di oltre 13 milioni di euro a favore dei territori montani e insulari e una corsia preferenziale per le gestioni associate dei Comuni. La scadenza delle domande è il 20 luglio 2019.

Destinatari del bando sono i Comuni toscani, che possono presentare i progetti con richiesta di contributi sia singolarmente che associati. Lo stranziamento di fondi permetterà alle amministrazioni di andare incontro alle necessità di un numero sempre maggiore di famiglie.

I beneficari degli interventi sono i bambini in età utile per la frequenza di servizi per la prima infanzia residenti in un Comune della Toscana. I progetti possono riguardare sia la gestione diretta degli asili nido e dei servizi per la prima infanzia da parte dei Comuni, sia la gestione indiretta, sia un intervento di ampliamento dell’orario, sia strumenti come l’acquisto di posti presso strutture accreditate.

“Ancora un forte investimento sulla prima infanzia” – sottolinea Cristina Grieco, assessora all’istruzione formazione e lavoro – “che per la Regione rappresenta un’area di attenzione importante. Potenziare i servizi, valorizzarne gli aspetti educativi, sigifica, coerentemente con le indicazioni della Commissione europea, favorire la rottura di un circolo vizioso che sta alla base del perpetuarsi dello svantaggio sociale, oltre ad accrescere le pari opportunità di accesso al mondo del lavoro e la partecipazione delle donne. Un fattore, questo, in grado di incidere – anche in termini di crescita di Pil – allo sviluppo”.

L'articolo Regione Toscana: stanziati 13 milioni per asili nido proviene da www.controradio.it.

Giovanisì #LabScuola: tre eventi in Toscana

Giovanisì #LabScuola: tre eventi in Toscana

Tre appuntamenti dedicati alla dispersione scolastica con protagonisti Lorenzo Baglioni, cantante da sempre vicino al mondo scuola, e i giovani dei dieci Istituti superiori toscani che hanno partecipato al percorso Giovanisì #LabScuola, individuati in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, durante l’anno e che in questa occasione racconteranno la loro esperienza ad altri studenti.

Primo appuntamento la mattina del 15 marzo al Teatro “I 4 Mori” di Livorno. I successivi due appuntamenti saranno a Lucca il 29 marzo presso Auditorium San Romano e a Firenze il 9 maggio presso Teatro della Compagnia. L’orario delle iniziative è sempre dalle 10.30 alle 12.30.

“La sperimentazione ha coinvolto gli studenti di prima e di seconda di dieci Istituti professionali individuati in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, attraverso una riflessione sul significato di autonomia a partire dalle opportunità che il Fondo Sociale Europeo e il progetto Giovanisì di Regione Toscana mettono a disposizione”, ha detto l’assessora regionale all’istruzione Cristina Grieco presentando gli appuntamenti a cui parteciperà direttamente.

“Il percorso – ha continuato Grieco – prevedeva due incontri per classe durante i quali i ragazzi hanno approfondito il tema dell’autonomia attraverso la metodologia del play ground e della partecipazione attiva. Gli incontri hanno portato alla realizzazione di un prodotto finale per scuola che ha permesso di liberare la loro espressività sul tema della dispersione scolastica e che presenteremo nei tre appuntamenti di Livorno, Lucca e Firenze”.

Lorenzo Baglioni, testimonial di Giovanisì #LabScuola, sarà protagonista all’evento con una rivisitazione del suo spettacolo “Bella, Prof!” durante il quale coinvolgerà nella riflessione i ragazzi che hanno partecipato ai laboratori.

In apertura e chiusura dell’evento, in occasione occasione della ricorrenza del 17 marzo 2019, si esibiranno gli studenti del Liceo Coreutico Niccolini–Palli con coro e danza dedicata alla commemorazione della Festa dell’Unità di Italia.

L'articolo Giovanisì #LabScuola: tre eventi in Toscana proviene da www.controradio.it.

Giovanisì #LabScuola: tre eventi in Toscana

Giovanisì #LabScuola: tre eventi in Toscana

Tre appuntamenti dedicati alla dispersione scolastica con protagonisti Lorenzo Baglioni, cantante da sempre vicino al mondo scuola, e i giovani dei dieci Istituti superiori toscani che hanno partecipato al percorso Giovanisì #LabScuola, individuati in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, durante l’anno e che in questa occasione racconteranno la loro esperienza ad altri studenti.

Primo appuntamento la mattina del 15 marzo al Teatro “I 4 Mori” di Livorno. I successivi due appuntamenti saranno a Lucca il 29 marzo presso Auditorium San Romano e a Firenze il 9 maggio presso Teatro della Compagnia. L’orario delle iniziative è sempre dalle 10.30 alle 12.30.

“La sperimentazione ha coinvolto gli studenti di prima e di seconda di dieci Istituti professionali individuati in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, attraverso una riflessione sul significato di autonomia a partire dalle opportunità che il Fondo Sociale Europeo e il progetto Giovanisì di Regione Toscana mettono a disposizione”, ha detto l’assessora regionale all’istruzione Cristina Grieco presentando gli appuntamenti a cui parteciperà direttamente.

“Il percorso – ha continuato Grieco – prevedeva due incontri per classe durante i quali i ragazzi hanno approfondito il tema dell’autonomia attraverso la metodologia del play ground e della partecipazione attiva. Gli incontri hanno portato alla realizzazione di un prodotto finale per scuola che ha permesso di liberare la loro espressività sul tema della dispersione scolastica e che presenteremo nei tre appuntamenti di Livorno, Lucca e Firenze”.

Lorenzo Baglioni, testimonial di Giovanisì #LabScuola, sarà protagonista all’evento con una rivisitazione del suo spettacolo “Bella, Prof!” durante il quale coinvolgerà nella riflessione i ragazzi che hanno partecipato ai laboratori.

In apertura e chiusura dell’evento, in occasione occasione della ricorrenza del 17 marzo 2019, si esibiranno gli studenti del Liceo Coreutico Niccolini–Palli con coro e danza dedicata alla commemorazione della Festa dell’Unità di Italia.

L'articolo Giovanisì #LabScuola: tre eventi in Toscana proviene da www.controradio.it.

Rdc, M5s:”Esponenti Pd Toscana contro i cittadini”

Rdc, M5s:”Esponenti Pd Toscana contro i cittadini”

I consiglieri regionali M5s: “Saremmo lieti che chi ha l’onere e l’onore di governare la Toscana non agisse per partito preso, bensì nell’interesse di tutti i cittadini, nessuno escluso”.

“Autorevoli esponenti del Partito democratico, a partire dall’assessora Cristina Grieco, stanno proseguendo nel loro incessante lavoro volto alla denigrazione e opposizione al Reddito di cittadinanza. Una scelta alquanto bizzarra, specie se considerato che l’iniziativa promossa dal Movimento 5 stelle in Parlamento mira a sostenere le fasce più deboli della popolazione, quelle, tanto per intenderci, che hanno a lungo, nel corso degli anni, sostenuto il Pd e i propri predecessori politici alle urne elettorali”. Lo dicono in una nota i consiglieri regionali toscani del Movimento 5 stelle.

“La Regione, anziché lavorare nell’interesse dei cittadini e impegnarsi nel sostenere riorganizzazione e potenziamento dei centri per l’impiego da sempre al collasso e riconosciti come inefficaci da gran parte degli utenti, decide di mettersi di traverso”, aggiungono sottolineando che “nei centri per l’impiego toscani lavorano da anni circa 500 precari: nei progetti del governo queste persone avranno la possibilità di essere stabilizzate tramite idonei concorsi. Parliamo di procedure trasparenti e nell’esclusivo interesse pubblico”.

“Saremmo lieti che chi ha l’onere e l’onore di governare la Toscana non agisse per partito preso, bensì nell’interesse di tutti i cittadini, nessuno escluso – concludono i consiglieri M5s -. La polemica politica fatta sulla pelle degli ultimi non dovrebbe trovare mai terreno fertile. Ma ormai, purtroppo, siamo abituati a tutto”.

L'articolo Rdc, M5s:”Esponenti Pd Toscana contro i cittadini” proviene da www.controradio.it.

Grieco: “Di Maio ci ha convocati per parlare del reddito di cittadinanza”

Grieco: “Di Maio ci ha convocati per parlare del reddito di cittadinanza”

“Il Ministro Di Maio ci ha convocato per il 12 febbraio. Le Regioni sono per la leale collaborazione e non vogliamo assolutamente ostacolare l’erogazione del reddito di cittadinanza o allungarne i tempi. Vogliamo che le famiglie ricevano il sussidio da subito, ma siamo fortemente critici” dice l’assessore regionale ad istruzione e lavoro, Cristina Grieco.

“Il Ministro Di Maio ci ha convocato per il 12 febbraio”, ha detto l’assessore regionale ad istruzione e lavoro Cristina Grieco, che ricopre anche il ruolo di coordinatrice della IX Commissione istruzione e lavoro della Conferenza delle Regioni, rispondendo alle domande sul reddito di cittadinanza che le sono state poste dai giornalisti al margine della presentazione delle azioni regionali a sostegno delle scuole paritarie dell’infanzia.

“Voglio sia chiaro – ha detto – che le Regioni sono per la leale collaborazione e che non vogliamo assolutamente ostacolare l’erogazione del reddito di cittadinanza o allungarne i tempi. Vogliamo che le famiglie ricevano il sussidio da subito, ma siamo fortemente critici e preoccupati per la parte che riguarda i Centri per l’Impiego e le Politiche Attive del Lavoro che il Ministro non ha minimamente corcordato con le Regioni. Un fatto grave perchè le Regioni avrebbero potuto dare contributi e miglioramenti importanti, visto che in molte realtà, tra cui la Toscana, ci sono già sperimentate misure similari di sostegno al reddito. Inoltre le Regioni hanno competenze esclusive sulle politiche attive per il lavoro ed i centri per l’impiego”.

“Il principio di leale collaborazione istituzionale – prosegue l’assessore – avrebbe previsto il coinvolgimento delle Regioni su queste scelte, ma dato che non vogliamo metterci di traverso abbiamo proposto degli emendamenti tecnici, di buon senso, per far funzionare meglio la macchina”.

“Il vero scoglio che resta da superare è il problema dei Navigator – conclude Grieco – 6000 operatori che dovrebbero essere contrattualizzati a livello centrale da “Anpal Servizi” con dei contratti di collaborazione coordinata e continuativa con prospettiva di stabilizzazione senza concorso. Questa è una questione che pone dei grossi problemi, anche
organizzativi. Ad esempio queste persone dove dovrebbero operare, da chi dovrebbero dipendere, cosa dovrebbero fare? Vogliamo trovare una soluzione che rispetti le competenze di ciascuno senza scavalcare i limiti istituzionali, perchè se si procedesse a queste contrattualizzazioni senza tenere conto delle obiezioni formulate da
tutte le Regioni, saremmo costretti a ricorrere alla Corte Costituzionale, naturalmente contro questa parte del provvedimento, non contro il reddito”.

L'articolo Grieco: “Di Maio ci ha convocati per parlare del reddito di cittadinanza” proviene da www.controradio.it.