“L’educazione zerosei non si ferma”

“L’educazione zerosei non si ferma”

Firenze, un vademecum a disposizione del sistema zerosei  per coltivare e promuovere la continuità educativa e delle relazioni.

È la nuova piattaforma “L’educazione zerosei non si ferma” messa a disposizione dalla Regione Toscana che propone suggerimenti per iniziative e attività da offrire ai bambini anche grazie alla collaborazione dei genitori.

Un modo per stare accanto ai più piccoli e alle famiglie, sebbene a distanza, anche dando voce ai tanti educatori e docenti che si stanno impegnando in queste settimane, valorizzando il ruolo del sistema educativo toscano da zero a sei anni.

“In questo periodo caratterizzato dall’emergenza sanitaria – commenta l’assessore all’istruzione Cristina Grieco – occorre guardare con grande attenzione ai bambini sotto i 6 anni, privati delle naturali esperienze affettive, sociali e cognitive realizzate all’interno dei nidi e delle scuole dell’infanzia frequentate. L’attuale situazione genera di fatto una mancanza di stimoli e di relazioni con gli adulti – educatori e docenti di riferimento, nonché col gruppo dei coetanei. Gli effetti che da ciò scaturiscono si acuiscono in particolar modo per i bambini che appartengono a contesti svantaggiati sul piano sociale, culturale ed economico, accentuando ancora di più le disuguaglianze. Per questo abbiamo pensato e promosso questa piattaforma, uno strumento che, pur nei limiti della situazione presente, possa offrire uno stimolo per stare accanto ai nostri bambini e alle loro famiglie in modo attivo e, ci auguriamo, fecondo”.

Il vademecum
Dalla realizzazione della pasta al sale, alla canzone, dai tutorial per lavoretti, alle filastrocche lette a voce alta. Tante le esperienze messe in campo da nidi, scuole dell’infanzia e comuni della Toscana che qua vengono raccolte, realizzate con lo scopo di mantenere la relazione con i bambini attraverso attività proposte direttamente da educatori e docenti.
Inoltre, due “Guide galattiche”, selezioni di attività specifiche per i bambini del nido e delle scuole dell’infanzia, per consentire ai bambini di viaggiare nel tempo e nello spazio…anche restando a casa!
Molte le risorse anche da “Leggere: Forte! non si ferma” con il quale sono stati messi a disposizione di bambini e ragazzi centinaia di audio e video di letture per consentire loro di proseguire nel benefico ascolto della lettura ad alta voce su:

https://www.regione.toscana.it/leggere-forte-

L'articolo “L’educazione zerosei non si ferma” proviene da www.controradio.it.

Coronavirus, Toscana: primi 84 mln per Cassa integrazione

Coronavirus, Toscana: primi  84 mln per Cassa integrazione

La Regione Toscana metterà  a disposizione, non appena si otterrà lo sblocco da parte di Inps, altri 60 milioni di euro derivanti dalle risorse residue della precedente gestione degli Ammortizzatori sociali.

Ammontano a circa 84 milioni di euro le risorse assegnate alla Toscana dalla prima tranche del decreto per la cassa integrazione in deroga. A queste, spiega una nota, si aggiungeranno le risorse della seconda tranche, che si stima saranno in proporzione superiori a 100 milioni di euro.
La Regione Toscana metterà poi a disposizione, non appena si otterrà lo sblocco da parte di Inps, altri 60 milioni di euro derivanti dalle risorse residue della precedente gestione degli Ammortizzatori sociali.
“Era un provvedimento molto atteso che in Regione Toscana ci metterà in condizione, avendo già firmato l’accordo con le parti sociali, di dare subito avvio allo strumento della deroga – sottolinea l’assessore regionale a lavoro, formazione e istruzione Cristina Grieco -. Apprezzo la rapidità con cui i ministri Catalfo e Gualtieri hanno concluso l’iter, per dare risposta immediata ad imprese e lavoratori in enorme difficoltà”.

Grieco ricorda di aver “fatto però presente la necessità di un rifinanziamento di tutti gli ammortizzatori sociali previsti per l’emergenza epidemiologica da Covid-19 e dell’estensione del periodo di copertura della Cigd, considerato che le nove settimane ad oggi previste non saranno sufficienti a rispondere alle esigenze del tessuto produttivo delnostro territorio”. “Ho inoltre richiesto un rifinanziamento delle misure di Cigs e Mobilità in deroga – aggiunge l’assessore – destinate alle aree di crisi industriale complessa ritenendo non sufficiente quanto previsto dalla legge di bilancio, e di estendere la copertura della cassa integrazione anche per tutti i lavoratori assunti dopo il 23 febbraio, che attualmente si trovano privi di qualsiasi forma di sostegno al reddito. Oggi stesso avremo un incontro con il ministro per gli Affari regionali Boccia e presenterò queste richieste emendative a nome della Commissione Lavoro della Conferenza delle Regioni

L'articolo Coronavirus, Toscana: primi 84 mln per Cassa integrazione proviene da www.controradio.it.

Toscana: i tirocini non curriculari sospesi, potranno essere svolti a distanza

Toscana: i tirocini non curriculari sospesi, potranno essere svolti a distanza

Per effetto dei recenti Dpcm emanati dal Governo, i tirocini non curriculari sono sospesi, in Toscana, dallo scorso 10 marzo fino al prossimo 3 aprile. Tuttavia, in alternativa alla sospensione è possibile svolgere a distanza le attività previste dai tirocinio formativi attraverso l’utilizzo di tecnologie dell’informazione e della comunicazione, messe a disposizione dal soggetto ospitante.

L’assessore a Formazione, istruzione e lavoro della Regione Toscana, Cristina Grieco precisa: “E’ chiaro che il tirocinante, per attivare il tirocinio a distanza, deve essere dotato di adeguati strumenti tecnologici in modo da salvaguardare il raggiungimento degli obiettivi formativi del tirocinio e supportato dal tutor aziendale attraverso le modalità Ict adottate dal soggetto ospitante”.

La nuova modalità di svolgimento è attivabile modificando il progetto formativo del tirocinio. Il relativo documento sarà di conseguenza aggiornato con la definizione di tutti gli elementi necessari a garantire il raggiungimento degli obiettivi formativi, quali le attività, gli strumenti e le tecnologie utilizzate.
In relazione agli aspetti legati alla sicurezza, in caso di attivazione del tirocinio a distanza, la circolare di ieri ha chiarito che la copertura finalizzata alla tutela del tirocinante contro gli infortuni sul lavoro deve essere estesa ai rischi connessi alla realizzazione delle attività formative effettuate all’esterno dei locali del soggetto ospitante, così come previsto dalla disciplina regionale.

Da evidenziare, infine, che il soggetto che organizza il tirocinio non curriculare, che rientra nel progetto Giovanisì, è tenuto a fornire al tirocinante un’adeguata informativa circa il corretto utilizzo delle attrezzature o delle apparecchiature eventualmente messe a disposizione per lo svolgimento delle attività ed a garantirne la sicurezza, il buon funzionamento e la manutenzione.

L'articolo Toscana: i tirocini non curriculari sospesi, potranno essere svolti a distanza proviene da www.controradio.it.

Firenze, Fiera toscana del lavoro il 5-6 dicembre: presente il ministro Catalfo

Firenze, Fiera toscana del lavoro il 5-6 dicembre: presente il ministro Catalfo

Il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo e il presidente dell’Anpal, Mimmo Parisi saranno tra gli ospiti della Fiera toscana del lavoro, appuntamento organizzato dalla Regione il 5 e 6 dicembre alla Fortezza da Basso di Firenze.

Nel corso della fiera sono previsti incontri tenuti da esperti di orientamento e di selezione del personale che forniranno a chi è in cerca di un impiego strumenti e metodi utili nella ricerca del lavoro, con simulazione di colloqui, tecniche di recruitment utilizzate dalle imprese, e le opportunità ed i servizi che la Regione, anche nell’ambito della rete toscana dei centri per l’impiego, mette a disposizione.

Durante la rassegna si svolgerà l’evento annuale del Por Fse, quest’anno intitolato ‘Dalla tua parte, la Toscana dei diritti’. L’appuntamento vuol essere una riflessione sugli interventi messi in atto e sulle prospettive future, anche nell’ottica della programmazione 2021-27, su pari opportunità ed accesso al mercato del lavoro, condizioni eque, protezione ed inclusione sociale.

“L’organizzazione della prima edizione della Fiera regionale del lavoro è un’ulteriore sfida che abbiamo voluto affrontare – sottolinea in una nota l’assessore regionale a istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco -. Abbiamo scelto il claim ‘la Toscana mette l’impiego al centro’ per evidenziare il ruolo svolto dai centri per l’impiego in un mercato moderno e dinamico”.

L'articolo Firenze, Fiera toscana del lavoro il 5-6 dicembre: presente il ministro Catalfo proviene da www.controradio.it.

“La Toscana delle idee”: forum tematici nei Comuni della Piana

“La Toscana delle idee”: forum tematici nei Comuni della Piana

Al via il forum tematico “La Toscana delle idee” ideato e voluto dalla vice capogruppo in Regione Monia Monni e promosso dal gruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale che si svolgerà nei comuni di Calenzano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Scandicci, Sesto Fiorentino e Signa da stasera 15 novembre a sabato 7 dicembre.

“Due plenarie e cinque assemblee tematiche – spiega Monni – per raccontare il lavoro fatto dalla Regione Toscana in questi cinque anni, ma, sopratutto, per raccogliere idee e proposte per il futuro. Parleremo di sanità, welfare, sport, ambiente, sostenibilità,  lavoro, formazione, comunità urbane e mobilità. Queste sono le priorità che come Regione siamo chiamati ad affrontare ed è, per questo,  necessario favorire la più ampia partecipazione per trovare soluzioni ai problemi e alle aspettative dei cittadini. I partecipanti faranno  le loro  proposte, voteranno quelle che li convincono di più, facendole così entrare nel documento finale che sarà consegnato alla segretaria del Pd”.

Primo appuntamento stasera, ore 18, presso lo St.Art a Calenzano  con la partecipazione dei Sindaci. Nelle assemblee, invece, Monia Monni sarà affiancata dal presidente della Regione Enrico Rossi (lunedì 18.11 a Scandicci), dal presidente della  commissione Ambiente in Regione  Stefano Baccelli (mercoledì 20.11 a Sesto Fiorentino), dall’assessore Cristina Grieco (lunedì 25.11 a Campi Bisenzio), dall’assessore Vittorio Bugli, dal capogruppo Leonardo Marras (mercoledì 27.11 a Signa) e dall’assessore Vincenzo Ceccarelli (lunedì 02.12 a Lastra a Signa). Giornata conclusiva sabato 7 dicembre, ancora una volta a Calenzano, con la segretaria del Partito Democratico, Simona Bonafè.

L'articolo “La Toscana delle idee”: forum tematici nei Comuni della Piana proviene da www.controradio.it.