Scandicci, Categorie: con apertura Leroy Merlin a rischio 144 posti

Scandicci, Categorie: con apertura Leroy  Merlin  a rischio 144 posti

«Leroy Merlin sta davvero venendo a Scandicci? E questo come inciderà sulle nostre realtà?». Sono queste le domande a cui da ormai più di un anno cerchiamo di rispondere. Qual è il reale futuro che si prospetta davanti a noi?” Questo quanto chiedono in un documento CNA Firenze, Confartigianato Firenze, Confesercenti Firenze, Confcommercio Firenze

Le associazioni categoria in una nota ricordano come “Leroy Merlin ha acquistato all’asta un terreno a San Giusto (Scandicci – Area Ex-Margheri) con la dichiarata intenzione di realizzare un nuovo punto vendita di 12.000 mq. Da quello che si sa, avendo ricevuto il primo no dai comuni di Scandicci e Firenze, Leroy Merlin ha siglato un accordo direttamente con la Regione Toscana concordando un piano di investimenti regionali che prevede la realizzazione di vari punti vendita fra cui quello di Scandicci”.

“I due comuni interessati -prosegue la nota-  nonostante l’accordo Regionale, hanno ribadito che i nodi che li avevano spinti al no iniziale non sono stati ancora sciolti. In particolare la loro primaria necessità è quella di risolvere il problema viabilità: l’area, infatti, dove sorgerà il punto vendita è ad oggi accessibile soltanto da Via del Roncolino, strada piccola e stretta a metà tra Firenze e Scandicci che non può sopportare il flusso previsto”.

“Per noi non sono solo queste le ragioni per cui abbiamo forti perplessità come associazioni su questa realizzazione” dicono le associazioni di categoria.

Che precisano “l’aspetto primario è l’effetto che la nuova apertura avrebbe sulle piccole e medie imprese della zona, le realtà che da sempre rendono vivo e dinamico il territorio in cui viviamo. Secondo una nostra primaria analisi a fronte delle 90 assunzioni dichiarate si andrà incontro ad una perdita minima di 120 posti di lavoro (solo all’interno della Cooperativa di Legnaia) e alla chiusura di 48 aziende operanti negli stessi settori della multinazionale francese. Si parla quindi, di una perdita totale di almeno 144 posti di lavoro. Un inaridimento della realtà scandiccese inaccettabile. Questo senza pensare all’abbassamento qualitativo dei servizi offerti ai cittadini in questo settore. È questo il futuro per Scandicci che vogliamo?”

 

L'articolo Scandicci, Categorie: con apertura Leroy Merlin a rischio 144 posti proviene da www.controradio.it.

Rissa per un parcheggio nel Fiorentino, 1 ferito e 7 denunce

Rissa per un parcheggio nel Fiorentino, 1 ferito e 7 denunce

Sarebbe stata una lite per un posteggio la causa di una rissa scoppiata ieri sera sulla via Volterrana a Cerbaia, nel comune di San Casciano Val di Pesa (Firenze).

Sette le persone, tutte, età tra i 47 e i 26 anni, trovate sul posto e denunciate poi dai carabinieri, intervenuti da San Casciano, Tavarnelle e Badia a Settimo. Sequestrati dai militari anche alcuni attrezzi per edilizia a difesa verosimilmente utilizzati durante la rissa nel corso della quale un 44enne è rimasto ferito alla testa: portato in ospedale è stato trattenuto in osservazione.
Secondo i carabinieri complessivamente alla rissa avrebbero preso parte una decina di persone, tutti cittadini di origine romena: gli accertamenti proseguono per l’identificazione dei soggetti allontanatisi prima dell’arrivo dei militari e per verificare l’esatto svolgimento degli eventi. Dall’Arma si spiega anche che “ogni contributo di civile cooperazione potrebbe aiutare gli inquirenti a ricostruire i fatti”.

L'articolo Rissa per un parcheggio nel Fiorentino, 1 ferito e 7 denunce proviene da www.controradio.it.

Toscana, CDX: ancora nessun accordo su nome candidato

Toscana, CDX: ancora nessun accordo su nome candidato

I tre coordinatori, Susanna Ceccardi (Lega), Stefano Mugnai (Fi) e Francesco Torselli (Fdi), al termine dell’incontro, spiega una nota, “si sono detti vicini alla meta e consapevoli che la priorità di tutti è mandare a casa il Pd”.

Non c’è ancora accordo nel centrodestra toscano per il candidato a sindaco da presentare a Firenze, Prato e Livorno, e i coordinatori regionali di Lega, Fi e Fdi, riuniti oggi, faranno un passaggio con i propri leader nazionali prima di tornare al tavolo di confronto che è stato aggiornato al prossimo fine settimana. Raggiunta invece un’intesa sui candidati a sindaco da presentare nella maggioranza dei comuni toscani con popolazione superiore a 15mila abitanti che andranno al voto.
I tre coordinatori, Susanna Ceccardi (Lega), Stefano Mugnai (Fi) e Francesco Torselli (Fdi), al termine dell’incontro, spiega una nota, “si sono detti vicini alla meta e consapevoli che la priorità di tutti è mandare a casa il Pd”. Per i candidati nei comuni sopra i 15mila abitanti “occorrerà però attendere ancora qualche giorno per formalizzare il tutto. La chiusura dell’accordo regionale complessivo è infatti condizionata dall’esito delle trattative nei capoluoghi”.

L'articolo Toscana, CDX: ancora nessun accordo su nome candidato proviene da www.controradio.it.

 Nardella sul palco con Renzi, lavoriamo per unire

 Nardella sul palco con Renzi, lavoriamo per unire

“La mia attività politica nei prossimi mesi sarà quella di essere gregario per Dario Nardella sindaco di Firenze”, ha detto Renzi.

“Dispiace molto che non riusciremo ad essere tutti uniti per queste elezioni. Ma noi lavoreremo sempre per unire, per i valori e gli elettori questa volta puniranno chi lavora per dividere”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella dal palco del Palazzo dei congressi dove Matteo Renzi lo ha voluto per chiudere la serata di presentazione del suo ultimo libro in vista della campagna elettorale per le prossime amministrative. “La mia attività politica nei prossimi mesi sarà quella di essere gregario per Dario Nardella sindaco di Firenze”, ha detto Renzi.
“Questi dicono di essere il governo del cambiamento”, ha detto Nardella, “per loro è una sorta di mantra” ma è “altra cosa rimboccarsi le maniche, affrontare problemi e cambiare davvero”, ha aggiunto il sindaco che ha rivendicato quanto fatto in questi cinque anni, “grazie al sacrificio dei fiorentini” che hanno sopportato i cantieri della tramvia “e oggi abbiamo tre linee”, e anche allo stesso Renzi che una parte di questo lavoro lo aveva impostato da sindaco prima di lasciare il posto proprio a Nardella.

L'articolo  Nardella sul palco con Renzi, lavoriamo per unire proviene da www.controradio.it.

Rissa P.zza Ciompi: arrestato 16enne

Rissa P.zza Ciompi: arrestato 16enne

 Arrestato dai carabinieri un 16enne libico con l’accusa di aver partecipato, insieme ad altre tre persone, alla spedizione punitiva contro un 32enne, avvenuta in pieno centro storico a Firenze, in piazza dei Ciompi, lo scorso 12 febbraio.

Il ragazzo,  è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip presso il tribunale per i minorenni di Firenze. Tentato omicidio l’accusa ipotizzata dal procuratore presso il tribunale per i minorenni, Antonio Sangermano, in base alle relazioni degli investigatori sul pestaggio subito dal 32enne in p.zza dei Ciompi.

L’accusa di tentato omicidio, è stata contestata in relazione alla “ferocia dimostrata nell’aggressione, l’uso di oggetti contundenti atti ad offendere e l’azione lesiva effettuata con calci e pugni indirizzati a parti vitali come l’addome ed il capo e diretta in modo non equivoco a cagionare la morte del malcapitato non sopraggiunta per cause esterne alla volontà degli aggressori”.

Inoltre per gli investigatori il ragazzo, sia nell’immediatezza dei fatti che successivamente, non avrebbe dimostrato alcuna “consapevolezza del disvalore sociale dell’atto compiuto tanto che subito dopo i fatti il minore era stato affidato ad un centro di accoglienza dal quale si era allontanato poche ore dopo portando via con sé gli oggetti presenti nella stanza assegnatagli”.

Il 16enne, un cittadino di origine libica, o è stato rintracciato dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Firenze e della stazione carabinieri Firenze Uffizi, in largo Annigoni, vicino a dove ha avuto inizio il 12 febbraio scorso la lite che ha portato al pestaggio del 32enne.

Per l’aggressione i carabinieri nei giorni scorsi avevano denunciato tre cittadini di origine  tunisina. Il 32enne,  anche egli tunisino,  ferito ha avuto una prognosi di 30 giorni: è stato colpito anche con mazze e col calcio della pistola scacciacani con la quale poco prima lui stesso aveva minacciato il gruppo che lo aveva poi inseguito e pestato.

L'articolo Rissa P.zza Ciompi: arrestato 16enne proviene da www.controradio.it.