Sanità: chirurgo assolto anche appello, non truffò pazienti

Sanità: chirurgo assolto anche appello, non truffò pazienti

‘Mago della trachea’ Macchiarini già prosciolto da gup Firenze.

Anche la Corte d’appello di Firenze ha assolto ‘il mago della trachea’, professor Paolo Macchiarini, dall’accusa di aver truffato pazienti gravi che si erano rivolti a lui all’ospedale di Careggi dove il chirurgo ha lavorato dal 2009 al 2012.

Con Macchiarini sono stati assolti anche i medici Alessandro Gonfiotti e Fabio Mannini, la sua assistente Aida Chiti, i direttori di Careggi Valtere Giovannini e Valerio Del Ministro. La Corte d’appello conferma nella sostanza la sentenza di assoluzione già pronunciata in rito
abbreviato dal gup Fabio Frangini.

Secondo l’accusa, Macchiarini, con il sostegno di parte del suo staff, avrebbe ingannato pazienti molto gravi sostenendo con loro l’utilità di operarsi in strutture private anzichè
all’ospedale di Careggi. Ma anche in appello le difese hanno dimostrato l’infondatezza delle accuse del pubblico ministero e la Corte d’appello ha confermato anche oggi l’assoluzione.

La vicenda era partita addirittura con l’accusa di concussione poi riqualificate in truffa durante il procedimento anche da parte del pubblico ministero. Macchiarini e gli altri
erano già stati prosciolti in prima battuta dal gip, ma un ricorso in Cassazione ha fatto aprire un processo davanti al gup Frangini concluso con l’assoluzione. Oggi un’ulteriore conferma.

L'articolo Sanità: chirurgo assolto anche appello, non truffò pazienti proviene da www.controradio.it.

Giovanisì, avviato iter bando per sostegno affitto di chi va a vivere da solo

Giovanisì, avviato iter bando per sostegno affitto di chi va a vivere da solo

“Potranno partecipare single e coppie sposate o conviventi, l’importante è che siano di età compresa tra i 18 e i 34 anni”.

Approvata dalla Giunta regionale la delibera che stabilisce e aggiorna i criteri del nuovo bando per il contributo affitto Giovanisì, il progetto della Regione Toscana volto a favorire l’autonomia dei giovani. Fino ad oggi, grazie a 5 bandi finanziati dal 2012 al 2015, Giovanisi ha permesso ad oltre 5.000 giovani di rendersi autonomi.

L’atto approvato oggi rappresenta il punto di partenza di un percorso che porterà all’approvazione del nuovo bando a sostegno dell’autonomia abitativa dei giovani, la cui uscita è prevista per gennaio 2018. Come annunciato, nonostante la riduzione dei fondi statali, la Regione ha individuato le risorse per poter portare avanti questo obiettivo anche nei prossimi anni grazie ad un nuovo bando.

La scelta di far slittare ad inizio 2018 l’uscita del bando si è resa necessaria per allineare i tempi della domanda di partecipazione al bando con quelli della certificazione ISEE; in questo modo, infatti, i giovani che intendono fare domanda avranno a disposizione le prime settimane del nuovo anno per ottenere il nuovo Isee della famiglia di origine, documento necessario per richiedere il contributo.

“Il nostro obiettivo – hanno spiegato il presidente della Regione Enrico Rossi e l’assessore alla casa Vincenzo Ceccarelli – è quello di supportare con un contributo di durata triennale, che varia dai 150 ai 350 euro al mese, a seconda della fascia di reddito e della presenza di figli, giovani che vivono all’interno del nucleo familiare di origine e che invece intendono ‘uscire da casa’ e rendersi autonomi attraverso la sottoscrizione di un contratto di affitto. Potranno partecipare single e coppie sposate o conviventi, l’importante è che siano di età compresa tra i 18 e i 34 anni”.

“La Toscana conferma il suo impegno verso le nuove generazioni – hanno concluso Rossi e Ceccarelli – confermando il progetto Giovanisì anche nella parte che riguarda l’autonomia abitativa dei giovani. Questo perché si è scelto di sostenere l’emancipazione di ragazzi da tutti i punti di vista: nella formazione, nel lavoro, nella costruzione di un proprio progetto ed anche nell’uscita dal nucleo familiare. Dunque la Toscana sosterrà ancora i suoi ragazzi, con il servizio civile regionale, con i contributi per i tirocini curriculari, non curriculari e i praticantati, con l’inserimento nel mondo del lavoro e gli incentivi alla creazione di impresa ed anche con una specifica voce del sostegno all’affitto, riservata a chi è pronto ad andare a vivere da solo”.

L'articolo Giovanisì, avviato iter bando per sostegno affitto di chi va a vivere da solo proviene da www.controradio.it.

Viabilità: Firenze; Stella, Ztl antiquata e inefficace

Viabilità: Firenze; Stella, Ztl antiquata e inefficace

“Immaginiamo ztl permeabile e non blindata con orari diversi di accesso”.

“Così come è concepita, la ztl fiorentina è antiquata e inefficace: serve urgentemente una
revisione. L’attuale zona a traffico limitato non tutela i residenti e uccide letteralmente il commercio del centro storico. Per questo, oggi presentiamo cinque proposte all’amministrazione Nardella, nella speranza che si possa aprire un dialogo per il bene di tutti i cittadini”. Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, e coordinatore fiorentino di Forza Italia, Marco Stella.

“Siamo sempre stati critici nei confronti della gestione della ztl da parte delle amministrazioni di centrosinistra – sottolinea in una nota -. E’ evidente che in una città come Firenze pedonalizzazioni e limitazioni al traffico per il centro storico siano indispensabili, ma c’è modo e modo di fare le cose, e di organizzare la mobilità di cittadini e visitatori. Noi immaginiamo una ztl permeabile e non blindata com’è oggi, immaginiamo orari diversi di accesso e, soprattutto, vogliamo che sia aperta il sabato: un gesto semplice da parte dell’amministrazione, che potrebbe ridare ossigeno al tessuto commerciale, duramente provato dalla crisi”.

Stella lancia alcune proposte come ‘la riduzione orario della ztl diurna passando dall’attuale orario 7.30-20 a un orario ridotto 8.30-18.30, l’abolizione di quella del sabato pomeriggio, la creazione di alcune staffe di penetrazione e di uscita aperte a tutti solo per il transito, come nelle maggiori città europee, la revisione della collocazione delle telecamere di ingresso in ztl in prossimità delle autorimesse pubbliche, e un piano parcheggi con posti gratis per i residenti del centro storico”.

L'articolo Viabilità: Firenze; Stella, Ztl antiquata e inefficace proviene da www.controradio.it.

Stati generali verde urbano, Bettini: «1900 alberi piantati entro dicembre a Firenze»

Stati generali verde urbano, Bettini: «1900 alberi piantati entro dicembre a Firenze»

Mille e novecento alberi saranno piantati quest’anno a Firenze. Altri mille e cento entro la primavera del 2018. Sono alcuni dei dati presentati dall’assessore all’ambiente Alessia Bettini duranti gli Stati generali del verde pubblico, in corso di svolgimento nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Il convegno è organizzato dal ‘Comitato per lo sviluppo del verde pubblico’ del Ministero dell’Ambiente, presieduto da Massimiliano Atelli, sul tema delle politiche del verde nelle città italiane.

«Tra la primavera del 2017 e quella del 2018 – ha sottolineato l’assessore Bettini – saranno complessivamente 3mila le nuove piante messe a dimora nella nostra città. Siamo impegnati fin dall’inizio della legislatura a fare un lavoro importante di rinnovo e di messa in sicurezza delle alberature per ridurre il rischio. Proprio per questo stiamo investendo risorse notevoli attraverso un piano che è frutto di un lavoro di tre anni ed ha visto il coinvolgimento della facoltà di agraria dell’università di Firenze, del Cnr e di tutti i massimi esperti del settore. Stiamo rinnovando le alberature soprattutto dove c’è un rischio forte, ad esempio piazza Stazione e le arterie stradali, ma stiamo piantando come avevamo promesso nei mesi scorsi: siamo partiti con viale Corsica e proseguiremo, nei prossimi giorni, con viale Guidoni, viale Belfiore e piazza San Marco».
«Oggi – ha annunciato – sono cominciate al Parco delle Cascine le operazioni per mettere a dimora i 300 nuovi alberi previsti dal piano di rinnvo: bagolari, olmi e tigli, specie autoctone che abbiamo selezionato con i tecnici dell’amministrazione. Senza dimenticare le varie Feste dell’Albero che si sono svolte in questi giorni nei cinque quartieri: iniziative che hanno visto il coinvolgimento di circa 2000, tra alunni delle primarie e studenti delle secondarie di primo grado, e l’arrivo di 500 nuovi alberi che arricchiranno strade, piazze e giardini delle scuole».
«Ci confrontiamo con tutti, anche con i comitati – ha proseguito l’assessore all’ambiente – tenendo però presente che il mondo della scienza, qui presente agli Stati generali, ci dice che è normale, dopo alcuni anni e in determinati contesti, rinnovare il patrimonio arboreo. Naturalmente sono da smentire le dichiarazioni fatte proprio in queste ore secondo le quali l’amministrazione starebbe per abbattere 10mila alberi. É completamente falso. Al contrario, invece, nella legislatura contiamo di piantarne 10mila».
«Bisogna cambiare la mentalità nella gestione del verde pubblico – ha dichiarato il presidente della commissione ambiente Fabrizio Ricci – gli alberi non sono immortali, sono invece organismi viventi e come tali muoiono. Da qui la necessità di rinnovare il patrimonio arboreo soprattutto dove maggiore è il rischio che le piante rappresentano per la sicurezza dei cittadini».
Tra i relatori del convegno il professor Francesco Ferrini, docente all’Università di Firenze ed uno dei più autorevoli studiosi di arboricoltura al mondo, il comandante dei carabinieri forestali, generale Antonio Ricciardi, Luigi Sani, della Società Italiana di arboricoltura e Lara Roti, presidente dell’ordine dei dottori agronomi e forestali.

L'articolo Stati generali verde urbano, Bettini: «1900 alberi piantati entro dicembre a Firenze» proviene da www.controradio.it.

Siena: forzano posto blocco, in fuga con 150 kg olio rubato

Siena: forzano posto blocco, in fuga con 150 kg olio rubato

Due uomini arrestati da cc.

Hanno forzato il posto di blocco dei carabinieri per poi darsi alla fuga anche lungo strade bianche. L’inseguimento, durato alcuni chilometri, è terminato quando l’auto si è ritrovata in un vicolo cieco. A bordo del mezzo due uominidi nazionalità albanese, con un carico di 150 kg di olio di oliva suddivisi in 3 fusti. E’ quanto accaduto ieri pomeriggio a Staggia Senese; dai successivi accertamenti è emerso che l’olio era solo una minima parte dei 700 kg che erano stati rubati nella notte tra domenica e lunedì dal magazzino di un’azienda agricola a San Gimignano (Siena).

Il restante olio provento da furto, franto da pochi giorni, era nascosto in un capanno agricolo vicino Castellina in Chianti al quale avevano accesso i malviventi. All’interno del capanno i carabinieri della Compagnia di Poggibonsi hanno rinvenuto attrezzi agricoli
e un quad, tutto materiale anch’esso provento di furto.

I due uomini, di 32 e 27 anni, sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Proseguono le indagini per accertare l’esistenza di altri complici. L’olio è stato riconsegnato alla titolare dell’azienda agricola.

L'articolo Siena: forzano posto blocco, in fuga con 150 kg olio rubato proviene da www.controradio.it.