Pisa, aggressione alla stazione: i minorenni prima svaligiarono pizzeria a Lucca

Pisa, aggressione alla stazione: i minorenni prima svaligiarono pizzeria a Lucca

La baby gang che aggredì una capotreno e due agenti di polizia aveva portato via dal locale di Lucca soldi ed alcolici. I primi esami hanno trovato nel sangue deglia ggressori mix di cocaina e alcol

All’alba avevano sfondato le vetrine di una pizzeria di Lucca e rubato il registratore di cassa e un ingente quantitativo di alcolici, i quattro minorenni che alle 11 di sabato hanno poi aggredito e malmenato alla stazione di Pisa prima una capotreno e poi due poliziotti. Lo ha reso noto la Polfer pisana, dopo avere ricostruito gli spostamenti del gruppo dei minorenni successivamente al loro allontanamento da una comunità di recupero di Pistoia dove erano stati trattenuti.

Gli agenti della polizia ferroviaria, spiega una nota diffusa dalla questura, “è risalita a loro in seguito della denuncia presentata alla questura di Lucca dal proprietario della pizzeria: grazie alla corrispondenza delle descrizioni, è scattato immediatamente un coordinamento investigativo che ha permesso di riconoscere negli autori del furtogli stessi minorenni che dopo qualche ora hanno aggredito i viaggiatori e la capotreno e ferito gli agenti della ferroviaria”.

Gli esami tossicologici eseguiti sui minori, prosegue la nota, “hanno confermato il mix di alcol e cocaina nel sangue dei giovani e tra qualche giorno si avrà uno spettro completo delle sostanze assunte: domani presso il tribunale per i minorenni di Firenze si terrà l’udienza di convalida dei minorenni arrestati”.

L’articolo Pisa, aggressione alla stazione: i minorenni prima svaligiarono pizzeria a Lucca proviene da www.controradio.it.

Arezzo, perseguita la ex moglie, 37enne ai domiciliari

Arezzo, perseguita la ex moglie, 37enne ai domiciliari

L’uomo, residente a Lucignano, nell’Aretino, ha trasgredito al divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex coniuge

“Perseguita” la ex moglie, agli arresti domiciliari.

I carabinieri di Arezzo hanno eseguito una misura di custodia cautelare nei confronti di un 37enne, autista, residente nell’Aretino, disposta dalla magistratura.

Secondo quanto emerso dalle indagini, l’uomo, già sottoposto al divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex coniuge, avrebbe trasgredito alla misura e proseguito con comportamenti molesti nei confronti della donna.

L’articolo Arezzo, perseguita la ex moglie, 37enne ai domiciliari proviene da www.controradio.it.

Tav Firenze: “Ok commissione Via piano utilizzo terre e rocce”

Tav Firenze: “Ok commissione Via piano utilizzo terre e rocce”

La Commissione Tecnica VIA-VAS del Ministero dell’Ambiente ha dato parere favorevole all’aggiornamento del piano di utilizzo delle terre e rocce da scavo proposto dalla società Nodavia S.c.p.a. per la realizzazione del passante ferroviario alta velocità del nodo di Firenze, della nuova stazione e delle opere infrastrutturali.

Il parere della Commissione, emesso oggi, indica tra le condizioni necessarie alcune prescrizioni riguardanti i siti di stoccaggio temporanei, il sito di destinazione finale e la gestione dei terreni scavati. In particolare, il provvedimento fissa i tempi per l’avvio delle attività di escavo, gestione e riutilizzo delle terre e rocce nei siti di deposito temporanei e
in quello definitivo di Santa Barbara, prevedendo anche una serie di indicazioni necessarie per le fasi in corso e post operam.

“A questo punto crediamo che non vi siano altri ostacoli alla continuazione e completamento di questa opera così come è stata aggiornata la scorsa estate nell’accordo tra FS, Ministero dei Trasporti, Regione e Comune, che prevede oltre alla realizzazione della nuova stazione dell’alta velocità ferroviaria, in affiancamento alla stazione centrale di Santa Maria Novella, anche la realizzazione dell’autostazione dei bus della città di Firenze dedicata sia a bus turistici sia al trasporto extraurbano”. Così il sindaco di Firenze Dario Nardella commenta il via libera della commissione Via del ministero dell”ambiente al piano di utilizzo di terre e rocce per la realizzazione dello snodo ferroviario Av di Firenze. “In questo modo avremo in un unico punto lo scambio intermodale fra tre modalità di trasporto: tramvia, trasporto pubblico locale su gomma e ferrovia”, aggiunge. “Ringrazio –
aggiunge ancora Nardella – il ministro Galletti per avermi tempestivamente informato di questa nuova importante notizia che riguarda un”altra opera pubblica strategica del nostro
territorio.

Giovedì con l’ad del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane Renato Mazzoncini e l’ad di Rfi Maurizio Gentile abbiamo effettuato un sopralluogo sull’area di cantiere della
stazione Foster e abbiamo constatato quanto fosse decisivo il via libera del Ministero dell’Ambiente sul piano di utilizzo delle terre e rocce da scavo per evitare il blocco totale
dell ‘attività lavorativa del passante ferroviario”.

L’articolo Tav Firenze: “Ok commissione Via piano utilizzo terre e rocce” proviene da www.controradio.it.

Mamme no inc: “via da Alia dirigenti incapaci”

Mamme no inc: “via da Alia dirigenti incapaci”

Il comitato delle Mamme No inceneritore chiede interventi contro i dirigenti dell’azienda partecipata alla luce del sequestro della discarica di Case Passerini a Sesto Fiorentino.

“Vengano cacciati i dirigenti incompetenti – dice il comitato delle Mamme No inceneritore –  che in questi anni hanno ampiamente dimostrato, nonostante il lauto stipendio pagato dai cittadini, di non essere in grado di raggiungere gli obbiettivi imposti dalla legge e di gestire la cosa pubblica che gli è stata affidata nel migliore dei modi”.

“Oggi si parla del compost non di qualità o addirittura non conforme agli standard imposti per legge, ieri si parlava del riciclo della carta, ieri l’altro invece era lo smaltimento di alcuni mezzi – aggiungono le Mamme – siamo stufe di leggere quotidianamente notizie di inchieste sulla completa e totale mala gestione del ciclo dei rifiuti, di soldi persi e buttati viae di un costante non raggiungimento degli obbiettivi previsti dalle legge. In Toscana abbiamo comuni come Empoli e Lucca che negli ultimi 10 anni hanno fatto passi da giganti, nella piana fiorentina invece i comuni con lo stesso numero di abitanti sono da anni al palo”.

L’articolo Mamme no inc: “via da Alia dirigenti incapaci” proviene da www.controradio.it.

Stadio: Nardella, “la parola passa a tecnici del Comune, valutare lo stato di avanzamento del progetto”

Stadio: Nardella, “la parola passa a tecnici del Comune, valutare lo stato di avanzamento del progetto”

Ieri è stata richiesta un’ulteriore proroga per la presentazione del progetto definitivo dello stadio da parte della Fiorentina. Intanto a Coverciano nascerà un centro permanente, il primo nel mondo, per la formazione e l’allenamento degli arbitri sulla Var.

Dopo la nota diffusa ieri dalla società calcistica viola, in cui viene chiesta una proroga per la presentazione del progetto per il nuovo stadio, oggi il sindaco Dario Nardella ha delucidato la situazione: “la parola passa a tecnici del Comune, che devono valutare lo stato di avanzamento del progetto: dipenderà molto da quello. La mia amministrazione – ha continuato Nardella -, come i fiorentini sanno e vedono sta facendo tutto il possibile per dare alla città lo stadio che merita”.

Intanto Coverciano sarà la sede di un Centro federale permanente in cui verranno formati gli arbitri della lega calcio italian sull’utilizzo del Var, l’equipaggiamento tecnologico che permette di accertare in presa diretta le azioni dubbie appena avvenute sul campo.

La direzione tecnica del centro di formazione Var di Coverciano è stata affidata a Roberto Rosetti, responsabile del progetto in Italia fin dal suo avvio e, grazie all’esperienza maturata in questi mesi, scelto dalla Fifa quale ‘Var Project Leader’ nelle competizioni mondiali, a conferma della qualità del lavoro svolto in Italia. Il Centro sarà anche a disposizione delle altre federazioni o organizzazioni internazionali che potranno utilizzare il simulatore per avviare e formare i direttori di gara per l’applicazione della Var nelle proprie competizioni.

L’articolo Stadio: Nardella, “la parola passa a tecnici del Comune, valutare lo stato di avanzamento del progetto” proviene da www.controradio.it.