Firenze, la Loggia dei Lanzi si tinge di viola per la giornata della prematurità

Firenze, la Loggia dei Lanzi si tinge di viola per la giornata della prematurità

L’illuminazione, realizzata a cura di Silfi spa a partire dalle 17.10, è una delle iniziative fiorentine organizzate per la Giornata mondiale della prematurità

Loggia dei Lanzi in piazza Signoria illuminata di viola stasera in occasione della Giornata mondiale della prematurità. L’obiettivo è sensibilizzare e informare la popolazione in merito alle nascite premature e a rischio, alle possibili conseguenze e alla loro prevenzione.

L’illuminazione, realizzata a cura di Silfi spa con il patrocinio del Comune a partire dalle 17.10, è una delle iniziative fiorentine organizzate per la Giornata mondiale della prematurità dalla onlus Piccino Picciò, l’associazione dei genitori di neonati a rischio che opera a sostegno dei bambini ricoverati in terapia intensiva neonatale e dei loro genitori, in collaborazione con Vivere onlus, il Coordinamento nazionale delle associazioni per la neonatologia.

L'articolo Firenze, la Loggia dei Lanzi si tinge di viola per la giornata della prematurità proviene da www.controradio.it.

Videoispezione degli affluenti dell’Arno

Videoispezione degli affluenti dell’Arno

🔈Firenze, con un sopralluogo alla foce dell’Affrico, è inizita oggi la campagna di ‘videoispezione’ dentro le condotte e i cunicoli dei tratti tombati dei torrenti minori e degli affluenti del fiume Arno.

La prima videoispezione è stata quella della parte tombata dell’Affrico, condotta grazie a un piccolo macchinario robot dotato di telecamere che permette di verificare le condizioni anche in luoghi dove l’uomo non può entrare.

Il tratto ispezionato stamani è risultato abbastanza pulito e senza particolari rifiuti ingombranti portati dalle piene. Quelli che man mano verranno trovati verranno rimossi.

Presenti al sopralluogo anche il sindaco Dario Nardella e l’assessore all’ambiente Alessia Bettini, oltre a tecnici e responsabili di Publiacqua.

Per quanto riguarda i corsi d’acqua con tratti intubati, il Comune ha attivato una collaborazione con Publiacqua. Il sistema di videoispezione in dotazione agli operai è un piccolo macchinario dotato di ruote, luci a led e telecamere ad alta risoluzione. Durante l’ispezione il macchinario filma o scatta foto che documentano lo stato della condotta.

Per quanto riguarda i corsi d’acqua scoperti, la manutenzione è affidata al Consorzio di Bonifica 3 MedioValdarno; per i canali Macinante e Goricina, che non rientrano nel reticolo di gestione regionale affidato al Consorzio di Bonifica (in quanto classificati dalla Regione ” casi particolari”), la manutenzione è a carico del Comune di Firenze ed è in corso di definizione una convenzione per l’affidamento dell’attività di manutenzione al Consorzio.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il sindaco Dario Nardella e Eva Carrai del consiglio di amministrazione di Publiacqua:

L'articolo Videoispezione degli affluenti dell’Arno proviene da www.controradio.it.

Firenze, una targa per ricordare Dario Rossi

Firenze, una targa per ricordare Dario Rossi

Le associazioni di categoria doneranno il prossimo 14 Dicembre una targa alla famiglia del giornalista, recentemente scomparso, presidente del Gruppo Toscano Uffici Stampa

L’Associazione Stampa Toscana e il Gruppo Toscano Uffici Stampa, consegneranno la sera del 14 dicembre, una targa ricordo alla famiglia di Dario Rossi. Il collega, recentemente scomparso, è stato presidente del Gus Toscano e ha lasciato un segno di grande impegno in difesa dei diritti dei giornalisti, si legge in una nota.

Non a caso si distinse fra i più convinti sostenitori della Legge 150/2000 per l’inserimento dei giornalisti negli uffici stampa della pubblica amministrazione. Negli ultimi anni è stato l’ispiratore, insieme all’Associazione Stampa Toscana, del protocollo fra il sindacato dei giornalisti e l’Anci per fissare regole capaci di inserire i giornalisti negli uffici stampa dei Comuni. Nei prossimi giorni saranno resi noti i nomi di coloro che riceveranno i premi ‘Giornalisti Toscani 2017’ e ‘Ussi 2017’. La cerimonia avverrà durante la cena degli auguri, organizzata dall’Associazione Stampa Toscana insieme ai Gruppi di specializzazione.

L'articolo Firenze, una targa per ricordare Dario Rossi proviene da www.controradio.it.

Ripristino delle pinete, la domanda per i finanziamenti scade il 31 gennaio

Ripristino delle pinete, la domanda per i finanziamenti scade il 31 gennaio

 La Regione consente la copertura del 100% dei costi sostenuti dai proprietari per il ripristino delle pinete o dei boschi con pini marittimi danneggiati.

Finanziamenti per il ripristino delle pinete che hanno subito danni a causa del matsococcus feytaudi (Ducasse), chiamato anche cocciniglia corticicola, grazie al Programma di sviluppo regionale (PSR) 2014-2020 della Regione Toscana. Entro il 31 gennaio 2018 possono presentare domanda di contributo enti pubblici o soggetti privati proprietari di superfici coperte da foreste aggredite dal temibile parassita che, da anni, miete vittime nei boschi toscani. Così come indicato nel bando della sottomisura 8.4 “Sostegno al ripristino delle foreste danneggiate da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici”.
La Regione, tramite i fondi messi a disposizione dal Programma di sviluppo rurale, consente la copertura del 100% dei costi sostenuti dai proprietari per il ripristino delle pinete o dei boschi con pini marittimi danneggiati.
I fondi consentiranno, quindi, di ripristinare e ricostituire le piante danneggiate permettendo ai boschi di tornare a svolgere i compiti cui sono destinati (protezione  del  suolo dall’erosione, protezione della qualità delle risorse idriche, ecc.), ma soprattutto garantiranno l’incolumità dei cittadini.
Le domande di aiuto devono essere presentate esclusivamente mediante procedura informatizzata, usando la modulistica messa a disposizione sulla piattaforma ARTEA: www.artea.toscana.it.

L'articolo Ripristino delle pinete, la domanda per i finanziamenti scade il 31 gennaio proviene da www.controradio.it.

Usare antibiotici in modo corretto, ecco le iniziative di Regione Toscana ed Ars

Usare antibiotici in modo corretto, ecco le iniziative di Regione Toscana ed Ars

Tutte le azioni per sensibilizzare popolazione, professionisti e politici durante la settimana mondiale per l’uso prudente degli antibiotici

Anche Regione Toscana e Agenzia regionale di sanità (ARS) hanno messo in campo azioni concrete in occasione della Settimana mondiale per l’uso prudente degli antibiotici, che l’Organizzazione mondiale di sanità (OMS), l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) e l’Organizzazione mondiale della sanità animale (OIE) promuovono dal 13 al 19 novembre 2017 per sensibilizzare la popolazione, i professionisti e i decisori politici a livello globale sul problema dell’antibiotico-resistenza, cioè l’inefficacia degli antibiotici verso alcuni batteri patogeni. In Europa è il 18 novembre la giornata più importante, che il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha proclamato Giornata europea degli antibiotici.

L’aumento costante di batteri resistenti, cioè insensibili agli antibiotici, è un grande problema di salute pubblica a cui, ormai da diversi anni, l’ARS e la Regione Toscana prestano molta attenzione, con un monitoraggio costante dei dati, sia per quanto riguarda l’ospedale che il territorio. Solo pochi giorni fa l’ARS ha pubblicato i risultati aggiornati del monitoraggio regionale nel report annuale Antibiotico-resistenza e uso di antibiotici in Toscana, che è il frutto di un importante confronto tra i professionisti delle tre are vaste per individuare azioni specifiche di miglioramento. «Come ci confermano i dati del nostro report – afferma Fabrizio Gemmi, coordinatore dell’Osservatorio di qualità ed equità dell’ARS – le azioni di prevenzione già attivate sia negli ospedali toscani che sul territorio si stanno dimostrando efficaci: nel 2016 il consumo totale di antibiotici e le resistenze risultano infatti in diminuzione, dopo diversi anni in cui erano sempre rimasti costanti».

“In occasione della Settimana mondiale per l’uso prudente degli antibiotici – spiega Maria Teresa Mechi, responsabile per la Qualità dei servizi e Reti cliniche della Regione Toscana – la Regione e l’ARS hanno previsto anche una serie di iniziative concrete sul territorio per informare e sensibilizzare sia i cittadini che i professionisti”. Quali? “Innanzitutto verrà diffuso – sul web, sui social e nei Puntisi delle Aziende sanitarie toscane – un breve video, prodotto in collaborazione con il Ministero delle Salute. Questo video, con semplici immagini, chiarisce cos’è l’antibiotico-resistenza e indica cosa può fare ognuno di noi per combatterla in modo efficace, a partire da un uso prudente degli antibiotici sia per curare le malattie (in ambito umano e veterinario), che negli allevamenti intensivi, in agricoltura e nella preparazione e conservazione degli alimenti”.

“L’ARS inoltre – aggiunge Fabrizio Gemmi – ha lanciato un’iniziativa in collaborazione con le farmacie pubbliche e private della Toscana (Confservizi Cispel Toscana e URTOFAR): a partire dal 18 novembre le 400 farmacie aderenti, dislocate su tutto il territorio regionale, affiggeranno un’infografica che spiega come cittadini, farmacisti e medici debbano lavorare in squadra per combattere l’antibiotico-resistenza, prescrivendo e usando gli antibiotici in modo consapevole e prudente”.

Com’è esemplificato nell’infografica, ognuno deve fare la sua parte in questa battaglia:
– il medico,  che prescrive gli antibiotici solo in caso di infezioni batteriche, spiegando bene dosaggio, durata ed eventuali possibili effetti indesiderati;
– il farmacista, che distribuisce gli antibiotici solo dietro prescrizione medica, accertandosi che il paziente sappia come prenderli;
– il cittadino, che prende gli antibiotici solo se prescritti dal medico (non in caso di influenza o tutte le volte che ha la febbre), seguendo dosaggio e durata indicati dal medico e segnalando eventuali reazioni avverse.

Le farmacie aderenti all’iniziativa si sono impegnate anche a sottoporre ai loro clienti, che in questi giorni acquistano antibiotici, un breve questionario redatto dall’ARS per verificare se e quanto i cittadini sono consapevoli dell’importanza di assumere questi farmaci in modo corretto.

“Il Piano nazionale di contrasto all’Antibiotico-resistenza 2017-2020, recentemente approvato, offrirà l’occasione – conclude Maria Teresa Mechi – per coordinare gli sforzi messi in atto in Regione per fronteggiare questa emergenza e per ricondurre le attività già avviate a livello regionale alla strategia nazionale delineata da questo importante piano”.

L'articolo Usare antibiotici in modo corretto, ecco le iniziative di Regione Toscana ed Ars proviene da www.controradio.it.