Usl Toscana, vaccini: percorso semplificazione per famiglie ha funzionato

Usl Toscana, vaccini: percorso semplificazione per famiglie ha funzionato

Ha funzionato il percorso di semplificazione rivolto alle famiglie e concretizzatosi grazie all’accordo tra Ufficio Scolastico regionale, ANCI e Azienda Sanitaria per l’attuazione del nuovo decreto sulle vaccinazioni.

L’Usl ha comunicato che il percorso di semplificazione per famiglie ha funzionato: solo per 8.306 bambini, residenti nei territori di Empoli, Firenze, Prato e Pistoia, con un’età compresa tra 0 e i 6 anni, si è reso necessario produrre la documentazione e poi approfondire il profilo vaccinale. Le famiglie saranno al tal fine direttamente coinvolte.

Codici fiscali non corrispondenti, residenti in altri territori, vaccinazioni eseguite fuori dalla Toscana, oltre a carenze nei percorsi vaccinali hanno contribuito a comporre il quadro suddetto, nel contesto del lavoro straordinario compiuto dagli operatori della ASL al fine di rispettare le scadenze previste dalla circolare ministeriale.

Per tutti gli altri bambini, complessivamente 38.739, (pari all’82,3%), e quindi la maggioranza, ci ha pensato direttamente l’Azienda USL Toscana centro: le scuole che avevano inviato al dipartimento di prevenzione le liste degli iscritti hanno ricevuto direttamente gli elenchi dei bambini con i riscontri e le famiglie sono state, quindi, esentate dalla necessità di documentare la regolarità delle posizioni dei loro figli, grazie all’incrocio delle liste degli iscritti con le anagrafi vaccinali.

“Ci siamo messi a disposizione delle famiglie riducendo notevolmente l’aggravio burocratico che avrebbe concentrato in pochissimi giorni un grande dispendio di energie e risorse per le famiglie stesse, gli operatori sanitari e le scuole”, ha sottolineato il direttore del dipartimento aziendale Renzo Berti.

Le scuole avevano fornito alla AUSL Toscana centro elenchi per un totale di 47.045 iscritti tra Nidi e Materne: 24 .468 per l’area fiorentina; 7.553 per quella pratese; 7.310 per Pistoia e 7.714 per Empoli.

Sono risultati in regola con il percorso vaccinale: 20.989 nell’area fiorentina; 4.398 in quella pratese; 6,409 a Pistoia e 7.714 a Empoli. Devono essere meglio verificati: 3.323 nell’area fiorentina; 3.143 in quella pratese; 636 nell’area pistoiese e 554 a Empoli.

Non risultano invece presenti nell’anagrafe vaccinale: 156 bambini dell’area fiorentina; 12 in quella pratese; 265 a Pistoia e 217 a Empoli.

Il lavoro è tutt’altro che concluso, vista l’ulteriore scadenza (31 ottobre) per la vaccinazioni dei minori frequentanti la scuola dell’obbligo con un’età compresa tra i 6 e i 17 anni pari a circa 150.000 ragazzi.

L’altro obiettivo raggiunto è l’incremento della domanda di prenotazioni per le vaccinazioni che, sempre nella fascia di età tra i 0 e i 6 anni, sono passate da 458 a 1.220 nella penultima settimana di settembre con un incremento del 166,38%, rispetto alla stessa settimana del 2016. Lo scorso 11 settembre l’incremento, sempre in raffronto allo stesso giorno del 2016, era stato addirittura del 336,89%.

L'articolo Usl Toscana, vaccini: percorso semplificazione per famiglie ha funzionato proviene da www.controradio.it.

Fedeli, tolleranza zero: garante legalità in ogni università

Fedeli, tolleranza zero: garante legalità in ogni università

La ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, si è detta intenzionata ad applicare una tolleranza zero sui concorsi truccati: “Costituirsi parte civile contro i professori corrotti”.

La ministra Fedeli, in occasione della presentazione della Fiera Didacta a Firenze, ha sottolineato la necessità di “costruirsi parte civile contro i professori corrotti e individuare dentro ogni ateneo un responsabile della trasparenza e della prevenzione della corruzione. Questo, nella loro autonomia, dovrebbero fare gli atenei”.

“Ciò che sta emergendo – aggiunge – impone che si vada fino in fondo e che una volta accertati i fatti, si perseguano i responsabili. È necessario che la verifica delle accuse si svolga in tempi rapidi. Può essere che una parte del sistema sia malato, non il sistema nel suo insieme. Ma là dove il tema esiste, va sradicato. Già da febbraio lavoro col presidente dell’Anac, Cantone, su criteri di prevenzione, misure di trasparenza, e figure anti-corruzione”.

La ministra Fedeli si riferisce ai custodi della legalità nella PA, che nel rispetto delle norme raccolgono anche denunce e segnalazioni. E aggiunge: “non abbiamo aspettato di leggere i giornali. Il lavoro con Cantone ha portato a introdurre per la prima volta, nel Piano anticorruzione 2017, il capitolo delle istituzioni universitarie. È tutto su Internet. La consultazione pubblica è finita il 15 settembre e gli uffici, poi io e Cantone, col quale ho appena parlato, concluderemo il lavoro e lo presenteremo al massimo entro la fine di ottobre. Farò un atto di indirizzo, conseguente e coerente con il dossier dell’ Anac, che manderò alle Università, enti vigilati, rispettando la loro autonomia. E chiederò di adottare le misure previste nel Piano”.

L'articolo Fedeli, tolleranza zero: garante legalità in ogni università proviene da www.controradio.it.

Scuola, concerto apre Fiera Didacta con orchestra Erasmus

Scuola, concerto apre Fiera Didacta con orchestra Erasmus

Torna l’Orchestra Erasmus, la prima orchestra formata da studenti dei Conservatori e degli istituti musicali parificati. L’idea e’ nata nel marzo di quest’anno per celebrare i 30 anni del programma Erasmus, grazie all’Agenzia Erasmus+ Indire.

L’Orchestra avrebbe dovuto suonare e poi sciogliersi, ma visto il grande successo riscosso si e’ deciso di replicare e, in occasione dell’inizio della Fiera Didacta, che per la prima volta sbarca in Italia, a Firenze, i 40 musicisti provenienti da tutta Europa si sono ritrovati sotto la splendida volta affrescata del salone dei 500 per il concerto inaugurale della manifestazione.

Un’ora e mezzo di musica dalla Carmen al Barbiere di Siviglia per arrivare all’Inno alla gioia, sotto la direzione del maestro Silvestro Sabatelli e con la partecipazione delle voci del Maggio fiorentino. È potente il valore simbolico di questa orchestra che mette insieme elementi diversi e, come recita il motto dell’Unione europea, li rende “uniti nella diversita’” grazie al linguaggio universale della musica. Consci di questo l’Indire sta cercando di creare un primo pilot per la costruzione di un ensemble artistico itinerante che possa rappresentare nel mondo il valore di una comune appartenenza, che ha come risultato un’unica sinfonia. Nel frattempo il 13 ottobre l’Orchestra si ritrovera’ nuovamente per suonare a Strasburgo in occasione delle celebrazioni dei 30 anni del programma Erasmus in Francia.

L'articolo Scuola, concerto apre Fiera Didacta con orchestra Erasmus proviene da www.controradio.it.

#BellaLivorno e il successo della solidarietà: la città, gli artisti e la radio per non dimenticare

#BellaLivorno e il successo della solidarietà: la città, gli artisti e la radio per non dimenticare

Grande successo per Bella Livorno che si è svolta ieri sera in un Teatro Goldoni pieno di pubblico e artisti. Bobo Rondelli, Motta, Nada, Bandabardò, Zen Circus, Brunori  e molti altri, uniti per non dimenticare Livorno dopo l’alluvione e per contribuire anche con la musica alla sua ricostruzione. Controradio con loro. E con chi non ha potuto acquistare i biglietti andati esauriti in 12 ore. Tutto l’evento sold out è stato trasmesso infatti sulle nostre frequenze in streaming e in diretta Facebook con migliaia di visualizzazioni.

La città, la musica e la radio. Un trio che ieri sera ha dato un messaggio tangibile solidarietà. Per dare una mano a chi è stato travolto da pioggia e fango in una notte e per aiutare a ricostruire una città ferita nel dna da 8 morti. Così a due settimane da quell’alluvione, la gente di Livorno ha riempito il teatro Goldoni per il concerto benefico organizzato dal Comune, dall’associazione The Cage e dalla fondazione teatro Goldoni. Sold out dopo poche ore per Bobo Rondelli, Carlo Virzì, Nada, Brunori sas, Motta, The Zen circus, Tommaso Novi, Virginiana Miller e molti altri artisti saliti sul palco per raccogliere soldi per gli alluvionati.

‘Bella Livorno’, il nome della serata scelto dagli organizzatori e ispirato da un verso di una canzone di Rondelli. Belli i volti e le mani sporche di fango dei “bimbi della mota” con cui la città ha ribattezzato con affetto il grande numero di volontari, tanti giovanissimi, che sin dai primi giorni ha messo in moto una poderosa macchina di solidarietà e volontà che ieri sera ha fatto sentire le note dei suoi motori.

In 1100 hanno risposto di persona. In migliaia sui canali cross media di Controradio. Una diretta etere non stop, in streaming sul sito e sulla pagina Fb di Controradio Firenze, oltre 22 mila utenti raggiunti, quasi 8 mila persone connesse al video, oltre 100 condivisioni e un susseguirsi di commenti e attestati di sostegno all’evento, alla città e al servizio fornito da Controradio che ha fatto vedere e ascoltare una serata che per Livorno è stata un inno alla speranza, senza divisioni campanilistiche, senza barriere sociali e politiche. Grazie Controradio, Viva Bobo, Forza Livorno”: il triplice attestato di affetto postato da centinaia di utenti sulla diretta social di Controradio Firenze.

‘Questa tragedia ha fatto in modo che la gente riprendesse quel senso di solidarietà che abbiamo perduto – ha detto il cantautore livornese Rondelli – Siamo usciti dal solito ‘si salvi chi può’. Spero che continui anche nelle giornate di sole pensando a chi arriva nei canotti o a chi non arriva a fine mese”.

All’iniziativa è collegato un conto corrente aperto per l’occasione dall’amministrazione (con la causale “Bella Livorno”; il conto corrente è “Comune Livorno – Fondo solidarietà alluvione Livorno”, IBAN – IT 02 X 01030 13900 000006800927)

Ma “Bella Livorno” ha contagiato anche altre città, sono infatti in programma quattro iniziative: al Teatro Ordigno di Vada il 30 settembre, al Borderline di Pisa il 1° ottobre, alle Festa delle Sorgenti di Livorno l’8 ottobre e al Teatro Lux di Pisa il 19 ottobre.

Tutte le foto sono di Sebastiano Bongi Tomà, fotografo ufficiale dell’evento e del The Cage.

IL VIDEO: Live Bellla Livorno – Teatro Goldoni Livorno

L'articolo #BellaLivorno e il successo della solidarietà: la città, gli artisti e la radio per non dimenticare proviene da www.controradio.it.

Calcio, la grande storia: dai primi pionieri allo spettacolo planetario di oggi

Calcio, la grande storia: dai primi pionieri allo spettacolo planetario di oggi

Quattro incontri a Firenze per conoscere la storia del Football Internazionale dal punto di vista della storia sociale.

Relatore Massimo Cervelli, giornalista, esperto di storia del calcio 19/09/2017 ORE 18.00 – Punto di lettura L.GORI “Football: La conquista delle masse 1863-1940”

03/10/2017 ORE 18.00 – BIBLIOTECANOVA “Il calcio internazionale e l’estensione nel Mondo 1945-1970”

17/10/2017 ORE 18.00 – Punto di lettura L.GORI “Dalla rivoluzione olandese all’abbattimento delle frontiere 1970-2000”

31/10/2017 ORE 18.00 – BIBLIOTECANOVA “Il calcio globalizzato”

Esiste un osservatorio migliore del calcio, con i suoi splendori e le sue miserie, per comprendere l’epoca ed il mondo in cui viviamo? Il football, nato nel lungo Ottocento, dall’Impero britannico si è rapidamente diffuso contribuendo all’affermazione di tutti i media: stampa, radio, tv, web. L’utilizzo che il potere ha fatto del football ci porta a capire che ci sono stati, e ci sono, tifosi molto più pericolosi degli hooligans. Videla e Mussolini non capivano, e non amavano il calcio, ma i loro regimi seppero sfruttarne al meglio le potenzialità. Il football è capace di puntellare regimi così come di accelerarne la fine. Il calcio influenza la vita di un paese, ma la vita di un paese influenza il calcio per questo in Inghilterra si gioca in un certo modo, ed in Brasile in tutt’altro…

Il calcio è, anche nella globalizzazione, genius loci. Il calcio è lo spettacolo globale per eccellenza del nostro tempo, è business e finanza, ma è, soprattutto, estro e tecnica, tattica ed organizzazione in continua evoluzione. Tutto questo diventa una narrazione in quattro episodi

Massimo Cervelli

L'articolo Calcio, la grande storia: dai primi pionieri allo spettacolo planetario di oggi proviene da www.controradio.it.