Pisa: padre lascia bambina in auto, muore a 1 anno

Pisa: padre lascia bambina in auto, muore a 1 anno

Una bambina di un anno è morta oggi dopo che il padre l’aveva lasciata al sole, chiusa in auto nel parcheggio dello stabilimento dove lavora, nel Pisano.

Lo stabilimento, di componentistica auto, si trova vicino alla base militare dell’esercito statunitense di Camp Darby. Sul posto stanno operando polizia e carabinieri, insieme al personale del 118 e ai vigili del fuoco. L’allarme è scattato intorno alle 16 di pomeriggio ma quando sono arrivati i soccorritori la bambina era già morta.

E’ sotto choc il padre della bambina. Sul posto polizia e carabinieri stanno tentando di ricostruire la dinamica dei fatti ma le informazioni sono ancora frammentarie. Secondo quanto si è al momento appreso la famiglia vive a Pisa, anche se è originaria del Grossetano. L’uomo è un ingegnere ed è attivo da anni nel Pd locale dove ha anche ricoperto l’incarico di segretario di circolo. La figlia è la secondogenita ed avrebbe compiuto un anno nei prossimi giorni.

 

L'articolo Pisa: padre lascia bambina in auto, muore a 1 anno proviene da www.controradio.it.

Rifiuti, Livorno: ‘porta a porta’ per arrivare a 74% differenziata 

Rifiuti, Livorno: ‘porta a porta’  per arrivare a 74%  differenziata 

E’ stato siglato oggi tra Aamps, la partecipata comunale che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti, Conai (Consorzio nazionale imballaggi) e Comune di Livorno, il protocollo di intesa per la realizzazione della raccolta ‘porta a porta’ nel centro cittadino, prevista in autunno, e tutta la comunicazione di supporto.

L’accordo è finalizzato a migliorare i livelli quantitativi e qualitativi di raccolta differenziata dei rifiuti nel centro di Livorno, con particolare riferimento a quelli di imballaggio, sull’intero territorio comunale, potenziando il servizio attraverso la pianificazione e l’implementazione del porta a porta nel centro storico. Sarà, inoltre, rafforzata una campagna di comunicazione per informare e sensibilizzare la cittadinanza sui benefici della raccolta differenziata e sulle modalità per svolgerla al meglio, migliorando la qualità dei materiali raccolti e minimizzando gli scarti.
“L’introduzione del ‘porta a porta’ in città – afferma il sindaco Filippo Nogarin (M5s) – è il primo passo per la creazione di un servizio di gestione integrata e virtuosa dei rifiuti. Abbiamo scelto questo modello perché è il più efficace per aumentare le percentuali di differenziata e la qualità del materiale raccolto. Entro un anno saremo in grado di raggiungere il 74% di differenziata e questo ci permetterà di spegnere l’inceneritore del Picchianti, ridurre il costo del servizio e di conseguenza abbattere il costo della Tari. In questo modo i cittadini saranno ripagati dei sacrifici che stiamo chiedendo loro in questa fase di passaggio”. “Conai – sottolinea il presidente Giorgio Quagliolo – lavora a fianco dei Comuni sviluppando progetti a sostegno della raccolta differenziata e dell’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio”.

L'articolo Rifiuti, Livorno: ‘porta a porta’ per arrivare a 74% differenziata  proviene da www.controradio.it.

Trasporti, Pistoia: Comune contro Regione per rincaro bus ospedale

Trasporti, Pistoia: Comune contro Regione per rincaro bus ospedale

Andrà all’esame della Regione Toscana la proposta deliberata dalla Giunta comunale di Pistoia, guidata dal sindaco Alessandro Tomasi, per evitare l’aumento di oltre il 200% sul biglietto dell’autobus che dalla stazione porta all’ospedale San Jacopo (linea H).

“Ci siamo trovati di fronte a un aumento da 90 centesimi a 3 euro già deciso anche per l’autobus che porta all’ospedale e, davanti a questo problema – dichiara il sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi – abbiamo dovuto fare delle scelte che, seppur difficili, sono dettate dal fatto di non poter accettare un rincaro del genere su un servizio utilizzato da chi deve recarsi all’ospedale per visite mediche o per trovare una persona cara ricoverata, con un’alta frequenza di pensionati. Occorre necessariamente tener conto dell’aspetto sociale della linea in questione”.
“Crediamo – spiega l’assessore alla mobilità Alessandro Capecchi – che nell’ambito dei rincari regionali in arrivo, a fronte di investimenti sicuramente importanti e di un miglioramento dei servizi, l’aumento tariffario della linea H debba essere valutato nell’ottica di un servizio particolare che proprio per la sua finalità non può passare dai 90 centesimi attuali per andata e ritorno ai 3 euro, come invece sarebbe previsto dal prossimo primo luglio sulla base del protocollo d’intesa del 2012”.
La giunta comunale di Pistoia propone di passare da 90 centesimi a 1,50 euro, anziché 3 euro. Intanto la giunta continua a lavorare per garantire 144 posti di sosta gratuiti al parcheggio dell’ospedale San Jacopo mettendo in atto quanto stabilito nell’accordo di programma 2005 tra enti locali e privati che hanno costruito il nuovo ospedale, per riuscire così a mettere finalmente a disposizione del Comune il 15% dei posti auto realizzati. Il 24 maggio è previsto un nuovo incontro tra Comune e Asl proprio su questo.

L'articolo Trasporti, Pistoia: Comune contro Regione per rincaro bus ospedale proviene da www.controradio.it.

Viareggio: buttano mobilio casa in canale Burlamacca. Recuperato da capitaneria

Viareggio: buttano mobilio casa in canale Burlamacca. Recuperato da capitaneria

A segnalare la presenza di materiali, trasportati velocemente da monte verso mare, alcune telefonate arrivate nel pomeriggio di ieri all’ente portuale di Viareggio.

I militari di Viareggio intervenuti sul posto, sia via terra che attraverso la motovedetta Sar cp 813, per ridurre i danni all’ambiente marino e scongiurare potenziali pericoli alla sicurezza della navigazione lungo il canale e negli adiacenti specchi acquei portuali, hanno recuperato vari pezzi galleggianti, alcuni anche ingombranti, in particolare all’altezza delle porte Vinciane e sulle banchine prospicienti il Museo della Marineria e la passerella pedonale della passeggiata.
Alla fine dell’insolita ‘pesca’, è stato ricomposto a ciglio banchina l’arredamento completo di un monolocale: sono stati infatti accatastati pannelli di legno e plastica di varie metrature, parti di mobili da cucina e da camera, cassetti e tavolini di varie dimensioni, sedie, cuscini, porzioni di un divano e lettini da giardino.
Con la collaborazione di Sea Ambiente i rifiuti sono stati smaltiti. Inoltre stamattina personale della guardia costiera ha effettuato ulteriori sopralluoghi per verificare la presenza di altri rifiuti e, contemporaneamente, sono in corso accertamenti per risalire agli eventuali responsabili, anche con l’utilizzo delle telecamere di sorveglianza presenti lungo tutto il canale Burlamacca ed in altre aree portuali.

L'articolo Viareggio: buttano mobilio casa in canale Burlamacca. Recuperato da capitaneria proviene da www.controradio.it.

Firenze, venditore ambulante minaccia guida turistica e le estorce denaro 

Firenze, venditore ambulante minaccia guida turistica e le estorce denaro 

Avvicinato da un venditore abusivo, che gli ha messo un bracciale di pelle al polso e poi gli ha intimato di comprarlo, costringendolo a consegnarli i 70 euro che aveva nel portafoglio, minacciando di picchiarlo.

Vittima del venditore e dell’episodio , avvenuto ieri mattina intorno alle 12,30 in piazza Duomo, a Firenze, un uomo di 37 anni residente in Umbria, che si trovava a Firenze come guida turistica.

Sull’accaduto indaga la polizia, che ipotizza il reato di estorsione.
Secondo quanto ricostruito, l’ambulante abusivo prima si è fatto consegnare una banconota da 20 euro, poi, sempre minacciando di fargli del male, ha preteso dalla vittima la banconota da 50 euro che era rimasta nel portafoglio.

Il malvivente, descritto come un uomo di colore, di età compresa tra i 25 e i 30 anni, indossante una felpa nera con cappuccio rosso, si è poi allontanato a piedi.

L'articolo Firenze, venditore ambulante minaccia guida turistica e le estorce denaro  proviene da www.controradio.it.