Crolla controsoffitto, donna salva sotto shock

Crolla controsoffitto, donna salva sotto shock

Una squadra del Comando di Firenze è intervenuta in Via Vittorio Emanuele, 279 per il crollo di un controsoffitto all’interno di un appartamento.

Al momento del crollo all’interno dell’abitazione c’era una signora che fortunatamente non ha subito nessun danno, a parte un forte shock. Sul posto anche il 118 e la Polizia Municipale.

(notizia in aggiornamento)

L'articolo Crolla controsoffitto, donna salva sotto shock proviene da www.controradio.it.

Turista rapinata in sottoscala, arrestato uomo con 23 alias

Turista rapinata in sottoscala, arrestato uomo con 23 alias

Firenze – Turista sudamericana rapinata nel sottoscala di un palazzo: la Polizia di Stato cattura il presunto responsabile. Si tratta di un 37enne marocchino con alle spalle ben 23 alias.

Ha seguito una turista sudamericana fino alla sua abitazione fiorentina in Borgo Pinti; poi, una volta avvicinata la vittima nel vano scale del palazzo, l’avrebbe minacciata con una pistola strappandole via la borsa.

E’ questa la ricostruzione della Squadra Mobile di Firenze, in merito ad un episodio denunciato lo scorso 14 luglio in via Zara.

Il rapinatore si sarebbe infine dato alla fuga, facendo perdere le proprie tracce, con un bottino di 500 euro in contanti ed un Iphone di ultima generazione.

Gli agenti della Sezione Antirapina della Squadra Mobile hanno passato al setaccio ogni singolo fotogramma del sistema di videosorveglianza cittadino, riuscendo, in poco tempo, a dare un volto al soggetto che ritengono essere il protagonista della vicenda.

L’uomo ripreso nelle immagini – secondo gli inquirenti – corrisponderebbe ad un cittadino marocchino di 37 anni, già ben noto alle forze dell’ordine con i suoi ben 23 alias.

Rintracciato nei giorni scorsi in strada dalla Polizia di Stato nella centralissima zona di Sant’Ambrogio, l’uomo è stato successivamente riconosciuto anche dalla turista come l’autore materiale della rapina subita dalla donna lo scorso 14 luglio.

Al momento il Gip presso il Tribunale di Firenze ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.

L'articolo Turista rapinata in sottoscala, arrestato uomo con 23 alias proviene da www.controradio.it.

Arezzo, muore dopo incidente l’attore Maicol Segoni

Arezzo, muore dopo incidente l’attore Maicol Segoni

Ieri sera frontale nell’aretino. Maicol Segoni, 34 anni, aveva partecipato a reality Mediaset e fiction. Morto questa mattina al policlinico Le Scotte di Siena.

Maicol Segoni, attore e doppiatore di 34 anni, originario di Foiano della Chiana (Arezzo), è noto al grande pubblico per aver partecipato ad un reality Mediaset. Nel suo curriculum anche comparse in alcune fiction e sitcom e nel film “Io e Marilyn” di Leonardo Pieraccioni.

Il 34enne è rimasto coinvolto nello scontro frontale tra due auto avvenuto ieri alle 5.22 a Castroncello, nel comune di Castiglion Fiorentino nella Valdichiana aretina. Alla guida della sua auto quando, per cause da accertare, si è scontrato con un’altra vettura che veniva nell’opposta direzione di marcia.

Sul posto era intervenuto il 118 che, dopo averlo condotto all’ospedale della Fratta, lo aveva trasferito con il Pegaso a Siena dove è morto in mattinata a causa delle gravissime lesioni riportate.

L'articolo Arezzo, muore dopo incidente l’attore Maicol Segoni proviene da www.controradio.it.

Toscana, oltre 17 mln per i ‘Pegaso’

Toscana, oltre 17 mln per i ‘Pegaso’

Nel 2016 i ‘Pegaso’ hanno effettuato più di 2.300 missioni. Dalla Regione 17.200.000 euro per lo svolgimento del servizio di elisoccorso nel 2017.

Su proposta dell’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, il finanziamento è stato stabilito da una delibera approvata nel corso dell’ultima seduta di giunta.

Il finanziamento complessivo sarà così ripartito: 6.600.000 euro ciascuna per le aziende sanitarie Toscana sud est e Toscana nord ovest, dove operano i due apparecchi Pegaso 2 (Grosseto) e Pegaso 3 (Massa), entrambi servizio diurno e notturno. Altri 4.000.000 alla Asl Toscana centro, dove opera Pegaso 1 (Firenze), che svolge il solo servizio diurno.

Nel 2016 gli elicotteri Pegaso hanno effettuato 2.306 missioni, delle quali 2.056 per attività Hems (Helicopter Emergency Medical Service), cioè attività di soccorso sanitario che hanno garantito il trasporto del paziente direttamente dal luogo dell’evento all’ospedale appropriato, per dotazioni e funzionalità, nei tempi più rapidi possibile.

Un’attività in linea con le indicazioni internazionali, secondo le quali la precocità di intervento condiziona fortemente gli esiti di mortalità e disabilità residua.

Commenta l’assessore Stefania Saccardi: “Il servizio di elisoccorso è prezioso perché consente di prestare assistenza in tempi rapidi in ogni lembo della Toscana, sulle isole e nei luoghi più difficilmente raggiungibili dalle ambulanze. Per migliorare sempre la capacità di risposta del servizio di elisoccorso ai bisogni dei cittadini, gli elicotteri 118 devono essere dotati in maniera omogenea di apparecchiature e attrezzature sanitarie”.

E continua: “Nel finanziamento corrisposto dalla Regione per il 2017 sono compresi anche 440.000 euro per l’acquisto di apparecchi elettromedicali che vanno a sostituire apparecchiature acquistate nel 2009 e quindi oggi obsolete”.

L'articolo Toscana, oltre 17 mln per i ‘Pegaso’ proviene da www.controradio.it.