Crac Fiorentina, Cecchi Gori condannato risarcire 19 mln euro

Crac Fiorentina, Cecchi Gori condannato risarcire 19 mln euro

Il tribunale civile di Firenze ha condannato Vittorio Cecchi Gori a pagare oltre 19 milioni di euro di risarcimento danni nell’ambito della causa per responsabilità nell’amministrazione della vecchia società viola, promossa dalla curatela fallimentare dopo il crac della Fiorentina nel 2002.

La notizia è riportata oggi da Repubblica Firenze, dove si legge anche che il tribunale ha invece rigettato la richiesta danni nei confronti di Luciano Luna, Mario Sconcerti, Zerunian Sarkis, Ottavio Bianchi, Marco Vichi, Sergio Bartolelli e gli eredi di Ugo Poggi e dei componenti del collegio sindacale; i giudici hanno in sostanza ritenuto Cecchi Gori unico responsabile del dissesto che portò al fallimento viola.

Cecchi Gori è stato condannato anche a pagare le spese processuali verso la curatela, quantificate in 113mila euro. La stessa curatela dovrà invece rifondere le spese di lite, per decine di migliaia di euro complessivamente, a Luna e gli altri convenuti per i quali è stata rigettata la domanda di risarcimento danni.

L'articolo Crac Fiorentina, Cecchi Gori condannato risarcire 19 mln euro proviene da www.controradio.it.

Empoli: ucciso da pirata della strada, indagato un commerciante

Empoli: ucciso da pirata della strada, indagato un commerciante

Il titolare di un’attività commerciale empolese è indagato per omicidio stradale e omissione di soccorso nell’ambito dell’inchiesta della procura di Firenze sulla morte di un 23enne senegalese, travolto e ucciso da un pirata della strada, nelle prime ore del giorno del 25 settembre scorso a Empoli.

Il ragazzo si stava percorrendo la strada extraurbana secondaria Variante di Molin Nuovo in sella a una bicicletta, per raggiungere la ditta dove lavorava, quando è stato travolto dal pirata della strada. All’indagato, su disposizione del pm Sandro Cutrignelli, è stato sequestrato un furgone di colore bianco per effettuare alcuni accertamenti sul veicolo, e sono stati notificati gli atti del procedimento per la nomina di un consulente di parte in vista dell’autopsia sul cadavere del 23enne.

L'articolo Empoli: ucciso da pirata della strada, indagato un commerciante proviene da www.controradio.it.

Climate Strike: le nostre dirette dalla manifestazione di Firenze

Climate Strike: le nostre dirette dalla manifestazione di Firenze

In corso il Terzo sciopero mondiale per il clima. Manifestazione anche a Firenze nell’ambito del Climate Strike così come in altre 150 città d’Italia.

 

 

Studenti e studentesse si sono riversati in piazza per il terzo sciopero globale per il clima di Fridays for Future Italia con l’adesione di Unione degli Studenti, Link – Coordinamento Universitario e Rete della Conoscenza.

”L’Assemblea delle Nazioni Unite é stata un fallimento – sottolinea Giacomo Cossu, coordinatore nazionale di Rete della Conoscenza – i potenti del pianeta non hanno intenzione di cambiare rotta per salvare il nostro futuro. Noi giovani continueremo a ribellarci contro questa classe politica, seguendo l’esempio di Greta e chiedendo che la giustizia climatica sia finanziata da chi si è arricchito con il modello economico insostenibile. Le multinazionali e i ricchi del pianeta devono contribuire alla riconversione ecologica più di tutti. Eppure il governo italiano si limita alla retorica, mentre secondo le bozze di decreto Clima intende dare sussidi ambientali dannosi fino al 2040, una scelta inaccettabile”.

”Serve un cambio di rotta immediato che finanzi istruzione e ricerca per un altro modello di sviluppo sostenibile, per questo in più di 150 piazze del Paese siamo in corteo con Fridays for Future Italia per il terzo global strike al grido Change the School to Change the System”, esordisce Giulia Biazzo, coordinatrice nazionale dell’Unione degli Studenti. Per Camilla Guarino di Link Coordinamento Universitario “la conoscenza è fondamentale per cambiare il nostro modello economico e sociale insostenibile. Le università, attraverso la ricerca e il sapere scientifico, devono avere un ruolo centrale nell’indicare alla politica quali strade percorrere”.

Le dirette e le interviste del nostro inviato Gimmy Tranquillo

L'articolo Climate Strike: le nostre dirette dalla manifestazione di Firenze proviene da www.controradio.it.

Bonus idrico integrato: scadenza domande 17 ottobre

Bonus idrico integrato: scadenza domande 17 ottobre

Il 17 ottobre è il termine ultimo per presentare le domande per l’accesso al bonus sociale idrico integrativo anno 2019. Il bonus idrico integrativo anno 2019 è erogato agli aventi diritto fino ad esaurimento del budget complessivo assegnato al Comune di Firenze dall’Autorità Idrica Toscana. Tale agevolazione è riconosciuta con riferimento ad un solo contratto di fornitura.

Le domande, fino alla scadenza del 17 ottobre, potranno essere consegnate a mano nei giorni di martedì mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13. Gli uffici preposti sono gli Uffici – PO Programmazione e Gestione Economico Finanziaria della Direzione Servizi sociali del Comune di Firenze in viale De Amicis, 21. Possono essere anche inviate via mail all’indirizzo: uffise@comune.fi.it. Non sono ammesse altre modalità di presentazione della domanda.

I requisiti richiesti per il richiedente sono: la cittadinanza italiana o dell’Unione europea, ovvero cittadino extracomunitario regolarmente soggiornante sul territorio nazionale; ed essere residente nel Comune di Firenze.

Nel caso di utente diretto (utenze singole) essere intestatario del contratto per l’utenza di fornitura idrica domestica residente (fatturata direttamente da Publiacqua spa) personalmente e/o per almeno uno dei componenti del nucleo ISEE del richiedente.

Nel caso di utente indiretto (utenze aggregate/condominiali) l’indirizzo di residenza anagrafica del richiedente (intestatario personalmente e/o uno qualsiasi dei componenti il suo nucleo familiare) deve essere riconducibile all’indirizzo di fornitura dell’utenza aggregata/condominiale.

Il valore ISEE 2019 ordinario del proprio nucleo familiare non deve essere superiore a 15.000 euro e per le famiglie numerose con almeno 4 figli a carico non superiore a 20.000 euro. Se l’attestazione ISEE segnala omissioni o difformità,  la domanda verrà accolta e bisognerà presentare una nuova domanda corredata da attestazione ISEE che integri e/o corregga i dati segnalati come omessi o difformi.

Per info complete e modalità di richiesta visitare il sito: https://servizi.comune.fi.it/servizi/scheda-servizio/bonus-sociale-idrico-integrativo-anno-2019.

L'articolo Bonus idrico integrato: scadenza domande 17 ottobre proviene da www.controradio.it.

Omicidio a Follonica: condannati

Omicidio a Follonica: condannati

Raffaele Papa è stato condannato all’ergastolo mentre Antonio Papa a 20 anni. Queste sono le pene in rito abbreviato per l’omicidio di Follonica del 13 aprile 2017. Nella sparatoria in strada rimase infatti ucciso Salvatore De Simone. Esclusa per entrambi la premeditazione.

Il giudice di Grosseto Marco Mezzaluna ha ritenuto Raffaele Papa, figlio, colpevole dell’omicidio di De Simone con l’aggravante dei futili motivi e su istigazione del padre. Si aggiunge anche il tentato omicidio per i gravi ferimenti di Massimiliano De Simone, fratello della vittima, e Paola Martinozzi, la farmacista che stava passando per caso raggiunta da un proiettile al collo che le ha causato lesioni gravissime irreversibili.

Antonio Papa, padre, è stato condannato per omicidio in concorso e porto di arma clandestina. Le motivazioni saranno rese entro 60 giorni.  Dmytro Lazoyar, collaboratore dei Papa, invece è stato rinviato a giudizio per favoreggiamento e detenzione di arma. Il processo per l’uomo si aprirà il 9 ottobre.

L'articolo Omicidio a Follonica: condannati proviene da www.controradio.it.