Incidente sul lavoto: donna muore a Livorno dopo caduta per lavare vetri

Incidente sul lavoto: donna muore a Livorno dopo caduta per lavare vetri

E’ un infortunio sul lavoro l’incidente avvenuto stamani nel centro di Livorno dove una donna di 62 anni, Maddalena Solemo, originaria della provincia di Napoli, ma da tempo residente nella città toscana, è precipitata dalla finestra di un affittacamere posto al primo piano di un edificio.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno avviato un’indagine, e anche i tecnici di Inail e Asl per accertare la dinamica dei fatti.
Secondo quanto si è appreso, la domestica ha perso l’equilibrio mentre si trovava su una scala e stava pulendo i vetri della finestra. Sono in corso accertamenti per capire la natura del rapporto di lavoro che legava la vittima al ‘bed and breakfast’.

E’ stato un passante a vederla precipitare e chiedere immediatamente aiuto al 118, ma quando i sanitari sono arrivati sul posto la donna era già morta.

L'articolo Incidente sul lavoto: donna muore a Livorno dopo caduta per lavare vetri proviene da www.controradio.it.

Maxirissa Pisa: denunciati aggressori barista, uno espulso

Maxirissa Pisa: denunciati aggressori barista, uno espulso

Sono stati individuati due degli aggressori del titolare del bar che lunedì notte aveva tentato di fare da paciere durante la maxirissa nel centro storico di Pisa tra due bande rivali di pusher.

Si tratta di due uomini originari della tunisia, per uno dei quali, trentenne, già da tempo sottoposto all’obbligo di firma a Pisa, per reati connessi agli stupefacenti, e irregolare sul territorio è già stata avviata la procedura di espulsione.

Il giovane maghrebino è stato rintracciato nello stesso vicolo, a ridosso delle piazze dove si era sviluppata la rissa, quando è stato visto da alcuni gestori dei locali che hanno chiamato la polizia. Le volanti lo hanno raggiunto e trasferito in caserma dove è rimasto per tutta la notte ed è stato denunciato per lesioni.
Ora è in viaggio verso il Cie di Potenza. Il secondo nordafricano è stato individuato grazie a un’attività investigativa congiunta di polizia e carabinieri attraverso l’analisi delle immagini registrate dalla videosorveglianza urbana. E’ stato semplicemente denunciato perché, essendo sposato con un’italiana attualmente incinta, è in attesa della cittadinanza.
Il sindaco di Pisa Marco Filippeschi commenta lo scontro trasformatosi in rissa avvenuto nella notte tra lunedì e martedì in centro a Pisa e si appella al Governo, chiedendo che faccia la sua parte.

 

“Serve il controllo più rigoroso. Chiediamo la reazione più forte degli apparati dello Stato, oltre che un’informativa sull’accaduto e sui tempi e i modi di risposta. Confidiamo in pronte azioni d’indagine e in provvedimenti dell’autorità giudiziaria. Gli scontri avvenuti in lungarno Pacinotti, fra spacciatori, con lancio di bottiglie, con il ferimento di un operatore che lavora in quest’area cruciale della città, molto frequentata la notte, e il coinvolgimento di un altro cittadino, sono un fatto grave”: così commenta la maxirissa tra extracomunitari della notte scorsa il sindaco di Pisa Marco Filippeschi esprimendo “tutta la vicinanza alle persone coinvolte”.

L'articolo Maxirissa Pisa: denunciati aggressori barista, uno espulso proviene da www.controradio.it.

Sgomberato e sequestrato ex edificio Asl occupato a Livorno

Sgomberato e sequestrato ex edificio Asl occupato a Livorno

L’ edificio a Livorno era occupato abusivamente da 11 nuclei familiari per complessive 24 persone che sono state sgomberate e ricollocate in abitazioni provvisorie.

Il Tribunale di Livorno, su richiesta della procura, ha disposto il sequestro preventivo dell’edificio ex Asl di via San Gaetano, a Livorno.
L’operazione è scattata stamani e condotta da decine di agenti tra polizia, carabinieri e vigili urbani che hanno letteralmente blindato l’area impedendo l’accesso alla strada da entrambi i lati. Le operazioni di sgombero si sono svolte senza disordini e la Asl Toscana Nord Ovest, proprietaria dell’immobile, in una nota “ringrazia le istituzioni coinvolte e in particolare le forze dell’ordine per la professionalità e l’umanità dimostrata nell’esecuzione di questa delicata e complessa operazione”.
L’edificio, conclude l’Asl, “era stato dichiarato strutturalmente pericolante con conseguente inagibilità dei locali nel 2011 e poneva quindi a rischio degli stessi occupanti: dopo la riconsegna dell’immobile che avverrà al momento del dissequestro da parte della autorità giudiziaria l’azienda procederà alla riqualificazione della struttura e alla sua destinazione ad attività sociosanitarie rivolte in particolare a soggetti con disabilità gravi”.
“Grazie alla magistratura e alle forze dell’ordine, per aver ristabilito la legalità e aver consentito a tante famiglie di ragazzi con disabilità di poter frequentare il loro centro di riabilitazione in sicurezza e tranquillità – ha detto l’assessore al Diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi, esprimendo la sua soddisfazione per l’avvenuto sgombero -. Un grazie anche alla Asl, all’associazione Autismo di Livorno e al consigliere regionale Francesco Gazzetti”.
“In questi anni abbiamo lavorato con la Asl e con il magistrato – ha concluso l’assessore -. Finalmente, con lo sgombero di stamani, sono stati ristabiliti la legalità, il rispetto dei beni pubblici e delle persone con autismo. L’immobile sgomberato potrà da oggi essere destinato a nuovi servizi sociali o sanitari”.

L'articolo Sgomberato e sequestrato ex edificio Asl occupato a Livorno proviene da www.controradio.it.

Comune su Tramvia Firenze: “non ci saranno ritardi, linea 2 a settembre”

Comune su Tramvia Firenze: “non ci saranno ritardi, linea 2 a settembre”

Lo ha detto l’assessore alla mobilità del Comune di Firenze Stefano Giorgetti.

“La sospensione dei lavori annunciata oggi non è un elemento tale da poter spostare in avanti nel tempo l’impegno che è stato preso per la messa in esercizio della linea 2 entro i primi giorni di settembre”. Ha continuato l’assessore di Firenze.
“Palazzo Vecchio sta pagando regolarmente – ha spiegato – e Tram ha le risorse per pagare le ditte. Vuole però la garanzia che l’esecutore dei lavori Glf usi le risorse che ottiene dalla stessa Tram per saldare i conti con le ditte in subappalto. Questo è il punto del problema, che sarà affrontato con un incontro lunedì prossimo: non dico che la situazione che si è venuta a creare non preoccupi, ma potrebbe sbloccarsi nel giro di pochi giorni”.
Giorgetti tiene a sottolineare poi che le imprese che hanno annunciato la sospensione dei lavori “stanno prevalentemente lavorando su sistemazioni urbane collegate alla linea, non sulla sede tramviaria. Dunque questa sospensione non dovrebbe incidere sulle tempistiche dei collaudi di linea e sulla messa in esercizio, se non indirettamente”.
In una nota, Palazzo Vecchio spiega anche che “l’amministrazione comunale si è sempre impegnata e continuerà a impegnarsi per risolvere le problematiche relative ai pagamenti delle ditte subappaltatrici impegnate nelle opere civili della linea 2”, ma, “essendo la realizzazione delle linee tranviarie effettuata tramite lo strumento del project financing, non si tratta di un appalto dell’Amministrazione che quindi non può pagare direttamente i subappaltatori.
Sono le imprese che all’interno del concessionario Tram Spa hanno in carico l’esecuzione delle opere civili a dover fare i versamenti alle ditte”. Da parte sua, il Comune ribadisce “di non aver nessun problema a pagare le sue quote relative ai diversi stati di avanzamento e di averlo fatto con puntualità, anche prima della scadenza prevista. Al momento sono in predisposizione i pagamenti relativi a gennaio e febbraio che saranno perfezionati non appena arriveranno le fatture”.

L'articolo Comune su Tramvia Firenze: “non ci saranno ritardi, linea 2 a settembre” proviene da www.controradio.it.

Artigiani fiorentini in nuova fiction Rai, nel cast anche Castellitto e Panariello

Artigiani fiorentini in nuova fiction Rai, nel cast anche Castellitto e Panariello

Prenderanno il via lunedì 25 giugno fra Firenze e Prato le riprese di ‘Pezzi unici’ di Cinzia TH Torrini, sei puntate di cento minuti l’una, che l’anno prossimo andranno in onda in prima serata su Rai 1.

Una serie televisiva nazionale Rai, metterà al centro l’artigianato artistico di Firenze e la possibilità per gli artigiani autentici di entrare nelle scene della fiction renderà tutto ancora più realistico. Una storia di giovani e riscatto ambientata nel mondo dell’artigianato fiorentino.
La trama racconta di un artigiano del legno dell’Oltrarno, interpretato da Sergio Castellitto che, attraverso un percorso umano e professionale, risolve un giallo alla base della serie. Nel cast, fra gli altri, Giorgio Panariello e Irene Ferri.
Ma, al di là della storia, l’ambientazione offrirà la possibilità di raccontare le eccellenze dell’artigianato a iniziare dai quartieri di Santo Spirito e San Frediano. Per questo Camera di commercio di Firenze, con la collaborazione di Confartigianato Firenze e Cna Firenze, ha aperto un canale di collegamento diretto con la produzione della fiction.
Gli artigiani interessati, chi ha un’idea, un prodotto particolare da esporre o vuole saperne di più può inviare una segnalazione con i propri dati alla mail pezziunici@fi.camcom.it, sapendo che per le riprese – da lunedì fino al 21 luglio e dal primo al 20 ottobre – la coproduzione Rai Fiction, Indiana Production in collaborazione con Cassiopea si avvarrà della collaborazione degli artigiani per mettere in mostra le loro realizzazioni artistiche in vari momenti del film.
“Per dare risalto ai nostri artigiani non esiste miglior modo che far catturare la loro vera essenza alle telecamere grazie alla sapienza di una regista come Cinzia TH Torrini, che è cresciuta in Oltrarno e ancora porta questi luoghi e questa gente nel cuore”, ha sottolineato Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di commercio di Firenze.
L’artigianato artistico sarà anche il protagonista di alcune ‘pillole’ che la produzione realizzerà a margine della fiction e che potranno essere utilizzate per promuovere il nostro saper fare nel mondo.

L'articolo Artigiani fiorentini in nuova fiction Rai, nel cast anche Castellitto e Panariello proviene da www.controradio.it.