GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 28 settembre

____

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo aderisce come sempre alle Giornate Europee del Patrimonio 2013, ideate nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito cu lturale tra i Paesi europei.
In Italia la manifestazione avrà luogo il giorno sabato 28 settembre 2013 e prevederà anche l’apertura notturna dalle 20 alle 24 per quegli istituti che partecipano al progetto “Una notte al Museo“, che in via eccezionale saranno aperti gratuitamente.
Al fine di favorire la conoscenza del patrimonio culturale italiano verranno organizzate numerose iniziative sull’intero territorio nazionale e saranno aperti al pubblico gratuitamente tutti i luoghi della cultura statali.
A questi si affiancheranno i luoghi d’arte appartenenti ad altre realtà (Istituzioni, Enti) che vorranno aderire alla manifestazione.Inoltre a Firenze lo stesso sabato 28 dalle 19 alle 23 ci sarà libero accesso anche nei tre musei che aderiscono all’iniziativa “Una notte al museo”, ovvero nella Galleria degli Uffizi, nella Galleria dell’Accademia e nelle Cappelle Medicee.

 

Inaugurazione Spazio Alfieri il 25 settembre

Si inaugura con una due giorni di festa domani e giovedì 26 settembre il nuovo Spazio Alfieri, a sette anni dalla chiusura dell’Alfieri Atelier che per oltre 20 anni è stato un punto di riferimento per la difesa del cinema di qualità a Firenze.
Spazio Alfieri sarà un luogo di incontro e di scambio fra le persone e le arti: cinema, teatro, musica, gastronomia, design, arti visive, aperto tutti i giorni dalle 17 alle 1 di notte con una sala da 230 posti e uno spazio ristorazione.
Molte le realtà coinvolte nel progetto Spazio Alfieri: il coordinamento artistico del teatro di Sergio Bini in arte Bustric, la programmazione cinematografica a cura del critico Claudio Carabba in collaborazione con Quelli della Compagnia di FST, la cura del settore scuola di Italo dall’Orto, la presenza di rassegne e festival di cinema, il contributo dello Studio Marangoni per la fotografia, nonché la nuova immagine curata dallo IED, con un’attenzione particolare alla contemporaneità e al design.
L’inaugurazione sarà una due giorni fra cinema e spettacolo: domani alle 21 sarà proiettato direttamente dalla 70° Mostra del cinema di Venezia, dove è stato presentato fuori concorso, il film The Armstrong lie, prodotto dalla Warner Bros, dedicato al ritorno del ciclista Lance Armstrong al ciclismo dopo lo scandalo del doping. Giovedì 26 settembre Sergio Bini in arte Bustric, insieme a Cesare Malfatti fondatore dei La Crus, trasformerà lo Spazio Alfieri in un luogo magico con le immagini dei film di Méliès, fra cinema, musica e varietà.
Varie le rassegne cinematografiche in programma come MusicAlfieri dedicata ai film musicali, Visioni Off con ospiti d’eccezione come Alessandro Gassmann, Pippo del Bono, Pappi Corsicato, Giuliano Montaldo, Italian Identities a cura della New York University, una retrospettiva sul cinema italiano con sottotitoli in inglese che ospiterà fra gli altri Daniele Ciprì. Fra i festival toscani: il Festival dei Popoli, il Clorofilla Film Festival con titoli sulla tematica ambientale a cura di Legambiente, il Tempo Reale Festival con una serata dedicata ai Led Zeppelin.
Il Teatro sarà presente in programma nella sua veste magica con gli show di Bustric, il teatro di figura e le giocolerie dedicate ai più piccoli, ma anche con interpreti quali Marco Baliani, Oscar de Summa, Danio Manfredini. Così come la musica, protagonista in serate a tema, come la rassegna Avant che ci conduce alla scoperta dell’avvincente panorama musicale elettronico europeo con alcuni fra i più interessanti dj o le serate dedicate ai Clash e ai Dennis and the Jets.
“Dopo alcuni anni di chiusura – ha commentato l’assessore alla cultura Sergio Givone, alla presentazione della nuova apertura – lo spazio, totalmente rinnovato e riqualificato, viene aperto di nuovo alla città. Una scommessa vinta, nella quale l’amministrazione comunale ha fortemente creduto e investito. Adesso accogliamo nella storica struttura un nuovo cartellone di eventi che mescolano cinema e teatro, circo e artisti di strada.

FIRENZE MARATHON E ORCHESTRA REGIONALE TOSCANA

 

 

Nasce una preziosa e significativa collaborazione tra Firenze Marathon e l’Ort, l’Orchestra Regionale Toscana. La prima iniziativa sarà il prossimo giovedì 26 settembre. Tutti coloro che sono già iscritti alla Firenze Marathon 2013 avranno la possibilità di accedere gratuitamente allo spettacolo del 26 settembre (fino ad esaurimento posti) dal titolo “Alto sui pedali, sinfonia per bicicletta e orchestra su immagini video”, evento collegato con le iniziative per il Mondiale di ciclismo che si terrà alle ore 21 al Teatro Verdi.

Lo stesso Teatro Verdi diventa punto d’iscrizione della Family Run, la corsa su percorso breve per bambini, ragazzi e famiglie che si tiene ogni anno in contemporanea con la Firenze Marathon (prossima edizione, quella del trentennale, il 24 novembre, con partenza e arrivo proprio in Piazza Santa Croce, dove è posta la tribuna e l’arrivo della gara). Le iscrizioni alla Ginky Family Run, quindi (oltre che nei consueti punti di raccolta tra cui l’Atletica Firenze Marathon presso lo stadio Luigi Ridolfi in viale Fanti) si potranno effettuare anche nel centro storico di Firenze, presso la biglietteria del Teatro Verdi dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Le iscrizioni apriranno sabato 26 ottobre in occasione dello spettacolo per le famiglie “Giulietta e Romeo” che inizierà alle ore 16,30.
Il ricavato delle iscrizioni effettuate al Teatro Verdi sarà destinato al progetto che l’Orchestra della Toscana dedica alle scuole e alla formazione di bambini e ragazzi.

Quest’anno poi i partecipanti alla Ginky Family Run potranno usufruire di una bella opportunità, proprio grazie alla collaborazione con l’Ort: dopo la corsa, infatti, subito dopo l’arrivo della maratona, per tutti coloro che hanno preso parte alla Ginky Family Run ci sarà la possibilità di trasferirsi ed entrare gratuitamente al Teatro Verdi dove potranno assistere gratuitamente al concerto “Pierino e il lupo”. Per coloro che invece non hanno preso parte alla Ginky Family Run invece il costo del biglietto sarà di 5 euro.

Giornata Europea delle Lingue

La Giornata Europea delle Lingue, organizzata ogni 26 settembre dal 2001 dal Consiglio d’Europa e dall’Unione europea, è stato un successo, coinvolge milioni di persone di 45 stati partecipanti.

Quest’anno a Firenze è possibile vincere corsi di lingue grazie al quiz “Vinci con le lingue” organizzato da British Institute, Institut Français, Deutsches Institut e Centro de Lengua Española per celebrare l’annuale Giornata europea delle lingue.
Si gioca nella sera di mercoledì 25 settembre, dalle 18 fino alle 21. Il percorso si snoda tra i quattro centri culturali, tutti molto vicini nel centro di Firenze. In ciascuna tappa si avranno 30 minuti per completare le prove richieste, ovvero quiz di conoscenza della lingua e della cultura dei relativi Paesi. Proprio per favorire gli scambi e la conoscenza reciproca, in ciascun istituto ci sarà per i partecipanti un piccolo aperitivo tipico. In palio ci sono dodici voucher (3 vincitori per ciascun istituto) con un minimo di 20 ore gratuite di corso di lingua. Il totale di ore messe in palio è almeno di 240.
Il giorno seguente, giovedì 26 settembre – Giornata europea delle lingue – i quattro istituti apriranno le proprie porte per presentare le proprie attività culturali e i propri corsi di lingua.
L’iniziativa è stata presentata a Palazzo Vecchio dall’assessore alla cultura Sergio Givone e da Noëlle-Christine Rebichon (Institut français Firenze), Amanda Lowe (British Institute of Florence), Heiner Roland (Deutsches Institut Florenz), Kenia Alburquerque Nuñez (Centro de Lengua Espaňola).
“La diversità linguistica – ha sottolineato l’assessore Givone – è una ricchezza perché dietro ogni lingua c’è lo spirito di un popolo, la sua storia, le sue emozioni. Imparando le lingue ognuno rivolge al mondo uno sguardo diverso ed è davvero capace di comunicarlo. Insegnare una lingua significa insegnare il mondo”. (edl)

Informazioni:
library@britishinstitute.it – britishinstitute.it
corsi-firenze@institutfrancais.it – institutfrancais-firenze.it
info@deutschesinstitut.it – deutschesinstitut.it
info@espanol.it – spagnolofirenze.it
Sito ufficiale delle Giornata Europea delle Lingue: http://edl.ecml.at/

Amici della Musica Firenze

Nati nel 1920, gli Amici della Musica di Firenze sono una delle più antiche e prestigiose realtà concertistiche in Italia.

Fondamentale è stato il contributo dato dall’Associazione allo sviluppo della cultura musicale nel nostro paese: attraverso l’organizzazione di appuntamenti concertistici ritenuti fin dall’inizio di rilievo internazionale (fra i primi protagonisti ci sono niente meno che il Quartetto Busch, Wilhelm Backaus, Arturo Toscanini, Alfred Cortot, Gaspar Cassadò, Mario Castelnuovo Tedesco, Bela Bartok, Rudolf Serkin, Vladimir Horowitz), dando origine all’Orchestra Stabile Fiorentina (l’attuale Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino) di Vittorio Gui nel 1928 e prendendo parte attiva alla nascita del Maggio Musicale nel 1933.

Forti di una storica tradizione, gli Amici della Musica di Firenze organizzano ancora oggi in Italia appuntamenti concertistici paragonabili a quelli delle più prestigiose istituzioni europee, con protagonisti i maggiori interpreti del panorama internazionale.

Le numerose manifestazioni si svolgono nello storico e centrale Teatro della Pergola, a cadenza settimanale (il sabato pomeriggio e la domenica sera), nel periodo Ottobre-Aprile. I programmi presentano una variegata gamma di proposte, dai classici della musica cameristica alle espressioni musicali contemporanee (spesso con prime esecuzioni assolute), da pagine per formazioni orchestrali raccolte a pezzi solistici, dal jazz alla musica di tradizione.

Come importante riconoscimento a questa loro attività, nel 2007 gli Amici della Musica di Firenze hanno ricevuto l’ambitissimo Premio “Franco Abbiati” 2006 dell’Associazione Nazionale Critici Musicali Italiani, con una motivazione particolarmente lusinghiera: “per la coerenza e qualità nella difesa del valore della musica da camera – nel solco di una tradizione oramai secolare – e per il significativo modello per le numerose associazioni omologhe italiane; per la programmazione dove emerge la frequenza dei cicli liederistici o dedicati al quartetto per archi ma attenta anche all’aspetto didattico grazie agli incontri di studio con artisti ospiti, e formativo, in particolare durante i concerti di “Settembre Musica” riservati ai giovani interpreti”. Tale riconoscimento non era mai stato assegnato ad un’associazione concertistica.

Nel 2008 l’Associazione ha ricevuto il Fiorino d’oro della città di Firenze, che ha così riconosciuto agli Amici della Musica il ruolo di insostituibile istituzione che, per la qualità della sua intensa attività ed i grandi contatti internazionali, fa di Firenze una delle massime capitali europee della musica da camera.