Strage Viareggio: mese della memoria per decimo anniversario

Strage Viareggio: mese della memoria per decimo anniversario

Un ‘Mese della memoria’ ricco di appuntamenti per il decennale della strage di Viareggio del 29 giugno 2009.

Le iniziative sono state presentate ieri a Viareggio (Lucca) alla presenza, tra gli altri, del presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani e del vicesindaco Valter Alberigi. per le celebrazioni. Il calendario di appuntamenti partirà il 29 maggio con le scuole in via Ponchielli, il primo giugno ci sarà la ciclopedalata e regata Livorno-Viareggio. Poi tornei di
calcio, di tennis, di basket e calcetto femminile, tennis da tavolo, regate veliche, il motoraduno Pulce e Scarburato, e il Memorial Elena e Federico. Spazio alla cultura con lo spettacolo di Teatro Rumore ’32 a beautiful thing’.

Per la sera del 29 giugno è allo studio un percorso diverso dal solito, che sarà ufficializzato nei prossimi giorni. Intanto sono stati consegnati i riconoscimenti ai vincitori della borsa di studio bandita dall’associazione Il mondo che vorrei, che riunisce i familiari delle vittime.
C’era anche il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, oltre al vice sindaco di Viareggio, Valter Alberigi stamani alla presentazione del Mese della Memoria per il decennale della strage ferroviaria del 29 giugno 2009 di Viareggio. Le istituzioni finalmente sono tutte a fianco dei familiari delle 32 vittime dalla Regione al Governo, dopo la visita del Ministro Toninelli alla Casina dei Ricordi poche settimane fa, atteso anche per le celebrazioni. E con il Comune di Viareggio “sempre al fianco dei familiari”, come ha ricordato il vice sindaco Valter Alberici. Il calendario di iniziative partirà il 29 maggio con le scuole in via Ponchielli, il primo giugno la ciclopedalata e regata Livorno-Viareggio. Poi tornei di calcio, di tennis, di basket e calcetto femminile, tennis da tavolo, regate veliche. Il motoraduno Pulce e Scarburato, il Memorial Elena e Federico.

Ma anche cultura con lo spettacolo di Teatro Rumore “32 a beautiful thing”. Per la sera del 29 si studia un percorso diverso dal solito, che sarà ufficializzato nei prossimi giorni. Intanto sono state consegnati i riconoscimenti ai vincitori della borsa di studio bandita dall’associazione Il mondo che vorrei.

L'articolo Strage Viareggio: mese della memoria per decimo anniversario proviene da www.controradio.it.

Livorno, porto: firmato oggi accordo scavalco ferroviario

Livorno, porto: firmato oggi accordo scavalco ferroviario

Il presidente della Regione Toscana intervenendo alla firma per la realizzazione dello scavalco ferroviario del porto di Livorno, auspica un rapido avvio dei lavori così da superare i precedenti ritardi. Per il ministro Toninelli l’ampliamento è “assolutamente necessario”.

Il porto labronico ha alle spalle un grande spazio dove é possibile fare investimenti nella logistica, nei magazzini e in altre infrastrutture. Il governatore della Toscana ha quindi sottolineato come la sua amministrazione abbia creduto nella necessità di collegare porto ed interporto alla rete ferroviaria europea, tanto da investire in questo molto più di tutti gli altri, cioè 2,2 su 27 milioni di euro per aumentare enormemente le potenzialità de Lo scalo livornese.

La Regione è intervenuta finanziariamente per salvare la società che gestisce l’interporto Amerigo Vespucci – sottolinea il presidente Rossi -, che adesso è in pareggio, produce utili e negli ultimi anni ha dato lavoro ad altri 300 addetti: un risultato importante che non sarebbe stato possibile senza l’intervento della Regione.

Il presidente ha riconfermato l’intenzione di non recuperare i 2,5 milioni, anticipati dalla Regione per sopperire ai ritardi nel finanziamento dell’opera da parte del Governo, ma di destinarlo a Rete ferroviaria per finanziare la progettazione esecutiva del raccordo con la rete europea. Si tratterà di un collegamento unico nella puntualità italiana capace di rendere Livorno ancora più competitivo.

Ciò è sempre più indispensabile ora che non è più sufficiente garantire i trasporti port to port, da Porto a porto, ma serve offrire il door to door, arrivando cioè alla consegna finale a destinazione delle merci.

Nel frattempo il ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli, a margine di Espo 2019, ha deto che si tratta di “una straordinaria opportunità anche per i giovani: c’è una richiesta che dobbiamo saper cogliere – prosegue il segretario di Stato – perché se i numeri ci dicono che solo nel Mediterraneo è aumentato negli ultimi 20 anni del 500% il traffico di merci significa che c’è tanto lavoro e tante opportunità di occupazione che vanno colte con le giuste competenze”.

Sempre Toninelli, a margine di Espo 2019, ha poi risposto a una domanda dei giornalisti che gli chiedevano della necessità di ampliamento del porto di Livorno: “Assolutamente sì, ricordiamoci che Livorno fa sistema con Piombino, e fare sistema, dialogare di più guardando alle proprie caratteristiche, è l’obiettivo che dobbiamo raggiungere”.  “Qui siamo a firmare un accordo importante tra Mit, Regione, Autorità di sistema e l’Interporto Vespucci – ha terminato Toninelli -, per fare sistema e far sì che le merci possano entrare e uscire dal porto di Livorno più velocemente e con maggiore efficienza”.

L'articolo Livorno, porto: firmato oggi accordo scavalco ferroviario proviene da www.controradio.it.

Livorno, porto: firmato oggi accordo scavalco ferroviario

Livorno, porto: firmato oggi accordo scavalco ferroviario

Il presidente della Regione Toscana intervenendo alla firma per la realizzazione dello scavalco ferroviario del porto di Livorno, auspica un rapido avvio dei lavori così da superare i precedenti ritardi. Per il ministro Toninelli l’ampliamento è “assolutamente necessario”.

Il porto labronico ha alle spalle un grande spazio dove é possibile fare investimenti nella logistica, nei magazzini e in altre infrastrutture. Il governatore della Toscana ha quindi sottolineato come la sua amministrazione abbia creduto nella necessità di collegare porto ed interporto alla rete ferroviaria europea, tanto da investire in questo molto più di tutti gli altri, cioè 2,2 su 27 milioni di euro per aumentare enormemente le potenzialità de Lo scalo livornese.

La Regione è intervenuta finanziariamente per salvare la società che gestisce l’interporto Amerigo Vespucci – sottolinea il presidente Rossi -, che adesso è in pareggio, produce utili e negli ultimi anni ha dato lavoro ad altri 300 addetti: un risultato importante che non sarebbe stato possibile senza l’intervento della Regione.

Il presidente ha riconfermato l’intenzione di non recuperare i 2,5 milioni, anticipati dalla Regione per sopperire ai ritardi nel finanziamento dell’opera da parte del Governo, ma di destinarlo a Rete ferroviaria per finanziare la progettazione esecutiva del raccordo con la rete europea. Si tratterà di un collegamento unico nella puntualità italiana capace di rendere Livorno ancora più competitivo.

Ciò è sempre più indispensabile ora che non è più sufficiente garantire i trasporti port to port, da Porto a porto, ma serve offrire il door to door, arrivando cioè alla consegna finale a destinazione delle merci.

Nel frattempo il ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli, a margine di Espo 2019, ha deto che si tratta di “una straordinaria opportunità anche per i giovani: c’è una richiesta che dobbiamo saper cogliere – prosegue il segretario di Stato – perché se i numeri ci dicono che solo nel Mediterraneo è aumentato negli ultimi 20 anni del 500% il traffico di merci significa che c’è tanto lavoro e tante opportunità di occupazione che vanno colte con le giuste competenze”.

Sempre Toninelli, a margine di Espo 2019, ha poi risposto a una domanda dei giornalisti che gli chiedevano della necessità di ampliamento del porto di Livorno: “Assolutamente sì, ricordiamoci che Livorno fa sistema con Piombino, e fare sistema, dialogare di più guardando alle proprie caratteristiche, è l’obiettivo che dobbiamo raggiungere”.  “Qui siamo a firmare un accordo importante tra Mit, Regione, Autorità di sistema e l’Interporto Vespucci – ha terminato Toninelli -, per fare sistema e far sì che le merci possano entrare e uscire dal porto di Livorno più velocemente e con maggiore efficienza”.

L'articolo Livorno, porto: firmato oggi accordo scavalco ferroviario proviene da www.controradio.it.

Strage Viareggio: Toninelli incontra famiglie vittime

Strage Viareggio: Toninelli incontra famiglie vittime

Il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli, accompagnato dal senatore M5s Gianluca Ferrara, ha incontrato l’associazione Il Mondo che Vorrei, che riunisce i familiari delle vittime della strage di Viareggio.

Il Ministro è infatti oggi a Viareggio (Lucca) per visitare la fiera nautica ‘Versilia Yachting Rendez-Vous 2019’. Toninelli, spiega una nota, ha parlato con il presidente dell’associazione Marco Piagentini, anche lui vittima della strage del 29 giugno 2009 nella quale morirono 32 persone, e insieme hanno visitato la Casina dei ricordi in via Ponchielli a Viareggio, luogo dove è avvenuta l’esplosione.

Al centro dell’incontro il tema della sicurezza ferroviaria, in particolare proprio a Viareggio (Lucca), e la necessità di messa in sicurezza dell’intera linea su questa tratta che attraversa la cittadina Toscana. Il ministro Toninelli ha scritto sul diario che si trova all’interno della Casina dei ricordi, su cui i visitatori lasciano una propria testimonianza.

“Entro per la prima volta in questa casina. E’ un’emozione che non dimenticherò mai – è il messaggio lasciato da Toninelli -. Sono profondamente e umanamente vicino ad ogni singola persona a partire dai familiari delle vittime, dei feriti e di tutti coloro che ancora soffrono. Fino all’ultimo istante in cui sarò Ministro dei Trasporti lavorerò per riportare i livelli di sicurezza dentro le ferrovie italiane.”

L'articolo Strage Viareggio: Toninelli incontra famiglie vittime proviene da www.controradio.it.

Livorno, Rossi: ‘Mit finanzi scavalco ferroviario Porto-Interporto’

Livorno, Rossi: ‘Mit finanzi scavalco ferroviario Porto-Interporto’

Enrico Rossi, governatore della Toscana: ‘Potenzialità area intuita da Ciampi, ma in città neppure una strada intitolata a lui’.

“E’ necessario che il ministero dei Trasporti firmi il decreto per far arrivare in Toscana i 2,5 milioni di euro necessari a completare i lavori dello scavalco ferroviario” fra porto e interporto di Livorno, “per il quale la Regione ha già messo a disposizione 19 milioni di euro”. Lo ha affermato Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, a margine della presentazione del contratto di rete per la Toscana Pharma Valley.

“E’ da settembre – ha detto – che aspettiamo che il ministro Toninelli sblocchi questo finanziamento. Se non lo fa ce li metteremo come Regione perché voglio che i lavori partano entro l’estate”. Il governatore ha ipotizzato “una variazione di bilancio, perché “queste cose non possono andare avanti con queste lentezze”.

Per Rossi, il progetto Toscana Pharma Valley “conferma che quell’area là, la costa, quella che va fra Livorno, Pontedera e Pisa, dal punto di vista della logistica, ha delle potenzialità straordinarie. Le intuì queste potenzialità un grande presidente livornese, Carlo Azeglio Ciampi, che a Livorno non si sono neppure degnati di intitolargli una strada…”.

L'articolo Livorno, Rossi: ‘Mit finanzi scavalco ferroviario Porto-Interporto’ proviene da www.controradio.it.