FIORINO D’ORO A VIRGIlIO SIENI IL 23 GIUGNO NEL CORTILE DEGLI UFFIZI

Uffizi

Venerdi 23 giugno alle ore 18 nel Cortile degli Uffizi (Arena Cinema), il sindaco Dario Nardella consegnerà il fiorino d’oro- massima onorificenza della città di Firenze- a Virgilio Sieni.

Virgilio Sieni , nato a Firenze si è formato nella danza classica e contemporanea ad Amsterdam, New York e Tokyo;  il suo percorso comprende inoltre studi di arti visive, architettura, arti marziali.                   Coreografo e danzatore fonda nel 1983 la “Compagnia Parco Butterfly” e nel 1992 la “Compagnia Virgilio Sieni”.  Crea spettacoli per le massime istituzioni musicali italiane e vince numerosi premi :Ubu, Danza&Danza, Lo Straniero, Anct.  Nel 2013 diventa direttore della Biennale di Venezia, Settore Danza, e viene nominato Chevalier de l’ordres des arts et de lettres dal Ministro della cultura francese.

Dal 2003 Virgilio Sieni dirige a Firenze “CANGO Cantieri Goldonetta”: uno spazio da lui ideato, all’interno di un edificio storico dell’Oltrarno, attrezzato per le pratiche del corpo, l’ospitalità di artisti, la frequentazione e la visione, la ricerca sui linguaggi contemporanei dell’arte.
A partire dalle esperienze della Compagnia e di “CANGO”, nel 2007 Virgilio Sieni ha fondato “l’Accademia sull’arte del gesto”: un contesto innovativo finalizzato alla trasmissione delle pratiche artistiche e alla definizione di un nuovo rapporto tra formazione e produzione, rivolto sia a professionisti che a gruppi di neofiti della danza, dall’infanzia alla terza età.

Rappresenta l’Italia sia a Marsiglia Capitale Europea della Cultura 2013, con il progetto “Arte del gesto nel Mediterraneo” che coinvolge 160 interpreti provenienti da diversi paesi, sia a Bruxelles nell’ambito del Semestre Italiano di Presidenza dell’Unione Europea 2014 con il progetto “Vita Nova”sull’iconografia sacra al Bozar Centre for Fine Arts. Nel 2015 realizza per la Fondazione Prada di Milano “Atlante del gesto”.

Per la creazione dei suoi lavori si è spesso avvalso della collaborazioni di artisti visivi, musicisti e compositori di rilievo internazionale. Tra i musicisti si ricordano Alexander Balanescu, Giorgio Battistelli, Ennio Morricone, Steve Lacy, Francesco Giomi/Tempo Reale, Evan Parker, Stefano Scodanibbio. Tra gli artisti visivi Grazia Toderi, Liliana Moro, Maurizio Nannucci, Flavio Favelli. Per i costumi Miuccia Prada.

Sarà Dario Nardella il 23 giugno, vigilia della festa del patrono San Giovanni, a consegnare A Virgilio Sieni il Fiorino d’oro, ovvero la riproduzione in oro dell’antica moneta coniata dalla Repubblica fiorentina nel XIV secolo che riproduce da un lato il giglio di Firenze e dall’altro l’effigie di San Giovanni Battista patrono della città. La cerimonia si terrà alle 18 nel piazzale degli Uffizi.

Non solo al coreografo, il sindaco consegnerà i Fiorini d’oro ad altri 9 nomi di spicco della realtà fiorentina: la Fondazione Tommasino Bacciotti la cui attività è rivolta alla cura, l’assistenza e l’informazione sui tumori cerebrali infantili; British Institute, che quest’anno festeggia 100 anni dalla fondazione; Andrea Rossellini, l’agente della Polizia municipale che il 7 marzo scorso si tuffò in Arno per salvare una ragazza; Alessandro Bertolazzi, che insieme a Giorgio Gregorini e Christopher Nelson ha vinto l’Oscar per il miglior trucco e parrucco per “Suicide Squad”; gli imprenditori del vino Piero Antinori e Vittorio Frescobaldi; il Centro missionario medicinali onlus, che invia farmaci e presidi medico-chirurgici nel Sud del mondo; la giornalista e scrittrice Sandra Bonsanti e la Fiorentina Women’s Football Club, campione d’Italia di calcio femminile, che quest’anno ha vinto lo scudetto.

The post FIORINO D’ORO A VIRGIlIO SIENI IL 23 GIUGNO NEL CORTILE DEGLI UFFIZI appeared first on Controradio.

FIORINO D’ORO A VIRGIlIO SIENI IL 23 GIUGNO NEL CORTILE DEGLI UFFIZI

Uffizi

Venerdi 23 giugno alle ore 18 nel Cortile degli Uffizi (Arena Cinema), il sindaco Dario Nardella consegnerà il fiorino d’oro- massima onorificenza della città di Firenze- a Virgilio Sieni.

Virgilio Sieni , nato a Firenze si è formato nella danza classica e contemporanea ad Amsterdam, New York e Tokyo;  il suo percorso comprende inoltre studi di arti visive, architettura, arti marziali.                   Coreografo e danzatore fonda nel 1983 la “Compagnia Parco Butterfly” e nel 1992 la “Compagnia Virgilio Sieni”.  Crea spettacoli per le massime istituzioni musicali italiane e vince numerosi premi :Ubu, Danza&Danza, Lo Straniero, Anct.  Nel 2013 diventa direttore della Biennale di Venezia, Settore Danza, e viene nominato Chevalier de l’ordres des arts et de lettres dal Ministro della cultura francese.

Dal 2003 Virgilio Sieni dirige a Firenze “CANGO Cantieri Goldonetta”: uno spazio da lui ideato, all’interno di un edificio storico dell’Oltrarno, attrezzato per le pratiche del corpo, l’ospitalità di artisti, la frequentazione e la visione, la ricerca sui linguaggi contemporanei dell’arte.
A partire dalle esperienze della Compagnia e di “CANGO”, nel 2007 Virgilio Sieni ha fondato “l’Accademia sull’arte del gesto”: un contesto innovativo finalizzato alla trasmissione delle pratiche artistiche e alla definizione di un nuovo rapporto tra formazione e produzione, rivolto sia a professionisti che a gruppi di neofiti della danza, dall’infanzia alla terza età.

Rappresenta l’Italia sia a Marsiglia Capitale Europea della Cultura 2013, con il progetto “Arte del gesto nel Mediterraneo” che coinvolge 160 interpreti provenienti da diversi paesi, sia a Bruxelles nell’ambito del Semestre Italiano di Presidenza dell’Unione Europea 2014 con il progetto “Vita Nova”sull’iconografia sacra al Bozar Centre for Fine Arts. Nel 2015 realizza per la Fondazione Prada di Milano “Atlante del gesto”.

Per la creazione dei suoi lavori si è spesso avvalso della collaborazioni di artisti visivi, musicisti e compositori di rilievo internazionale. Tra i musicisti si ricordano Alexander Balanescu, Giorgio Battistelli, Ennio Morricone, Steve Lacy, Francesco Giomi/Tempo Reale, Evan Parker, Stefano Scodanibbio. Tra gli artisti visivi Grazia Toderi, Liliana Moro, Maurizio Nannucci, Flavio Favelli. Per i costumi Miuccia Prada.

Sarà Dario Nardella il 23 giugno, vigilia della festa del patrono San Giovanni, a consegnare A Virgilio Sieni il Fiorino d’oro, ovvero la riproduzione in oro dell’antica moneta coniata dalla Repubblica fiorentina nel XIV secolo che riproduce da un lato il giglio di Firenze e dall’altro l’effigie di San Giovanni Battista patrono della città. La cerimonia si terrà alle 18 nel piazzale degli Uffizi.

Non solo al coreografo, il sindaco consegnerà i Fiorini d’oro ad altri 9 nomi di spicco della realtà fiorentina: la Fondazione Tommasino Bacciotti la cui attività è rivolta alla cura, l’assistenza e l’informazione sui tumori cerebrali infantili; British Institute, che quest’anno festeggia 100 anni dalla fondazione; Andrea Rossellini, l’agente della Polizia municipale che il 7 marzo scorso si tuffò in Arno per salvare una ragazza; Alessandro Bertolazzi, che insieme a Giorgio Gregorini e Christopher Nelson ha vinto l’Oscar per il miglior trucco e parrucco per “Suicide Squad”; gli imprenditori del vino Piero Antinori e Vittorio Frescobaldi; il Centro missionario medicinali onlus, che invia farmaci e presidi medico-chirurgici nel Sud del mondo; la giornalista e scrittrice Sandra Bonsanti e la Fiorentina Women’s Football Club, campione d’Italia di calcio femminile, che quest’anno ha vinto lo scudetto.

The post FIORINO D’ORO A VIRGIlIO SIENI IL 23 GIUGNO NEL CORTILE DEGLI UFFIZI appeared first on Controradio.

FIRENZE, ARTE E SPETTACOLI: ESTATE AL BARGELLO 2017

Orchestra da Camera Bargello 8

Dal 20 giugno al 27 luglio torna al Museo Nazionale del Bargello di Firenze l’edizione 2017 della rassegna Estate al Bargello.

Il Museo Nazionale del Bargello ospiterà 21 serate di musica, teatro e danza con gli eventi della Compagnia Lombardi-Tiezzi, il Florence Dance Festival, l’ Orchestra da Camera Fiorentina diretta da Giuseppe Lanzetta.    L’evento ha il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Museo Nazionale del Bargello, Regione Toscana, Comune di  Firenze-Estate fiorentina e col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e con la collaborazione Banca CR Firenze.

La Compagnia Lombardi- Tiezzi inaugurerà la rassegna con lo spettacolo- concerto “Dagli Appennini alle Ande”, uno dei racconti contenuti in “Cuore” di Edmondo De Amicis. Lo spettacolo- che narra le avventure di Marco che si imbarca da Genova a Buenos Aires alla ricerca della madre, migrata per sopperire alle esigenze economiche della famiglia- è in scena, in prima assoluta, da martedì 20 a venerdì 23 giugno, in allestimento all’interno del cortile del Museo Nazionale del Bargello.

“Bargello in danza” è invece il titolo della 28° edizione del Florence Dance Festival che rende omaggio all’antico Palazzo Podestà di Firenze. Molti i protagonisti del panorama internazionale della danza: col susseguirsi di rappresentazione folkloristiche del flamenco e del tango o dell’attualità della danza urbana; dall’ hip pop a coreografi e danzatori emergenti la danza accompagnerà questa edizione di Estate al Bargello fino al 25 luglio.

Infine, ospiti illustri per l’appendice estiva dell’ Orchestra da Camera fiorentina al Museo Nazionale del Bargello. Il gruppo fondato e diretto da Giuseppe Lanzetta inaugura mercoledì 12 luglio con un complesso di tre ottoni.                 Si proseguire poi  con un omaggio a Vivaldi e un viaggio nel mondo e nella storia del cinema con la musica delle più amate colonne sonore grazie al gruppo “Morricone and Friends”. Sul palco sale anche, il Coro Polifonico Santa Cecilia di Empoli.

Grandi artisti della scena nazionale e internazionale compongono così un calendario fitto di appuntamenti in alternanza continua di armonie classiche e proposte contemporanee. Per tutte le

info: http://www.florencedancefestival.org/  http://www.orchestrafiorentina.it/it/hom http://www.lombarditiezzi.it/

The post FIRENZE, ARTE E SPETTACOLI: ESTATE AL BARGELLO 2017 appeared first on Controradio.

Poesia nella città

Si intitola “Poesia nella città” ed è “un itinerario di poesia, musica, scultura e danza dedicato a Mario Luzi nei luoghi di Michelangelo Buonarroti”.
In occasione del centenario della nascita del grande poeta fiorentino, è stato messo a punto un progetto a cura del Comitato del Centenario Mario Luzi 1914-2014, ideato dall’“Associazione Mendrisio Mario Luzi Poesia del Mondo”.

http://www.polomuseale.firenze.it/areastampa/files/53d78e192964454c0f000029/POESIA%20NELLA%20CITTA.jpg

Si tratterà di un appuntamento composito di arte, musica, poesia e danza di cui sarà protagonista Versiliadanza, che in collaborazione con Edizioni della Meridiana, Comitato del Centenario Mario Luzi 1914-2014, Liceo Artistico Statale di Porta Romana di Firenze, e il Polo Museale Fiorentino, promuove cinque eventi dedicati alla scrittura di Mario Luzi nei luoghi di Michelangelo Buonarroti, tre dei quali riguardano musei del Polo Fiorentino.
Il primo è previsto il 2 agosto alle 11.30 nel Chiostro di Sant’Antonino del Museo di San Marco; il secondo è programmato il 5 agosto alle 19.30 e alle 20.45 alla Galleria dell’Accademia; il terzo sarà il 12 settembre alle 19.30 nel Museo delle Cappelle Medicee. Gli utlimi due sono in scaletta il 18 settembre alle 10.30 nella Gipsoteca del Liceo Artistico Statale di Porta Romana e il 25 settembre alle 19.30 alla Basilica di San Miniato al Monte.

Di Michelangelo Buonarroti ricorrono quest’anno i 450 anni dalla morte e pochi artisti hanno lasciato un segno così profondo e duraturo nella storia dell’arte della nostra città. Nel 2014 ricorre anche il centenario della nascita di Mario Luzi, poeta fiorentino tra i più amati e figura indiscussa della poesia del Novecento. Pochi sanno che tra il 1975 e il 1976 Mario Luzi cura un’edizione delle “Rime” di Michelangelo Buonarroti per Giunti-Nardini Editore.
Attraverso un itinerario che ripercorra alcuni luoghi e opere di Michelangelo che spostandosi dal Chiostro di Sant’Antonino nell’ex-convento di San Marco, oggi museo, limitrofo al mediceo Giardino di San Marco dove il giovane Michelangelo studiò la statuaria classica, alla Galleria dell’Accademia, per giungere al Complesso della Basilica di San Lorenzo nei meravigliosi luoghi delle Cappelle Medicee fino a salire alla Basilica di San Miniato al Monte senza tralasciare la Gipsoteca dell’ex-Istituto Statale d’Arte di Firenze (con un evento appositamente studiato in orario curriculare per gli Studenti) che conserva i calchi di gesso degli originali del David e altre sculture michelangiolesche, costruiremo un viaggio/intreccio nella scrittura di Mario Luzi, le Rime di Michelangelo, le sue opere scultoree e architettoniche attraverso il linguaggio della poesia accompagnato dalla musica dal vivo e dalla danza. Poesia, musica, danza, scultura e architettura sono legate da un’affinità particolare. La danza si lega alla scultura e all’architettura facendosi carne di quella “proiezione” del movimento avvolto nel silenzio e nella materia eterna. La poesia s’incarna attraverso la parola e la voce. La musica incastona il tempo e fonde ogni forma d’arte.  I luoghi diventano architettura vivente, memoria di ciò che vi accade.
Il progetto si conclude e culmina alla Basilica di San Miniato al Monte per la quale Mario Luzi scrisse Siamo qui per questo, con l’Omaggio a Mario Luzi, cittadino di Firenze e del mondo, curato dal Comitato del Centeranio Mario Luzi 1914-2014. L’evento e’ ideato dall’”Associazione Mendrisio Mario Luzi Poesia del Mondo”, presieduta e diretta da Paolo Mettel, e prevede un momento di interventi a cura di docenti, giornalisti, poeti a cui seguirà la lettura di un adattamento di Marco Marchi (docente universitario) dell’Opus Florentinum.

Danza in fiera

Dal 27 Febbraio al 2 Marzo 2014, alla Fortezza da Basso  si svolgerà la nona edizione di “Danza in fiera”, il più grande evento Europeo della danza e del ballo dedicato a professionisti del settore, danzatori, scuole, compagnie di danza ed aziende. Una piattaforma unica e inconfondibile in cui agli spazi espositivi si alternano palchi ed aule capaci di accogliere una vastissima programmazione artistica che abbraccia tutti i generi e gli stili: dal classico al contemporaneo, dal modern al tango, dall’hip hop al latino, dal country al musical, dalle danze etniche al valzer, dal burlesque al pilates, oltre alle nuovissime tendenze e alle discipline propedeutiche e di supporto alla danza.  Accanto agli stand dei migliori prodotti per la danza, lo sport e il benessere ,si possono trovare aree dedicate a scuole, compagnie e associazioni,spettacoli ed esibizioni con grandi ballerini e compagnie  internazionali, lezioni aperte con grandi maestri e ad audizioni per entrare nel mondo della danza.

Danza in Fiera Firenze