Leopolda9, Nardella: su aeroporto da Ceccardi accuse dure

Leopolda9, Nardella: su aeroporto da Ceccardi accuse dure

🔈Firenze, Dario Nardella, sindaco di Firenze, a margine della Leopolda9, torna sulla polemica avuta con la sindaca leghista di Cascina, due giorni fa, sul palco della festa per i 30 anni dell’edizione fiorentina di Repubblica.

Le accuse della commissaria della Lega Toscana Susanna Ceccardi di “pressioni politiche” per il potenziamento dell’aeroporto di Firenze “sono accuse molto dure – ha detto Nardella – bisogna che gli italiani comincino a chiedere ai politici che si assumano la responsabilità di quello che dicono”.

“Noi abbiamo in Toscana – ha spiegato – una Lega che sulle opere pubbliche dice tutto e il contrario di tutto: sullo sviluppo dell’aeroporto di Firenze non è stato in grado di dire con coraggio una parola chiara, anzi, semmai ha affermato di voler rafforzare l’aeroporto di Pisa e lasciare così com’è quello di Firenze mettendolo in sicurezza, cosa che è anche frutto di ignoranza, di non conoscenza degli aspetti tecnici”.

Per Nardella “la Lega Toscana è uguale al Lega-5 Stelle italiano. Non c’è un’opera che serve al nostro territorio, su cui abbiamo cominciato a lavorare, su cui sono stati fatti investimenti, che sia sbloccata”.

Rispondendo poi ai cronisti che gli chiedevano delle ipotesi di scioglimento del Pd, “Io non ho mai assistito ad una discussione in cui si dice ‘suicidiamoci, e poi vediamo come rinascere – ha detto Dario Nardella – A cosa serve sciogliere una cosa – se non sappiamo dove vogliamo andare? Costruiamo la nuova meta, la nuova missione, il nuovo progetto: rifondiamo il Pd e poi decidiamo le modalità con cui arrivare a quell’obiettivo”.

In merito al congresso, Nardella ha auspicato che sia convocato “nei tempi giusti, quindi non troppo tardi”, e che “in un congresso vero, serio, come deve essere necessariamente quello del Pd non si può solo parlare di segretari: si deve parlare anche di proposte, di progetti, di visione strategica e di valori, altrimenti fermarsi solo ai nomi vuol dire ancora una volta rischiare di perdersi in rivalità personalistiche e in atteggiamenti rancorosi o rivendicativi”.

Il sindaco di Firenze ha ribadito il suo appoggio a Marco Minniti, che “è una persona che ha dimostrato di saper fare certe cose, è coerente. Ciò detto, io stimo Zingaretti: non voglio assistere a una sfida di pugilato, voglio assistere a un bel confronto su valori, temi e leadership”.

L'articolo Leopolda9, Nardella: su aeroporto da Ceccardi accuse dure proviene da www.controradio.it.

Calcio, Nardella: “Fiorentina presenti progetto stadio”

Calcio, Nardella: “Fiorentina presenti progetto stadio”

“Credo sia urgente – ha sottolineato il sindaco Nardella – che ci si possa vedere con la proprietà, l’avevamo già fatto l’ultima volta allo stadio. Prima ci incontriamo e meglio è, perché certi progetti devono passare da una costante collaborazione tra proprietà e Comune.”

“Da parte della Fiorentina il compito è molto chiaro, presentare il progetto” del nuovo stadio “entro la fine dell’anno: perché se Fiorentina non presentasse nulla entro la fine dell’anno questo potrebbe diventare un problema”. Lo ha affermato Dario Nardella, sindaco di Firenze, intervenendo a ‘Caffè Viola’ su Lady Radio, ricordando che la società viola aveva chiesto il rinvio al 31 dicembre.

“A Roma e Napoli, ad esempio, – aggiunge Nardella – le due parti litigano e non si vede neppure l’ombra dei nuovi stadi, mentre noi siamo ormai a pochi passi dalla variante urbanistica di Castello, che ci fa capire che abbiamo imboccato una strada di non ritorno”.

“Purtroppo – conclude Nardella – è saltato l’incontro tra il direttore generale del Comune Parenti e l’architetto Maffioletti che è la responsabile del progetto: mi auguro che venga rifissato al più presto, perché servono certi confronti”.

L'articolo Calcio, Nardella: “Fiorentina presenti progetto stadio” proviene da www.controradio.it.

Tramvia Firenze, Nardella: “Gest collabori di più”

Tramvia Firenze, Nardella: “Gest collabori di più”

È intervenuto il sindaco di Firenze Dario Nardella sulla tramvia: “Gest deve collaborare per passaggio sincronizzato dei convogli, convocherò Ratp”

“Gest deve collaborare per attuare il passaggio sincronizzato dei tram nei punti più cruciali, ovvero alla stazione e in viale Belfiore con la futura linea 2 e in piazza Dalmazia”, ma “non noto molto impegno da parte di Gest”. Lo ha detto Dario Nardella, sindaco di Firenze, intervistato da Lady Radio. “Convocherò i vertici nazionali di Ratp, perché su questo pretendo una collaborazione completa”, ha aggiunto.

In merito al traffico intorno alla stazione di Santa Maria Novella, secondo Nardella è “difficile una Ztl in zona stazione”, mentre per quanto riguarda i futuri lavori della linea 3 per Bagno a Ripoli ha annunciato 200 posti auto gratis al parcheggio sotterraneo del centro commerciale Coop di Gavinana, stalli andati al Comune in base alla convenzione con Unicoop Firenze, per le prossime settimane. “Inizialmente pensavamo di darli in affitto a prezzi agevolati ai residenti – ha spiegato – ma visto che è in prospettiva l’avvio dei lavori della tramvia in quella zona, li daremo gratuitamente”.

L'articolo Tramvia Firenze, Nardella: “Gest collabori di più” proviene da www.controradio.it.

Aeroporto: Ceccardi, “pressioni politiche per masterplan”, Nardella “accuse gravi”

Aeroporto: Ceccardi, “pressioni politiche per masterplan”, Nardella “accuse gravi”

Ci sono state “forti pressioni politiche” per approvare il masterplan per il potenziamento dell’aeroporto di Firenze con la nuova pista: è l’accusa di Susanna Ceccardi, sindaca di Cascina e commissario della Lega in Toscana, che ha partecipato ieri pomeriggio a un dibattito col sindaco di Firenze Dario Nardella in occasione della festa per i 30 anni dell’edizione fiorentina di Repubblica.

“Sono accuse gravi, si assuma la responsabilità di quello che dice”, le ha replicato proprio Nardella, a cui Ceccardi ha detto che le pressioni sarebbero state esercitate “dal capo fino a poco tempo fa del tuo partito”, e ha indicato l’ex sindaco di Pisa Marco Filippeschi e il sindaco di Prato Matteo Biffoni come vittime di tali pressioni. Parlando coi cronisti prima dell’evento, Ceccardi aveva detto che “sulle grandi opere la posizione della Lega è una posizione in assoluto di sviluppo, e quindi noi vogliamo che le infrastrutture che servono al Paese e ai territori si sviluppino. Però uno sviluppo sostenibile. Noi crediamo che il masterplan presentato 2014-2019 si possa correggere nell’interesse dei fiorentini e degli abitanti della Piana”.
Nel faccia a faccia tra i due sindaci Nardella in merito al caso di Riace ha dichiarato: “La veemenza che si usa contro questo sindaco serve per nascondere l’incapacità della Lega di gestire il problema dell’immigrazione”. Nardella ha ricordato che Lucano è accusato di “due reati piuttosto gravi” per cui la magistratura indagherà: “Ma vorrei che la magistratura fosse unica – ha aggiunto – vedo invece quella che dà alla Lega 80 anni per restituire 49 milioni di euro, e quella che mette sotto accusa Mimmo Lucano”. Un attacco a cui Ceccardi ha replicato citando il caso di Luigi Lusi, il tesoriere della Margherita condannato per essersi appropriato di 25 milioni di euro delle casse del partito.
Nel botta e risposta infuocato Ceccardi ha poi affermato che Nardella “sta provando a copiare il modello Lega, però l’originale vince sempre sulla copia, sul falso, e i cittadini fiorentini sono sicura che sapranno cogliere le differenze”. “L’azione del governo – ha aggiunto – sta incidendo moltissimo nel riportare la sicurezza a livello urbano in tante città italiane: è chiaro che senza la collaborazione fattiva dei sindaci questo non è possibile. Vedo il sindaco Nardella impegnato in tanti spot, alla ricerca di una sicurezza che purtroppo a Firenze non c’è. Andare in giro per le strade di Firenze ultimamente è diventato difficile per i giovani studenti che affollano la città, soprattutto per le studentesse, e soprattutto per i cittadini”. Ceccardi ha definito una zona delle Cascine “una favela del terzo mondo: abbiamo visto bande di immigrati scontrarsi davanti a famiglie e bambini in pieno pomeriggio domenicale. Non è assolutamente accettabile in una città d’arte e di cultura come Firenze”.

L'articolo Aeroporto: Ceccardi, “pressioni politiche per masterplan”, Nardella “accuse gravi” proviene da www.controradio.it.

Turismo: Cgil Firenze, in città invasione non sostenibile

Turismo: Cgil Firenze, in città invasione non sostenibile

Flusso di 15 milioni di turisti di cui 10 solo a Firenze città, un turismo che invade secondo Cgil Firenze. Interviene anche Nardella: “Collaboriamo per il bene della città”

Un flusso di “15 milioni di turisti di cui 10 solo a Firenze città, con circa 40mila lavoratori diretti, è un turismo che invade, mangia e beve la città”. Lo ha detto Paola Galgani, segretaria generale della Cgil di Firenze, nella sua relazione al congresso provinciale del sindacato. Questo turismo, sostiene, “svuota il centro dai residenti, favorendo la rendita e competendo sullo sfruttamento del lavoro, spesso femminile: un lavoro instabile, a volte a giornata, poco retribuito, con poche tutele”.

Galgani ha affermato che “pensiamo che questo sviluppo non sia sostenibile: per questo chiediamo di affrontare con coraggio, a partire dalle rappresentanze delle imprese, il tema degli appalti nei servizi per turisti, nelle grandi strutture ricettive come negli appartamenti privati e di come le amministrazioni possono intervenire sulla rendita, prendendo ad esempio le buone politiche di alcune città italiane ed europee, da Bolzano a Barcellona. Sappiamo che c’è bisogno di intervenire anche sulle norme nazionali: sosteniamo con forza la modifica delle norme sul commercio per ridare alle amministrazioni, con la contrattazione fra le parti, il loro ruolo di programmazione e di governo”.

Ha parlato anche il sindaco Dario Nardella :”Un messaggio di riconoscimento reciproco e di collaborazione così come abbiamo dimostrato in questi 4 anni e mezzo di governo della città”. Nardella ha ricordato quando, appena eletto sindaco, “mi recai davanti ai cancelli dell’Esaote con gli operai per sventare il rischio di una chiusura, oggi quell’azienda è sana, forte, con una nuova proprietà, allo stesso modo in queste settimane abbiamo lavorato fianco a fianco per salvare la Bekaert di Figline Valdarno”.

Il sindaco di Firenze rivendica anche la collaborazione sul piano sociale. “Posso ricordare – ha aggiunto – l’impegno sul piano casa lanciato con Sunia, il piano di assunzioni nell’amministrazione comunale, l’impegno comune sul fronte della creazione di nuovo lavoro”. Una collaborazione, conclude Nardella, “che mi auguro vada avanti per il bene della nostra città”.

 

L'articolo Turismo: Cgil Firenze, in città invasione non sostenibile proviene da www.controradio.it.