Metrocittà: Alberti, già arrivati 67 carabinieri

Metrocittà: Alberti, già arrivati 67 carabinieri

“Finalmente possiamo dirlo: sono già arrivati 67 carabinieri in più per Firenze e la Città Metropolitana ed è solo la prima trance dei rinforzi. Me lo ha confermato il prefetto di Firenze Laura Lega, che ringrazio per l’incontro che abbiamo avuto nei giorni scorsi proprio su temi scottanti, come sicurezza e immigrati”. Lo ha detto, in una nota, il consigliere regionale Iacopo Alberti, portavoce dell’opposizione.

“I rapporti con le istituzioni, come il prefetto, vanno mantenuti e coltivati, non si può pensare di ricorrere a certe autorità solo quando ci fa comodo”, ha continuato. “Come aveva promesso il ministro dell’Interno Matteo Salvini, e aveva ribadito anche questa settimana, i rinforzi arrivano – ha concluso Alberti -. E nonostante Nardella e Gianassi si spertichino nel tentativo di negare anche le parole del ministero, i fatti li smentiscono. Adesso attendiamo l’arrivo a giorni anche dei poliziotti. E dei fondi del ministero degli Interni, 1,5 milioni in tre anni, che saranno erogati al Comune di Firenze su progetti condivisi per la sicurezza. Anche se per vedere gli effetti dei rinforzi ci vorrà del tempo, abbiamo la certezza che, grazie al Governo, Firenze sarà più sicura”.

L'articolo Metrocittà: Alberti, già arrivati 67 carabinieri proviene da www.controradio.it.

Firenze: sgomberata palazzina in via del Pergolino

Firenze: sgomberata palazzina in via del Pergolino

Si tratta dell’ex clinica Il Pergolino, in via del Pergolino a Firenze. La struttura, di proprietà di un privato, era occupata da tempo da un centinaio di persone per lo più di nazionalità romena, tra cui famiglie con bambini, aderenti al Movimento di lotta per la casa.

Le operazioni, spiega la polizia, si  sono svolte senza particolari disordini. Sul posto i servizi sociali del Comune di Firenze, attivati per fornire sistemazioni alternative agli occupanti. Lo sgombero viene eseguito a seguito di un decreto di sequestro preventivo. Durante le operazioni la strada è stata chiusa al traffico.

“Sta procedendo senza criticità lo sgombero dell’immobile occupato in via del #Pergolino. È il n.47 dal 2014. Anche stavolta sta funzionando il #modellofirenze: no uso della forza e assistenza alle persone fragili (20 famiglie con bambini). Ringrazio @comunefi e forze ordine”. Lo scrive su twitter il sindaco di Firenze Dario Nardella in relazione allo sgombero, in atto, dell’ex clinica occupata di via del Pergolino: un centinaio le famiglie che abitano nella struttura.

L'articolo Firenze: sgomberata palazzina in via del Pergolino proviene da www.controradio.it.

Tramvia Bagno a Ripoli: lunedì Nardella incontra soprintendente Pessina

Tramvia Bagno a Ripoli: lunedì Nardella incontra soprintendente Pessina

“Stiamo lavorando col soprintendente Pessina, con cui ci vedremo lunedì, proprio per mettere a punto tutte le migliore possibili sulla linea” della tramvia “che collegherà piazza della Libertà a Bagno a Ripoli”.

Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, intervenuto a ‘Pronto sindaco?’, su Italia 7. “Intanto – ha continuato – realizzeremo un ponte nuovo, all’altezza di via Villamagna da un lato e Lungarno Colombo dall’altro”.
Si tratta di “un ponte che faciliterà anche il traffico privato. Inoltre stiamo studiando qualche sottoattraversamento sulla linea tramviaria, lo vedremo nelle prossime settimane. Sono allo studio dei sottoattraversamenti sulla linea nuova, quella per Bagno a Ripoli, per il traffico viario in modo da isolare il percorso delle auto col percorso della tramvia. Questo darebbe ottimi risultati al traffico”.
“Se invece – ha concluso – si parla di metropolitana sotterranea più volte abbiamo detto che Firenze non è una città da 1, 2 o 3 milioni di abitanti da poter sostenere, sia come costi che come infrastruttura, una metropolitana”.

L'articolo Tramvia Bagno a Ripoli: lunedì Nardella incontra soprintendente Pessina proviene da www.controradio.it.

Stadio Firenze, Nardella: 35mila posti troppo pochi

Stadio Firenze, Nardella: 35mila posti troppo pochi

Per il sindaco di Firenze, Dario Nardella, se lo stadio avesse meno di 35mila posti ‘non si potrebbero ospitare partite europee’.

L’ipotesi di ridurre le dimensioni del nuovo stadio della Fiorentina “per me è una novità. Io ogni volta che ho parlato con Diego Della Valle siamo rimasti sulla capienza da 40 mila posti, dopodiché esamineremo proposte diverse”. Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, a margine di un evento agli Uffizi.

“La proposta originaria è di 40 mila”, ha ribadito Nardella, “credo che non si debba scendere sotto i 35 mila perché sotto quella capienza, non solo avremmo uno stadio troppo piccolo, ma non si potrebbero ospitare partite europee e sarebbe come autolimitarsi e questo non penso che sia nelle intenzioni della proprietà”.

Il sindaco ha detto di non aver ancora avuto un confronto con la proprietà sulla capienza dello stadio, ma ha spiegato che “una cosa è parlare di una grandezza fra 35 mila e 40 mila posti, un’altra è parlare di andare sotto i 35 mila, credo che questo non sarebbe un segnale positivo”, ma “non voglio fare nessuna critica fino a quando non avrò un confronto con la proprietà”.

L'articolo Stadio Firenze, Nardella: 35mila posti troppo pochi proviene da www.controradio.it.

Tramvia Firenze, Nardella: nessuna polemica con sovrintendente Pessina

Tramvia Firenze, Nardella: nessuna polemica con sovrintendente Pessina

Il sindaco di Firenze Dario Nardella, in seguito al ‘no’ arrivato dalla sovrintendenza sul taglio degli alberi su viale Matteotti, ha dichiarato: “Troveremo soluzioni anche per il tracciato che va a Bagno a Ripoli”.

“Non vedo nessuno problema, l’importante è che dopo i ‘no’ ci siano le proposte costruttive per portare delle migliorie, ho già parlato con il sovrintendente Pessina, come abbiamo trovato soluzioni nelle altre occasioni, troveremo soluzioni anche per il tracciato che va a Bagno a Ripoli”. Ha risposto così il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ai giornalisti che gli chiedevano del ‘veto’ arrivato dalla sovrintendenza sul taglio degli alberi su viale Matteotti dove dovrebbe passare la linea 3.2 della tramvia.

Nardella, che ha parlato a margine di una conferenza agli Uffizi, ha detto di non essere preoccupato, “a breve ci vedremo” con il sovrintendente Andrea Pessina e “troveremo delle soluzioni, andiamo avanti per migliorare il progetto, se qualcuno si aspetta la polemica tra sindaco e sovrintendente credo si stia sbagliando”. Per il sindaco di Firenze “i cittadini del quartiere 3 vogliono la tramvia, è un servizio importante, è giusto dargliela, ma è anche giusto avere la massima attenzione sia per l’impatto sul patrimonio storico-artistico sia per la tipologia di cantieri, che ho già detto devono durare pochissimo e non creare problemi ai cittadini”. Per questo motivo, ha concluso, “fino a quando non sarà tutto pronto e tutto curato nei minimi particolari noi non cominceremo i lavori”.

L'articolo Tramvia Firenze, Nardella: nessuna polemica con sovrintendente Pessina proviene da www.controradio.it.