Edoardo Detti

Nel centenario della nascita la mostra  “Edoardo Detti-Architetto e urbanista 1913-1984″ , presso la chiesa e il museo di Orsanmichele fino al 4 novembre, celebra questo architetto protagonista nel dibattito sullo sviluppo di Firenze negli anni Cinquanta e Sessanta  e animatore di battaglie civili in difesa del patrimonio culturale e del paesaggio.

In occasione di questa ricorrenza il Dipartimento di Architettura ha organizzato – in collaborazione con l’Archivio di Stato di Firenze e la Soprintendenza archivistica per la Toscana – una serie d’iniziative indirizzate ad approfondire i caratteri della sua personalità e del suo lavoro: un convegno su “Edoardo Detti, architetto e urbanista 1913-1984”, una mostra sui progetti di architettura e l’attività di pianificazione del territorio, un film-documentario volto a restituire episodi salienti della sua biografi a, la pubblicazione dell’inventario dei materiali del Fondo Detti di proprietà del Comune di Sesto Fiorentino e conservato presso l’Archivio di Stato di Firenze.

L’esposizione attinge al ricchissimo patrimonio del “Fondo Edoardo Detti” collocato presso l’Archivio di Stato di Firenze che documenta i contatti con personalità come Bruno Zevi, Carlo Ludovico Ragghianti, oltre che le collaborazioni con nomi importanti dell’architettura italiana (Giovanni Michelucci, Leonardo Savioli, Leonardo Ricci, Carlo Scarpa, Ludovico Quaroni); l’ampia attività svolta come assessore all’urbanistica del Comune di Firenze, come docente universitario presso la Facoltà fiorentina di Architettura, come presidente dell’Istituto Nazionale di Urbanistica. Ma anche l’amore e lo studio del paesaggio toscano, attraverso le sue fotografie.

Presso la mostra, che rimarrà aperta fino al 4  novembre, sarà visibile il documentario “Edoardo Detti 1913-1984” di Federico Micali e Yuri Parrettini. Il cortometraggio sarà presentato anche nel corso dei lavori del convegno (giovedì 3 ore 18).