Attività didattiche e laboratori per scuole e famiglie

Attività didattiche e laboratori per scuole e famiglie che si terranno dal 4 gennaio al 18 marzo 2018 all’interno della Galleria dell’Accademia di Firenze, nell’ambito della mostra Tessuto e ricchezza a Firenze nel ‘300. Lana, seta, pittura.

Rapaci che cercano di catturare delle tartarughine, feroci leoni che sfidano aquile, cani che inseguono conigli, eleganti pappagalli affrontati, splendide fenici dalle ali spiegate: ecco il magico bestiario che adulti e bambini potranno cercare in un’inusuale caccia al tesoro all’interno della mostra.

Questa una delle attività previste nei laboratori didattici organizzati dal Dipartimento Servizi Educativi della Galleria dell’Accademia di Firenze in occasione della mostra “Tessuto e ricchezza a Firenze nel ‘300. Lana, seta, pittura”, attivi dal 4 Gennaio al 18 marzo 2018.

Per i più piccoli (scuola primaria) sarà predisposto un laboratorio pratico dove potranno entrare in contatto con le tecniche ed i materiali utilizzati per la tessitura. Attraverso riproduzioni grafiche di alcuni pattern dei tessuti, impareranno invece a riconoscere i diversi motivi geometrici e zoomorfi utilizzati nel Medioevo.

Per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado invece saranno organizzate delle visite guidate tematiche con approfondimenti sia sul rapporto tra tessuti ed iconografia che sull’aspetto socio-economico dell’epoca. Un’inconsueta prospettiva della produzione artistica ed artigianale della Firenze trecentesca. Dall’Occidente all’Oriente e ritorno: il viaggio delle materie prime e del tessuto.

Non solo per le scuole, ma anche per le famiglie con bambini dai 6 ai 10 anni è prevista un’attività didattica suddivisa in laboratorio e visita guidata alla mostra. Un’interazione tra la conoscenza di manufatti antichi e l’attività ludica che coinvolgerà grandi e bambini.

Tutti i servizi sono gratuiti, previa prenotazione a Firenze Musei, tel. 055 294883.

 

Lezioni sul Reliquiario di Montalto

Ciclo di Lezioni sul Reliquiario di Montalto

La Direzione del Museo Nazionale del Bargello è lieta di annunciare una serie di lezioni e approfondimenti, da parte di storici dell’arte specialisti di oreficeria e di restauratori, dedicati al Reliquiario di Montalto.


Il ricco programma di appuntamenti si svolgeranno il sabato mattina nei mesi di novembre, dicembre 2017 e gennaio 2018. Durante gli incontri sarà illustrata la fitta trama di relazioni artistiche, tecniche e di committenza in cui si inserisce questo straordinario pezzo di oreficeria.
La serie di lezioni al museo vuole anche mantenere viva l’attenzione sulla tutela e il restauro delle opere d’arte conservate nel territorio marchigiano e fortemente compromesse dal terribile sisma del 2016.

Per prendere parte agli incontri, non è richiesta la prenotazione, ma il solo biglietto del museo.

Calendario

sabato 18 novembre 2017, ore 11.00
Il restauro del Reliquiario di Sisto V presso l’Opificio delle Pietre Dure
Clarice Innocenti e Paolo Belluzzo

sabato 25 novembre 2017, ore 11.00
La nascita e l’itinerario europeo del Reliquiario di Montalto Marche, fino al suo approdo alla corte di Leonello d’Este
Anna Rosa Calderoni Masetti

sabato 2 dicembre 2017, ore 11.00
Lo smalto en ronde-bosse e la scultura: modelli e interazioni operative, con uno sguardo al Reliquiario di Montalto
Gianluca Ameri

sabato 9 dicembre 2017, ore 11.00
L’universo dei ronde-bosse e la pittura internazionale: genesi e diffusione delle figurazioni ad opus punctorium
Andrea De Marchi

sabato 16 dicembre 2017, ore 11.00
Papi e Principi per il Reliquiario di Montalto
Filippo Trevisani

13 gennaio 2018, ore 11.00
Una sobria cornice ‘all’antica’ per un rutilante gioiello moderno: la montatura rinascimentale del Reliquiario di Montalto
Marco Collareta

 

sabato 20 gennaio 2018, ore 11.00
Paolo II Barbo collezionista di gemme
Riccardo Gennaioli

sabato 27 gennaio 2018, ore 11.00
Il Reliquiario di Montalto dal Seicento a oggi
Paola Di Girolami

 

 

 

Fiera Didacta Italia

Presentata oggi dalla Ministra Fedeli a Roma Fiera Didacta Italia, dal 27 al 29 settembre alla Fortezza da Basso
4.000 docenti iscritti, 90 workshop, 150 gli espositori su un’area estesa di 25.000 mq. Sono questi solo alcuni dei dati di partenza di Fiera Didacta Italia che è stata presentata oggi a Roma da Valeria Fedeli, Ministra dell’Istruzione, Cristina Grieco, Assessore Regione Toscana all’Istruzione, Dario Nardella, Sindaco di Firenze, Giovanni Biondi, Presidente Indire, Leonardo Bassilichi, Presidente Firenze Fiera e Wassilios E.Fthenakis, Presidente Didacta International.

La Fiera nasce con l’obiettivo di innovare la didattica, favorire il dibattito sul mondo dell’istruzione e creare un luogo di incontro tra le scuole e le aziende del settore. La manifestazione è rivolta in particolare a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori oltre a professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia.

Fiera Didacta Italia è organizzata da FirenzeFiera in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze e con Didacta International, grazie al supporto di Camera di Commercio italiana per la Germania (Itkam) e di Florence Convention & Visitors Bureau. Fiera Didacta Italia è patrocinato dal Miur, dal Dipartimento delle Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dall’Ambasciata della Repubblica Federale Tedesca in Italia, dal Centro Italo-Tedesco Villa Vigoni, da Unioncamere e da Assocamerestero.

L’organizzazione dei workshop è curata dall’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (Indire) che è partner scientifico della manifestazione mentre l’università telematica IUL è partner tecnico. La Fiera ospita aziende della filiera della scuola e dell’istruzione. La Fiera si sviluppa anche fuori le mura della Fortezza con Didacta Off, una serie di appuntamenti (seminari, spettacoli teatrali e cinema) rivolti principalmente ai giovani.

“Per l’Italia – dichiara il Presidente di Firenze Fiera Leonardo Bassilichi – è un grandissimo successo essere riusciti a portare, per la prima volta fuori dalla Germania, Fiera Didacta, non solo per la rilevanza dell’appuntamento, ma per i temi affrontati: innovazione della didattica, accesso alle nuove tecnologie e, di conseguenza, creare nuove connessioni fra il mondo della scuola e quello del lavoro sono le carte vincenti per dare impulso al Paese di domani. Diffondere nuovi metodi di formazione, scambiarsi esperienze e studiare le buone pratiche attivate in Italia e nel mondo in un settore così strategico è una straordinaria occasione di crescita per tutto il Paese. Sono contento che Firenze Fiera e la sua Fortezza da Basso sia stata giudicata il luogo ideale. A espositori, docenti e visitatori do un caloroso benvenuto. Così come desidero ringraziare tutti gli altri soggetti, pubblici e privati, che hanno consentito di trasformare una bella intuizione in realtà”.

Disegnar come si vede e non solo al Museo Galileo

Disegnar come si vede e non solo al Museo Galileo

 

Nell’ambito del progetto “AL-Museo, 15 giorni dedicati all’alternanza scuola lavoro nei musei”, il Museo Galileo propone una mostra – laboratorio dedicata all’incontro tra la scienza e l’arte per conoscere le pratiche artistiche fondate sulle leggi della geometria e dell’ottica e per divertirsi a sperimentarle.

Protagonisti e animatori dell’iniziativa saranno i ragazzi del Liceo Artistico Petrocchi di Pistoia che inviteranno i visitatori ad improvvisarsi artisti e ad applicare la scienza all’arte cimentandosi con la pratica del disegno.

Venerdì 9 giugno, 14.30-17.00
Sabato 10 giugno, 9.30-13.00 / 14.00-17.00
Domenica 11 giugno,  9.30-13.00 / 14.00-17.00

 

 

 

Le proposte didattiche per l’anno scolastico 2017-2018

Ecco le proposte didattiche per l’anno scolastico 2017-2018 rivolte alle scuole primarie (II ciclo) e secondarie (I e II grado) nei Musei Civici Fiorentini.
Da sempre un’attenzione particolare è dedicata alle scuole: oltre alle proposte rivolte alle classi fiorentine, siamo lieti di presentare anche un’offerta specifica dedicata alle scuole in viaggio d’istruzione a Firenze.
Tutte le nostre attività si basano sulla costante convinzione che la scuola necessiti di proposte didattiche che arricchiscano gli sguardi dei bambini e dei ragazzi, che facciano riflettere sul passato alla luce delle domande del presente, che approfondiscano temi non sempre inclusi nei programmi scolastici ministeriali.

Scarica il PDF con il programma delle proposte didattiche per le scuole