Fiorentina: oggi cda sul futuro club 

Fiorentina: oggi  cda sul futuro club 

La riunione convocata d’urgenza all’indomani della conclusione del campionato che ha visto la squadra viola salvarsi in extremis, avrebbe dovuto tenersi oggi ma per ‘questioni organizzative’ è slittata a domani all’interno dello stadio Franchi dove ha sede la società.

Al centro della discussione il futuro del club ovvero la  cessione,  considerando che la famiglia Della Valle, proprietaria della Fiorentina  2002, ha manifestato l’intenzione di passare la mano.
La riunione convocata d’urgenza all’indomani della conclusione del campionato che ha visto la squadra viola salvarsi in extremis, avrebbe dovuto tenersi oggi ma per ‘questioni organizzative’ è slittata a oggi e si dovrebbe tenere  all’interno dello stadio Franchi dove ha sede la società.
Nell’occasione Diego Della Valle dovrebbe illustrare la proposta del magnate italo-americano Rocco Commisso, per cui sarebbe sarebbe già stato firmato nei giorni scorsi un preliminare per trattare l’acquisto della Fiorentina per una cifra intorno ai 200 milioni di euro.
Trattativa che avrebbe dovuto restare riservata almeno fino agli inizi di questa settimana, la ‘fuga di notizie’ prima dell’ultima giornata di Serie A avrebbe creato non poco disappunto nella famiglia Della Valle.
Sempre nel corso del Cda di domani potrebbero essere valutate anche altre eventuali soluzioni riconducibili ad un fondo del Qatar e all’imprenditore argentino di origini armene Eduardo Eurnekian che detiene una cinquantina di aeroporti nel mondo compresi quelli di Firenze e Pisa.
Sul fronte del mercato intanto da Napoli arrivano offerte per Veretout di 22 mln di euro.

L'articolo Fiorentina: oggi cda sul futuro club  proviene da www.controradio.it.

Dura risposta di Diego Della Valle a proteste tifosi

Dura risposta di Diego Della Valle a proteste tifosi

Firenze, Con una lunga e durissima lettera al quotidiano ‘La Nazione’ Diego Della Valle risponde a chi contesta la sua famiglia per la gestione della Fiorentina.

”Chi crea questo clima ostile e violento vuole alimentare il caos e la confusione approfittando dell’anonimato e senza proporre nulla di serio o realizzabile. È una situazione assurda, volutamente ingigantita da chi vuole sfasciare tutto, che io non accetto. Non so come faccia mio fratello a trattenersi – prosegue l’imprenditore marchigiano – Questo clima destabilizza società e squadra. Ma ora sono io che voglio risposte precise e concrete: chi grida che dobbiamo andarcene ha dimenticato che avevamo messo a suo tempo la società a disposizione ma non si è visto nessuno, neanche lo scemo del villaggio. Ora sareste pronti a farvene carico in modo serio? O continueremo a sentire solo cori e offese? Urlate di plusvalenze, braccini corti, fratelli freddi calcolatori. Ma quale film avete visto? Svegliatevi, usate il cervello se possibile e assumetevi le vostre responsabilità come noi abbiamo sempre fatto: avete messo in piedi un enorme casino, ora gestitelo”.

“Fate vedere a noi cosa sapete fare voi – prosegue nella sua lettera Diego Della Valle – Un minuto dopo la fine del campionato ci saranno molte cose che noi vogliamo affrontare con civiltà e chiarezza. Per quanto mi riguarda non vorrò mai più avere alcun rapporto con chi ha offeso pesantemente me e la mia famiglia”.

Una risposta dura anche alle istituzioni cittadine: ”Si parla sempre del nuovo stadio e degli interessi che noi avremmo avuto: lo volevamo costruire per dare forza alla società e aiutarne la crescita…Da anni invece veniamo coinvolti in beghe locali dove tutti si azzuffano. Abbiamo aspettato i tempi dettati da altri: se lo stadio è considerato un così grande affare allora dovrebbe farlo il Comune. Andate a chiederlo al sindaco”.

Intanto i tifosi fiorentini terranno oggi alle 16:00 un flash mob di protesta in via Tornabuoni in centro a Firenze, dove ci sono i negozi dei Della Valle, e sabato sera ci sarà lo ‘sciopero del tifo’ durante il primo tempo di Fiorentina-Milan in programma alle 20°.30 allo stadio Franchi.

Le proteste sono state annunciate dalle sigle ‘Curva Fiesole’ e Associazione Tifosi Fiorentini.

L'articolo Dura risposta di Diego Della Valle a proteste tifosi proviene da www.controradio.it.

Fiorentina, Nardella: “Con DV andiamo avanti su progettazione dello stadio”

Fiorentina, Nardella: “Con DV andiamo avanti su progettazione dello stadio”

Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine della presentazione del piano di investimenti e tariffe idriche, a Palazzo Vecchio

“Mi sono sentito ieri – dice Nardella – con Diego Della Valle, domenica scorsa ho parlato con Andrea Della Valle, andiamo avanti sulla progettazione dello stadio“.

“Sono e resto ottimista” ha proseguito il primo cittadino del capoluogo toscano, aggiungendo che “dopo la conversazione con la proprietà viola lo sono ancora di più”. Sulla possibilità che la Fiorentina consegni entro il prossimo 31 dicembre il progetto definitivo per il nuovo impianto, il sindaco ha ripetuto di essere “più ottimista di prima ma i termini li conoscete”.

L'articolo Fiorentina, Nardella: “Con DV andiamo avanti su progettazione dello stadio” proviene da www.controradio.it.

Fiorentina, commozione alla prima partita senza il capitano Astori

Fiorentina, commozione alla prima partita senza il capitano Astori

Firenze, un maxi telo bianco, con impressa la maglia viola numero 13 di Astori e la scritta ‘Capitano per sempre’ è stato posizionato in mezzo al campo, prima di Fiorentina-Benevento, la prima partita senza Davide Astori.

La squadra con addosso la maglia numero 13 di Astori, insieme a tutto lo staff viola, al suo ingresso in campo per il riscaldamento, si è portata in mezzo al campo, vicino al maxi telo, per un abbraccio collettivo e per applaudire tutti i tifosi.

I giocatori del Benevento, accolti da uno scrosciante applauso, hanno sospeso per qualche secondo il riscaldamento in segno di rispetto e applaudendo a loro volta gli avversari.

Allo stadio Franchi tanti anche gli striscioni tra cui quello esposto ai piedi della curva Fiesole con scritto ‘Ci sono uomini che non muoiono mai…Ci sono storie che verranno tramandate in eterno…Buon viaggio capitano’.

Al suo arrivo al Franchi, anche Diego Della Valle ha voluto fermarsi davanti al ‘muro del pianto’ eretto in questi giorni dai tifosi viola sui cancelli dello stadio per ricordare e omaggiare Davide Astori.

Il proprietario del club viola è rientrato dall’estero, dove si trovava per impegni di lavoro, per assistere alla gara con il Benevento, la prima senza il capitano. Mentre il fratello Andrea era già da ieri è a Firenze per stare in ritiro con la squadra.

I due proprietari della Fiorentina mancavano dal Franchi da quasi un anno: al loro arrivo sono stati accolti da applausi dai tifosi. “Astori ci ha insegnato molto – ha dichiarato Antognoni a Premium – è giusto ricominciare subito per ricordarlo, la partita può smorzare la tensione di questi giorni. Sarà uno stimolo per costruire una squadra più competitiva”.

Sui led a bordo campo non ci sono cartelloni pubblicitari ma le scritte ‘Davide sempre con noi’ e ’13 Davide Astori’. Dopo la lettura delle formazioni e il nome di Astori scandito dall’altoparlante sul maxischermo è stato trasmesso il video con le immagini più belle del capitano e la musica di Jovanotti, contrassegnato dalla maxi sciarpata in curva Fiesole. Uno scenario suggestivo e commovente.

Un silenzio surreale è calato sul Franchi all’ingresso di Fiorentina e Benevento nel ricordo di Davide Astori: le due squadre sono state accompagnate da 22 bambini con le maglie numero 13 viola e del Cagliari, i club di cui il difensore è stato il capitano. Nelle curve venivano esposti striscioni per Davide, come pure nel settore dei tifosi del Benevento: ‘Nessuno muore finchè vive nel tuo cuore’.

Poi al minuto di raccoglimento, tutti e 22 i giocatori si sono abbracciati in mezzo al campo.

Silenzi, commozione e lacrime – Pioli in panchina, Andrea Della Valle in tribuna e tanti, tantissimi tifosi sugli spalti le hanno trattenute a stento – fino all’applauso liberatorio e al lancio di cinquemila palloncini viola e bianchi. Il coro ‘Davide Davide’ è rimbombato in tutto lo stadio, dalla curva Fiesole fino al settore dei tifosi campani.

L'articolo Fiorentina, commozione alla prima partita senza il capitano Astori proviene da www.controradio.it.