LIVORNO, IN ARRIVO 28 POSTI PART-TIME PER LAVORI PUBBLICA UTILITA’

Livorno Lavori pubblica utilità

Pubblicato oggi il nuovo bando LPU per l’assunzione a tempo determinato e part time di 28 posti da impiegare nel progetto A.Li. per riordino archivi comunali. Le domande degli interessati dovranno pervenire entro venerdì 7 luglio al Centro per l’impiego di Livorno.

Le figure professionali richieste, che si occuperanno di scansionare digitalmente i documenti cartacei di alcuni “database” comunali, saranno così ripartite: 8 unità per Settore Ambiente e Mobilità  4 unità al Settore Organizzazione Personale, 4 unità al Settore Politiche Sociali e Abitative e 12 unità al Settore Sviluppo del Territorio e SUAP.

I vincitori saranno assunti in due tranche di 14 persone per sei mesi ognuna. La metà dei posti sono riservati a persone che provengono da procedure di licenziamento collettivo oppure da attività cessate negli ultimi 10 anni. Sono ammessi alla selezione anche i cittadini extra europei che siano titolari del permesso di soggiorno di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato.

Per partecipare alla selezione i candidati dovranno essere in possesso, tra gli altri, in particolare dei seguenti requisiti: inserimento negli elenchi dei disoccupati dei Centri per l’Impiego della Provincia di Livorno, aver esaurito il periodo di copertura degli ammortizzatori sociali, essere sprovvisti di trattamento pensionistico e di non essere titolare di Partita IVA, essere stati interessati da licenziamento (ad eccezione dei licenziamenti per giusta causa) o da cessazione del rapporto di lavoro, ivi incluse le dimissioni per giusta causa, con esclusione delle dimissioni volontarie, non aver già svolto attività in lavori di pubblica utilità, rientranti fra quelli finanziati dalla Regione Toscana nell’ambito del POR FSE 2014-2020 per la durata massima complessiva di 12 mesi.

La domanda di partecipazione potrà essere inviata per raccomanda A/R (non farà fede il timbro postale) o presentata direttamente al Centro per l’impiego di Livorno (Via Galilei, 40) dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30, entro il giorno 7 luglio. Dovrà inoltre essere allegata fotocopia di un valido documento di riconoscimento. Le graduatorie saranno formulate dal Centro per l’impiego secondo i criteri del carico di famiglia, del reddito e dello stato di disoccupazione. Le graduatorie degli ammessi alla selezione saranno pubblicate all’Albo Pretorio comunale e sul sito www.comune.livorno.it > Concorsi e Selezioni > Concorsi, entro un mese e avranno validità di un anno.

Gli ammessi dovranno presentarsi a sostenere la prova selettiva (conoscenze di base del computer e del pacchetto Open Office e di scansione di documenti), senza necessità di nessun altro preavviso, nelle date e nelle sedi indicate sul sito. La mancata presentazione sarà considerata come rinuncia.  Il bando è scaricabile in forma integrale con tutti gli allegati su www.comune.livorno.it > Concorsi e Selezioni > Concorsi.

 

The post LIVORNO, IN ARRIVO 28 POSTI PART-TIME PER LAVORI PUBBLICA UTILITA’ appeared first on Controradio.

LIVORNO, IN ARRIVO 28 POSTI PART-TIME PER LAVORI PUBBLICA UTILITA’

Livorno Lavori pubblica utilità

Pubblicato oggi il nuovo bando LPU per l’assunzione a tempo determinato e part time di 28 posti da impiegare nel progetto A.Li. per riordino archivi comunali. Le domande degli interessati dovranno pervenire entro venerdì 7 luglio al Centro per l’impiego di Livorno.

Le figure professionali richieste, che si occuperanno di scansionare digitalmente i documenti cartacei di alcuni “database” comunali, saranno così ripartite: 8 unità per Settore Ambiente e Mobilità  4 unità al Settore Organizzazione Personale, 4 unità al Settore Politiche Sociali e Abitative e 12 unità al Settore Sviluppo del Territorio e SUAP.

I vincitori saranno assunti in due tranche di 14 persone per sei mesi ognuna. La metà dei posti sono riservati a persone che provengono da procedure di licenziamento collettivo oppure da attività cessate negli ultimi 10 anni. Sono ammessi alla selezione anche i cittadini extra europei che siano titolari del permesso di soggiorno di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato.

Per partecipare alla selezione i candidati dovranno essere in possesso, tra gli altri, in particolare dei seguenti requisiti: inserimento negli elenchi dei disoccupati dei Centri per l’Impiego della Provincia di Livorno, aver esaurito il periodo di copertura degli ammortizzatori sociali, essere sprovvisti di trattamento pensionistico e di non essere titolare di Partita IVA, essere stati interessati da licenziamento (ad eccezione dei licenziamenti per giusta causa) o da cessazione del rapporto di lavoro, ivi incluse le dimissioni per giusta causa, con esclusione delle dimissioni volontarie, non aver già svolto attività in lavori di pubblica utilità, rientranti fra quelli finanziati dalla Regione Toscana nell’ambito del POR FSE 2014-2020 per la durata massima complessiva di 12 mesi.

La domanda di partecipazione potrà essere inviata per raccomanda A/R (non farà fede il timbro postale) o presentata direttamente al Centro per l’impiego di Livorno (Via Galilei, 40) dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30, entro il giorno 7 luglio. Dovrà inoltre essere allegata fotocopia di un valido documento di riconoscimento. Le graduatorie saranno formulate dal Centro per l’impiego secondo i criteri del carico di famiglia, del reddito e dello stato di disoccupazione. Le graduatorie degli ammessi alla selezione saranno pubblicate all’Albo Pretorio comunale e sul sito www.comune.livorno.it > Concorsi e Selezioni > Concorsi, entro un mese e avranno validità di un anno.

Gli ammessi dovranno presentarsi a sostenere la prova selettiva (conoscenze di base del computer e del pacchetto Open Office e di scansione di documenti), senza necessità di nessun altro preavviso, nelle date e nelle sedi indicate sul sito. La mancata presentazione sarà considerata come rinuncia.  Il bando è scaricabile in forma integrale con tutti gli allegati su www.comune.livorno.it > Concorsi e Selezioni > Concorsi.

 

The post LIVORNO, IN ARRIVO 28 POSTI PART-TIME PER LAVORI PUBBLICA UTILITA’ appeared first on Controradio.

Scuola Mobile

Un app gratuita per gestire tutti i servizi degli alunni iscritti alle scuole del Comune.In attesa del bus, dal luogo di lavoro oppure seduti a tavola. Ma, soprattutto, saltando tutte le code. Grazie ad un’applicazione semplice e veloce, per smartphone e tablet, si potranno gestire i servizi dei figli iscritti alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado del Comune di Firenze. Arriva ‘ScuolaMobile’ (http://app.comune.fi.it/app/a0002.html), disponibile per i sistemi operativi iOS o Android, che può essere scaricata gratuitamente da Apple Store e Google Play. Il servizio sarà rivolto ai soli genitori intestatari dei bollettini di pagamento e per utilizzarlo sarà necessario disporre delle credenziali dei servizi on line del Comune.


Con ScuolaMobile è possibile comunicare anzitutto la tipologia di pasto per i propri figli (normale, in bianco o nessun pasto), eventualmente anche per i giorni successivi (grazie alla funzione ‘calendario’), visualizzare il menù del giorno. Ma sarà possibile anche chiedere l’attivazione o disattivazione dei servizi scolastici offerti dall’amministrazione comunale come scuolabus, pre e post scuola (visualizzando quelli attivi con le relative tariffe applicate), controllare alcune scadenze come ad esempio i bollettini mensa, verificare l’archivio di quelli relativi a tutti gli anni di frequenza, esprimere un giudizio sul servizio dando una valutazione ed eventuali suggerimenti.
«Il progetto – ha ricordato l’assessora all’educazione Cristina Giachi – ha previsto una prima fase di elaborazione degli strumenti che riguardavano la comunicazione interna e quindi abbiamo gestito, attraverso un’applicazione e l’uso di tablet, la rilevazione delle presenze dei bambini a scuola per l’organizzazione del servizio di refezione scolastica. ScuolaMobile è il completamento di questo progetto: dalla comunicazione interna tra la scuola e il Comune passiamo a quella diretta tra uffici e genitori».
«I genitori potranno dialogare direttamente con la scuola – ha aggiunto – e non più soltanto attraverso messaggi affidati ai figli perché, a loro volta, li consegnino ai loro insegnanti. E potranno anche informarsi sul menù della mensa in anticipo, per poter organizzare con più facilità lo pasto serale. Il servizio, naturalmente, sarà accessibile solo a quanti si sono accreditati e consentirà di gestire tutti h servizi di supporto alla scuola offerti dal comune».
«ScuolaMobile – ha concluso Cristina Giachi – è integrata col nuovo sistema di rilevazione presenze attualmente già in uso in tutte le scuole del Comune, collegato a tutti i centri cottura che forniscono le scuole e grazie al quale si è potuto rendere molto più efficiente il servizio di refezione, sia in termini di rendicontazione che di carta risparmiata».