Nel cortile della Dogana apre la nuova caffetteria di Palazzo Vecchio

File:Palazzo vecchio, cortile della dogana 02.JPG

Caffè, spuntini veloci, aperitivi: da oggi sarà possibile fare una pausa anche a Palazzo Vecchio grazie all’apertura della nuova caffetteria al piano terra, nel Cortile della Dogana. Si tratta di un nuovo tassello del Piano unitario di valorizzazione di Palazzo Vecchio che ha già visto l’apertura dell’attiguo bookshop, della nuova pavimentazione adiacente alla biglietteria e al quale si concluderà con il Foyer del teatro romano, il collegamento che permetterà di raggiungere dall’interno gli scavi archeologici sotto la sede del Comune. L’obiettivo è quello di ampliare la superficie espositiva, riordinare i percorsi di visita e migliorare i servizi al pubblico.
La nuova caffetteria prende il posto dei vecchi uffici demografici ed è grande 90 metri quadrati ed è anche dotata di uno spazio esterno con alcuni tavolini. I lavori di ristrutturazione ed adeguamento impiantistico sono costati circa 100 mila euro. L’azienda che ha vinto la gara per la gestione si chiama Codesa ed è di Parma.
Grazie alla caffetteria, il Cortile della Dogana assumerà sempre di più l’aspetto di una nuova ‘piazza coperta’, quasi un’estensione della città dentro il Palazzo civico per eccellenza, un luogo dove fiorentini e turisti potranno passeggere, consultare un libro nel bookshop, riposarsi, prendere un caffè, scegliere di entrare nel museo o adempiere a un’incombenza amministrativa.
“Si tratta – ha detto il sindaco Matteo Renzi, che ha inaugurato la caffetteria insieme all’assessore alla cultura Sergio Givone – di un nuovo pezzo del ‘mosaico’ della valorizzazione del museo. I numeri ci danno ragione:nei primi nove mesi del 2013 gli ingressi al museo sono stati oltre 530 mila, contro i circa 450 di tutto il 2012, e quindi siamo già al 17% in più dello scorso anno. Gli incassi, sempre paragonando i due periodi anche se non omogenei, sono stati circa il 30% in più (2,6 milioni di euro dei primi nove mesi del 2013 contro i 2 milioni di tutto il 2012). Sono risultati importanti e significativi per tutta la città e ci spingono a continuare nel nostro progetto, che si concluderà tra qualche mese con l’apertura del nuovo foyer”.