Cessazione qualifica di rifiuto: le linee guida del Sistema nazionale per la protezione ambientale

Le novità normative introdotte sulla cessazione della qualifica di rifiuto (end of waste) prevedono un sistema di controlli ex post sugli impianti autorizzati “caso per caso” dalle Regioni o dalle Province, attribuendone la competenza al Sistema Nazionale per la protezione dell’ambiente, che avrà un importante ruolo di garanzia

A Prato il Forum nazionale dell’Economia circolare

A Prato il Forum nazionale dell’Economia circolare

Al Centro Pecci di Prato, venerdì 29 novembre 2019 si svolgerà la IV edizione del Forum nazionale dell’Economia circolare promossa da Legambiente in collaborazione con Anci Toscana, con il patrocinio della Regione Toscana. Sarà l’occasione per fare il punto della situazione sulle tante filiere del riciclo, sulle grandi opportunità che si aprono con l’approvazione della normativa End of Waste, e in particolare sulle filiere industriali della nostra regione. Istituzioni, imprese, mondo della ricerca e cittadini saranno a confronto presentando dati, scenari e buone pratiche aziendali.

Dopo l’approvazione del pacchetto europeo sull’economia circolare anche la Regione Toscana ha legiferato in materia. È infatti pienamente vigente la legge regionale n.48 del 2018 che mira a ridefinire gli obiettivi di transizione verso un modello circolare di economia e società.

Legambiente ha istituito in collaborazione l’osservatorio appalti verdi che ha l’obiettivo di monitorare le azioni di green public procurement e i criteri ambientali delle attività della pubblica amministrazione.

L’azione di Legambiente, avvalendosi in primis dello studio statistico, mira a verificare la corretta applicazione delle normative vigenti pensate per rafforzare il mercato dei prodotti in materia prima e seconda, e garantire che la premialità, sancita dall’obbligo dei criteri ambientali minimi nelle gare d’appalto, sia davvero rispettata da tutti gli enti pubblici.

Il Forum sull’economia circolare in Toscana, alla sua quarta edizione, giunge infine all’indomani all’approvazione della normativa che definisce i termini giuridici dell’End of Waste, la norma sulla cessazione della qualifica di rifiuto che integra il testo unico ambientale appena pubblicata in gazzetta ufficiale con il decreto salva imprese.

L'articolo A Prato il Forum nazionale dell’Economia circolare proviene da www.controradio.it.

“Metti in circolo il cambiamento”: bando su economia circolare

“Metti in circolo il cambiamento”: bando su economia circolare

Percorsi formativi gratuiti, esperienze di partecipazione attiva per 60 giovani tra i 18 e i 32 anni sulla gestione responsabile delle risorse naturali e sui circuiti produttivi virtuosi dell’economia circolare. I 60 vincitori si ritroveranno tra il 5 e l’8 dicembre a Firenze, dove le 12 migliori idee saranno premiate con un fondo di 3.000 € per il loro sviluppo.

L’associazione di solidarietà e cooperazione internazionale LVIA lancia il bando, aperto fino al 31 ottobre, per la selezione di 60 giovani a cui verrà offerta la possibilità di partecipare gratuitamente a percorsi formativi individualizzati per rafforzare le competenze nell’ambito dell’economia circolare.

Gestione responsabile delle risorse naturali, riduzione e valorizzazione dei rifiuti, sviluppo economico sostenibile, sono questi i temi dell’economia circolare richiesti dal bando, che si rivolge a giovani tra i 18 e i 32 anni delle province di Cuneo, Torino, Firenze, Palermo e Forlì. Questi territori sono infatti attivi nelle azioni del progetto “Metti in circolo il Cambiamento” che coinvolgerà studenti e insegnanti delle scuole secondarie, amministrazioni comunali e cittadini in Piemonte, Toscana, Emilia-Romagna e Sicilia.

Il bando in oggetto chiuderà il 31 ottobre e i 60 giovani vincitori si ritroveranno a Firenze tra il 5 e l’8 dicembre per un CAMPUS residenziale. L’esperienza formativa continuerà poi nei rispettivi territori dove, grazie all’accompagnamento di un tutor ed al coinvolgimento di associazioni di categoria, verranno proposti percorsi “on the job” declinati sulle competenze e sugli interessi dei singoli presso aziende, comuni, cooperative, fablab e associazioni.

Inoltre, i migliori progetti elaborati nel corso della formazione parteciperanno al concorso dedicato alle Migliori idee Green che si concluderà con la premiazione delle 12 proposte più interessanti, che saranno finanziate con un fondo di 3.000 € per il loro sviluppo.

Il progetto “Metti in circolo il cambiamento” è promosso dall’associazione LVIA, in continuità con l’impegno in Africa e in Italia per uno sviluppo sostenibile e inclusivo, in partenariato con Legambiente, associazione Eufemia, Confcooperative, WeMake, i FabLAb locali e con i Comuni di Torino, Firenze, Palermo, Cuneo, Castelbuono (PA), Borgo San Lorenzo (FI), l’Unione montana dei comuni del Mugello (FI), il patrocinio di Forlimpopoli, il co-finanziamento dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e il contributo della Fondazione CRC di Cuneo.

L'articolo “Metti in circolo il cambiamento”: bando su economia circolare proviene da www.controradio.it.