Accordo di programma area livornese, 10 aziende ammesse all’istruttoria da Invitalia

FIRENZE – Sono dieci, su 12 che avevano presentato la domanda, le aziende ammesse alla fase istruttoria per l'accesso ai contributi ministeriali (10 milioni di euro) previsti dall'Accordo di programma per l'area di crisi complessa Livorno, Collesalvetti, Rosignano Marittimo. L'elenco è stato pubblicato oggi sul sito di Invitalia,  il soggetto gestore degli interventi.
 
I progetti ammessi presuppongono investimenti per complessivi 73 milioni di euro e l'attivazione di oltre 150 nuovi posti di lavoro. Di questi, 121 potrebbero essere creati con i progetti delle prime sei aziende ammesse (11 milioni le agevolazioni richieste, per 19 milioni di investimento).
 
Il bando di Invitalia prevedeva contributi per attività imprenditoriali, sia manifatturiere che turistiche, che si insedino nell'area. Le iniziative imprenditoriali dovevano prevedere programmi di investimento produttivo o di tutela ambientale per almeno 1,5 milioni di euro e comportare un incremento degli addetti.
 
"E' un altro passo importante – commenta il presidente della regione Enrico Rossi – sulla strada della ripresa per un territorio colpito duramente dalla crisi. In netta controtendenza rispetto ad una dinamica che ha visto finora l'indebolimento del settore manifatturiero nell'area di Livorno, grazie agli strumenti previsti dall'Accordo di programma, nazionali e regionali, partono nuovi progetti imprenditoriali e si crea nuova e buona occupazione".
 
Questi nuovi posti di lavoro si aggiungeranno a quelli attivati grazie ai protocolli di insediamento regionali, previsti sempre dall'Accordo: 30 sono stati già finanziati con il primo lotto di progetti, altri 54 potranno attivarsi con le risorse regionali ancora disponibili (6,5 milioni). 

Economia, il 27 maggio Ciuoffo a Prato all’assemblea elettiva CNA

FIRENZE – Domani, sabato 27 maggio, al Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci a Prato, è in programma l'Assemblea elettiva di CNA Toscana Centro che designerà il nuovo presidente e la presidenza che guideranno il soggetto nato dalla fusione delle CNA di Prato e Pistoia.

Dopo la sessione riservata ai soci, alle 11 è previsto l'evento pubblico dal titolo ‘Il futuro della rappresentanza. CNA Toscana Centro per dare valore alle imprese' al quale prenderà parte l'assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo.

Quasi pronto l’Accordo di programma per Massa e Carrara

ROMA - L'Accordo di programma per l'area di Massa e Carrara è vicino alla firma. L'annuncio è arrivato nel corso dell'incontro per la verifica delle azioni per la riqualificazione e la riconversione dell'area industriale apuana che si è tenuto questa mattina a Roma, al Ministero delle sviluppo economico a cui hanno partecipato, tra gli altri, i sindaci dei due capoluogo, Alessandro Volpi ed Angelo Zubbani.

"Con l'Accordo - ha detto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi - dovranno essere definitivamente stanziati i 20 milioni di euro previsti, 5 da parte del Ministero, che si aggiungeranno ai 15 della Regione. Sono destinati al sostegno delle aree industriali e alla creazione di imprese. E per raggiungere questo obiettivo servirà anche la firma di un contratto tra Syndial e Zia per mettere a disposizione degli imprenditori interessati ad insediarsi le aree a prezzi concordati".

Per il presidente della Toscana è positivo che si stia procedendo con gli appalti per la ricostruzione del water front.

"Tra le note positive - ha aggiunto Enrico Rossi - c'è l'impegno di Ferrovie a far partire entro l'anno i lavori per il collegamento ferroviario tra la rete nazionale e il porto industriale".

Mentre dal punto di vista ambientale sono partiti i previsti lavori di bonifica, sul fronte del lavoro il presidente ha annunciato che chiederà all'Irpet di condurre uno studio sugli effetti occupazionali delle opere e degli interventi in programma nell'area apuana. Infine ha detto che entro la fine di luglio conta di arrivare alla firma dell'Accordo di programma per Massa Carrara e di firmare uno con il presidente del Consiglio per l'utilizzo degli Fsc, i Fondi europei per lo sviluppo e la coesione, una firma che riguarderà l'intera regione.

Commercio, Ciuoffo lunedì 22 maggio a Lastra a Signa (FI) a convegno su contraffazione

FIRENZE - Un fenomeno che interessa tutti i settori, dalla moda all'alimentare, dalla farmaceutica all'editoria: le produzioni "Made in…" sono le più contraffatte, con danni sia per le aziende che per i consumatori. E' questo il tema al centro del convegno dal titolo "Made in | Contraffazione", in programma lunedì prossimo, 22 maggio, presso Villa Caruso Bellosguardo a Lastra a Signa (FI) a partire dalle ore 9.

L'incontro, promosso dal Comune di Lastra a Signa e da Confindustria Firenze, affronta questa pratica puntando l'attenzione alla prevenzione dei reati e alle opportunità a disposizione di imprese e consumatori per ridurre i rischi a essa connessi.

L'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo curerà le conclusioni.

Programma e iscrizione

Commercio, Ciuoffo lunedì 22 maggio a Lastra a Signa (FI) a convegno su contraffazione

FIRENZE - Un fenomeno che interessa tutti i settori, dalla moda all'alimentare, dalla farmaceutica all'editoria: le produzioni "Made in…" sono le più contraffatte, con danni sia per le aziende che per i consumatori. E' questo il tema al centro del convegno dal titolo "Made in | Contraffazione", in programma lunedì prossimo, 22 maggio, presso Villa Caruso Bellosguardo a Lastra a Signa (FI) a partire dalle ore 9.

L'incontro, promosso dal Comune di Lastra a Signa e da Confindustria Firenze, affronta questa pratica puntando l'attenzione alla prevenzione dei reati e alle opportunità a disposizione di imprese e consumatori per ridurre i rischi a essa connessi.

L'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo curerà le conclusioni.

Programma e iscrizione