Accordo di programma per Massa Carrara, la firma al Mise il 9 novembre

FIRENZE - La firma dell'Accordo di programma per Massa Carrara, inizialmente fissata per la giornata di oggi, è stata rinviata, per sopravvenuti motivi di agenda, a giovedì 9 novembre.
La sottoscrizione dell'accordo avverrà al Ministero dello sviluppo economico, a Roma, alle ore 10, alla presenza del presidente Enrico Rossi e della viceministro Teresa Bellanova. 
 
L'accordo mette a disposizione per gli interventi di sviluppo e riqualificazione industriale del comprensorio apuano oltre 10 milioni di euro: 5 da parte della Regione e 5,43 da parte del Ministero. La Regione concorrerà agli obiettivi dell'accordo con ulteriori risorse per 10 milioni di euro, a valere sui fondi del Por-Fesr 2014-2020.

Snaitech preannuncia a sindacati nuovi licenziamenti

Snaitech preannuncia a sindacati nuovi licenziamenti

Interessati alla cassa integrazione 13 lavoratori. Per domani convocata l’assemblea dei lavoratori di Porcari (Lucca) per discutere le eventuali iniziative da portare avanti.

Snaitech vuole aprire una una nuova procedura di licenziamento collettivo per i lavoratori che ad oggi si trovano collocati in cassa integrazione fino a dicembre nelle sedi di Milano, Roma e Porcari (Lucca): secondo quanto riferisce la Fiom-Cgil, i cui rappresentanti hanno partecipato oggi all’incontro nazionale fra direzione aziendale e coordinamento sindacale, l’azienda intende procedere “poiché ad oggi non intravedono facili soluzioni a breve e ritengono che vi sia un esubero strutturale”.
Ad oggi sono interessati alla cassa integrazione 13 lavoratori.
“Contestiamo questa forzatura aziendale – accusa Massimo Braccini, coordinatore nazionale Fiom per il gruppo Snai – mettendo in evidenza che non vi sarà assolutamente nessuna possibilità di trovare accordi sindacali che prevedono licenziamenti. Vi sono ancora dei mesi di tempo per trovare soluzioni alternative e di garanzia per tutti i lavoratori e per chiudere definitivamente la fase di crisi a tutti gli effetti. Per domani è stata convocata l’assemblea dei lavoratori di Porcari e verranno discusse le eventuali iniziative da portare avanti”.

L'articolo Snaitech preannuncia a sindacati nuovi licenziamenti proviene da www.controradio.it.

Aeroporto: Firenze; Confindustria, la nuova pista va fatta

Aeroporto: Firenze; Confindustria, la nuova pista va fatta

Salvadori: “Pista parallela non ha controindicazioni da un punto di vista ambientale, né da un punto di vista sociale”.

“Io non accetto più di parlare di non fare la pista parallela dell’aeroporto di Firenze”: lo ha affermato Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze, commentando l’ipotesi di referendum sul potenziamento dello scalo fiorentino, avanzata dal Pd di Sesto Fiorentino ma criticata dal sindaco metropolitano Dario Nardella.
“Io posso arrivare ad un paradosso – ha detto, a margine della firma di un protocollo con Unicoop Firenze – che troverei non giusto ma giustificato: che si proponesse la chiusura dell’aeroporto Vespucci, con una grandissima perdita di credibilità ed attrattività della città, di posti di lavoro soprattutto. Ma il fatto di non migliorare l’aeroporto, perché la pista parallela non ha controindicazioni da un punto di vista ambientale, né da un punto di vista sociale, io lo trovo un discorso assurdo, e una lotta veramente fatta da dei Don Chisciotte che non so neanche che obiettivi abbiano”.

L'articolo Aeroporto: Firenze; Confindustria, la nuova pista va fatta proviene da www.controradio.it.

Occupazione, verso lo sblocco delle risorse. Rossi e Grieco: “Premiato l’impegno della Toscana”

FIRENZE - ""E' stato premiato l'impegno della Toscana per assicurare il più velocemente possibile lo sblocco delle risorse a suo tempo assegnate dal Ministero e indispensabili per finanziare misure adeguate al rilancio dell'occupazione in Toscana e, in particolare, nelle aree di crisi. Siamo pronti, non appena arriveranno, a tradurre i fondi in azioni specifiche per rendere sempre più concreto il piano integrato varato dalla giunta contro povertà, esclusione sociale, disuguaglianze e favorire il reinserimento dei lavoratori e delle lavoratrici che in questi anni di crisi hanno perso il posto di lavoro".

E' il commento del presidente della Regione Enrico Rossi dopo l'incontro di oggi a Roma fra i lavoratori e le organizzazioni sindacali dell'Aferpi di Piombino che si sono mobilitati, con un sit in davanti al ministero, per sollecitare lo sblocco dei 30 milioni assegnati alla nostra regione in virtù delle economie relative alla cassa integrazione in deroga. Ricevuti dal responsabile della segreteria tecnica del ministro Bruno Busacca, i lavoratori Aferpi sono stati informati che la prossima settimana verrà firmata la convenzione con l'Inps che renderà  disponibili le risorse.
Lo sblocco era stato sollecitato più volte dalla Toscana e dallo stesso presidente con una lettera al ministro del lavoro Giuliano Poletti.

Soddisfazione è stata espressa anche dall'assessore all'istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco. "I nostri uffici sono già al lavoro - ricorda l'assessore - per rendere operative le misure del piano - ricorda - subito dopo la firma della convenzione con Inps. Le risorse disponibili sono riservate per il 70% agli interventi attivati per i lavoratori residenti nei Comuni toscani delle aree di crisi industriale complessa, non complessa e regionale, e per il 30% agli interventi attivati per i lavoratori residenti o domiciliati nelle altre aree regionali. Di questi 8 milioni sono riservati all'assegno per l'assistenza alla ricollocazione e 14,5 milioni all'indennità di partecipazione, mentre altri 7 milioni saranno destinati agli incentivi all'assunzione".

Piaggio: firmata solidarietà con sindacati per Pontedera

Piaggio: firmata solidarietà con sindacati per Pontedera

La Nazione e Il Tirreno, in arrivo contratti part-time.

É stata confermata fino al 16 aprile 2018 la solidarietà  per quanto riguarda lo stabilimento di Pontedera dalla Piaggio. A siglare il rinnovo l’azienda ed i sindacati. Contemporaneamente la Piaggio darà la possibilità a circa 150 dipendenti (lo stabilimento ne conta circa 3000) di aderire alla mobilità volontaria. Come contropartita l’azienda trasformerà in tempo pieno un pacchetto di contratti a part time verticale sottoscritti fino al 2010 ed in quantità del 50% rispetto alle uscite.
Si continuerà fino ad aprile con le fermate produttive che ci concentreranno soprattutto tra novembre e dicembre confermando, prevedibilmente, i ponti previsti a dicembre, periodo natalizio e fine anno ma che si prolungheranno per alcuni anche nel mese di gennaio.
Per Fim, Fiom, Uilm si tratta di un accordo inevitabile e che comporta, come precisa Benedetto Benedetti della Uilm qualche vantaggio in più per i lavoratori soprattutto a part time mentre l’Usb vorrebbe la settimana corta per tutti, dal lunedì al giovedì, in modo che nessuno dei lavoratori debba rimanere a casa per settimane e settimane.
Il gruppo Piaggio ha confermato che anche per il 2018 investirà 50 milioni di euro sullo stabilimento di Pontedera.

L'articolo Piaggio: firmata solidarietà con sindacati per Pontedera proviene da www.controradio.it.