L’assessore Grieco sui contributi alle scuole paritarie: “Regione da sempre attenta”

FIRENZE – Al via l'assegnazione dei contributi regionali per le scuole paritarie private e comunali in relazione all'anno scolastico 2017-18 e dei contributi per le sole scuole paritarie private per l'anno scolastico 2018-19. La delibera è stata approvata dalla Giunta regionale della Toscana.
Nel complesso, con questa operazione, la Regione Toscana mette a bilancio 5 milioni 600 mila euro per le scuole paritarie che operano sul territorio regionale. Tale cifra contiene sia i 4 milioni 200 mila euro previsti globalmente per le scuole paritarie private negli anni scolastici 2017-18 e 2018-19, sia la cifra di 1 milione 400 mila euro concernente il contributo per le paritarie comunali nell'anno scolastico 2017-18.

Scopo della misura è garantire il buon funzionamento di questi istituti scolastici, ritenuti fondamentali nell'ambito del sistema scolastico regionale. I contributi riguardano 741 sezioni scolastiche con oltre 15 mila 600 alunni per quanto riguarda le scuole private paritarie e 274 sezioni per oltre 6 mila 300 bambini per ciò che concerne le paritarie comunali. Tutte le province toscane sono interessate.

"La Regione è da sempre attenta alle scuole paritarie. Quest'anno riproponiamo la misura nella consapevolezza che la pluralità d'insegnamento e la libertà del sistema scolastico attengono a norme costituzionalmente garantite", ha spiegato l'assessore regionale ad Istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco.

 

Grieco: “Il Governo attui il riparto dei fondi per l’autonomia degli studenti con disabilità”

FIRENZE – "In Conferenza dei presidenti ho nuovamente sollecitato Bonaccini a riportare l'attenzione del Governo sul mancato riparto dei fondi statali per l'autonomia degli studenti con disabilità, fondi destinati a favorirne il trasporto e l'assistenza educativa. Già a settembre, in Conferenza unificata, si era raggiunta l'intesa per il riparto, ma ad oggi manca ancora la firma al decreto del presidente del Consiglio dei ministri che è necessario per garantire alle Province l'impegno di spesa. La richiesta è stata accolta all'unanimità. Il presidente Bonaccini ha reiterato la richiesta con la massima urgenza alla Conferenza unificata ricevendo delle rassicurazioni sulle tempistiche".
Così l'assessore ad Istruzione, formazione e lavoro della Regione Toscana, Cristina Grieco, ha spiegato l'iniziativa di chiedere al presidente della Conferenza dei presidenti delle Regioni italiane, Stefano Bonacini, di sollecitare il Governo alla firma del decreto, da parte del premier Giuseppe Conte, in modo da permettere alle Province di utilizzare i fondi destinati al trasporto e all'assistenza degli studenti con disabilità.

L'assessore regionale Grieco è anche la coordinatrice della commissione Istruzione e lavoro della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

 

 

L’assessore Grieco ad Orienta-Mente: “Dalla collaborazione le migliori risposte alle scuole”

FIRENZE – "La collaborazione tra soggetti diversi è fondamentale per dare le migliori risposte alle scuole. La Regione e l'Ufficio scolastico lavorano in stretta sinergia e sicuramente con il nuovo direttore generale Pellecchia proseguiremo gli interventi sui temi dell'orientamento e della dispersione. Orientare bene è fondamentale perché a fronte di un indice alto di disoccupazione giovanile ci sono centinaia di imprese che cercano competenze e professionalità e che non riescono a trovarle. Ogni volta che vengo in questo territorio trovo una grande qualità dell'offerta formativa, un sistema che riesce ad intercettare, e bene, i finanziamenti. La Regione lavora per agevolare la costruzione di un sistema in grado di offrire opportunità,con progetti che si trasformano in concrete azioni per offrire opportunità di lavoro e di vita per i nostri giovani".
Questo è quanto l'assessore ad Istruzione, formazione e lavoro della Regione Toscana, Cristina Grieco, ha affermato nella mattinata di oggi, venerdì 18 gennaio, portando i saluti ad Orienta-Mente, l'iniziativa in corso di svolgimento ad Arezzo dove si mettono a confronto studenti, istituzioni scolastiche, famiglie, università ed imprese.

Nell'Auditorium di Arezzo Fiere e Congressi, tra i molteplici attori del mercato del lavoro e del potenziale lavoro futuro delle giovani generazioni, l'assessore regionale Grieco ha evidenziato l'importanza della collaborazione evidenziando, tra l'altro, quella con l'Ufficio scolastico regionale della Toscana, che da poco ha in Ernesto Pellecchia, che ha già ricoperto il medesimo ruolo in Abruzzo, Molise e Liguria, il nuovo direttore generale.
"Ecco l'importanza di coprogettare i percorsi. Le azioni di orientamento sono fondamentali. Deve essere tutto il territorio ad orientare", ha aggiunto la Grieco. Che ha sottolineato il "successo formativo" dell'azione messa in campo con i finanziamenti regionali attraverso i Pez.
"Vado fiera che come Regione, in questi anni, abbiamo abbattuto di più il tasso di abbandono dal 17 all'11 per cento", ha continuato l'assessore. "Qui ad Arezzo c'è una percentuale più alta e per questo dobbiamo mettere in campo azioni più consistenti e condivise per arginare tale fenomeno".

La conclusione è stata rivolta direttamente a studenti e studentesse: "Cari ragazzi, ponderate bene la decisione della scelta del percorso formativo con chi avete vicino, la famiglia e gli insegnanti, ma anche con il territorio. Ricordatevi che non ci sono scuole di serie A e di serie B, ma solo scuole più o meno adatte alle attitudini ed aspirazioni di ciascuno di voi. Tenete presente quello che le imprese richiedono. L'alleanza con il territorio rende tutti vincenti. Solo le imprese che capiscono oggi che la formazione sarà la leva fondamentale potranno essere competitivi nel futuro perché potranno contare su un capitale umano preparato e coerente con le prospettive occupazionali".

La manifestazione Orienta-Mente si concluderà domani mattina, sabato 19 gennaio, con una tavola rotonda sulle competenze per l'occupazione e le risposte del sistema d'istruzione e formazione.