Castiglion della Pescaia: la VII Festa del Cinema di Mare nel segno di Carlo Verdone

Castiglion della Pescaia: la VII Festa del Cinema di Mare  nel segno di Carlo Verdone

La manifestazione è nata nel 2016 con l’obbiettivo di promuovere il cinema di qualità nel territorio della Maremma e dedicare un’iniziativa culturale al rapporto dell’uomo con il mare, raccontato dalle opere cinematografiche – documentari, fiction, animazione e corti – di ieri e di oggi.

La VII edizione della Festa del cinema di Mare – Premio Mauro Mancini, si terrà dal 24 al 28 agosto prossimi a Castiglione della Pescaia, con la direzione artistica di Giovanni Veronesi, regista e sceneggiatore toscano Giovanni Veronesi, pratese con Castiglione della Pescaia nel cuore, che nel 2021 ha preso il testimone dell’ideatore e fondatore, il critico del Corriere della Sera, Claudio Carabba, scomparso a novembre 2020. Protagonista della kermesse qeust0anno sarà l’attore e regista Carlo Verdone.

Nelle giornate dal 24 al 28 agosto, nel cuore di Castiglione della Pescaia, alla Festa del Cinema di Mare, in programma proiezioni serali al Cinema Castello e proiezioni pomeridiane di documentari alla Biblioteca “Italo Calvino”, dove verranno proiettati anche tre cortometraggi scelti dalla “Redazione Giovani”. I film serali saranno preceduti da alcuni cortometraggi in concorso al Premio Mancini e Parigi. Sarà la giornalista Piera De Tassis ad intervistare gli ospiti negli incontri pomeridiani.

Il programma si compone di film di repertorio e di ultima uscita, affiancati da eventi collaterali al Club Velico ed in altri luoghi del paese, tra cui, da segnalare, lo spettacolo Una tazza di mare in tempesta, di Roberto Abbiati, tratto da Moby Dick, di Melville (giovedì 25, venerdì 26, sabato 27 agosto | ore 17:00 – 17:45 – 18:30 – 19:15); una proiezione speciale del film Shakleton, in collaborazione con RRD (Roberto Ricci Design), che si terrà su di una barca per sole 38 persone.

Una delle pellicole in programma, dedicata all’ospite d’onore della Festa, sarà “Al lupo, al lupo”, commedia intimista diretta da Carlo Verdone e uscita nelle sale nel 1992, girata anche in Toscana; gli interpreti, oltre allo stesso Verdone: Sergio Rubini, Francesca Neri, María Mercader, Simona Mariani.

 

L’anteprima del festival sarà a Festambiente, il 4 agosto, in collaborazione con Clorofilla Film Fest, con la proiezione del documentario Cacciatori di reti fantasma, presentato da DMAX e dedicato alla pesca sostenibile e ai pescatori siciliani, che in maniera volontaria ripuliscono i fondali dalle reti a strascico perse a sud dell’isola.

Tanti gli ospiti attesi a Castiglione della Pescaia, insieme a Carlo Verdone, a conferma di un festival che dedica molta attenzione alla qualità degli artisti che intervengono, per parlare del loro cinema e per incontrare il pubblico: le scorse edizioni sono stati ospiti della rassegna attori, registi e personaggi legati al mare, tra i qualiCastiglion della  e Brando Quilici.

La rassegna è organizzata dall’associazione Maremma Arte in collaborazione con Spazio Alfieri, Clorofilla Film Festival di Legambiente, l’Area Cinema di Fondazione Sistema Toscana, Club Velico di Castiglione della Pescaia, Associazione Kansassiti e con il sostegno di Regione Toscana (Toscana Promozione Turistica), Comune di Castiglione della Pescaia, Fondazione CR Firenze, Conad Grosseto e RRD (Roberto Ricci Design).

Dalla seconda edizione, svoltasi nel 2018, sempre su desiderio del fondatore e diretetore artistico Claudio Carabba, la rassegna si è arricchita del Premio Mauro Mancini, per cortometraggi europei sul tema del mare, premio intitolato al giornalista de La Nazione e navigatore, scomparso drammaticamente in mare durante un’impresa con Ambrogio Fogar, da sempre molto legato a Castiglione della Pescaia e al suo mare. Sono 30 i corti pervenuti alla manifestazione, che saranno valutati da una giuria di esperti, presieduta da Giovanni Veronesi.

 

Dal 2019 è stato poi creato il Premio speciale Guido Parigi, per il miglior cortometraggio di taglio giornalistico, dedicato alla memoria di un altro grande giornalista de La Nazione, assegnato da una giuria di studenti delle scuole medie superiori di Grosseto, coordinata da un esperto. Quest’anno saranno le ragazze e i ragazzi della “Redazione Giovani” a comporre la giuria, coordinati da Alessio Brizzi. I ragazzi sceglieranno inoltre alcuni corti di autori under 40 che saranno proiettati nei giorni del festival.

 

NELL’AUDIO intervista a Giovanni Veronesi

L'articolo Castiglion della Pescaia: la VII Festa del Cinema di Mare nel segno di Carlo Verdone da www.controradio.it.

🎧Dei Suoni i Passi, sulla Via degli Dei: dal 23 giugno al 28 luglio la rassegna dedicata a musica e ambiente

🎧Dei Suoni i Passi, sulla Via degli Dei: dal 23 giugno al 28 luglio la rassegna dedicata a musica e ambiente

Concerti, incontri per connettere il territorio e la musica. Tra i protagonisti anche Elio Germano, Teho Teardo e Andrea Arpino. Ingressi gratuiti, tranne per lo spettacolo di Elio Germano il 28 luglio.

Dal Parco delle Cascine di Firenze all’Appennino Toscano, passando per la Via degli Dei. Questo è DEI SUONI I PASSI, una rassegna dedicata al rapporto tra musica e ambiente. Dal 23 giugno al 28 luglio 6 appuntamenti per una proposta culturale fatta di incontri, concerti e spettacoli in contesti meravigliosi tutti da scoprire. Connettere i territori attraverso proposte musicali eterogenee e di qualità che disegnano percorsi inusuali e lasciano emergere il sapore di paesaggi da vivere a un’altra velocità.

Tra i protagonisti: Elio Germano e Teho Teardo, Andrea Appino degli Zen Circus, Cristina Donà, Saverio Lanza, Elena Dak, Stefano Pilia, Alfio Antico, Maurizio Agamennone, Rosa Brunello. DEI SUONI PASSI è un itinerario che unisce Firenze, Fiesole, Scarperia e San Piero, Barberino di Mugello, Firenzuola. Tutti gli eventi sono gratuiti, tranne lo spettacolo del 28 luglio al Teatro Corsini di Barberino di Mugello.

In podcast l’intervista a Maurizio Busia direttore della rassegna Dei Suoni i Passi, a cura di Lorenzo Braccini. 

Federico Ignesti è l’Assessore al Turismo dell’Unione dei Comuni del Mugello: “Il turismo attivo nella natura è da sempre un tema cruciale per il nostro territorio e per l’Ambito Turistico Mugello è una priorità – ha detto Ignesti -. Questo importante evento unisce natura e sport, musica, bellezze artistiche e naturali del nostro territorio, celebrando il percorso più conosciuto tra i molti sentieri trekking che attraversano il Mugello: la via degli Dei. Ringrazio Fondazione Fabbrica Europa per il prezioso lavoro che sta facendo e la Città Metropolitana di Firenze per la co-organizzazione e la collaborazione”.

Letizia Perini, consigliera della Città Metropolitana di Firenze delegata alla Cultura ha affermato: “Questa manifestazione coniuga la qualità della proposta culturale e di spettacolo con la diffusione sul territorio: è questa la bussola che presiede alle scelte della Città Metropolitana in questo ambito che è stato tanto decisivo nella stagione più acuta della pandemia, nelle forme possibili da proporre, e che ora consente di tornare nei luoghi e, in un certo senso, di riscoprirli”.

Il calendario in sintesi della rassegna Dei Suoni i Passi:

Giovedì 23 giugno ore 19 PARC Performing Arts Research Centre – Firenze
ALFIO ANTICO E MAURIZIO AGAMENNONE: Musiche da camminare

Sabato 25 giugno ore 18.30 Anello 11 della Via degli Dei – Cimitero Germanico della Futa – Firenzuola
STEFANO PILIA: Spiralis Aurea Quartet

Martedì 28 giugno ore 21 Parco A. Berti – San Piero a Sieve
ANDREA APPINO (Zen Circus): La musica e la strada.
In apertura: BIANCO

Domenica 10 luglio ore 19 Pieve di San Giovanni Decollato –
Firenzuola (loc. Cornacchiaia)
CRISTINA DONÀ, SAVERIO LANZA, ELENA DAK: La musa e l’orizzonte

Sabato 16 luglio ore 20 Casa del Popolo – Fiesole
ROSA BRUNELLO

Giovedì 28 luglio ore 22 Teatro Corsini – Barberino di Mugello
ELIO GERMANO E TEHO TEARDO: Viaggio al termine della notte

L'articolo 🎧Dei Suoni i Passi, sulla Via degli Dei: dal 23 giugno al 28 luglio la rassegna dedicata a musica e ambiente da www.controradio.it.

“Lo spettatore digitale”: quinta edizione del Festival dello Spettatore ad Arezzo

“Lo spettatore digitale”: quinta edizione del Festival dello Spettatore ad Arezzo

Il festival ideato e promosso dalla Rete Teatrale Aretina organizzato con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Toscana e del Comune di Arezzo, avrà luogo venerdì 23 ottobre.

L’emergenza sanitaria legata alla pandemia ha portato gli artisti e le artiste a sperimentare una fusione di linguaggi e di mezzi per dare vita a spettacoli fruibili in forma digitale. In osservanza al nuovo DPCM  gli incontri potranno essere seguiti dal pubblico in diretta streaming sulla pagina Facebook della Rete Teatrale Aretina.

Alle ore 14,30 presso il Teatro Pietro Aretino, inizia la giornata di studi “Lo spettatore digitale”, con la presentazione di Sonar, la piattaforma per il teatro digitale creata da Straligut Teatro.

Fra gli invitati Laura Gemini, docente di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi all’Università di Urbino, Michele Trimarchi, docente di Economia della Cultura all’Università di Bologna, gli artisti digitali Federica Patti e Francesco Marcantoni.

La giornata proseguirà con la prima nazionale dello spettacolo di teatro danza per ragazzi e ragazze al Teatro Petrarca alle ore 18.

Alle ore 20 (partenza dal parcheggio Rossellino) il pullman dello spettatore porterà il pubblico al Teatro Verdi di Monte San Savino per assistere allo spettacolo “Segnale d’allarme – La mia battaglia”, scritto, diretto e interpretato da Elio Germano.
E’ possibile consultare il programma nel sito

 

L'articolo “Lo spettatore digitale”: quinta edizione del Festival dello Spettatore ad Arezzo proviene da www.controradio.it.