Una svastica è apparsa in una scuola materna a Reggello

Una svastica è apparsa in una scuola materna a Reggello

Una svastica è stata vergata la notte scorsa all’interno del cortile della scuola materna di Cascia, a Reggello (Firenze). La scoperta è stata fatta stamani, a renderlo noto è stato il sindaco di Reggello Piero Giunti.

Una svastica è apparsa in sucola materna del paese di Cascia, Reggello in provincia di Firenze. Dopo quanto successo, il sindaco Giunti ha commentato: “Un atto gravissimo da condannare, sia per il simbolo che rappresenta, sia per il fatto che sicuramente sono entrati a cancelli chiusi durante la notte. Abbiamo già dato disposizione dell’immediata cancellazione”.

Intervenuta anche la consigliera regionale Elisa Tozzi di Toscana Domani: “Condanno con fermezza questo gesto vigliacco avvenuto nel mio comune e auspico che le forze dell’ordine riescano quanto prima a risalire all’autore dell’atto vandalico. Non dobbiamo mai abbassare la guardia su questi episodi intollerabili“, le sue parole.

L'articolo Una svastica è apparsa in una scuola materna a Reggello da www.controradio.it.

Covid, Lega: regione Toscana incapace di difendere le persone anziane

Covid, Lega: regione Toscana incapace di difendere le persone anziane

A dirlo, in una nota, la consigliera regionale della Lega Elisa Tozzi che riporta dati secondo cui gli anziani e le anziane contagiati nelle 300 strutture della Toscana sono 1.103 su 12.500 totali mentre si contano già 100 casi tra gli operatori e le operatrici.

“Se la maggioranza Pd non è capace di proteggere i nostri nonni, le nostre nonne, gli operatori e le operatrici che li seguono direttamente nelle Rsa, lo ammetta chiaramente e se ne assuma la responsabilità: è inammissibile che a otto mesi di distanza dalla prima ondata di Coronavirus, le Rsa si siano nuovamente trasformate in trappole mortali”. Dichiara Elisa Tozzi.

“Soltanto ora la Regione spiega di aver deciso di correre ai ripari e predisporre un nuovo piano per rallentare l’ulteriore diffusione dell’infezione – aggiunge Tozzi – meglio tardi che mai. Resta il fatto che tale astratta dichiarazione d’intenti non tranquillizza nessuno, anzi fa ancora più rabbia, dal momento che sancisce e conferma il fallimento di una maggioranza perennemente in ritardo e inefficace sia nel prevenire che nell’affrontare l’emergenza Coronavirus in queste strutture”.

Per la consigliera regionale della Lega “La prima, imprevista ondata di Covid avrebbe infatti dovuto suggerire già a ridosso dell’estate l’adozione di più efficaci strumenti di controllo per le Rsa, oltre che l’individuazione di validi piani operativi alternativi. Piani che dovevano essere già scattati settimane fa e non annunciati per domani”.

L'articolo Covid, Lega: regione Toscana incapace di difendere le persone anziane proviene da www.controradio.it.