Allerta gialla per temporali e rischio idrogeologico

Allerta gialla per temporali e rischio idrogeologico

Firenze, scatta alle 12 di lunedì ore e terminerà alla mezzanotte di martedì, l’allerta gialla per temporali forti e conseguente rischio idrogeologico/idraulico nel cosiddetto ‘reticolo minore’ che comprende i corsi d’acqua secondari (soprattutto Ema, Mugnone e Terzolle).

L’allerta gialla viene segnalata dal centro funzionale regionale nel nuovo bollettino di valutazione delle criticità per la zona che riguarda sia il Comune di Firenze che quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa.

L’allerta scatterà alle 12 di domani, lunedì 21 maggio, e si concluderà 12 ore dopo, alla mezzanotte di martedì, fenomeni previsti:

PIOGGIA: oggi, domenica, possibilità di isolati temporali sulle zone interne di breve durata e in cessazione serale. Domani, lunedì, avvicinamento di una lenta perturbazione (ci interesserà anche nella giornata di martedì) con temporali sparsi dal pomeriggio e in serata, anche localmente forti, possibili su tutta la regione anche se più probabili e frequenti sulle zone centrali.Cumulati: oggi medi non significativi e massimi puntuali fino a 20-30 mm, intensità orarie fino a 20-30 mm. Domani, lunedì, medi fino a 20-25 mm sulle zone centrali, altrove medi intorno a 10 mm, massimi puntuali fino a 50-60 mm, intensità orarie fino a 30-40 mm.

TEMPORALI: oggi, domenica, possibilità di isolati temporali sulle zone interne di breve durata in cessazione serale. Domani, lunedì, possibilità di temporali sparsi dal pomeriggio e in serata, anche localmente forti, possibili su tutta la regione anche se più probabili e frequenti sulle zone centrali.

Per informazioni sui fenomeni previsti:
http://www.regione.toscana.it/allertameteo
http://www.cfr.toscana.it

Per informazioni sui rischi e su come comportarsi:
http://www.regione.toscana.it/-/rischio-idrogeologico-idraulico

L'articolo Allerta gialla per temporali e rischio idrogeologico proviene da www.controradio.it.

Sabato 19, Protezione Civile: esercitazione esondazione

Sabato 19, Protezione Civile: esercitazione esondazione

Firenze, Bagno a Ripoli e Scandicci, sabato 19 maggio, la Protezione Civile simulerà gli interventi causati da un’ipotetica esondazione dei torrenti Ema e Greve.

I cittadini verranno informati anche su come prendersi cura, nelle emergenze di un’esondazione, degli animali domestici.

Come prendersi cura degli animali domestici durante un’alluvione? Come metterli in salvo nei momenti tremendi di un terremoto? Le risposte arrivano da un dépliant che la protezione civile del Comune di Firenze distribuirà domani durante l’esercitazione che ipotizza l’esondazione dei torrenti Ema e Greve.

Tra i comportamenti consigliati quelli di «mettere in sicurezza gatti e cani di piccola taglia dentro dei trasportini, tenere a portata di mano collari e guinzagli» e, se non disponiamo di una medaglietta con due numeri di cellulare fronte/retro, possiamo scrivere con un pennarello indelebile i due numeri internamente ed esternamente al collare.

Poi è necessario «portare con noi i farmaci di cui hanno bisogno», «fotografarli con il cellulare prima di muoversi da casa», «strappargli un ciuffetto di peli prima di uscire e conservarlo nel portafoglio»: con il test del Dna possiamo metterci in grado di accertare la loro identità dopo un’eventuale perdita di contatto.

Se, infine, sono rimasti intrappolati o feriti prima di toccarli è importante di capire bene la situazione: non vanno toccati a mani nude o rischiamo di essere morsi o graffiati In caso di difficoltà si devono usare dei guanti o una coperta o asciugamano per manipolarli e se sono caduti in acqua e tossiscono controllare che non siano rimasti in bocca o in trachea corpi estranei.

L’esercitazione di sabato comprenderà tutte le fasi di un’emergenza idraulica (innalzamento livelli fiume, esondazione, e rientro delle acque) che per esigenze saranno condensate in tempi ridotti (dalle 7.30 alle 13) e saranno svolte lungo l’intero corso dell’Ema e parte della Greve.

Lo scenario è stato elaborato, con dati realistici, grazie alla collaborazione di autorità di bacino, consorzio di bonifica, università, centro funzionale regionale e LaMMA.

L’obiettivo è quello di testare i tempi di risposta e le attività di soccorso del sistema della protezione civile e comunicare i corretti comportamenti che i cittadini devono tenere.

Per il Comune di Firenze saranno presenti la vicesindaca Cristina Giachi e l’assessore alla protezione civile Alessia Bettini.

Alle 8 in punto con le squadre di volontari che, alle Cascine del Riccio, interverranno con i sacchi di sabbia per rinforzare l’argine dell’Ema.

Alle 9.30, in via Senese, verrà allestita la cosiddetta ‘area di attesa e assistenza’ per le persone con problemi sanitari. Alle 10, presso la scuola Vittorino da Feltre a Ponte a Ema, sarà invece attrezzata una struttura di accoglienza con brande, materiali di aiuto e supporto psicologico nella quale saranno trasferiti con dei pulmini i cittadini arrivati nell’area di attesa.

Contemporaneamente sarà simulato un intervento di soccorso sull’Ema: in via Senese, al ponte della certosa, i vigili del fuoco, insieme al personale, interverranno pert soccorrere due persone bloccate nel fiume. Alle 10.45, in via Volterrana, sul presso il ponte sulla Greve sarà simulato un altro intervento di soccorso. Alle 12, infine, è previsto l’intervento con le idrovore in viale Tanini per la vuotatura di scantinati e garage.

Alle attività parteciperanno vigili del fuoco, personale del 118, della Città Metropolitana ma sono coinvolte anche Regione Toscana, dipartimento della protezione civile nazionale, oltre alla polizia municipale e alla direzione mobilità. Insieme a loro più di 200 volontari delle associazioni convenzionate con la protezione civile comunale.

Dalle 7, sarà allestito un ‘Campus’ nell’area davanti al Circolo Everest, al Galuzzo, dove sarà possibile visitare stand informativi e vedere le attività di coordinamento dell’esercitazione, inoltre in piazza Acciaioli sarà montato un maxischermo dove verranno trasmesse le immagini in diretta e commentate in tutti i momenti salienti dell’esercitazione

L'articolo Sabato 19, Protezione Civile: esercitazione esondazione proviene da www.controradio.it.

Allerta gialla per rischio idrogeologico

Pioggia, domani allerta gialla per rischio idrogeologico/idraulico
Interessati Ema, Mugnone e Terzolle.

 

Declassata di un livello quella di oggi per il vento
Declassata a gialla l’allerta per vento forte che interesserà Firenze fino alla mezzanotte. Lo segnala il centro funzionale regionale nel nuovo bollettino di valutazione delle criticità per la zona che riguarda, oltre il nostro Comune, anche quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa.
Domani, invece, è previsto codice giallo per rischio idrogeologico/idraulico nel cosiddetto ‘reticolo minore’ che comprende i corsi d’acqua secondari (Ema, Mugnone e Terzolle). L’allerta scatterà alle 6 di martedì 12 dicembre e si concluderà, 18 ore dopo, alla mezzanotte di mercoledì.

Previsioni meteo fino alle 24 di domani (http://www.cfr.toscana.it/index.php?IDS=2&IDSS=71):
un’ampia e profonda area depressionaria tra la Francia e il Mediterraneo centro-occidentale richiama un intenso flusso meridionale, mite e molto umido lungo le coste tirreniche, portando piogge più persistenti sul nord-ovest della Toscana. Domani, la depressione avanzerà verso l’Europa orientale con il fronte freddo che transiterà sulla nostra penisola, portando piogge e rovesci su gran parte della regione.
PIOGGIA: nel corso della giornata odierna, Martedì, precipitazioni persistenti sui rilievi di Lunigiana, Garfagnana, appennino pistoiese, in parte anche quello pratese e fiorentino. Le precipitazioni, generalmente di moderata intensità, tenderanno ad intensificare dal pomeriggio, con possibili rovesci temporaleschi sulla Lunigiana e Garfagnana; in pianura le piogge saranno più deboli e intermittenti. Nel corso della notte le precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o localmente di temporale, tenderanno gradualmente a trasferirsi al resto della regione, attenuandosi sul nord-ovest. Lunedì: cumulati medi 40-60 mm su Lunigiana, Garfagnana e Apuane con massimi fino a 150 mm o localmente superiori sulla Lunigiana. Medi attorno a 20-30 mm sull’Appennino pistoiese con massimi fino a 60-70 mm. Cumulati medi non significativi altrove, con massimi fino a 20-30 mm sulle restanti zone dell’Appennino settentrionale. Intensità orarie generalmente attorno a 10-15 mm/h, temporaneamente e localmente fino a 20-25 mm/h, in particolare sulla Lunigiana.
Cumulati attesi per domani, martedì: medi di 20-30 possibili su tutta le zone interne con massimi di 40-50 mm, puntualmente fino a 60-70 mm sui rilievi appenninici. Medi attorno a 10 mm sulle zone costiere e massimi fino a 20-30 mm.
TEMPORALI: Dalla sera di oggi, lunedì, possibilità di temporali sul nord-ovest (Lunigiana, Garfagnana e Apuane). Nel corso della notte e la mattinata di domani possibilità di temporali sparsi sul centro-nord, dal pomeriggio su quelle meridionali.
VENTO: Oggi, lunedì, forti venti meridionali con raffiche anche oltre i 100 km/h sui crinali appenninici, localmente anche in prossimità della costa centro-meridionale; fino a 80-100 km/h sulle Colline Metallifere, sull’Amiata e sui versanti sottovento ai rilievi appenninici. Si prevedono raffiche massime fino a 50-60 km/h a quote di pianura (0-200 metri) e fino a 70-80 km/h nelle zone collinari (300-600 metri). Attenuazione dei venti a partire dalle prime ore di domani, martedì, quando è prevista la rotazione dei venti a Libeccio; raffiche fino a 60 km/h in Appennino e Arcipelago.

Per informazioni sui fenomeni previsti:
http://www.regione.toscana.it/allertameteo
http://www.cfr.toscana.it

Per informazioni sui rischi e su come comportarsi:
/view_cosa_fare_idrogeologico.wp?contentId=APP29842
http://www.regione.toscana.it/-/rischio-vento
http://www.regione.toscana.it/-/rischio-idrogeologico-idraulico

Allerta gialla

Pioggia, domani allerta gialla per rischio idrogeologico/idraulico
Interessati, da mezzanotte alle 14, i corsi d’acqua secondari: Ema, Mugnone e Terzolle
Allerta gialla, domani, per rischio idrogeologico/idraulico nel cosiddetto ‘reticolo minore’ che comprende i corsi d’acqua secondari (Ema, Mugnone e Terzolle).
Lo segnala il centro funzionale regionale nel nuovo bollettino di valutazione delle criticità per la zona che riguarda sia il Comune di Firenze che quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa.
L’allerta scatterà a mezzanotte di martedì 7 novembre e si concluderà alle 14.

 

Previsioni meteo fino alle 24 di domani (http://www.cfr.toscana.it/index.php?IDS=2&IDSS=71):
Circolazione depressionaria sul Mediterraneo Centrale con tempo a tratti perturbato fino a martedì sulla nostra regione.
PIOGGIA: oggi lunedì piogge e rovesci sparsi soprattutto in serata. domani martedì piogge diffuse e locali rovesci temporaleschi (neve in Appennino oltre i 1000-1200 metri); tendenza a miglioramento nella seconda parte della giornata.
Cumulati attesi oggi: medi intorno ai 10 mm sulle zone settentrionali, poco rilevanti altrove; massimi fino a 20-30 mm sulle zone settentrionali, in particolare sui rilievi. Cumulati attesi domani: medi intorno ai 20-30 mm sulla fascia centrale della regione con massimi fino a 40-50 mm; medi intorno a 10-20 sulle zone di nord ovest e su quelle meridionali con massimi fino a 30 mm sui rilievi.
TEMPORALI: Oggi, lunedì, locali e brevi temporali su Arcipelago e zone appenniniche.Domani, martedì, locali e in genere brevi temporali su Arcipelago e zone meridionali.