Pd: Zingaretti in Toscana, “con 45% vittoria chiara”

Pd: Zingaretti in Toscana, “con 45% vittoria chiara”

“L’area Zingaretti in Toscana si attesta sul 45%. I dati sono ancora ufficiosi, ma non si scosteranno troppo da quelli ufficiali. Siamo molto soddisfatti di questa che e’ una vittoria chiara. Ora pero’ c’e’ il secondo tempo, le primarie del 3 marzo, e non ci possiamo sedere sugli allori”. Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio, apre cosi’ la conferenza stampa degli zingarettiani toscani convocata nella sede del Pd regionale, a Firenze.

Il giudizio piu’ netto, tuttavia, arriva pochi istanti dopo dall’ex deputato dem Federico Gelli: “I risultati nei circoli, anche se non definitivi, rappresentano una debacle per Martina che si ferma al 37%, con Giachetti al 15%. C’e’ di piu’: segnalo che Zingaretti ottiene percentuali ben oltre il 50% a Pisa, Arezzo, Siena, Livorno e in Val di Cornia – Elba. Mentre Martina lo supera solo nell’empolese, a Lucca e Massa”.
In vista delle primarie aperte del 3 marzo, riprende la parola Fossi, “la partita e’ apertissima. Ma oggi, per la prima volta dopo tanti anni, c’e’ la possibilita’ di cambiare il Pd, di renderlo piu’ vicino alle persone e ai valori che lo hanno animato fin dall’inizio”. Per questo lancia un appello alla partecipazione “a tutte quelle persone che guardano con
attenzione al Pd: venite a votare e aiutateci a cambiare il partito, a riconnetterlo ai tanti mondi persi per strada, come quello del lavoro”.

Sullo sfondo di questa partita a tre, pero’, resta lo spettro di un’alleanza tra Martina e Giachetti nel ballottaggio che si potrebbe consumare durante l’assemblea nazionale, come previsto dal regolamento se nessuno dei tre nazionale, come previsto dal regolamento se nessuno dei tre candidati superera’ il 50% delle preferenze. Un’ipotesi che sta circolando con insistenza, ma che non spaventa i zingarettiani toscani: lo scenario, sottolinea Fossi, “ci preoccupa relativamente, perche’ noi confidiamo molto in una partecipazione larga e di popolo alle primarie”.

Il ragionamento e’ affrontato anche da Gelli, che aggiunge: “Questa prima fase sta riguardando i circoli, non l’assemblea nazionale. Chi simula un’ipotesi di accordo al ballottaggio dell’assemblea, sbaglia, perche’ l’argomento sara’ affrontato dopo il 3 marzo, non certo oggi”. Scatta quindi la domanda su Matteo Renzi e il suo ‘feudo’ toscano: stando ai risultati dei circoli, si puo’ dire che la Toscana non sia piu’ renziana? “Diciamo- risponde Fossi- che questo dato e’ caratterizzato da un elemento di forte discontinuita’. Penso quindi che da oggi, se questa tendenza sara’ confermata, si aprira’ una pagina nuova”.

C’e’ infine un ultimo nodo, ovvero la convivenza dopo il congresso tra la segretaria regionale di Simona Bonafe’ e i zingarettiani: “Noispiega sempre Fossi- riconosciamo il risultato del congresso regionale che ha sancito la segreteria Bonafe’. Questo pero’ non esclude il fatto che abbiamo bisogno di cambiare passo rispetto al passato, perche’ non ci possiamo piu’ permettere la lunga serie di sconfitte”, come quelle patite “nelle elezione amministrative anche in Toscana”.

L'articolo Pd: Zingaretti in Toscana, “con 45% vittoria chiara” proviene da www.controradio.it.

Pd: Zingaretti in Toscana, “con 45% vittoria chiara”

Pd: Zingaretti in Toscana, “con 45% vittoria chiara”

“L’area Zingaretti in Toscana si attesta sul 45%. I dati sono ancora ufficiosi, ma non si scosteranno troppo da quelli ufficiali. Siamo molto soddisfatti di questa che e’ una vittoria chiara. Ora pero’ c’e’ il secondo tempo, le primarie del 3 marzo, e non ci possiamo sedere sugli allori”. Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio, apre cosi’ la conferenza stampa degli zingarettiani toscani convocata nella sede del Pd regionale, a Firenze.

Il giudizio piu’ netto, tuttavia, arriva pochi istanti dopo dall’ex deputato dem Federico Gelli: “I risultati nei circoli, anche se non definitivi, rappresentano una debacle per Martina che si ferma al 37%, con Giachetti al 15%. C’e’ di piu’: segnalo che Zingaretti ottiene percentuali ben oltre il 50% a Pisa, Arezzo, Siena, Livorno e in Val di Cornia – Elba. Mentre Martina lo supera solo nell’empolese, a Lucca e Massa”.
In vista delle primarie aperte del 3 marzo, riprende la parola Fossi, “la partita e’ apertissima. Ma oggi, per la prima volta dopo tanti anni, c’e’ la possibilita’ di cambiare il Pd, di renderlo piu’ vicino alle persone e ai valori che lo hanno animato fin dall’inizio”. Per questo lancia un appello alla partecipazione “a tutte quelle persone che guardano con
attenzione al Pd: venite a votare e aiutateci a cambiare il partito, a riconnetterlo ai tanti mondi persi per strada, come quello del lavoro”.

Sullo sfondo di questa partita a tre, pero’, resta lo spettro di un’alleanza tra Martina e Giachetti nel ballottaggio che si potrebbe consumare durante l’assemblea nazionale, come previsto dal regolamento se nessuno dei tre nazionale, come previsto dal regolamento se nessuno dei tre candidati superera’ il 50% delle preferenze. Un’ipotesi che sta circolando con insistenza, ma che non spaventa i zingarettiani toscani: lo scenario, sottolinea Fossi, “ci preoccupa relativamente, perche’ noi confidiamo molto in una partecipazione larga e di popolo alle primarie”.

Il ragionamento e’ affrontato anche da Gelli, che aggiunge: “Questa prima fase sta riguardando i circoli, non l’assemblea nazionale. Chi simula un’ipotesi di accordo al ballottaggio dell’assemblea, sbaglia, perche’ l’argomento sara’ affrontato dopo il 3 marzo, non certo oggi”. Scatta quindi la domanda su Matteo Renzi e il suo ‘feudo’ toscano: stando ai risultati dei circoli, si puo’ dire che la Toscana non sia piu’ renziana? “Diciamo- risponde Fossi- che questo dato e’ caratterizzato da un elemento di forte discontinuita’. Penso quindi che da oggi, se questa tendenza sara’ confermata, si aprira’ una pagina nuova”.

C’e’ infine un ultimo nodo, ovvero la convivenza dopo il congresso tra la segretaria regionale di Simona Bonafe’ e i zingarettiani: “Noispiega sempre Fossi- riconosciamo il risultato del congresso regionale che ha sancito la segreteria Bonafe’. Questo pero’ non esclude il fatto che abbiamo bisogno di cambiare passo rispetto al passato, perche’ non ci possiamo piu’ permettere la lunga serie di sconfitte”, come quelle patite “nelle elezione amministrative anche in Toscana”.

L'articolo Pd: Zingaretti in Toscana, “con 45% vittoria chiara” proviene da www.controradio.it.

“I colori del volontariato”, le associazioni in piazza Dante a Campi Bisenzio

“I colori del volontariato”, le associazioni in piazza Dante a Campi Bisenzio

La rassegna organizzata da Cesvot Firenze in concomitanza con il Festival dell’Economia Civile “I colori del volontariato”, le associazioni si presentano il 15 e il 16 novembre in piazza Dante a Campi Bisenzio

Un documentario sulla lotta agli incendi e laboratori botanici, passeggiate, installazioni con materiali di scarto e una app per capire come differenziare i rifiuti, ma soprattutto tanti stand che mettono in mostra le diverse attività ed esperienze delle associazioni impegnate nella cura dei beni comuni, nel riuso dei materiali, nella tutela del patrimonio ambientale a Campi Bisenzio. “I colori del volontariato”, la rassegna organizzata dalla delegazione Cesvot di Firenze, si svolgerà in piazza Dante, a Campi Bisenzio, domani e il 16 novembre per il Festival dell’Economia Civile, un appuntamento ricco di eventi per parlare dell’impegno di comunità e territori per l’innovazione e per una nuova economia.

In piazza Dante verrà allestito un punto di orientamento al volontariato che offrirà informazioni a chi vuole avvicinarsi al mondo della solidarietà e diventare volontario, oltre a uno spazio dedicato alla lettura con le pubblicazioni Cesvot.

Tra gli appuntamenti da non perdere: giovedì 15 novembre alle 16 è in programma la proiezione del documentario “Il fuoco intorno”, a cura di Vab Toscana. Alle ore 17 c’è il laboratorio di erbe aromatiche a cura di Radici Quadrate. Il 16 novembre invece alle ore 16 parte la passeggiata nel Parco della Resistenza per scoprire “Botanica, simboli e miti”, sempre con i volontari di Radici Quadrate. Dalle ore 18 saranno presentate l’installazione “REvitalizzare” certa con i materiali di scarto, a cura di Relov Agriculture e la nuova app di Verde Chiaro, “Recyclize”, dedicata alla raccolta differenziata.

“Il Festival dell’Economia Civile, che si svolge dal 15 al 17 novembre, ha per titolo “Che colore ha la felicità?”. Il Cesvot una risposta ce l’ha e la presenta con la due giorni organizzata in piazza Dante “I colori del volontariato” – commenta Ivana Ceccherini, presidente della delegazione Cesvot di Firenze – perché quando si parla di relazioni e reciprocità, di attenzione ai beni comuni, all’ambiente e alla persona a noi viene subito in mente il prezioso e insostituibile lavoro delle nostre associazioni”.

“Anche il Cesvot partecipa al Festival dell’Economia Civile – aggiunge il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi – e siamo felici di poter portare le esperienze delle associazioni di volontariato ad arricchire il carnet di buone pratiche  che rendono il Festival un appuntamento in cui, oltre alle idee, si descrivono obiettivi raggiunti e realtà diffuse ben oltre quello che comunemente si crede. Il nostro territorio è pronto a rinsaldare il senso civico dei suoi cittadini e il volontariato lo dimostra con concretezza”.

L'articolo “I colori del volontariato”, le associazioni in piazza Dante a Campi Bisenzio proviene da www.controradio.it.

Sì della Città Metropolitana di Firenze al Masterplan Aeroporto

Sì della Città Metropolitana di Firenze al Masterplan Aeroporto

Il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha dato parere favorevole al Master Plan della nuova pista dell’Aeroporto di Firenze, dopo l’illustrazione della relativa delibera da parte del consigliere delegato alle Infrastrutture Andrea Ceccarelli. Nardella: “Avanti per la sicurezza e lo sviluppo di un’infrastruttura che riguarda il futuro di tutti noi”.

Con la delibera approvata si autorizza una variante al Piano territoriale di coordinamento (Masterplan) e si nomina come unico soggetto abilitato ad esprimere definitivamente ed in modo univoco e vincolante la posizione dell’Amministrazione su tutte le decisioni di competenza della conferenza il responsabile della Direzione Progetti Strategici della Metrocittà.

La Città Metropolitana era stata chiamata a partecipare alla Conferenza dei Servizi indetta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per l’espressione di parere per l’approvazione del Master Plan aeroportuale 2014/2029 dell’aeroporto Amerigo Vespucci e in questa sede la Città metropolitana era stata chiamata ad esprimere la volontà dell’Ente.

Il Master Plan dell’Aeroporto Vespucci è stato sottoposto a procedura di Valutazione di impatto ambientale di competenza statale. La procedura si è conclusa con giudizio positivo circa la compatibilità ambientale del progetto a condizione che ottemperi ad una serie di prescrizioni.

“Andiamo avanti per la sicurezza e lo sviluppo di una infrastruttura che riguarda il futuro di tutti noi”, ha commentato il Sindaco della Città Metropolitana Dario Nardella. Le prescrizioni da ottemperare in ordine alla Via saranno prese in esame dall’Osservatorio Ambientale.

La delibera è stata approvata con i voti del Pd, tranne quello del consigliere Emiliano Fossi, che è sindaco di Campi Bisenzio; contrari Alessio Biagioli, sindaco di Calenzano, e Stefania Collesei di Art 1- Mdp ed Enrico Carpini di Territori Beni Comuni.

Il Consiglio della Città Metropolitana ha respinto un ordine del giorno presentato da Carpini, con il quale chiedeva all’Assemblea di “l’impegno di tenere in debita considerazione le osservazioni espresse dai Comuni” della Piana Fiorentina, che sarà interessata dalle modifiche apportate al Piano territoriale di coordinamento.

Per Marco Semplici (Pd) “bisogna prendere atto che non si può tenere esclusivamente agli interessi di alcuni comuni a fronte di un interesse prevalente regionale su Peretola”. Per Francesca Paolieri (Pd) “l’ordine del giorno non tiene conto del fatto che la discussione sullo scalo viene da molto lontano. I Comuni hanno partecipato ai tavoli di confronto. Si dimentica che lo scalo privilegiato dai visitatori rispetto a Firenze è Bologna, non Pisa”.

Stefania Collesei (Art. 1- Mdp) ha votato a favore di “un documento che non ritengo divisivo. Non si chiede altro che il Consiglio faccia il suo lavoro, ascoltando i Comuni”. “Non si condivide nemmeno il minimo”, ha commentato Alessio Biagioli.

L'articolo Sì della Città Metropolitana di Firenze al Masterplan Aeroporto proviene da www.controradio.it.

Imbrattata con vernice rosa sede elettorale Forza Italia

Imbrattata con vernice rosa sede elettorale Forza Italia

Campi Bisenzio, “Stamani a Campi Bisenzio Forza Italia si è svegliata – dice il coordinatore regionale di Forza Italia in Toscana e deputato Stefano Mugnai – con i manifesti elettorali strappati e il punto elettorale per il candidato sindaco Maria Serena Quercioli imbrattato di vernice rossa”.

“Soliti imbecilli, la cui mamma evidentemente è sempre in stato interessante – ha proseguito Mugnai, proprio giovedì sera, insieme ai candidati, ai parlamentari del territorio e alla vicepresidente della Camera, l’onorevole Mara Carfagna eravamo a Campi per una cena riuscitissima, probabilmente la credibilità e l’autorevolezza di Forza Italia disturba qualche facinoroso”.

“La nostra risposta? È collettiva. Ho già parlato con Maria Serena Quercioli, con il coordinatore provinciale di Forza Italia Paolo Giovannini e con il capogruppo nonché capolista degli azzurri Paolo Gandola. Insieme ci siamo detti che di fronte a questa imbecillità c’è solo una risposta possibile: un sorriso grande come una casa, secchio e colla per riattaccare i manifesti, secchio e solventi per ripulire la sede e soprattutto vincere le elezioni. Ed e’ ciò che faremo. Sorridendo…”, ha concluso il coordinatore regionale. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Il commento del sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, sulla sua pagina Facebook: “Il rispetto delle idee altrui è il presupposto fondamentale del dibattito e confronto democratico. Gli atti di vandalismo si condannano sempre e comunque. Solidarietà a Forza Italia di Campi per il brutto gesto a cui è stata sottoposta la loro sede”.

Sono in corso, da parte dei Carabinieri della Compagnia di Signa, tutte le verifiche de caso per risalire agli autori dell’atto vandalico.

L'articolo Imbrattata con vernice rosa sede elettorale Forza Italia proviene da www.controradio.it.