Empoli: occupa abisivamente appartamento, denunciato

Empoli: occupa abisivamente appartamento, denunciato

Un 29enne domiciliato a San Miniato (Pisa) è stato denunciato a Empoli (Firenze) dalla polizia per aver occupato abusivamente un appartamento sfitto del centro storico.

In particolare, l’uomo aveva cambiato la serratura dell’immobile di Empoli in provincia di Firenze impedendo al proprietario di poter accedere alla sua proprietà.

Gli agenti sono riusciti a entrare dal retro tramite una porta finestra in assenza dell’occupante, un uomo di origine albanese, liberando l’appartamento dai suoi oggetti personali e occupandosi di un cane pastore tedesco che era all’interno, affidato al canile municipale in attesa che il 29enne albanese ne regolarizzi la posizione di possesso. Successivamente è stato poi raggiunto e identificato l’occupante abusivo.

Il proprietario dell’immobile ha successivamente murato porte e finestre per evitare una nuova occupazione della sua proprietà.

L'articolo Empoli: occupa abisivamente appartamento, denunciato proviene da www.controradio.it.

Empoli, morte feto: pm indaga per “procurato aborto colposo”

Empoli, morte feto: pm indaga per “procurato aborto colposo”

La procura di Firenze ha aperto un’inchiesta sulla morte improvvisa di un feto all’ospedale San Giuseppe di Empoli, avvenuta il 3 novembre, con l’ipotesi di reato di ‘procurato aborto colposo’. Al momento non ci sono indagati.

Nella vicenda la madre, 37 anni, alla 36/a settimana di gravidanza, era arrivata al pronto soccorso il pomeriggio del 2 novembre accusando forti dolori addominali, in particolare al fianco destro. Ma, anche dopo esami, la ginecologa che la visitò al S.Giuseppe di Empoli – così riferì a suo tempo la Asl -, non riscontrò elementi di emergenza urgenza e la donna venne rimandata a casa.

Ma dopo la mezzanotte la puerpera è tornata di nuovo al pronto soccorso, accusando forti dolori addominali. Con altri esami venne scoperta la morte fetale intrauterina ed un’emorragia addominale in atto. I medici salvarono l’utero della donna con un taglio cesareo eseguito in emergenza. La Asl avviò i suoi accertamenti, ora la procura ha aperto un’inchiesta.

L’inchiesta nasce da una segnalazione della polizia di Stato all’autorità giudiziaria. Secondo quanto appreso il procuratore Giuseppe Creazzo ha affidato il fascicolo ai pm Giuseppe Ledda e Giacomo Pestelli. Gli inquirenti hanno già fatto sequestrare le cartelle cliniche e ipotizzano di avviare esami medico-legali sul feto.

 

L'articolo Empoli, morte feto: pm indaga per “procurato aborto colposo” proviene da www.controradio.it.

Siena, meningite: giovane studente ricoverato

Siena, meningite: giovane studente ricoverato

Il ragazzo, di Colle Val d’Elsa, che frequenta la scuola secondaria di primo grado,  ed era stato regolarmente vaccinato per i ceppi A,C,Y,W di meningococco è arrivato all’ospedale con il servizio di emergenza 118 in ambulanza, in codice rosso e in condizioni serie.

Un giovane studente è stato ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena per meningite di tipo B nella mattina di domenica.
E’ stato preso in cura da tutta l’équipe multidisciplinare, composta anche da pediatri, infettivologi e anestesisti e, nel pomeriggio di ieri, è stato trasferito all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

“L’ufficio di igiene preposto a mettere in atto tutte le procedure previste in questi casi ha immediatamente richiesto l’elenco degli alunni e i recapiti delle famiglie solo e soltanto delle classi che devono sottoporsi alla profilassi antibiotica come da protocollo regionale, prosegue il Comune. Le famiglie sono state immediatamente contattate dalla scuola e dalla Asl in collaborazione con i medici di famiglia ed i pediatri, e si sono già tutte attivate così come i docenti interessati”. Lo stesso personale che lo ha avuto in cura è stato sottoposto a profilassi preventiva.

Intanto, restano stabili le condizioni le condizioni cliniche del paziente di 75 anni, ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Empoli (Firenze), al quale è stata diagnosticata una meningite pneumococcica. L’unità funzionale igiene pubblica e nutrizione dell’area empolese, si spiega ancora, conferma che si tratta di una forma non epidemica, per la quale non è prevista la profilassi dei contatti.

L'articolo Siena, meningite: giovane studente ricoverato proviene da www.controradio.it.

Sanità: caso di legionella all’ospedale di Empoli

Sanità: caso di legionella all’ospedale di Empoli

Un uomo, un 40enne di San Miniato (Pisa), è ricoverato dal 2 ottobre all’ospedale di Empoli (Firenze), nel reparto di terapia intensiva, per un’infezione da batterio della legionella. La notizia è stata confermata dall’Asl Toscana centro.

Secondo quanto appreso, l’uomo riportava i sintomi di una polmonite infettiva, ma gli accertamenti medici hanno permesso di scoprire che si tratta di legionella. Una malattia infettiva che aggredisce l’apparato respiratorio.

I casi di legionellosi non necessitano di isolamento del paziente né di profilassi in quanto il batterio si trasmette per mezzo di particelle di vapore acqueo. Accertamenti epidemiologici sono in corso da parte dell’Asl Toscana centro

L'articolo Sanità: caso di legionella all’ospedale di Empoli proviene da www.controradio.it.

Castelfiorentino: corso tecniche israeliane per autodifesa donne

Castelfiorentino: corso tecniche israeliane per autodifesa donne

L’amministrazione comunale di Castelfiorentino (Firenze) ha deciso di promuovere un corso gratuito di due incontri, oltre a una presentazione iniziale, per insegnare alle donne i metodi di autodifesa utilizzati dall’esercito israeliano.

Il corso è organizzato attraverso una collaborazione con una locale polisportiva e il centro aiuto donna ‘Lilith’ di Empoli (Firenze), affidandosi all’insegnante locale Marco Pistolesi, allievo di Amnon Maor, uno dei maggiori esperti di questo metodo a livello mondiale.

Questo metodo, spiega una nota del municipio valdelsano, si basa “sulla rapidità e la velocità di esecuzione, ma anche su alcuni suggerimenti di comportamento prima di arrivare allo scontro fisico vero e proprio, come il saper comprendere in tempo situazioni potenzialmente rischiose e, subito dopo, l’individuazione delle possibili vie di fuga”.

“Riteniamo educativo e utile dare conoscenze di autodifesa ai nostri concittadini”, è il commento dell’assessore allo Sport e alla sicurezza di Castelfiorentino, Simone Bruchi. L’incontro di presentazione sarà ospitato la sera del 5 ottobre nella Sala Rossa del municipio.

L'articolo Castelfiorentino: corso tecniche israeliane per autodifesa donne proviene da www.controradio.it.