Firenze, aeroporto: Enac chiede ulteriore rinvio conferenza servizi

Firenze, aeroporto: Enac chiede ulteriore rinvio conferenza servizi

La prima data utile dovrebbe essere entro i primi giorni di dicembre.

Enac ha formalizzato al ministero dei Trasporti una richiesta di posticipare la conferenza dei servizi per l’ampliamento dell’aeroporto di Firenze, prevista per il 9 novembre.

E’ quanto rende noto Toscana aeroporti, che gestisce lo scalo fiorentino, spiegando che “la richiesta si è resa necessaria in seguito al recepimento delle prescrizioni dettate dalla delibera di Giunta regionale n.1113 dell’11 ottobre in merito alla prevista opera di laminazione idraulica e riqualificazione ecologico-paesaggistica dell’area ubicata in località il Piano di Manetti, presso il Comune di Signa, e in conformità con l’obbligo di legge per cui sono dovuti 30 giorni di preavviso per l’espressione del proprio parere da parte di tutti gli enti interessati”.

“Enac e Toscana Aeroporti – concludono – esprimono soddisfazione per essere riusciti, in sintonia con gli enti responsabili, a recepire nella propria proposta progettuale le esigenze paesaggistiche e di viabilità, anche nel rispetto delle ‘Linee guida prestazionali’ per il progetto di rilocalizzazione del lago di Peretola approvate il 3 settembre 2018 e definite di concerto dalla Regione Toscana e dal ministero per i Beni e le attività culturali”.

Circa un mese fa si era giunti ad un primo rinvio in quanto  non era ancora arrivata al ministero per i Beni e le Attività culturali la documentazione integrativa richiesta ad Enac durante la riunione del 7 settembre e già sollecitata in merito alla questione sullo scalo di Firenze Peretola.

“Anche la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio ha dato il suo via libera alla nuova pista dell’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze, sentenziando che le prescrizioni sono state rispettate praticamente tutte e che anche il problema maggiore, ossia lo spostamento del lago di Peretola, è superato, e anche dal punto di vista strettamente archeologico non è emerso nulla che renda irrealizzabile la pista. Ora dunque non ci sono più davvero scuse per far iniziare i lavori e dotare Firenze di uno scalo aeroportuale degno di questo nome”. Questo  quanto invece affermato dal vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (Forza Italia).

“Serve un sistema aeroportuale toscano integrato – sottolinea Stella – imperniato su Firenze e Pisa. Lo sviluppo di Peretola consentirebbe di di raddoppiare il numero dei passeggeri annuali da 2.2 a 4.5 milioni, e di portare 5mila nuovi posti di lavoro, come certificano gli studi di società qualificate. Per noi l’aeroporto è uno, articolato in due scali, è l’aeroporto della Toscana. Uno è il Galilei di Pisa, l’altro è il Vespucci di Firenze. Per fare questo, però, il Vespucci va ammodernato: non è più pensabile andare avanti così, con 1.000 voli dirottati e decine di migliaia di passeggeri persi ogni anno a causa di condizioni meteo avverse”.

L'articolo Firenze, aeroporto: Enac chiede ulteriore rinvio conferenza servizi proviene da www.controradio.it.

Aeroporto Firenze, Toccafondi a Toninelli: “Dica una parola chiara sul Vespucci”

Aeroporto Firenze, Toccafondi a Toninelli: “Dica una parola chiara sul Vespucci”

Il deputato fiorentino: ”Il ministro Toninelli può decidere di andare a lezione da chi vuole, quello che interessa a Firenze e ai fiorentini è che faccia il ministro e non il provocatore seriale sui social media. L’Enac è stata chiara se si fa la nuova pista bene, altrimenti se si cambia il master plan c’è da ricominciare tutto da capo. Il ministro Toninelli quindi ora deve dire una parola chiara: sì o no alla nuova pista. E deve assumersene la responsabilità”

Così il deputato fiorentino Gabriele Toccafondi risponde al ministro alle infrastrutture Toninelli che ha avanzato dubbi sul ruolo e la legittimità delle posizioni di Enac in merito al piano di sviluppo dell’aeroporto Vespucci di Firenze.

“Sono 50 anni che i fiorentini aspettano quella pista – spiega Toccafondi – e abbiamo alle spalle almeno 15 anni di delibere di varie istituzioni locali, regionali e nazionali e 5 anni di iter ministeriale. Adesso che siamo arrivati infondo a questo lunghissimo Giro dell’Oca e che ci sono investitori privati disposti a investire propri denari il ministro Toninelli vuole farci ripartire dal via?”

” Pensa davvero -ha concluso Toccafondi- che i fiorentini siano cittadini di serie B perché vedono Firenze come una nemica politica?Se è così lo dica chiaramente assumendosene la responsabilità politica e istituzionale, perché tutti sappiamo che l’obiettivo del ministro è aiutare i 5Stelle alle prossime comunali fiorentine, ma non può certo costruire la propria campagna elettorale sulla pelle di Firenze e dei suoi cittadin

L'articolo Aeroporto Firenze, Toccafondi a Toninelli: “Dica una parola chiara sul Vespucci” proviene da www.controradio.it.

Peretola: ok della giunta al progetto presentato da Toscana Aeroporti

La giunta di Palazzo Vecchio ha espresso parere favorevole al masterplan dell’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze presentato da Toscana Aeroporti.

L’ok è arrivato nel corso dell’ultima seduta ed è subordinato all’adempimento di
alcune prescrizioni. L’atto dovrà poi passare all’esame del Consiglio
comunale, come richiesto dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti nella nota di convocazione alla conferenza dei servizi del prossimo 7 settembre. La pronuncia di compatibilità ambientale da parte del ministero dell’Ambiente era arrivata il 28 dicembre 2017.
Il Comune di Firenze, con la delibera di oggi, prende atto dei contenuti del parere tecnico espresso sul masterplan, sulla base della documentazione trasmessa da Enac. L’area di coordinamento tecnica e la direzione generale hanno redatto il parere in un unico documento, comprensivo dei pareri espressi dalla direzione Urbanistica, dalla
direzione Ambiente e dalla direzione Nuove infrastrutture e mobilità.

In merito alle prescrizioni nel documento si ricorda, tra l’altro, che fin dall’approvazione del piano strutturale il Consiglio comunale di Firenze si era espresso favorevolmente rispetto
alla riqualificazione dell’aeroporto con una pista orientata come
quella oggi prevista nel masterplan.
Il parere prevede altresì alcune raccomandazioni/prescrizioni e/o verifiche in tema di mobilità. Tutto ciò anche in considerazione dell’adeguamento dello svincolo di Peretola, della circolazione su viale Guidoni e viale XI Agosto e del previsto prolungamento della
pista ciclabile di via Perfetti Ricasoli fino all’intersezione con viale XI Agosto. Sempre in tema di ciclabilità, si chiede di realizzare il collegamento fra l”attuale pista di via Pratese e la viabilità principale dell’intervento aeroportuale.

L'articolo Peretola: ok della giunta al progetto presentato da Toscana Aeroporti proviene da www.controradio.it.

Rodi: turisti bloccati all’aeroporto, tra loro gruppo di senesi

Rodi: turisti bloccati all’aeroporto, tra loro gruppo di senesi

Dodici ore in attesa senza sapere dove sono i propri bagagli né se e quando partirà il volo che avrebbe dovuto riportarli a casa: un gruppo di 6  senesi è bloccato da domenica sera dentro lo scalo dell’isola greca di Rodi, ancora in attesa di notizie. Il volo Blu Panorama che avrebbe dovuto riportare loro – e altri 200 italiani – a casa, destinazione finale Roma Fiumicino, domenica sera con arrivo previsto alle 23.55, infatti, è stato cancellato di punto in bianco.

L’Enac sta monitorando la situazione in corso a Rodi (Grecia) dove, nella notte tra il 29 e il 30 luglio, a causa dell’interruzione dei sistemi di accettazione dello scalo e di altri aeroporti nelle isole della Grecia, oltre 3.000 passeggeri provenienti da tutta Europa non hanno potuto imbarcarsi sui propri voli. In particolare, l’aeromobile della compagnia italiana Blue Panorama che doveva operare il collegamento Rodi – Roma Fiumicino, con volo proveniente da Bologna, è stato dirottato ad Atene, senza poter raggiungere lo scalo di destinazione.

Dalle informazioni ricevute, i passeggeri sbarcati ad Atene sono stati assistiti dalla compagnia. Il vettore Blue Panorama ha comunicato all’Enac di aver autorizzato immediatamente anche l’assistenza per i passeggeri in attesa a Rodi. Tuttavia, a causa dell’indisponibilità di alberghi sull’isola, i passeggeri hanno dovuto trascorrere la notte in aeroporto. Attualmente le persone coinvolte sono state accompagnate presso una struttura di ristorazione, in attesa della conferma della programmazione del volo. Compatibilmente con la conferma definitiva dello slot aeroportuale, infatti, la partenza del volo Blue Panorama che arriverà da Atene a Rodi per rientrare su Roma con i passeggeri che sarebbero dovuti partire ieri, dovrebbe avvenire entro la serata di oggi.

Le operazioni presso lo scalo di Rodi sono in lenta ripresa. Tuttavia, a causa dei problemi ai sistemi di accettazione dello scalo, i voli della compagnia Blue Panorama di oggi stanno subendo notevoli ritardi per i conseguenti problemi nella rotazione degli aeromobili. Enac ha invitato il vettore a fornire ogni dovuta informativa ai passeggeri e continuerà a monitorare la situazione nell’interesse dell’utenza e in applicazione della normativa comunitaria vigente in materia di assistenza alle persone coinvolte in cancellazioni, ritardi prolungati, overbooking e mancata informazione.

L'articolo Rodi: turisti bloccati all’aeroporto, tra loro gruppo di senesi proviene da www.controradio.it.