Sostenibilità, innovazione e collaborazione pubblico-privato: con il progetto Futur-e rinascerà il sito Enel di Piombino

PIOMBINO – Un percorso virtuoso e condiviso tra pubblico e privato per trasformare la dismissione di un'area industriale in una nuova opportunità multifunzionale per il territorio: anche per l'ex centrale Enel di Piombino prosegue il progetto Futur-e (https://corporate.enel.it/it/futur-e). che vede l'azienda energetica lavorare insieme a Regione Toscana, Comune di Piombino e società Stigliano Sviluppo SRL per la riqualificazione del sito.

Conclusi con successo i test di nuove tecnologie per la prima fase delle bonifiche, Enel ha sottoposto i risultati alle competenti autorità regionali per poter avviare le attività, facendo del sito un vero e proprio pilota per l'innovazione sostenibile nel campo delle dismissioni di aree industriali.

In particolare, il progetto riguarda l'utilizzo di un trattamento biologico per le aree in cui è stata rilevata presenza di idrocarburi che favorisce il processo di disgregazione da parte dei batteri naturalmente presenti nel terreno. Questo fa della Toscana la prima Regione ad affrontare il tema della bonifica di siti industriali con tecnologie innovative, sostenibili e riproponibili su larga scala su altri siti analoghi a livello nazionale e internazionale, in ottica di economia circolare, principio che l'Ente regionale ha recepito di recente nel proprio statuto. Coerentemente con gli obiettivi di Futur-e, che intende valorizzare tutte le opportunità derivanti da un processo di dismissione, anche le ulteriori fasi di bonifica non si limiteranno ad attività standard ma verranno utilizzate per testare e introdurre soluzioni innovative e sostenibili.

Dopo bonifiche e demolizioni, la seconda fase del percorso verso la nuova vita del sito di Piombino sarà la realizzazione del progetto che prenderà il posto dell'ex centrale: a seguito di una procedura competitiva di vendita, Enel ha firmato il preliminare per la cessione dell'area con Stigliano Sviluppo SRL, che si sta confrontando con Regione e Comune in merito agli aspetti urbanistici ed al conseguente percorso autorizzativo da avviare per la realizzazione della proposta di riqualificazione.

Infatti, in linea con i principi che ispirano Futur-e e come condiviso con le istituzioni locali, il sito dovrà svilupparsi secondo linee guida di sostenibilità sociale, economica e ambientale. Rispetto alla prima proposta presentata da Stigliano Sviluppo SRL, incentrata principalmente su uno sviluppo del sito a vocazione commerciale, il progetto sarà integrato con ulteriori funzioni, tra cui turistico ricettivo e ricreativo, nonché funzioni di ricerca scientifica e agricoltura sperimentale facendo dell'area uno spazio multifunzionale con numerose opportunità occupazionali grazie ai rilevanti investimenti previsti che verranno realizzati da qui a pochi anni. La finalizzazione del progetto prosegue in collaborazione con gli Enti Locali al fine di garantire fattibilità e sostenibilità progettuale coerente con le necessità e le aspettative del territorio.

Le attività di bonifica, in capo ad Enel, e quelle di demolizione e di nuove realizzazioni, effettuate da Stigliano Sviluppo SRL, verranno organizzate in modo da garantire per quanto possibile i cantieri in parallelo, riducendo così i tempi necessari per la rinascita del sito.

Comunicato stampa congiunto Regione Toscana – Enel – Comune di Piombino

Catasto impianti termici e sistema informativo certificazioni: nasce l’Agenzia energetica regionale

 FIRENZE - Grande affluenza al convegno "Il sistema informativo regionale sull'efficienza energetica (SIERT): Catasto Impianti Termici (CIT) e Certificazione energetica degli Edifici (APE)" che si è svolto oggi, nell'ambito della manifestazione KLIMAHOUSE TOSCANA 2018. Il Convegno è stato organizzato da Agenzia Fiorentina per l'Energia in collaborazione con l'Assessorato all'Ambiente della Regione Toscana.

Oltre 300 i presenti, manutentori ed installatori di impianti termici oltre ai progettisti ed agli operatori del settore.

SIERT è il nuovo Sistema Informativo della Regione Toscana a cui ogni territorio provinciale si sta adeguando, una piattaforma unica suddivisa in due applicativi: CIT (Catasto Impianti Termici), dedicato ai controlli di efficienza energetica degli impianti termici, di climatizzazione invernale e/o estiva; APE (Sistema Informativo Certificazione Energetica) dedicato alla gestione degli APE – attestati di prestazione energetica – che misurano le performance energetiche degli immobili.

"Questa iniziativa – ha detto l'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni, intervenendo in apertura dei lavori - segna il passaggio da un sistema frazionato fra vari territori a un unico livello regionale. Si tratta non solo di una riorganizzazione, ma della costituzione di un nuovo strumento, l'agenzia energetica regionale, al servizio di operatori e utenti per l'attuazione di una nuova politica ambientale di contrasto ai cambiamenti climatici. In questo senso sappiamo quanto è importante il patto di collaborazione con le imprese, finalizzato a fornire al cittadino tutte le informazioni per compiere scelte consapevoli e orientate alla sostenibilità. La grande partecipazione di oggi ci conferma la bontà della strada intrapresa".

Durante il Convegno è stato spiegato come è nato e come si evolverà nel tempo attraverso le sue funzioni il SIERT. Come previsto, dal 1Gennaio 2017 tutta la materia relativa ai controlli di efficienza energetica degli impianti termici, di climatizzazione invernale e/o estiva, è tornata sotto la competenza della Regione Toscana.

L'uso del SIERT comporta un grande cambiamento ed un significativo vantaggio per il lavoro delle ditte di manutenzione e installazione di impianti termici che da ora in poi dovranno confrontarsi con un unico sistema di riferimento valido sull'intero territorio Regionale che vedrà semplificato il lavoro sul catasto degli impianti termici presenti in Toscana. Ancora in via di definizione, invece, è la sezione relativa agli APE, che costituirà un importante strumento di gestione e di accesso ai dati relativi agli Attestati di Prestazione Energetica degli immobili toscani.

Tra non molto, dunque, i cittadini, ovvero i proprietari delle unità immobiliari (i cui dati di efficienza energetica siano stati trasmessi al Sistema Informativo tramite i normali adempimenti), i soggetti certificatori, gli ispettori, i notai (per l'esercizio delle loro funzioni relative al trasferimento della proprietà delle unità immobiliari) ed i Comuni avranno possibilità di accedere ai dati presenti in piattaforma. La Regione Toscana avrà a disposizione un catasto aggiornato che fotografa la situazione dei consumi e dell'efficienza energetica per usi civili su tutto il territorio.

Sabato 14 a Firenze il convegno: “Il sistema informativo regionale sull’efficienza energetica”

FIRENZE - Si svolge sabato 14 aprile il convegno "Il Sistema Informativo sull'efficienza Energetica della Regione Toscana SIERT: Catasto Impianti Termici (CIT) e Certificazione energetica degli Edifici (APE)", organizzato dall'Agenzia Fiorentina per l'Energia in collaborazione con l'assessorato all'ambiente della Regione.

Il convegno si tiene nell'ambito della manifestazione KLIMAHOUSE TOSCANA 2018, presso il Mandela Forum di Firenze e sarà aperto dall'intervento dell'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni.

Obiettivo del convegno: illustrare agli addetti ai lavori l'attuale situazione in Toscana, che a seguito di una razionalizzazione normativa ed organizzativa, porterà in carico ad una unica agenzia regionale le attività legate al catasto degli impianti termici ed ai relativi accertamenti ed ispezioni.

Inoltre, il catasto includerà gli Attestati di Prestazione Energetica (APE) ed i relativi controlli. Saranno affrontate anche importanti tematiche in materia di legislazione, normativa tecnica, efficienza e sicurezza.