Firenze: con Enjoy alla scoperta delle Ville Medicee

Firenze: con Enjoy alla scoperta delle Ville Medicee

Percorsi guidati firmati “Enjoy Firenze” alla scoperta, con esperti e archeologi, dei tesori artistici e architettonici delle Ville medicee La Petraia e Villa Corsini, riconosciute dall’Unesco patrimonio dell’Umanità, e della città di Cortona.

Sabato 13 aprile in programma un viaggio alla scoperta di due splendide ville medicee ricche di tesori artistici e circondate da giardini all’italiana e riconosciute dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità: La Petraia, residenza del Re Vittorio Emanuele II, che conserva ancora il mobilio dell’epoca e alcune importanti statue di bronzo, e Villa Corsini, al cui interno è stato allestito un antiquarium che conserva una raccolta archeologica di marmi, urnette e iscrizioni antiche. La visita all’antiquarium verrà effettuata da una guida archeologa.

Domenica 14 in programma due iniziative fuori porta. La prima a Cortona dove il percorso partirà dalla porta bifora fino al MAEC, il Museo dell’Accademia Etrusca e della città di Cortona. Ci sarà anche l’occasione di visitare la mostra dedicata al cortonese Marcello Venuti e alle sue ricerche e scoperte ad Ercolano. La seconda nella città di Luni (SP) con i laboratori e le visite guidate per bambini e adulti del progetto “Luni si fa in tre!”, dove ogni mese viene proposto un laboratorio diverso: questa volta si tratterà di “A merenda con Apicio”, in cui i bambini riscopriranno il gusto degli antichi romani.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.enjoyfirenze.it

L'articolo Firenze: con Enjoy alla scoperta delle Ville Medicee proviene da www.controradio.it.

Opificio delle Pietre Dure e Pistoia, visite con Enjoy Firenze

Opificio delle Pietre Dure e Pistoia, visite con Enjoy Firenze

Una visita esclusiva ai laboratori di restauro dell’Opificio delle Pietre Dure e una gita fuori porta per conoscere Pistoia e la sua arte: sono queste le idee per l’ultimo weekend di marzo (sabato 30 e domenica 31) proposte da “Enjoy Firenze®”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi e storici dell’arte, a cura di Cooperativa Archeologia.

Appuntamento sabato 30 alle 10.00 con la visita in esclusiva ai laboratori di restauro dell’Opificio delle Pietre Dure, ospitati nella sede storica di via degli Alfani. Considerati centro di eccellenza a livello mondiale per il restauro dei bronzi e delle terrecotte, i laboratori sono celebri anche per il “commesso” fiorentino.

Grazie all’Opificio la tradizione del commesso, che risale in linea diretta al laboratorio artistico fondato dai Medici nel 1588 , è stata tramandata fino ad oggi così come la sofisticata manualità che consente di restaurare questi “mosaici” di pietre pregiate, ad un livello di specializzazione che solo l’Opificio oggi detiene.

Durante la visita ai laboratori, in compagnia di un restauratore dell’Opificio, saranno eccezionalmente visibili alcune importanti opere ora in restauro, come la Porta sud del Battistero, opera di Andrea Pisano.

Ad arricchire il fine settimana di Enjoy, domenica 31 è in programma la gita fuori porta a Pistoia, che guiderà i partecipanti in un itinerario tutto da scoprire, attraverso l’arte e la storia della città, dalle opere di grandi artisti come Michelozzo, Arnolfo di Cambio, i Della Robbia, Giovanni Pisano, e poi ancora la via Francigena, e il barocco di Bernini. Dopo una passeggiata nel centro storico, è prevista la visita alla Cattedrale di San Zeno, e al magnifico altare argenteo.

Questa opera di oreficeria  “architettonica” venne realizzata tra 1287 e 1456, e coinvolse i maggiori artigiani e artisti dell’epoca, fra i quali anche un giovanissimo Filippo Brunelleschi. Definito recentemente dallo storico dell’arte Paolucci un ponte fra Pistoia e Santiago di Compostela, l’altare è il simbolo della devozione della città a San Jacopo e specchio della sua ricchezza artistica nel XIII secolo.

Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it. Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it

opificio

L'articolo Opificio delle Pietre Dure e Pistoia, visite con Enjoy Firenze proviene da www.controradio.it.

Opificio delle Pietre Dure e Pistoia, visite con Enjoy Firenze

Opificio delle Pietre Dure e Pistoia, visite con Enjoy Firenze

Una visita esclusiva ai laboratori di restauro dell’Opificio delle Pietre Dure e una gita fuori porta per conoscere Pistoia e la sua arte: sono queste le idee per l’ultimo weekend di marzo (sabato 30 e domenica 31) proposte da “Enjoy Firenze®”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi e storici dell’arte, a cura di Cooperativa Archeologia.

Appuntamento sabato 30 alle 10.00 con la visita in esclusiva ai laboratori di restauro dell’Opificio delle Pietre Dure, ospitati nella sede storica di via degli Alfani. Considerati centro di eccellenza a livello mondiale per il restauro dei bronzi e delle terrecotte, i laboratori sono celebri anche per il “commesso” fiorentino.

Grazie all’Opificio la tradizione del commesso, che risale in linea diretta al laboratorio artistico fondato dai Medici nel 1588 , è stata tramandata fino ad oggi così come la sofisticata manualità che consente di restaurare questi “mosaici” di pietre pregiate, ad un livello di specializzazione che solo l’Opificio oggi detiene.

Durante la visita ai laboratori, in compagnia di un restauratore dell’Opificio, saranno eccezionalmente visibili alcune importanti opere ora in restauro, come la Porta sud del Battistero, opera di Andrea Pisano.

Ad arricchire il fine settimana di Enjoy, domenica 31 è in programma la gita fuori porta a Pistoia, che guiderà i partecipanti in un itinerario tutto da scoprire, attraverso l’arte e la storia della città, dalle opere di grandi artisti come Michelozzo, Arnolfo di Cambio, i Della Robbia, Giovanni Pisano, e poi ancora la via Francigena, e il barocco di Bernini. Dopo una passeggiata nel centro storico, è prevista la visita alla Cattedrale di San Zeno, e al magnifico altare argenteo.

Questa opera di oreficeria  “architettonica” venne realizzata tra 1287 e 1456, e coinvolse i maggiori artigiani e artisti dell’epoca, fra i quali anche un giovanissimo Filippo Brunelleschi. Definito recentemente dallo storico dell’arte Paolucci un ponte fra Pistoia e Santiago di Compostela, l’altare è il simbolo della devozione della città a San Jacopo e specchio della sua ricchezza artistica nel XIII secolo.

Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it. Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it

opificio

L'articolo Opificio delle Pietre Dure e Pistoia, visite con Enjoy Firenze proviene da www.controradio.it.

San Valentino: amori medicei nella Villa di Poggio a Caiano

San Valentino: amori medicei nella Villa di Poggio a Caiano

Sarà la storica Villa Medicea di Poggio a Caiano (PO), teatro della tragica fine dell’amore tra Francesco I de’ Medici e Bianca Cappello, la protagonista della speciale visita pensata per festeggiare San Valentino firmata Enjoy Firenze. La visita, che si terrà domenica 10 febbraio alle 10.00, è a cura di Cooperativa Archeologia, che ogni mese propone un’ampia offerta di percorsi guidati in compagnia di esperti e archeologi alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana.

Inserita fra i beni del patrimonio Unesco dal 2014, la Villa Medicea di Poggio a Caiano fu fatta edificare da Lorenzo de’ Medici su disegno di Giuliano da San Gallo e rappresenta esempio di architettura cinquecentesca. Oltre ad aver ospitato numerose personalità e a essere stata utilizzata come residenza estiva dei Medici, la Villa fu teatro di importanti avvenimenti legati alle relazioni sentimentali della famiglia: era luogo di passaggio obbligato per le nuove spose dei Medici, che vi ricevevano l’omaggio della nobiltà fiorentina prima di recarsi in città. È il caso di Giovanna d’Austria, prima moglie di Francesco I, e di Cristina di Lorena, moglie di Ferdinando I. In questo luogo vennero celebrate, tra le altre, le nozze tra Alessandro de’ Medici e Margherita d’Austria (1536), tra Cosimo I ed Eleonora da Toledo (1539) e tra Francesco I e Bianca Cappello già sua amante (1579).

Bianca Cappello fu una nobildonna veneziana, prima amante e poi moglie del Granduca di Toscana Francesco I de’ Medici, famosa per la sua bellezza e raffinatezza. A soli 15 anni sposò il nobile fiorentino Pietro Bonaventuri. Francesco I, figlio primogenito di Cosimo, fu immediatamente attratto da Bianca e nonostante fosse già sposato con Giovanna d’Austria, sedusse Bianca senza troppi scrupoli, regalandole abiti, gioielli e persino un palazzo, conosciuto ancora oggi come Palazzo di Bianca Cappello, non a caso vicinissimo alla residenza granducale di Palazzo Pitti. Nel Granducato di Toscana Bianca non fu ben vista dalla nobiltà, ancor meno dalla famiglia dei Medici, ma nonostante ciò Francesco decise di sposarla dopo la morte della prima moglie.

Proprio la Villa di Poggio a Caiano fu teatro della tragica fine dell’amore tra Bianca e Francesco, che vi trovarono la morte per cause non pienamente chiarite. I due amanti si spensero l’uno a un giorno di distanza dall’altro, per febbre terzana, anche se la tradizione orale tramandò la diceria che fossero morti per avvelenamento.

san valentino

INFO:

prenotazione obbligatoria  055-5520407 – turismo@archeologia.it.

Programma completo su www.enjoyfirenze.it.

L'articolo San Valentino: amori medicei nella Villa di Poggio a Caiano proviene da www.controradio.it.

La notte di Halloween con Enjoy Firenze tra brividi, fantasmi e antiche leggende

La notte di Halloween con Enjoy Firenze tra brividi, fantasmi e antiche leggende

Halloween con Enjoy Firenze: partenza mercoledì 31 ottobre ore 20.30. In programma una suggestiva passeggiata notturna nel centro storico

Una suggestiva passeggiata notturna che esplora il centro storico tra brividi, fantasmi e antiche leggende. È questa la proposta per la sera di Halloween firmata da “Enjoy Firenze”,il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi curato da Cooperativa Archeologia (programma completo su www.enjoyfirenze.it, ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it).

90 minuti da brivido in cui lo storytelling sarà il vero protagonista dell’itinerario, ormai diventato un must in occasione della festa di fine ottobre. Attraverso strade e piazze del centro storico i partecipanti esploreranno la città in compagnia dei racconti e delle leggende intorno a personaggi della tradizione fiorentina: dalla Berta a Ginevra degli Amieri fino a Baldaccio d’Anghiari, ascolteranno le loro storie d’amore e vendetta, visitandone i luoghi che li ricordano e che portano con sé un senso di terrore e tenebra, un’antica paura innominabile. E alla fine un dolcetto, o scherzetto, per tutti!

Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it. Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it

L'articolo La notte di Halloween con Enjoy Firenze tra brividi, fantasmi e antiche leggende proviene da www.controradio.it.