Cyberbullismo: oltre 25% studenti toscani coinvolto in episodi in 2018

Cyberbullismo: oltre 25% studenti toscani coinvolto in episodi in 2018

“I numeri sono chiari e altrettanto chiaro deve essere il nostro intervento, a cominciare da un approccio avanzato ai nuovi media come il ‘pantentino del web'”. Così il presidente del Corecom, Enzo Brogi.

Brogi ha commentato il dato emerso dal rapporto Edit dell’Agenzia regionale di sanità, presentato a Firenze, secondo cui un adolescente su quattro è coinvolto, come vittima o come responsabile, in episodi di cyberbullismo.

Dai dati dello studio sul cyberbullismo, nel 2018 episodi di bullismo online hanno riguardato il 25,2% dei giovani, soprattutto tra i 15 e i 17 anni, in crescita dal 20,4% del 2015, e in particolare le ragazze (27,2%), ma sono i maschi a segnare l’incremento maggiore passando al 23,3% dal 12,8% del 2015. Brogi rilancia l’impegno sul fronte dei rischi di internet e dei social media, a partire dal “patentino web”, la certificazione da rilasciare a giovani che abbiano concluso un percorso formativo mirato alla navigazione consapevole della rete.

“Siamo il primo Corecom in Italia – ha detto Brogi – a metterla in campo”. Il presidente esprime inoltre soddisfazione per l’approvazione del programma delle attività 2019 votata mercoledì dal Consiglio regionale e annuncia le nuove iniziative: “Svilupperemo campagne di comunicazione – conclude Brogi – e informazione mirate e apriremo, in accordo con Anci, sportelli Corecom per dare risposte e offrire servizi, sempre gratuiti, in tutta la regione

L'articolo Cyberbullismo: oltre 25% studenti toscani coinvolto in episodi in 2018 proviene da www.controradio.it.

‘Mai in Silenzio: musica contro la violenza di genere’: presentazione vincitori concorso

‘Mai in Silenzio: musica contro la violenza di genere’: presentazione vincitori concorso

Firenze, domani giovedì 12 luglio, alle ore 12.30 presso la sala stampa della giunta regionale a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze (piazza Duomo 10), saranno presentati i vincitori del concorso ‘Mai in Silenzio: la musica contro la violenza di genere’, ideato dall’emittente radiofonica Controradio.

Il concorso ‘Mai in silenzio’ è gratuito e aperto ai musicisti under 35 toscani per la scrittura di un brano musicale sul tema. In giuria, fra agli altri, Dario Brunori e Irene Grandi. Ai vincitori la possibilità di realizzare produzioni musicali e concerti ad iniziare dal Meeting dei Diritti Umani 2018 al Mandela Forum di Firenze. Il progetto è realizzato dall’emittente Controradio con il sostegno di Regione Toscana e il contributo di SIAE e Unipol.

Il contest musicale prevedeva la scrittura e l’interpretazione di un brano originale in italiano sul tema della violenza di genere, del rapporto fra i sessi, degli atteggiamenti negativi e di sopraffazione che costituiscono il terreno su cui si produce violenza fisica e/o psicologica.

L’idea è quella di innestare un circolo virtuoso ideale dove la musica non sia soltanto elemento di socializzazione e di comunicazione, ma divenga processo culturale al servizio di un’etica, contrastando idee e luoghi comuni spesso ispiratori di comportamenti di violenza di genere. Tra le varie modalità espressive, la musica rappresenta infatti un vettore eccezionale per parlare ai giovani in modo diretto.

Presentazione domani 12 luglio dei vincitori del concorso dove interverranno la vicepresidente della Regione e assessore alla cultura Monica Barni, il direttore generale di Controradio Marco Imponente, il presidente del Corecom Toscana Enzo Brogi, Francesco Guasti e Tommaso Novi in rappresentanza della giuria dei musicisti ed i vincitori del concorso.

L'articolo ‘Mai in Silenzio: musica contro la violenza di genere’: presentazione vincitori concorso proviene da www.controradio.it.